Castello di Bolgheri - Castagneto Carducci

Bolgheri è un antico borgo medievale risalente al XI° secolo e appartenente alla famiglia Gheradesca. La località, nota internazionalmente per la pregiata produzione vinicola, è raggiungibile percorrendo il suggestivo Viale dei Cipressi, strada lunga quasi 5 chilometri che si distacca dalla via Aurelia, proprio davanti all’Oratorio di San Guido. Il viale è un lunghissimo rettilineo, ombreggiato ai lati da una fila di fittissimi cipressi secolari. Il nome Bolgheri deriva da un insediamento militare di Bulgari alleati dei Longobardi, qui attestati in posizione difensiva contro un eventuale sbarco di truppe bizantine provenienti dalla Sardegna.

Il borgo di Bolgheri, appartenente al comune di Castigneto Carducci in provincia di Livorno, si è sviluppato attorno al castello medievale che sorge alle fine del Viale dei Cipressi, reso noto dai versi del poeta Giosuè Carducci. Nell’abitato ci sono numerosi edifici storici, vecchie fabbriche e curiose botteghe artigianali. All’interno del paese c’è il cimitero dove fu sepolta la nonna dello stesso poeta, Lucia. Non distante dal nucleo abitato, su un’altura di 400 metri s.l.m., c’è l’antico nucleo fortificato Castiglioncello di Bolgheri, con la chiesa di San Bernardo.

VINI

Vini di Bolgheri

Bolgheri è famoso anche per gli eccellenti vini rossi che vengono prodotti nella zona. Grazie alle particolari caratteristiche del terreno sabbioso di origine marina e al microclima soleggiato, asciutto e moderatamente ventilato, si sono ben adattati nella zona vitigni di origine bordolese, quali il Cabernet Sauvignon, il Cabernet Franc, il Merlot e il Petit Verdot. Tra i vini più noti ci sono il Sassicaia di Tenuta San Guido a base di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, i vini di Ornellaia e Masseto, Guado al Tasso, Le Macchiole, Grattamacco e Michele Satta. La maggior parte dei vini prodotti rientrano nella denominazione “Bolgheri DOC”.


Cantine da visitare – Wine Tasting

 

Nel territorio di Bolgheri ci sono più di 43 aziende vinicole che producono vini di fama internazionale. La zona concentra alcune delle migliori cantine toscane. Oltre quelle principali già affermate nel mercato internazionale quale Tenuta San Guido Sassicaia, Ormellaia, Tenuta Guado al Tasso, Tenuta San Giusto, e Ca’ Marcanda Gaja, ci sono numerose piccole aziende che producono pregiati vini. Le cantine sono aperte alle visite e quasi tutte offrono degustazione assieme a prodotti tipici e vendita diretta.


ATTRAZIONI

Castello di Bolgheri

Tipo: castello (XIII° secolo)
Tel.:
+39 0565 763624
Orari:
visite su prenotazione; aperto al pubblico in data 16 luglio, in occasione della festa del villaggio

È una tipica fortezza militare di origine medioevale, che fin dal XIII° secolo fu proprietà della famiglia Della Gherardesca. Si erge imponente al termine del Viale dei Cipressi, proprio all’ingresso dell’abitato. All’interno è di particolare interesse la sala d’armi.

Viale dei Cipressi

via dei cipressi

È una strada, lunga quasi 5 chilometri, che inizia esattamente davanti all’Oratorio di San Guido, ubicato sulla via Aurelia (SS 1), e che sale verso l’abitato di Bolgheri. Il viale è un lunghissimo e ombroso rettilineo, fiancheggiato da cipressi secolari. È stato celebrato da una delle più note poesie di Giosué Carducci.

Il Viale dei Cipressi è stato utilizzato per le riprese del film Quo Vadis, dove Robert Taylor, nel ruolo di Marco Vinicio, sulla via di ritorno a Roma, viene inseguito da due pretoriani con la biga.

 

Oasi di Bolgheri

Tipo: area naturale protetta

Primo rifugio faunistico istituito su tutto il territorio nazionale, è una suggestiva zona umida popolata da migliaia di uccelli acquatici. Inoltre caprioli, daini, anatre e falchi pescatori vivono sia nella pineta che nell’area paludosa e possono essere osservati da torri.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Bolgheri - Castagneto Carducci (LI)

GPS:

43.2336764, 10.6170139