Calcinaia cosa vedere

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termometro_aulla

Calcinaia e la fornace dei frati

calcinaia stemmaCalcinaia è una piccola cittadina situata nella pianura solcata dal fiume Arno. È tradizionalmente conosciuta per la fiorente produzione di laterizi nei secoli passati e per la grandiosità delle opere idrauliche realizzate per contenere le inondazioni del fiume. Calcinaia è anche sede di gare internazionali di pesca sportiva che si svolgono nel lago Marrucco, situato all’interno del Green Park.

ZONA Valdarno Inferiore
TIPO cittadina industriale
COORDINATE 43°41’04’’N 10°37’0900E
ALTITUDINE 16 metri s.l.m.
SPORT trekking escursionistico, ciclismo, pesca sportiva
CONFINI Bientina, Cascina, Pontedera, Santa Maria a Monte, Vicopisano (PI)

calcinaia mapInformazioni turistichepisa mappa

Comune di Calcinaia
piazza Indipendenza, 7 – 56012 Calcinaia (PI)
Tel.: +39 0587 26341
www.comune.calcinaia.pi.it
[email protected]

COSA VEDERE

Monumenti e luoghi da visitare a Calcinaia

torre-upezzinghi-CalcinaiaTorre degli Upezzinghi

Torre degli Upezzinghi

torre UpezinghiZona: Valdarno Inferiore
Tipo: fortificazione (XII° secolo)
Indirizzo: via Vittorio Emanuele

L’edificio fu costruito nel XII° secolo dalla famiglia Upezzinghi, dopo che si era stabilita nel territorio. La torre ha conservato la struttura originale. All’interno è stato ricavato uno spazio per mostre di arte ed eventi culturali.

Chiesa di San Giovanni Battista

Zona: Terre di Pisa
Tipo: chiesa (XVII° secolo)
Indirizzo: piazza Manin, 6
Tel.: +39 0571 489031

All’interno il coro ligneo risale al XVII° secolo. Tra le opere d’arte due angeli reggitori della scuola di Andrea della Robbia, la statua Maddalena dolente (XV° secolo) e l’affresco Sant’Ubaldesca, patrona del villaggio, le cui spoglie sono conservate in una teca.

Fornace di Calcinaia

fornace1Zona: Valdarno Inferiore
Tipo: fornace (XVII° secolo)

I frati certosini del monastero di Montecchio finanziarono direttamente la costruzione di una fornace, che iniziò l’attività nel 1690. Erano gli stessi monaci ad occuparsi della produzione, costituita sia da comuni laterizi che da vasellame per cucina. La scelta del luogo fu influenzata sia dalla facile reperibilità dell’argilla – all’epoca conosciuta come “molletta” o “mollettone” – che dalla vicinanza dell’Arno. Infatti le imbarcazioni fluviali percorrevano il fiume e il fitto sistema di canali collegati trasportando velocemente e un po’ dovunque i prodotti. Visto il successo dell’insolita iniziativa, alcuni anni dopo venne appositamente chiamato Giovan Battista Franci, maestro ceramista di Siena, esperto nella fabbricazione delle cosiddette “mezze maioliche”.

A costui, designato “piattaio” ufficiale, fu poi affiancato un “pignattaio”, specializzato nella fabbricazione della cosiddetta “ceramica da fuoco”. L´attività proseguì, proficuamente, per circa vent´anni, producendo ceramica di ogni tipo: dalla pregiata “Maiolica di Montecchio” ai “Piatti del Contadino”, di qualità inferiore e destinati ai ceti meno abbienti. Il pregio era dovuto alla particolare composizione dell’argilla di Montecchio, tale da rendere la ceramica resistente al fuoco e, al tempo stesso, impermeabile ai liquidi. Nel 1762 la fornace fu trasferita a Calcinaia proseguendo comunque la produzione delle ormai rinomate “Maioliche di Montecchio”.

Monumenti e luoghi da visitare

Fornacette

Zona: Terre di Pisa

Frazione di probabili origini romane. Il “Ponte del Trabocco” in mattoni fu costruito nel XVI° secolo. Di un certo pregio la chiesa di S. Andrea Apostolo, modificata alla fine del XVIII° secolo in stile neoclassico.

Riserve

Le Cerbaie

Zona: Valdarno Inferiore e Area Pisana
Tipo: riserva
Comuni
– in Provincia di Pisa: Bientina, Calcinaia, Castelfranco di Sotto, Santa Croce sull’Arno, Santa Maria a Monte
– in Provincia di Firenze: Fucecchio

Gestione: Consorzio Forestale delle Cerbaie
– Sede legale: piazza R. Bertoncini, 1 – 56022 Castelfranco di Sotto (PI)
– Sede operativa: via di Ferretto, 3 – località Querce – 50054 Fucecchio (FI)
Tel.: 0571 1695293 – 340 9847686
Email: [email protected]
Sito: www.consorzioforestalecerbaie.it

Costituito nel 2010, il Consorzio Forestale delle Cerbaie associa enti locali, imprese del legno, aziende agricole e turistiche, proprietari fondiari, cittadini e altri soggetti che condividono lo scopo della valorizzazione delle risorse agro-forestali del territorio.

La sagoma delle Cerbaie è un qualcosa di unico, una grossolana forma a scarpa rivolta verso sud-est e delimitata dalla pianura del Valdarno Inferiore, a nord da quella lucchese. A ovest c’è il Padule di Bientina mentre, dalla parte opposta, in direzione nord-est, il Padule di Fucecchio. L’estensione è di circa 120 chilometri quadrati con un’altitudine massima che non supera i 117 metri s.l.m. Il SIC-Sito d’Importanza Comunitaria Cerbaie si estende per oltre 6.500 ettari e contiene 42 specie animali e 62 vegetali di interesse regionale o protette. Il Consorzio svolge manutenzione ordinaria delle rete dei sentieri e realizza progetti selvicolturali volti alla valorizzazione del bene forestale.

All’interno delle Cerbaie ci sono due diverse zone con sentieri percorribili.

1 – Sentieri ex-Opera Pia Landini Marchiani

Ubicati nel Comune di Fucecchio, sono all’interno di un’area di quasi 100 ettari, in gran parte boschivi, dove è stato effettuato un intervento di recupero della rete sentieristica (più di 8 chilometri) e di creazione di percorsi didattico-ambientali.

2 – Rete Escursionistica delle Cerbaie

È in fase di ultimazione la realizzazione di un insieme di più di 170 chilometri di sentieri attrezzati a norma R.E.T.-Rete Escursionistica Toscana per garantire la visita in sicurezza. La R.E.T. si basa sui due assi principali della Via Francigena, che attraversa le Cerbaie, e di un grande anello (quasi 70 chilometri) che circoscrive per intero il perimetro. I sentieri iniziano e terminano lungo uno dei due assi, creando un reticolo che include i punti ambientali e paesaggistici di maggiore attrattiva.

Bosco di Montecchio

Zona: Terre di Pisa
Tipo: area naturale

È un’area protetta al cui interno è stato allestito un percorso che inizia da Santa Colomba, attraversa Le Cerbaie e termina a Montecchio.

COSA FARE

Eventi

Regata storica - CalcinaiaRegata storica

"Rivivi il Passato" e Regata Storica

regataTipo: folclore e rievocazione storica
Periodo: ultima domenica di maggio

Manifestazione storica in onore della patrona Santa Ubaldesca Taccini, patrona di Calcinaia fin dal XVII° secolo. Nelle vie del villaggio ci sono attrazioni, esibizioni di balestrieri, giochi vari, carretti medievali. Dopo la sfilata in costume d’epoca, sul fiume Arno si svolge la vera e propria competizione. Si tratta di una regata cui partecipano il rione “Montecchio”, che rappresenta la borghesia, il rione “Oltrarno”, che rappresenta i ceti popolari, e il rione “Nave” che rappresenta il signore del castello con i suoi armati. Il culmine della festa è l’illuminazione della Torre Upezzinghi per mezzo di fuochi d’artificio.

Sagra della Nozza

sagra nozzaTipo: enogastronomia
Periodo: terza domenica di maggio

La nozza è un dolce locale a base di zucchero, uova, anice, rosolio, farina e vaniglia, un tempo usato essenzialmente in occasione dei matrimoni.

Sport

Pesca sportiva - CalcinaiaIl Green Park

Green Park - pesca sportiva

Zona: Valdarno Inferiore
Tipo: parco naturale, lago e parco giochi per bambini
Indirizzo: via del Marrucco
Tel: +39 0587 488289
Sito: www.greenparkcalcinaia.com
Orari: tutti i giorni 16.00-19.30; domenica 10-12.30
Ingresso: gratuito
Servizi: bar, ristorante

Il Green Park è un’area che comprende il lago Marrucco dove si svolge l’attività di pesca sportiva adatta al “carpfishing”. Regolarmente sono programmate gare di pesca sportiva a livello nazionale e internazionale. Considerato un oasi verde dove l’elemento dominante è il lago, costituisce un ambiente ideale per famiglie.

CULTURA

Storia

Calcinaia centro storicoIl primo nucleo abitato risale a prima dell’anno Mille. All’epoca era denominato Vicus Vitri, nome derivato, probabilmente, dalla produzione di stoviglie vetrificate nel territorio. In seguito il nome fu mutato in Calcinaia (attestato per la prima volta nel 1193) a causa delle numerose fornaci di calce. Durante l’alto Medio Evo, la zona fu feudo della famiglia Upezzinghi, originaria di Pisa. Nel periodo successivo la cittadina fu coinvolta nelle continue rivalità tra Pisa e Lucca.n Nel XV° secolo Firenze conquistò il villaggio e lo annesse ai suoi possedimenti. Le piene incontrollate del vicino fiume Arno avevano però sempre compromesso lo sviluppo della zona perché le frequenti inondazioni devastavano vaste zone del territorio.

Così, avvalendosi di progetti elaborati nientemeno che da Leonardo da Vinci, nel 1555 il Granduca Cosimo I° Medic, dette avvio a radicali opere idrauliche per regolare definitivamente il regime del fiume. Per avere un’idea della grandiosità di questi lavori, un tratto dell’Arno fu deviato e Calcinaia, che precedentemente si trovava a destra del fiume, si ritrovò ubicata alla sua sinistra. A seguito di questi importanti cambiamenti la cittadina poté sviluppare notevolmente l’agricoltura, con particolare enfasi per cereali, legumi, bulbi, impiantando anche vaste coltivazioni di canapa e di lino. Altri importanti interventi di regolazione delle acque furono effettuati anche durante il governo dei granduchi Asburgo Lorena: ad esempio il quasi totale prosciugamento del lago di Bientina e la costruzione del canale della “Botte”, in prossimità della località Fornacette. Ancora oggi questi interventi rimangono tra le più significative opere di ingegneria ed architettura idraulica di tutta la Toscana.

GASTRONOMIA

Piatti tipici

La Nozza

sagra nozzaÈ un dolce locale che deriva dalla tradizione nuziale. È una sottile sfoglia a base di zucchero, uova, rosolio, farina e vaniglia, insaporita all’anice e cotta su una piastra. Viene arrotolata a forma di cono e può essere riempita di panna montata.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire

Alberghi

Albergo Calamidoro

Via del Tiglio, 143 – Calcinaia (PI)
Tel. +39 0587 297111
www.calamidoro.com
[email protected]

Bed & Breakfast

Affittacamere Da Piero

Via Giovanni XXIII, 1 – Calcinaia (PI)
Tel. +39 0587 488177/ +39 338 1928334
[email protected]

Affittacamere Raffa Nunzio

Via Giuseppe di Vittorio, 30 – Calcinaia (PI)
Tel. +39 0587 489041

Casa vacanze/residence

Residence Montecchio

Via dei Monaci Certosini – località Montecchio – Calcinaia (PI)
Tel. +39 0587 52534/ +39 335 7884749
[email protected]