Cosa vedere e fare a Montepulciano

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termo_montemurlo

Montepulciano d’ogni vino è re!

Strada del Vino Nobile di Montepulciano

Strada del vino Montepulciano

montepulciano stemmaCosa vedere a Montepulciano, un’incantevole cittadina che ha mantenuto le caratteristiche di borgo medievale a forma di S ed è racchiuso da tre cerchi di mura, costruite nel XIV° secolo. Oltre ospitare notevoli opere d’arte,  Montepulciano è inserita in un armonioso paesaggio rurale. Il territorio è noto per l’abbondanza di vigneti, le cui uve vengono sapientemente trasformate nel Vino Nobile di Montepulciano DOCG. Le maggiori attività produttive si concentrano sui settori delle eccellenze locali: l’enologia, l’agricoltura, il turismo. Da visitare l’imponente Chiesa di San Biagio e le Terme di Montepulciano, oltre ovviamente, le cantine vinicole.

ZONA Valdichiana
TIPO borgo medievale
COORDINATE 43°06′00″N 11°47′00″E
ALTITUDINE 605 metri s.l.m.
PRODOTTI vino, olio d'oliva
SPORT trekking escursionistico, ciclismo, equitazione
CONFINE Chianciano Terme (SI), Chiusi (SI), Cortona (AR), Pienza (SI), Torrita di Siena (SI)

montepulciano mapInformazioni turistichesiena mapp

Comune di Montepulciano
piazza Grande, 1 – 53045 Montepulciano (SI)
Tel.: +39 0578 7121
www.comune.montepulciano.siena.it

Pro Loco
piazza Don Minzoni, 1
tel. +39 0578 757341
[email protected]
www.prolocomontepulciano.it

COSA VEDERE

Chiese

Chiesa di San Biagio - Montepulciano

Duomo di Montepulciano

Montepulciano (SI)
Cattedrale in stile rinascimentale secolo XVI

Chiesa di San Biagio

Chiesa di San BiagioZona: Val di Chiana Senese
Tipo: chiesa rinascimentale XVI secolo
Tel.: +39 0578 757341
Orari: tutti i giorni 09.00-13.00 e 14.00-18.00
Ingresso: gratuito

La chiesa di San Biagio è un edificio in stile rinascimentale del XVI secolo opera di Antonio da Sangallo il Vecchio ubicata fuori il centro storico di Montepulciano. La chiesa con pianta a croce greca con quattro bracci rettangolari simmetrici, fu edificata sul luogo dove esisteva un’antica pieve di origine paleocristiana. La copertura è costituita da una doppia calotta e termina in alto con la lanterna con finestre.

Ciascuno dei quattro bracci della chiesa è coperto con volta a botte e illuminato da una finestra rettangolare. Inoltre, nelle pareti laterali della navata e del transetto ci sono degli altari laterali marmorei. L’altare maggiore, caratterizzato dal ricco dossale in marmo, è opera di Giannozzo e Lisandro di Pietro Albertini. Al centro, un ‘affresco trecentesco, ritenuto miracoloso, raffigurante la Madonna in trono col Bambino, detto della Madonna di San Biagio. Sulla cantoria di destra del presbiterio, si trova l’organo a canne, costruito da Alamanno Contucci nel 1781.

Chiesa di Sant'Agense

Chiesa di Sant'Agnese - MontepulcianoLZona: Val di Chiana Senese
Tipo: chiesa rinascimentale XVIII secolo
Orari: tutti i giorni 09.00-13.00 e 14.00-18.00
Ingresso: gratuito

e origine della chiesa di Sant’Agnese risalgono al XIV secolo. Alla fine del Seicento la chiesa fu radicalmente ristrutturata, su disegno dell’architetto Gregorio Monterchi. La facciata conserva il portale trecentesco mentre le altre parti ornamentali sono state realizzate nell’inizio del XX secolo. Il rosone, con la figura di sant’Agnese fu realizzata nel 1539 da Maestro Bano di Michelangelo da Cortona. La torre campanaria in mattoni risale al 1764, dopo che un fulmine aveva distrutto quello precedente.

L’interno della chiesa è a navata unica coperta a botte e abside semicircolare. Sul lato sinistro invece dalla controfacciata, si trova la cappella del Crocifisso, con una croce lignea di scuola tedesco-renana del XIII secolo e che la tradizione riferisce essere quello adorato da sant’Agnese, col quale ebbe alcune visioni miracolose. Oggi la cappella è decorata ai caduti della prima guerra mondiale. L’altare maggiore conserva il corpo della santa domenicana.

Cella di Sant’Agenese

A destra, in fondo della sagrestia, si accede a tre vani dove visse sant’Agnese. Nel primo atrio si conservano alcuni dipinti in tela dove spicca il grande affresco del trasporto del corpo di sant’Agnese. Si racconta che, nell’evento avvenuto nel 1554, i Montepulcianesi, durante alcuni assedi dell’esercito senese, trasferirono per precauzione il corpo della santa all’interno delle mura, ma il giorno dopo le reliquie erano miracolosamente tornate al loro posto. Segue la cella della santa, oggi trasformata in cappella. Trattasi del luogo dove sant’Agnese morì, e dove il suo corpo fu conservato per 250 anni. Nel 1704 fu abbellita di stucchi, e di pitture di Nicola Nasini, che mostrano alcuni miracoli della santa. Inoltre sono qui conservati i più importanti reliquiari della santa, che conservano la crocetta che ricevette da Gesù Bambino durante una visione, la “manna” e l’olio profumato che scaturì dal suo corpo. Nella cappella del Rosario si trova il sarcofago che dal 1539 al 1669 conservò il corpo della santa.

Monumenti e luoghi da visitare a Montepulciano

Montepulciano centro storico

Palazzo Comunale

palazzo comunaleZona: Val di Chiana
Tipo: edificio storico  (XIV° secolo)
Tel.: +39 0578 757341
Orari: tutti i giorni 10.00-13.00 e 14.00-18.00
Ingresso: per la torre €uro 5,00, per la terrazza € 2,50

La costruzione risale alla seconda metà del XIV° secolo. L’edificio è rivestito in travertino. Un sottile marcapiano separa la parte rustica dal secondo piano con otto aperture, sei finestre e due nicchie centrali. Al secondo piano quattro finestre più piccole ripetono il motivo del piano inferiore. All’interno c’è un cortile con due logge sovrapposte. La torre è accessibile e dalla sommità si gode un gradevole panorama della cittadina e dei dintorni.

Terme

Terme di Montepulciano

Terme di Montepulciano

terme montepulcianoZona: Val di Chiana
Comune: Montelpulciano (SI)
Tipo: stabilimento termale
Indirizzo: via delle Terme, 46 – località Sant’Albino
Tel.: +39 0578 7911
Email: [email protected]
Sito: www.termemontepulciano.it

Nel tour delle cose da fare e da vedere a Montepulciano non può mancare la località di Sant’Albino che era già nota per la presenza della cosiddetta “acqua puzzola di Sant’Albino”, una sorgente di acqua sulfurea, e per le cave di travertino. Le Terme di Montepulciano, moderno complesso termale che sfrutta le proprietà terapeutiche delle acque sulfuree e dei fanghi, furono aperte nel 1966. Le acque minerali vengono intercettate a 132 metri di profondità e convogliate ai reparti di cura senza essere esposte al contatto con l’aria.

Questo accorgimento garantisce la conservazione delle naturali qualità terapeutiche dello zolfo che, allo stato nascente, svolge attività antisettica, anticatarrale, antispastica ed antiallergica. Le Terme, rinomate per le terapie inalatorie, includono un centro di audiologia e vestibologia e un centro di rinologia. Quindi un centro di bronco-pneumologia, specializzato nella cura delle broncopneumatopatie croniche ostruttive quali asma, bronchite ed enfisema polmonare. Infine un centro riabilitativo vascolare e ortopedico, in grado di eseguire varie terapie per un’efficace riabilitazione dopo interventi di chirurgia ortopedica e per le patologie vascolari, sia arteriose che venose, nonché per la traumatologia sportiva.

Riserve naturali

Montepulciano vigneti

Riserva del Lago di Montepulciano

riserva lago montepulcianoZona: Val di Chiana
Tipo: riserva naturale e lago
Indirizzo: Via del Lago, 1
Tel.: +39 0578 767343
Sito: www.amicilagodimontepulciano.it
Email: [email protected]

Il lago è quanto rimane della vasta palude che occupava gran parte della Valdichiana. Assieme a parte del Canale Maestro della Chiana e ad alcuni terreni agricoli adiacenti, costituisce una delle più importanti zone umide dell’Italia Centrale, attualmente identificata come Riserva Naturale del Lago di Montepulciano. La riserva, estesa per quasi 500 ettari, è un importante punto di sosta per l’avifauna che si sposta stagionalmente tra l’Europa e l’Africa. Inoltre è utilizzata da numerose specie di uccelli per lo svernamento e per la nidificazione. All’interno della riserva l’Oasi LIPU è dotata di centro visite, tre capanni e due piattaforme di osservazione. Si possono prenotare escursioni guidate in barchino. La riserva comprende anche una zona attrezzata per la sosta di camper.

ARTE E MUSEI

Musei

Museo Civico e Pinacoteca Crociani

Zona: Val di Chiana
Tipo: museo
Indirizzo: Palazzo Neri Orselli – via Ricci, 10
Tel.: +39 0578 717300
Email: [email protected]
Sito: museocivicomontepulciano.it
Orari: tutti i giorni 10.00-19.00; chiuso il lunedì
Ingresso: intero €uro 4,00, ridotto € 2,50

È articolato in vari settori ed espone reperti di varia origine: terrecotte robbiane, pitture del XVII° e XVIII° secolo, corali miniati, ceramica, oggetti in argento, corredi tombali etruschi e romani. Di particolare rilievo alcuni dipinti di scuola senese risalenti al XIV° secolo.

COSA FARE

Eventi a Montepulciano

Corse di cavalli

Montepulciano (SI)
Corse di cavalli

Live Rock Festival of Beer

Montepulciano (SI)
15 spettacoli.

Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano

Montepulciano (SI)
Performance

Bravio delle Botti

Montepulciano (SI)
Gara folkloristica

ITINERARI

Percorsi

Il Sentiero della Bonifica

Il sentiero ciclopedonale della Bonifica è ottimizzato per la mobilità lenta. È un percorso che segue il canale Maestro della Chiana, realizzato dopo le ampie bonifiche XVI° secolo intraprese dai granduchi Medici e proseguite dagli Asburgo Lorena. Poiché non è utilizzato da veicoli a motore (era la strada per la manutenzione del canale) consente una quasi “passeggiata” e un lento procedere sulle due ruote. La lunghezza è “ragionevole”: 62 chilometri tra Chiusi e Arezzo suddivisi in 12 tappe di circa 5 chilometri ciascuna. Si viaggia vicino a vestigia etrusche, medievali, rinascimentali.

Qualche accorgimento è comunque necessario:

– in bicicletta utilizzare sempre il caso protettivo

– il percorso attraversa qualche strada asfaltata

– il percorso non attraversa centri abitati rilevanti; quindi calcolare le tappe in funzione della ristorazione, del pernottamento e di riparo in caso di pioggia;

– il percorso è poco ombreggiato: occhiali da sole e copertura della testa sono vivamente raccomandati;

– una scorta d’acqua, integratori, snack, frutta fresca debbono far parte del bagaglio;

– sconsigliabile il percorso dopo piogge abbondanti perché alcuni tratti potrebbero essere allagati.

Partenza: Chiusi Scalo

1a tappa Chiusi Scalo-argine di separazione-torri di Beccati

2a tappa torri di Beccati-lago di Chiusi

3a tappa lago di Chiusi-lago di Montepulciano

4a tappa lago di Montepulciano-Callone di Valiano

5a tappa Callone di Valiano-Valiano-il Torrione

6a tappa il Torrione-Botte allo Strozzo

7a tappa Botte allo Strozzo-ponti di ferro (da qui è possibile una variante per Cortona e/o Camucia)-Fattoria di Brolio e Colmata di Brolio-Fattoria del Pozzo

8a tappa Fattoria del Pozzo-allaccio Rii Castiglionesi (eventuale deviazione verso Marciano della Chiana)

9a tappa allaccio Rii Castiglionesi-Fattoria di Frassineto-casello idraulico di Frassineto-Fattoria di Font’a Ronco-Case di Terra

10a tappa Case di Terra-canali di immissione-ponti di Arezzo

11a tappa ponti di Arezzo-Ponte alla Nave

12a tappa Ponte alla Nave (eventuale deviazione per visita al castello di Battifolle)-Chiusa dei Monaci-Arezzo città

CULTURA

Storia

Montepulciano cosa vedereMontepulciano cosa vedere

Da borgo medievale a città del vino

Il nome dell’abitato deriva del latino Mons Politianus. I primi insediamenti nel territorio furono etruschi e risalgono al IV° e III° secolo a.C. In epoca romana fu un presidio militare posto a difesa delle strade consolari. Nel IV° secolo d.C. l’opera di evangelizzazione di San Donato contribuì alla diffusione di numerose piccole chiese e pievi in tutta la zona. Il primo nucleo abitato ebbe origine con Sancta Mater Ecclesia in Castello Pulliciano, risalente all’anno 715 (periodo longobardo). Nel XII° secolo Siena iniziò ad allargare i propri territori affrontando militarmente i piccoli insediamenti e borghetti liberi delle zone circostanti. Montepulciano chiese aiuto a Firenze, città con la quale si manterrà in buoni rapporti in tutti gli anni seguenti. Frenate le mire espansionistiche di Siena, seguì un periodo di pace e stabilità . Il XV° secolo fu l’epoca dell’umanista Bartolomeo Aragazzi, segretario apostolico di Papa Martino V°, e del poeta Angelo Ambrogini, più noto come Poliziano, amico intimo della famiglia Medici di Firenze.

Un’eccezionale fervore edilizio contrassegnò il XVI° secolo: architetti quali Antonio da Sangallo il Vecchio, Jacopo Barozzi (detto Il Vignola) e Ippolito Scalza edificarono sontuose dimore patrizie, splendide chiese e diversi punti del centro urbano furono abbelliti. Montepulciano ottenne l’elevazione a sede vescovile e fu costruita una nuova e imponente cattedrale. Nel XVIII° secolo fiorì l’Accademia degli Intrigati, che, assieme all’attività letteraria, edificò nel 1793 un teatro. La bonifica della paludosa Valdichiana favorì la colonizzazione del fertile fondovalle. La conseguente riorganizzazione del sistema viario facilitò i contatti commerciali. Dopo l’Unità d’Italia, Montepulciano s’impose come principale mercato agricolo dell’area, mentre le attività industriali si spostarono verso il fondovalle, attratte dalla ferrovia e dalla maggior facilità dei collegamenti.

A Montepulciano sono nati famosi personaggi. Tra gli altri Sant’Agnese Segni (1268-1317), San Roberto Bellarmino (1542-1621), dottore della Chiesa Cattolica, Angelo Ambrogini, detto Il Poliziano, (1454-1494), poeta, umanista e drammaturgo italiano, il cardinale Giovanni Ricci (1498-1574), nunzio in Spagna e Portogallo.

Curiosità

Pendolo di Foucault - Montepulciano

Filmografia

nostalghiaA Montepulciano sono state girate le sequenze di numerosi film. Tra i principali:

Il Cristo proibito di Curzio Malaparte (1951)
L’arcidiavolo di Ettore Scola (1966)
Nostalghia di Andrej Tarkovskij (1983)
Il paziente inglese di Anthony Minghella (1996)
Sogno di una notte di mezza estate di Michael Hoffman (1999)
Heaven di Tom Tykwer (2002)
Sotto il sole della Toscana di Audrey Wells (2003)
The Twilight Saga: New Moon di Chris Weitz (2009)
Meravigliso Boccaccio di Paolo e Vittorio Taviani (2015)
– le serie televisive Carabinieri 7 (2007) e Luna di miele (Hochzeitsreise) (2011).
In tempi più recenti la cittadina è stata utlizzata per gli esterni della serie televisiva I Medici.

GASTRONOMIA

Prodotti tipici di Montepulciano

Cantine di MontepulcianoCantine di Montepulciano

Vino

vino4La viticoltura risale all’epoca etrusca. La produzione di vini eccellenti rimase costante nel Medio Evo e, già a metà del XIV° secolo, la cittadina emanò norme per regolamentare commercio ed esportazione. Nel XVI° secolo il vino Rosso Scelto di Montepulciano (così era denominato) era noto nelle tavole di papi e nobili al punto di aver fatto nascere il detto popolare “Montepulciano d’ogni vino è re!” che esaltava la qualità della produzione. Dal 1980 il Vino Nobile di Montepulciano DOCG è tutelato da un Consorzio che riunisce tutte le aziende di produzione. Può essere prodotto solo nelle aree collinari entro i confini comunali con uve di Prugnolo gentile (80%), Canaiolo Nero (15%) e Mammolo (5%). Questo vino si abbina ottimamente a selvaggina, carni rosse alla brace, arrosti e formaggi stagionati. Anche il vino denominato Rosso di Montepulciano viene prodotto con le stesse uve del Vino Nobile, ma può includere altri vitigni autorizzati nella zona. Invece, il Vin Santo di Montepulciano, eccellente vino da dessert, è prodotto con Malvasia Bianca, Puncinculo e Trebbiano Toscano ed eventuali altri vitigni a bacca bianca autorizzati.

Consorzio Vino Nobile di Montepulciano
piazza Grande, 71
Tel.: +39 0578 757812
Email: [email protected]

Strada del Vino Nobile di Montepulciano

mpulccStrada del Vino Nobile di Montepulciano

Zona: Crete Senesi e Val d’Orcia
Comuni: Montepulciano, San Quirico d’Orcia, San Casciano dei Bagni, Chiusi, Pienza
Informazioni:
Associazione Strada del Vino di Montepulciano
Indirizzo: piazza Grande, 7 – Montepulciano (SI)
Tel. +39 0578 717484
Email: [email protected]
Sito: www.stradavinonobile.it

Prodotti: Vino Nobile di Montepulciano, Rosso di Montepulciano DOC, Val d’Arbia, Vin Santo di Montepulciano DOC, Chianti Colli senesi DOCG, Valdichiana Vergine DOC. Di notevole importanza l’Olio Extra Vergine di Oliva, di cui è frequente quello con certificazione DOP Terre di Siena.

Altri prodotti: carne chianina, salumi di cinta senese, formaggio pecorino, marmellata di susina mascina o “coscia di monaca”

La Strada del Vino Nobile organizza diversi tour divisi in percorsi tematici: il vino, l’arte e la cultura, i prodotti tipici, la natura e il benessere alle terme, i set del cinema e attività come i corsi di cucina e per imparare a degustare il vino o l’olio. Montepulciano è ideale per il soggiorno in albergo o in agriturismo e come punto di partenza verso località termali, archeologiche e naturali. Adiacente all’ufficio informazioni di Montepulciano è situata la sala espositiva “Le Logge della Mercanzia”, centro di studio ed elaborazione del sapere intorno al vino e al prodotto tipico, luogo di diffusione e promozione di percorsi di ricerca ma anche sede di mostre d’arte e convegni. La storia e la fama del territorio di Montepulciano sono contraddistinte dalla produzione di Vino Nobile di Montepulciano DOCG, vino d’eccellente qualità e tra i più antichi d’Italia.

I Vini

Il Vino Nobile di Montepulciano, invecchiato obbligatoriamente per due anni, ha colore granato con riflessi arancioni e profumo delicato di mammola. Di sapore asciutto, si affina con l’invecchiamento. Il Vino Rosso di Montepulciano è un vino da pasto che accompagna perfettamente antipasti tipici toscani, primi al ragù, pollame al forno o alla griglia, volatili e pecorini poco stagionati.

Percorso

L’itinerario si snoda attorno al comune di Montepulciano. Nei dintorni sono facilmente raggiungibili altre località con grandi patrimoni artistici come Pienza e Chiusi. La Strada dei Vini di Montepulciano permette di scoprire chiese, monumenti, borghi, attrezzature turistiche e termali di altissima qualità. Oltre al wine tour nelle aziende produttrici di Vino Nobile, la Strada del Vino Nobile organizza visite ai punti di interesse nei dintorni. Montepulciano è punto di partenza verso località termali. La più vicina è Bagno Vignoni. Suggestivo borgo nel cuore del Parco della Val d’Orcia (paesaggio culturale iscritto nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO dal luglio 2004), è un piccolo villaggio del comune di San Quirico d’Orcia che si è sviluppato attorno alla grande vasca dalla quale sgorgano acque calde conosciute fin dai tempi più remoti. Vicina è la Via Francigena (o Romea), percorso utilizzato nel Medio Evo dai pellegrini. Quindi San Casciano dei Bagni, nota cittadina termale, e infine Chiusi, centro archeologico di grande importanza. Innumerevoli scavi hanno portato alla costituzione del Museo Archeologico Nazionale Etrusco dove sono esposti reperti unici al mondo. Meritano un’attenta visita le tombe etrusche della Pellegrina e quella del Leone, il Museo della Cattedrale, che raccoglie una preziosa collezione di codici miniati benedettini, la Cattedrale di San Secondiano (VI° secolo), la chiesa più antica della Toscana, le Catacombe di Santa Mustiola e di Santa Caterina. Recentemente è stato anche aperto al pubblico il cosiddetto Labirinto di Re Porsenna, un percorso che si snoda attraverso cunicoli sotterranei di epoca etrusca fino ad arrivare a una monumentale cisterna. Si attraversano quindi le zone rurali della Val d’Orcia e delle Crete Senesi, conosciute per il tartufo.

Cantine da visitare e Wine Tour

Croce di Febo wine shop

Montepulciano (SI)
Enoteca e cantina vinicola con degustazione e wine tour

Canneto

Montepulciano (SI)
Azienda vitivinicola, con wine tour e wine tasting

Cantina Fassati

Montepulciano (SI)
Cantina vinicola

Cantina Priorino

Montepulciano (SI)
Degustazione e wine tour

Massimo Romeo Azienda Biologica

Montepulciano (SI)
Eccellente vino biologico

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire a Montepulciano

Borgo Tre Rose

Montepulciano (SI)
Raffinato country wine resort con ristorante, campo da tennis e cantina vinicola

Podere Monti

Montepulciano (SI)
Lussuosa villa toscana con piscina e tour

Dove mangiare a Montepulciano

Ristoranti e trattorie

Ristorante La Casina

Strada Statale 146 Sud – località Sant’Albino 12/A – 53045 Montepulciano (SI)
Tel.: +39 0578 799294  /  +39 347 2695636
Sito: www.lacasinaristorante.it
Email: [email protected]
Servizi: specialità tipiche toscane, pasta fatta a mano, carni toscane selezionate, formaggio pecorino e salumi, funghi e tartufo, vino e olio extravergine d’oliva di produzione propria