Cosa vedere e fare a Lucignano

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termo_montemurlo

Lucignano e il prezioso reliquiario, l’Albero d’Oro

lucignano stemmaLucignano è un piccolo borgo che è uno dei migliori esempi di urbanistica medievale: pianta ellittica e anelli viari concentrici rimasti inalterati. Il territorio comunale ha conservato le tradizionali vocazioni agricole e artigianali: dall’eccellente olio extravergine di oliva al miele, dalla produzione e restauro di mobili ai lavori d’intaglio, dalla raffinata produzione di ceramica all’oreficeria, dall’antica lavorazione della pietra serena a quella del travertino. In tempi più recenti si è aggiunta la produzione di capi di abbigliamento di alta qualità.

ZONA Valdichiana Aretina
TIPO borgo di origine medievale
COORDINATE 43°16′00″N 11°45′00″E
ALTITUDINE 400 metri s.l.m.
PRODOTTI olio, miele
SPORT trekking escursionistico, ciclismo, equitazione
CONFINI Foiano della Chiana (AR), Marciano della Chiana (AR), Monte San Savino (AR), Rapolano Terme (SI), Sinalunga (SI)

lucignano mapInformazioni Turistiche

Arezzo mappa

Comune di Lucignano
piazza del Tribunale, 22 – 52046 Lucignano (AR)
tel. +39 0575 838001
[email protected]

www.visitlucignano.it

Pro Loco
via G. Matteotti, 38 – 52046 Lucignano (AR)
tel. +39 0575 0575 837723
[email protected]
www.lucignano.com

COSA VEDERE

Fortificazioni di Lucignano

Fortezza Medicea

Lucignano - ruderi fortezza mediceaZona:  Valdichiana Aretina
Tipo: fortificazioni (XV° secolo) – ruderi

Situata su di un colle poco lontano dall’abitato, è una struttura voluta dal duca Cosimo I° Medici per difendere in maniera più completa l’abitato e i cui progetti sono stati attribuiti ad Antonio da Sangallo il Vecchio e a Bernardo Puccini. I lavori iniziarono nel settembre 1556, ma a causa del perdurare della guerra, delle cattive condizioni meteorologiche, della scarsa qualità della calce e dei continui crolli, furonocompletati solo due baluardi. Le fortificazioni assolsero egregiamente a tali funzioni e non furono mai attaccate. Attualmente l’imponente costruzione è un grande rudere che gli abitanti hanno denominato “Le Fortezze”.

Chiese di Lucignano

Chiesa San Francesco - LucignanoChiesa di San Francesco

Chiesa di San Francesco

chiesa san francescoZona: Valdichiana Aretina
Tipo: chiesa gotica (XIII° secolo)

Fu costruita nel XIII° secolo in stile gotico francescano. L’affrescatura dell’interno fu affidata ad artisti senesi del XIV° e XV° secolo tra cui, presumibilmente, anche Taddeo di Bartolo; di particolare rilevanza è Il grande affresco Trionfo della Morte, attribuito a Bartolo di Fredi. Sull’altare maggiore c’è un pregevole polittico di Luca di Tomé e una Crocifissione in legno del XIV° secolo.

Collegiata di San Michele Arcangelo

san michele arcangeloZona: Valdichiana Aretina
Tipo: chiesa (XVI° secolo)

Fu costruita alla fine del XVI° secolo su progetto di Andrea Pozzo. Il progettista realizzò anche l’imponente altare maggiore. All’interno, con pianta a croce latina, ci sono opere di artisti del XVI° e XVII° secolo, tra le quali sono di particolare rilievo la Visitazione a Santa Elisabetta di Matteo Rosselli (1631), San Carlo visita gli appestati (1661) e il Martirio di Santa Lucia (1665) di Giacinto Gemignani; inoltre opere di Luigi Ademollo e allievi.

Monumenti e luoghi da visitare a Lucignano

Centro storico Lucignano

Palazzo Pretorio

Lucignano - Palazzo Pretorio e Museo ComunaleZona: Valdichiana Aretina
Tipo: edificio storico (XIII° secolo)
Indirizzo: piazza del Tribunale 22
Tel.: +39 0575 838001
Sito: www.visitlucignano.it

Costruito intorno al XIII° secolo, è stato ristrutturato varie volte nel corso del periodo successivo. Il corpo principale dell’edificio ha pianta trapezoidale, con murature in pietra molto spesse. Sopra lo spiovente del tetto spunta un possente campanile a vela, la cui campana è stata, per molti secoli, il principale mezzo di comunicazione con la popolazione. Il piano seminterrato del palazzo fu in passato adibito a prigione. Tra 1812 e il 1827 alcune sale della costruzione sono state affrescate con temi neoclassici da Luigi Ademollo. Attualmente il palazzo è sede dell’amministrazione municipale e del Museo Comunale.

Il borgo

Lucignano (AR) - torre del casseroIl nucleo storico del villaggio mostra chiaramente le origini medievali: pianta ellissoide circondata da mura e, all’interno, due strade principali ad anello e concentriche. Lungo le mura sono rimaste le quattro porte principali: San Giusto (o Porta di Sopra), Sant’Angelo, San Giovanni, Porta Murata (seconda metà XIV° secolo). Al centro dell’abitato c’è il Palazzo Comunale, un edificio risalente al XIII° secolo. Tra le originarie strutture fortificate del borgo è sopravvissuta la Torre delle Monache, in stile romanico, e la Rocca Senese (XIV° secolo). In piazza Caduti della Libertà ci sono l’alta torre quadrata del Cassero (XIV° secolo) e Le Logge del Grano, queste costruite nel XVIII° secolo in stile rinascimentale. Gli edifici religiosi di spicco sono la Collegiata (XVI°-XVII° secolo), la SS. Annunziata (XVI° secolo) e San Francesco (XIII° secolo).

Località nei dintorni di Lucignano

Castello di Calcione

Lucignano CalcioneZona: Valdichiana Aretina
Tipo: villa fortificata (XV° secolo)

L’edificio principale e le costruzioni annesse sono all’interno di un’ampia tenuta, un’area con un grande patrimonio naturalistico dove si alternano campi coltivati, colline, boschi, uliveti e vigneti. Una costruzione fortificata risulta essere stata sede dei Monaci di Sant’Eugenio nel X° secolo. Nel 1483 divenne proprietà della famiglia Lotteringhi della Stufa, che la trasformò in vera e propria residenza. Al casato il Granduca di Toscana Ferdinando I° Medici conferì il titolo di marchesi nel 1632.

Santuario di Santa Maria della Querce

chiesa madonna querceZona: Valdichiana Aretina
Tipo: chiesa (XVI° secolo)
Indirizzo: località Querce, 68

L’origine del santuario è una piccola chiesa costruita nel 1467. Nel 1568 l’edificio fu ampiamente ristrutturato su progetto dell’architetto Giorgio Vasari, per poter degnamente conservare un’immagine di Madonna, risalente al XV° secolo, ritenuta miracolosa e oggetto di devozione e pellegrinaggi. Il dipinto è  collocato in un pregevole tabernacolo ligneo sull’altare maggiore. Tra le tele degli altari è di particolare pregio Santi Benedetto, Apollonia e Caterina da Siena di Matteo Rosselli. Sulla parete destra del transetto ci sono circa 50 ex-voto su tavoletta lignea eseguiti tra la fine del XVI° secolo e il successivo oltre a numerosi ex-voto di rame argentato.

ARTE E MUSEI

Musei di Lucignano

Albero d'Oro - Lucignano

Museo Comunale

Signorelli - scuola - Museo Comunale - Lucignano (AR) - Madonna con BambinoZona: Valdichiana Aretina
Tipo: museo d’arte
Indirizzo: Palazzo Pretorio – piazza del Tribunale, 22
Tel.: +39 0575 838001
Email: [email protected] / [email protected]
Sito: www.visitlucignano.it
Orari: dal 1° aprile al 31 ottobre 10.30-13.00 e 14.30-18.00, chiuso il martedì; dal 1° novembre al 31 marzo 10.00-13.00 e 14.30-17.00, chiuso martedì, mercoledì e giovedì
Ingresso: intero €uro 5,00, ridotto € 3,00

Il museo espone pregevoli opere pittoriche dal XIII° al  XVIII° secolo tra cui una crocifissione su tavola (seconda metà secolo XIII°), la tavola Madonna in Trono con Bambino e donatrice (XIV° secolo), l’eccellente trittico Madonna in Trono con Bambino, S. Giovanni Battista e S. Giovanni Evangelista di Bartolo di Fredi (seconda metà XIV° secolo), la tavoletta giovanile di Lippo Vanni Madonna in trono fra S Pietro e S. Giovanni Battista (seconda metà XIV° secolo). Infine due notevoli dipinti: San Francesco che riceve le stimmate e Madonna col Bambino, entrambi attribuiti a seguaci di Luca Signorelli. Altrettanto notevole è lo splendido e grande reliquiario Albero d’Oro, conosciuto anche come Albero della Vita, realizzato tra il 1350 e il 1471 da Ugolino da Vieri e Gabriello D’Antonio.

COSA FARE

Eventi

Maggiolata

Lucignano - MaggiolataTipo: folcloristico e musicale
Periodo: maggio
Email: [email protected]
Sito: www.maggiolatalucignanese.it

È l’evento più importante nel territorio, legato alla tradizione agreste toscana e locale. Il corteo storico precede e annuncia l’inizio. La sfilata di carri allegorici, completamente fioriti, con la partecipazione di bande musicali e di gruppi folcloristici percorre l’intero anello delle vie del borgo. I quattro rioni si contendono il premio “Grifo d’Oro” per la realizzazione del carro più bello.

Memorie del Passato

Tipo: folclore e enogastronomia
Periodo: quarto fine settimana di settembre

È una rievocazione che ripropone arti, mestieri e scene di vita quotidiana di un tempo passato (fine XIX° secolo-inizio XX°). Lungo le vie del borgo riaprono botteghe artigiane che fanno rivivere mestieri quasi scomparsi, mentre popolani, contadini e signori, cantautori e musici, in abiti d’epoca, creano una colorata e chiassosa atmosfera. Bancarelle, osterie, ristoranti offrono le loro specialità. Il sabato sera, al Teatro Rosini, c’è uno spettacolo teatrale e/o musicale.

ITINERARI

Percorsi

Itinerario etrusco

Le numerose tracce della civiltà etrusca sono state collegate da un percorso che permette di visitare tutti i punti di maggiore interesse all’interno del territorio comunale nell’area più meridionale, la vallata del torrente Foenna. I primi ritrovamenti risalgono all’inizio del XVIII° secolo. Altri scavi furono eseguiti a metà del XIX° secolo e poi durante gli anni ’60 e ’70 del secolo scorso.

Partenza e arrivo: frazione Croce (località Casalta)
Lunghezza: circa 5 chilometri
Tempo medio di percorrenza: 1-2 ore
Difficoltà: facile
Punti di interesse: tomba Le Cantine e necropoli di Casalta (Poggio dei Morti), necropoli di Moscino, Capecchio, Roverella, Villa di Casalta

CULTURA

Storia

Lucignano - veduta

Il territorio fu densamente popolato già in epoca etrusca (IV° a.C.). Nel  I° secolo a.C. il territorio fu conquistato da Roma: un contingente di soldati, agli ordini del console Lucio Licinio Lucullo, si stabilì su un colle (lo stesso dove poi si sarebbe sviluppato il borgo) e costruì un castrum che, in onore del comandante, fu denominato Lucinianum. L’ubicazione, in un punto di contatto trai territori controllati da Arezzo, Siena e Perugia, trasformò ripetutamente la cittadina in oggetto di contesa tra queste città. Infatti il borgo fu conquistato prima da Arezzo e poi da Perugia. Il declino di Arezzo, a seguito della sconfitta di Campaldino ad opera di Firenze (1289), e la progressiva sottomissione di Perugia all’autorità temporale del papa, favorirono l’espansionismo di Siena (XIV° secolo) che, alla fine, s’impossessò di Lucignano.

Subito dopo l’abitato fu munito di una notevole cinta muraria, tutt’oggi perfettamente conservata, e di una rocca con torri. Il controllo senese durò fino al 1554, quando Firenze pose fine all’indipendenza di Siena come stato sovrano. Sotto il governo dei granduchi della famiglia Medici lo sviluppo urbanistico di Lucignano proseguì: costruzione della fortezza, del santuario della Madonna della Querce, del convento dei padri Cappuccini, delle chiese della Misericordia e della Collegiata. È in questo periodo che la cittadina assunse quel tipico aspetto tardo-medievale mantenutosi intatto nei secoli successivi, e, dal punto di vista strettamente militare, divenne il più importante avamposto di Firenze nella Valdichiana.

Salva

Curiosità

Filmografia

Nel 1985 il regista Mario Monicelli girò gli esterni de Le due vite di Mattia Pascal, liberamente tratto dal romanzo di Luigi Pirandello, con attore protagonista Marcello Mastroianni.

Nell’estate 2009 il pluripremiato regista iraniano Abbas Kiarostami ha diretto il film Copia conforme, che si dice che abbia preso spunto da un episodio vissuto personalmente. Nella pellicola compaiono vari scorci del borgo e la preziosa reliquia Albero della Vita. Protagonisti principali l’attrice Juliette Binoche e il baritono inglese William Shimmel. Il film è stato premiato al Festival di Cannes nel 2010.

GASTRONOMIA

Piatti tipici

chianinaLa gastronomia di Lucignano è legata alla tradizione agricola della Valdichiana. Sono spesso piatti poveri, poco elaborati, ma con sapori decisi.

Tra gli antipasti ci sono la bruschetta, un tempo detto panunto, e i crostini neri, antipasto dei giorni di festa, preparati con fegatini e milza. Nel periodo estivo un primo piatto classico è la panzanella, a base di pane raffermo, cipolla, basilico, aceto e olio di oliva extravergine. In inverno è comune la zuppa di pane con verdure, cavolo nero e fagioli, ottima anche il giorno successivo, quando prende il nome di “ribollita”. Tra i primi piatti ha un posto di rilievo la pasta fatta in casa, tra cui primeggiano i pici, grossi spaghetti fatti a mano, ottimi conditi con il sugo di anatra.

I piatti tipici di carne sono innanzi tutto il coniglio, in umido, arrosto, in porchetta, così come tutti gli altri animali da cortile. Assolutamente rilevante il ruolo della razza bovina “chianina”, ormai allevata quasi esclusivamente per la produzione di carne (bistecca in particolare). Altrettanto importante la carne di maiale sia per consumo che per gli insaccati. Nel territorio c’è una consolidata tradizione di salumi, in particolare il salame toscano, il capocollo, il rigatino (pancetta) e il prosciutto salato.

Tra i dolci tipici ci sono i ciambellini, un tempo esclusivi del periodo pasquale, e il gattò (volgarizzazione del francese “gateau”), un dolce preparato con pan di spagna sottile ricoperto di crema, arrotolato e poi tagliato a fette.

Prodotti tipici

Il territorio di Lucignano è caratterizzato da una significativa vocazione agricola: vino e olio sono i prodotti principali. Viene raccolto, anche se in quantità limitata, ma di ottima qualità, il miele. Significativa la produzione di salumi, quasi tutti di preparazione artigianale.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire a Lucignano

Alberghi

Hotel Da Totò

Piazza del Tribunale, 6 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836763
www.trattoriatoto.it
[email protected]

Hotel Nuovo Lady Godiva

Via Corniolo, 13 – località Pieve Vecchia – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836897

Residenze d'epoca

Residenza Il Cassero

Via della Circonvallazione, 61 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836260
[email protected]

Agriturismi

Agriturismo Pepolino

Via dell’Ancano, 15 – località  Ancano – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836622
www.pepolino.it
[email protected]

Agriturismo Cepina

Via Procacci, 107 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 845333
www.cepina.com
[email protected]

Agriturismo Il Crocifisso

Via Crocifisso, 6 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836297
[email protected]

Agriturismo Il Pino

Via S. Maria, 1 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836459
www.ilpino-agriturismo.it
[email protected]

Agriturismo Maestà dei Mori

Maestà  dei Mori, 39 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836082

Agriturismo Podere La Villetta

Località Villetta, 93 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836580/ +39 339 3600245
www.poderelavilletta.it
[email protected]

Agriturismo Victor and Rose

Località Podere Il Felceto, 107 – Lucignano (AR)
Tel +39 338 6829010
www.agriturismovictorandrose.com
[email protected]

Bed and Breakfast

B&B Dora

Via Roma, 15 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 837446
[email protected]

B&B Greeneden

Via del Calcione, 19 – Lucignano (AR)
Tel +39 333 2943196
[email protected]

B&B I Cappuccini

Via Giuseppe Rigutini, 1 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836036
www.icappuccini.it
[email protected]

B&B Il Paradisino

Via Paradiso, 151 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836948
[email protected]

B&B Pinco House

Località Casanuova, 48/B – località Santa Maria – Lucignano (AR)
Tel +39 328 9573193
[email protected]

B&B Le Caselle

Via Procacci, 30 – località Caselle – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836264
www.lecaselle.net
[email protected]

B&B Podere Magella

Via Rosario, 149 – Lucignano (AR)
Tel +39 0577 725028
[email protected]

B&B Belvedere

Via Prato, 10 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836658
www.belvedere-lucignano.com
[email protected]

B&B Casa Resmira

Piazza del Tribunale, 3 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 845333
www.inlucignano.com
[email protected]

B&B Il Cipresso

Via San Savino, 120 – località La Croce – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 836049
[email protected]

B&B La Letizia

Via del Calcione, 51 – Lucignano (AR)
Tel +39 0575 837440
www.laletizia.com
[email protected]

Sosta camper

Area attrezzata gratuita illuminata comprensiva di posto scarico e prese di corrente elettrica. È ubicata sulla strada provinciale dei Procacci in direzione Arezzo in prossimità dei campi da tennis.