Cosa vedere a Buonconvento

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termo_montemurlo

Buonconvento, castelli e la misteriosa morte di un imperatore

buonconvento stemmaBuonconvento è un’attraente cittadina situata nella valle del fiume Ombrone, quasi alla confluenza con il fiume Arbia. Tutta l’area circostante è ricca di testimonianze storiche quali castelli medievali e dimore in stile Liberty. Il territorio di Buonconvento è situato all’interno di quella zona conosciuta come Crete Senesi, un paesaggio inconsueto che costituisce un’ulteriore attrattiva per il turismo. Attualmente l’economia si basa sull’agricoltura e sul turismo. Numerose, in tutta la zona, le strutture ricettive, ivi compresi molti accoglienti agriturismi. Notevoli le possibilità per piacevoli escursioni e percorsi trekking, oltreché l’opportunità di gustare l’eccellente cucina locale.

ZONA Crete Senesi
TIPO borgo medievale
COORDINATE 43°0800’’N11°2900’’E
ALTITUDINE 147 metri s.l.m.
PRODOTTI vino, olio d'oliva
SPORT trekking escursionistico,  ciclismo, equitazione
CONFINI Asciano, Montalcino, Monteroni d'Arbia, Murlo, San Giovanni d'Asso (SI)

buonconvento mapInformazioni Turistichepisa mappa

Comune di Buonconvento
via Soccini, 32 – 53022 Buonconvento (SI)
Tel.: +39 0577 80971
www.comune.buonconvento.siena.it

Informazioni turistiche
piazzale G. Garibaldi, 2
tel. +39 0577 807181
[email protected]t

COSA VEDERE

Castelli di Buonconvento

buonconvento1Porta medievale

Castelnuovo Tancredi

caltelnuovo tancrediZona: Crete Senesi
Tipo: villa fortificata (XIII°-XVI° secolo)
Tel: +39 0577 806090

Il castello fu costruito nel 1214 al centro di una proprietà terriera molto estesa. Le successive trasformazioni del fortilizio hanno creato una villa, completata nel XVI° secolo. Della costruzione originale rimane invece un poderoso torrione con base a scarpa e coronamento ad archetti su mensole di pietra.

Castello di Castelrosi

castellrosiZona: Crete Senesi
Tipo:
castello (XII° secolo)
Indirizzo:
Via Castagnini, 31

Il castello si compone di più corpi di fabbrica collegati tra di loro. Fu costruito, presumibilmente, in tre fasi successive. La parte più antica risale, probabilmente, al XII° secolo. Caratteristica è la torre ottagonale nella cui base è stata ricavata una cappella.

Chiese

Chiesa dei Santi Patroni Pietro e Paolo

chiesa san pietro e paoloZona: Crete Senesi
Tipo:
chiesa (XII°-XVIII° secolo)

Edificata nel 1103, deve gran parte della sua fama al fatto che, secondo alcune ipotesi, proprio al suo interno nel 1313 vi morì l’Imperatore del Sacro Romano Impero Arrigo VII°, dopo aver ingerito un’ostia avvelenata somministrata da un frate. Nel 1358, durante l’assalto delle milizie di Perugia, subì numerosi danni. Nel periodo successivo, grazie alla favorevole posizione nei pressi della via Francigena (o Romea), si arricchì di opere pittoriche dei migliori artisti senesi dell’epoca: Duccio di Buoninsegna, Sano di Pietro, Matteo di Giovanni. All’inizio del XVIII° secolo, la chiesa fu ristrutturata completamente in stile classico.

Oratorio di San Sebastiano

oratorio san sebastianoZona: Crete Senesi
Tipo: chiesa-oratorio (XV° secolo)
Tel: +39 3487072500

Fu edificato nel XV° secolo. Le pareti della navata sono a strisce bianche e nere, ad imitazione del marmo, mentre il soffitto è decorato da stelle dorate su fondo blu. Intorno alle pareti ci sono scanni di noce intagliati in stile dorico. L’altare, in pietra serena, ha al centro un crocifisso di legno del XV° secolo. In una sala annessa sono conservati oggetti liturgici che illustrano l’attività della Confraternita della Misericordia, le cui origini risalgono al 1595 con la costituzione della Compagnia di San Sebastiano. Di particolare interesse è il “carrino di volata”, uno dei pochi esemplari di ambulanza trainata a mano in tutta la provincia di Siena.

Monumenti e luoghi da visitare a Buonconvento

buonconvento6Palazzo Pretorio

Palazzo Pretorio

palazzo pretorioZona: Crete Senesi
Tipo: edificio storico (XIV° secolo)

Fu costruito nel 1385 assieme alla torre civica. La facciata, tutta in mattoni, mostra due archi a sesto acuto ed è decorata con 25 stemmi dei podestà che si sono succeduti negli anni. Il grande orologio risale al XIX° secolo ed è collegato alla campana della torre civica.

Palazzo Grisaldi del Taja

palazzo grisaldi del TajaZona: Crete Senesi
Tipo: dimora (XX° secolo)
Indirizzo: via Dante Alighieri

L’edificio, in stile Liberty, risale al 1915. Fu insolitamente destinato ad asilo infantile. All’interno la vivace decorazione pittorica è opera del pittore Primo Lavagnini. Ai motivi con pavoni e rose intrecciati, dipinti in colori brillanti sul fondo ocra, si alternano inviti morali rivolti sia ai fanciulli che agli educatori: “Siate buoni”, “Siate felici”, “Amate i genitori”, “Amate la patria”, “Educare è amare” ecc.. Questi inviti furono scelti da pensatori classici come Platone, Cicerone e Leibniz.

Villa La Rondinella

villa la rondinellaZona: Crete Senesi
Tipo:
dimora (XX° secolo)

Situata su di una collinetta che domina la via Cassia, fu progettata dall’architetto Gino Chierici (1910) e costituisce un eccellente esempio di stile Liberty. La villa è delimitata da una muro di cinta interrotto da due cancelli in ferro battuto, forgiati secondo disegni geometrici, affiancati da pilastri con inserti in ceramica, opera di Luano Zalaffi.

Una ricca iconografia floreale è presente sia negli affreschi che nelle vetrate della villa. L’edificio era di proprietà di Luigi Saverio Ricci che, secondo la tradizione popolare, l’avrebbe fatto costruire per una non meglio specificata donna. Per mancanza di risorse economiche, il proprietario fu costretto a vendere l’edificio prima del termine dei lavori. La fantasia popolare ha alimentato le voci di fantasmi e di altre manifestazioni paranormali che avverrebbero quando qualcuno oltrepassa il cancello d’ingresso.

ARTE E MUSEI

Musei di Buonconvento

museo arte sacraMuseo di Arte Sacra

Museo di Arte Sacra della Val d'Arbia

museo arte sacraZona: Crete Senesi
Tipo:
museo di arte sacra
Indirizzo:
Palazzo Ricci Soccini – via Soccini, 18
Tel.:
+39 0577 807190
Email:
[email protected]
Orari:
estivo da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.00; invernale sabato e domenica 10.00-13.00 e 15.00-17.00

Ha sede nel Palazzo Ricci Socini, edificio con singolare architettura e decorazione stile Liberty. Il museo raccoglie opere provenienti dalle chiese della Valle dell’Arbia. Vi sono quindi importanti lavori dei principali artisti senesi quali Duccio di Buoninsegna, Pietro Lorenzetti, Luca di Tommè, Andrea di Bartolo, Matteo di Giovanni, Alessandro Caslani, Salimbeni e altri. Sono inoltre esposte opere di oreficeria, quali turiboli e reliquiari, e arredi lignei.

Museo della Mezzadria Senese

Zona: Crete Senesi
Tipo: museo etnografico
Indirizzo: Tinaia del Taja – piazzale G. Garibaldi, 10
Tel.: +39 0577 809075
Email: [email protected]

È ubicato all’interno di un’antica fattoria, denominata Tinaia del Taja, che ha conservato inalterate le principali strutture. Il museo è incentrato sulla mezzadria, un rapporto di conduzione della terra in cui il proprietario metteva a disposizione il capitale fondiario mentre il colono e la sua famiglia costituivano la forza-lavoro. La divisione finale dei raccolti o dei proventi era in parti uguali. Questo tipo di rapporto economico, all’epoca rivoluzionario, si diffuse nel XVIII° secolo e durò per circa 200 anni.

Nel museo sono esposti oggetti e fotografie dei protagonisti della mezzadria: il proprietario, il fattore, il capoccia, la massaia. Alcuni filmati vivacizzano il ruolo di questi personaggi. Le varie sezioni della raccolta sono dedicate al paesaggio, alla fattoria, alla trebbiatura, al mulino e al borgo rurale. Sono infine documentati alcuni esempi di artigianato moderno che si collegano alle antiche abilità manuali.

COSA FARE

Eventi

1000 miglieUn concorrente della storica “Mille Miglia”

Mille Miglia

Zona: Crete Senesi
Tipo: competizione con auto d’epoca

Buonconvento è una tradizionale tappa della storica competizione Mille Miglia. È in genere prevista, dentro il borgo, sotto le trecentesche mura che cingono il villaggio, una sosta per il pranzo dei partecipanti. La suggestiva cornice, coinvolgente e ricca di storia, ogni anno richiama e accoglie migliaia di appassionati che così possono ammirare da vicino le leggendarie auto storiche, nonchè i personaggi (alcuni famosi) che guidano le vetture.

Trebbiatura sotto le mura

Zona: Crete Senesi
Tipo: rievocazione storica

Si tratta della rievocazione storico-culturale della trebbiatura dei contadini degli anni ’30 e ’40; una riproduzione dell’avvenimento con i costumi dell’epoca, con il recupero delle macchine agricole tradizionali e con la riproposta di alcuni mestieri ormai scomparsi: la filatura della canapa e della stoppa, la realizzazione delle funi, degli zoccoli, dei cesti di vimini e dei fiaschi; rivivono personaggi che è raro trovare oggigiorno: l’impagliatore delle sedie, il maniscalco, il falegname.

Al termine della rievocazione, che si svolge ogni anno sotto la splendida scenografia delle mura trecentesche, l’atteso momento eno-gastronomico, con i piatti tipici della cucina tradizionale locale e, immancabilmente, il ballo in piazza al suono della fisarmonica.

ITINERARI

Percorsi nei dintorni di Buonconvento

L'Eroica (bicicletta)

TIPO percorso su strade asfaltate e sterrate
ZONE Chianti, Terre di Siena, Crete Senesi, Val d'Orcia
PARTENZA Gaiole in Chianti
ARRIVO Gaiole in Chianti
LUNGHEZZA km. 200 circa
TEMPO DI PERCORRENZA 3-5 giorni
DIFFICOLTA' impegnativo
DISLIVELLO COMPLESSIVO m. 3.500
INFORMAZIONI [email protected]

EroicaL’hanno definita “Viaggio a pedali” perché più che un percorso e un’eventuale competizione è l’attraversata di territori attigui, in parte simili, tutti assolutamente attraenti. Nata dall’iniziativa di alcuni appassionati di ciclismo è diventata un fenomeno storico-culturale, ecologico-ambientale, sportivo. Insomma negli anni si è trasformato in un percorso permanente di circa 200 chilometri, segnalato da 90 cartelli e 80 pannelli di indicazione chilometrica.

Così come organizzato il percorso può essere suddiviso in tappe (da tre a cinque giorni), sulla base delle capacità individuali e dell’allenamento. Lungo il percorso punti di ristoro e di alloggio consentono di “spezzare” il tracciato anche con una decisione improvvisa. C’è anche la possibilità di compiere parte del percorso con il Treno Natura, che interseca in vari punti. La manifestazione competitiva si svolge ogni anno il 1° ottobre.

I punti principali sono, in ordine di geografico, i seguenti:

Gaiole in Chianti Punto di partenza. Da qui in direzione di Siena passando per il villaggio di Pianella
ATTRAZIONI: Castello di Brolio, Castello di Meleto, Castello di Ama, Badia a Coltibuono, vino Chianti

Siena Può essere semplicemente sfiorata scendendo subito verso Radi e poi Murlo.
ATTRAZIONI: area archeologica Poggio Civitate

Murlo Si procede verso Bibbiano, Castiglion del Bosco, il Passo del Lume Spento (il punto più meridionale di tutta l’Eroica) per poi risalire verso Montalcino
ATTRZIONI: Castello di Bibbiano, Rocca di Montalcino, Castello Banfi, Castel Verdelli, Abbazia di Sant’Antimo, Grancia di Montisi, vino, tartufi

Montalcino Si risale verso Torrenieri, Lucignano d’Asso, Pieve a Salti e Buonconvento
ATTRAZIONI: Castelnuovo Tancredi, Castelrosi, Palazzo Pretorio, vino

Buonconvento Si risale lungo il Fiume Arbia verso Montauto e poi Asciano
ATTRAZIONI: Abbazia di Monte Oliveto Maggiore

Asciano Si risale ancora verso Monte Sante Marie (possibile una deviazione per Rapolano Terme), Torre a Castello e Castelnuovo Berardenga
ATTRAZIONI: Certosa di San Pietro a Pontignano, Vagliagli, vino

Castelnuovo Berardenga Si risale fino ad attraversare il villaggio di Pianella per poi dirigersi verso Vagliagli, Radda in Chianti, il borgo di Vertine e, infine, Gaiole in Chianti
ATTRAZIONI: Volpaia, Vertine, vino

Treno Natura

treno naturaIl Treno Natura è un’iniziativa che consente di effettuare un percorso di un’intera giornata attraverso la Val d’Orcia. La città di partenza è Siena e il percorso attraversa, in sequenza, il territorio dei seguenti comuni: Siena, Asciano, San Giovanni d’Asso, San Quirico d’Orcia, Castiglione d’Orcia, Abbadia San Salvatore, Piancastagnaio, Buonconvento. A bordo di treni a motori degli anni ’50 oppure dentro vagoni trainati da una locomotiva a vapore si può osservare ottimamente l’attraente paesaggio della Val d’Orcia. È inoltre un’occasione unica per viaggiare su convogli ferroviari storici che utilizzano una linea ormai chiusa al traffico ordinario. È possibile compiere escursioni sui sentieri segnalati dal CAI-Club Alpino Italiano, utilizzare carrozze a cavalli, visitare i principali monumenti, pranzare in ristoranti tipici, partecipare a feste paesane e ad attività ricreative.

Il Treno Natura è adatto anche a chi vuole abbinare il viaggio ad attività quali trekking, escursioni in bicicletta, visita ai musei, degustazioni. L’iniziativa è sempre abbinata ad un evento oppure a sagre e manifestazioni nei diversi comuni della provincia di Siena. Le località non servite dalla linea ferroviaria sono raggiungibili con autobus in coincidenza degli orari di arrivo o partenza nelle stazioni.

ZONA Val d’Orcia
TIPO percorso storico culturale in treno a vapore
PARTENZA Siena
ARRIVO Buonconvento
ATTRAZIONI Siena, Asciano, San Giovanni d’Asso, San Quirico d’Orcia, Castiglione d’Orcia, Abbadia San Salvatore, Piancastagnaio, Buonconvento (SI)
INFORMAZIONI [email protected]  tel. +39 0577 48003
SITO www.trenonatura.terresiena.it

Via Francigena

Toscana
Via di pellegrinaggio

CULTURA

Storia

buonconvento2
Il nome Buonconvento deriva dal latino bonus conventus che significa “luogo felice, fortunato”, in riferimento alla fertilità della terra e ai vantaggi che derivavano dalla fortunata ubicazione, lungo il tracciato della Via Francigena (o Romea). Il primo nucleo abitato si insediò sul colle di Percenna, attorno a un castello di origini longobarde. Dopo la distruzione del castello un nuovo borgo si formò nella zona pianeggiante, attraversata dai fiumi Ombrone ed Arbia. Verso la metà del XIII° secolo, il villaggio si affermò come centro di transiti e scambi commerciali, fino ad assumere, all’inizio del secolo seguente, un ruolo sempre più importante nel sistema amministrativo e difensivo del contado di Siena.

 Nel 1316 il borgo fu assalito dal condottiero ghibellino Uguccione della Faggiola e, nel 1358, dalle milizie di Perugia, evento che causò gravi danni. A seguito di questo evento furono costruite le mura ed altre strutture difensive. Nel 1400 fu istituita una grande podesteria che comprendeva la cittadina e un ampio territorio circostante. Nel 1559, qualche anno dopo la fine dell’indipendenza di Siena, Buonconvento entrò a far parte del Granducato di Toscana, seguendone poi le sorti fino all’Unità d’Italia. La località continuò ad essere comunque la più importante nella valle del fiume Arbia.

Curiosità

arrigoNel 1313 sostò a Buonconvento, nel corso del viaggio inteso a riaffermare la propria autorità, l’Imperatore del Sacro Romano Germanico Impero Arrigo VII°. Ma proprio qui il monarca morì, quasi all’improvviso, per cause mai chiarite. Secondo l’opinione più accreditata, febbri malariche contratte durante il viaggio causarono il decesso del monarca. Un’ipotesi più fantasiosa è quella di un frate che avrebbe somministrato al re un’ostia avvelenata durante una funzione religiosa nella chiesa dei Santi Patroni Pietro e Paolo.

GASTRONOMIA

Prodotti tipici

strada del vino

Strada del Vino Orcia

Strada del Vinp d'OrciaInformazioni:

– Via Borgo Maestro, 90 – Rocca d’Orcia (SI)
– Rocca a Tentennano – Castiglione d’Orcia (SI)
Tel.: +39 0577 887471; mobile ufficio di segreteria +39 334 30 66 290
Sito: www.stradavinorcia.com
Email: [email protected] / [email protected]

Comuni: Buonconvento, Castiglione d’Orcia, Pienza, Radicofani, San Giovanni d’Asso, San Quirico d’Orcia, Trequanda, Abbadia San Salvatore, Chianciano Terme, Montalcino, San Casciano dei Bagni, Sarteano e Torrita di Siena.

La Strada del Vino Orcia è nata nel 2003 ed ha la sua sede ai piedi della Rocca a Tentennano di Castiglione d’Orcia. Tredici sono i comuni inclusi nella DOC Orcia.

L’elemento che accomuna il territorio su cui si snoda la Strada del Vino Orcia è il paesaggio, tra i più caratteristici e affascinanti della Toscana, forse la più bella campagna del mondo. Nel 2004, l’UNESCO ha inserito la Val d’Orcia nel patrimonio mondiale dell’umanità, primo territorio rurale ad essere premiato con questo riconoscimento, definendola nelle motivazioni come ” icona del paesaggio “. Furono gli Etruschi a importare la vite dal lontano Oriente e ancora oggi i discendenti di quel misterioso e affascinante popolo si tramandano di generazione in generazione l’arte dei vignaiuoli. E proprio la vite, con quel suo straordinario “sanguis jovis” (divino Sangiovese), ha lasciato profonda traccia di sè nel corso dei millenni, visibile nell’inestricabile legame tra l’uomo e la terra attraversata da fiume Orcia. La Strada del vino Orcia è un invito  a scoprire questo territorio, alla vita che scorre con i ritmi di questa terra e a vivere immersi in ” un luogo del sogno “. Luoghi dove la presenza dell’uomo avviene ancora in armonia con la natura. Chi vuol davvero conoscere questa terra deve mettere in conto di non poterne più farne a meno, di ritornare di persona o con la mente alla fonte di tante emozioni.

Tenendo ben presente il sempre più numeroso numero di appassionati ed estimatori del vino di qualità, la Strada del Vino Orcia ha istituito un coupon omaggio, munito di timbro e data dall’Ufficio Turistico o della struttura ricettiva presso la quale si soggiorna, per le cantine associate che dà diritto a una degustazione guidata gratuita dei vini Orcia DOC. Conservando il coupon, a coloro che avranno effettuato una degustazione, verrà riconosciuto, presentando lo stesso coupon alla biglietteria, uno sconto del 50% all’ingresso ai musei che collaborano con la Strada del Vino Orcia: a Castiglione d’Orcia la Sala d’Arte San Giovanni, a Chianciano Terme il Mueso Etrusco, a San Giovanni d’Asso il Museo del Tartufo, a Pienza il Museo Diocesano, a Monticchiello il Museo del Teatro Popolare Tradizionale Toscano (TePoTraTos).

Cantine nel comune di Buonconvento

Informazioni: Via Soccini, 32 – Buonconvento (SI)
Tel.: +39 0577 80971
Sito: www.comune.buonconvento.siena.it
Email: [email protected]

Azienda Agriturismo Castelnuovo Tancredi

Località Castelnuovo Tancredi, 95 – Buonconvento (SI)
Tel: +39 0577 806090
www.castelnuovotancredi,it
[email protected]
Prodotti: vino Orcia, olio extravergine di oliva
Servizi: agriturismo, appartamenti, azienda faunistica

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire a Buonconvento

Borgo di Pieve a Salti

Buonconvento (SI)
Fatorria resort con appartamenti, ristorante, centro benessere e maneggio

Podere Cunina

Buonconvento (SI)
Agriturismo con eccezionale vista panoramica delle Crete Senesi e Val d’Orcia