Museo Alberto ManziIl Museo all’Aperto Alberto Manzi e Necropoli del Gradone costituiscono un itinerario tematico tra archeologia, arte e natura, soprattutto per mezzo di due percorsi denominati, rispettivamente, “città dei vivi” e  “città dei morti”.

1. Percorso Città di Vivi

Il museo presenta la fase dell’articolato villaggio preistorico etrusco dell’ultima fase dell’età del bronzo. Trattasi di due abitazioni riprodotte con le tecniche di costruzione etrusche. La prima, modello a capanna circolare, realizzata con argilla e paglia è una ricostruzione del XII-XI secolo a.C. (fine dell’età del Bronzo), e l’altra è la riproduzione di un’antica abitazione etrusca del VII-VI secolo a.C. (età arcaica) in muratura con cucina, focolare e una camera, ricostruzione. I modelli sono stati realizzati in dimensioni quasi al vero e includono arredi e utensili domestici del periodo.

Questa sezione del museo all’aperto passa attraverso la Via Cava del Grandone fino ad arrivare ad una terrazza panoramica.

2. Percorso Città dei Morti

La Città dei Morti si riferisce all’area delle Necropoli Etrusche, alla quale si può raggiungere tramite una via cava scavata nel tufo. Ci sono tombe a una, due e tre camere. Elemento particolare delle tombe è il rigonfiamento della pietra all’altezza del poggiatesta, come se fossero delle forme di cuscino scolpite sulla roccia per migliorare il trapasso dei defunti.

Museo Manzi - Necropoli del GradoneAll’interno di una tomba è possibile ammirare la ricostruzione della sepoltura, a fini didattici, di una coppia di sposi – immaginaria – Velthur e Larthia, con annesso corredo do oggetti volitivi e funerari, costituito da piatti, oggetti di uso quotidiano e gioielli. Il percorso prosegue attraverso il bosco fino a raggiungere la Necropoli del Grandone con alcuni esempi di tombe a camera con dromos, datate VII secolo a.C.

La necropoli è stata utilizzata per circa un secolo e mezzo (dalla seconda metà del VII° al alla seconda metà del VI° secolo a.C.). Fanno parte ancora del percorso la Necropoli di San Giovanni, risalente al VI secolo a.C., con tombe a camera interamente scavate nel tufo e alcune tombe a cassone del II secolo a.C. Particolarmente interessanti due tombe monumentali.

Necropoli di GradoneZona: Area del Tufo
Tipo: sito e percorso archeologico etrusco
Indirizzo: Sp127 Pantano località Cava del Gradone – Pitigliano (GR)
Tel: +39 0564 614067 – prenotazione visite guidate
Orari: dalle 10.00 alle 18.00 da marzo a fine novembre
Ingresso: €4,00 intero e €2,00 ridotto
Accessibilità a disabili: no

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Sp127 Pantano località Cava del Grandone - Pitigliano (GR)

GPS:

42.6273989, 11.6701265

Telefono: