Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana

ATTRAZIONI PRINCIPALI

  • Duomo e centro storico di Arezzo
  • Feira Antiquaria di Arezzo
  • Castiglion Fiorentino
  • Fortezza di Girafalco a Cortona
  • Complesso religioso Le Celle (Cortona)
  • Abbazia di Farneta (Cortona)
  • Borgo di Lucignano
  • Monte San Savino
  • Borgo di Cetona>
  • Terme di Chianciano Terme
  • Terme di San Casciano dei Bagni
  • Museo Etrusco di Chiusi
  • Cantine di Cortona e Montepulciano
  • Castello di Sarteano
  • Giostra dell’Archidado (Cortona)
  • Giostra del Saracino (Arezzo)
  • Porchetta con erbe
  • Outlet Valdichiana

Comuni in Provincia di Arezzo
Arezzo città
Castiglion Fiorentino
Civitella in Val di Chiana
Cortona
Foiano della Chiana
Lucignano
Marciano della Chiana
Monte San Savino

Comuni in Provincia di Siena
Cetona
Chianciano Terme
Chiusi
Motepulciano
San Casciano dei Bagni
Sarteano
Sinalunga
Torrita di Siena
Trequanda

Salva

valdichiana zona

Infornazioni Turistiche

Centro di Accoglienza Turistica – Arezzo
Piazza della Libertà, 1 – Arezzo (AR)
Tel: +39 0575401945
Piazza della Repubblica, 28 – Arezzo (AR)
Tel: +39 057 526850
Orari : tutti i giorni 9.30 – 13.00 e 13.30 – 16.0O
Servizi: totem TOUCH-SCREEN attivo 24 h/24 per informazioni turistiche

Cortona - girasoli

La Valdichiana (o Val di Chiana) è una valle di origine alluvionale lunga circa 100 km, ricompresa tra le province di Arezzo e di Siena, in Toscana, e tra quelle di Perugia e di Terni, in Umbria e Lazio. Il paesaggio è prevalentemente collinare. L’altitudine media è di circa 405 m s.l.m. Terme, natura e cultura, sono gli ingredienti principali della zona.

Il territorio fu abitato  inizialmente dagli Etruschi. Infatti,come attestano i numerosi reperti archeologici provenienti da  Arezzo, Cortona e Chiusi, che furono antiche lucumonie (città) etrusche. Nel periodo romano, a causa dello straripamento del fiume Clanis, la valle si trasformò in un malsano acquitrino. Soltanto durante il governo fiorentino, fu bonificata la palude con la costruzione del Canale Maestro della Chiana, che riprese quasi del tutto l’antico corso d’acqua del fiume Clanis. Con quest’opera idraulica, il problema venne risolto e la valle si prosciugò. La bonifica ha dato i suoi frutti e oggi la Val di Chiana è una delle zone agricole più fertili d’Italia.

La zona è suddivisa in tre aree: la Valdichiana Aretina, la Valdichiana Senese e la Valdichiana Romana. Nel territorio toscano, la zona della Val di Chiana si estende sul territorio di 23 comuni tra le province di Arezzo e di Siena. La zona offre offerte turistiche di interesse storico-artistico e strutture ricettive caratterizzate da attrezzati agriturismi dove vengono svolte attività di vario genere: didattiche, sportive, agresti, culturali o ricreative.

Molto importanti sono le terme di Chianciano note fin dagli Etruschi per le benefiche acque termali e le terme di Montepulciano, che rappresentano oggi moderne stabilimenti termali rivolti al benessere. Numerosi sono le opportunità di passare una o più giornate all’aperto muovendosi a piedi (trekking), a cavallo (ippo-trekking) e in mountain bike.

Salva

ATTRAZIONI

Cosa vedere in Valdichiana

Cortona - Arezzo
Vista da Cortona del territorio della Valdichiana

Valdichiana Aretina

arezzo chiantiAREZZO (AR)  – città d’arte

La città di Arezzo, capoluogo dell’omonima Provincia di Arezzo ha un lungo passato storico. Nata come villaggio etrusco, poi diventata importante centro romano e medievale, oggi è un attivo centro commerciale e agricolo, con industrie tessili, calzaturiere e meccaniche. Da sottolineare, l’artigianato orafo di grande rilievo e il notevole patrimonio artistico culturale. Infatti, Arezzo è stata il luogo di   nascita di importante artisti come l’architetto Giorgio Vasari, il poeta Francisco Petrarca e il pittore Piero della Francesca. Famosa anche per la cucina, con piatti tipici come la zuppa di pollo, l’anghilla all’aretina, il sedano fritto ed i carciofi ripieni, Arezzo offre anche varie attrazione al turista, come eventi folclorici – Giostra del Saracino e la Fiera Antiquaria, dove se può trovare pregiati oggetti e mobili antichi.

[rule_top]

castiglion fiorentino borgoCASTIGLION FIORENTINO (AR) – borgo medievale

Situata nella zona di confine tra la Toscana e l’Umbria, favorisce l’accesso alle principali città del centro d’Italia. Il centro storico, dominato dalla torre del cassero e circondato dalle mura, conserva l’impianto medievale e importanti testimonianze storiche e artistiche. Nel territorio si può gustare una cucina tipica genuina, acquistare produzioni biologiche locali e artigianato artistico. Per la diversità e conservazione del patrimonio storico-artistico ha ricevuto l’indicazione di “Bandiera Arancione” che conferma la qualità turistica-ambientale ed eccellente accoglienza.

[rule_top]

zone civitellaCIVITELLA IN VAL DI CHIANA (AR) – villaggio agricolo

Civitella è un villaggio che mantiene quasi intatto il tracciato ellittico delle mura medievali intervallato da torri quadrate, e dove è ubicata la porta d’accesso fortificata, comunemente conosciuta come “Aretina”. La zona è conosciuta per gli allevamento della razza bovina chianina, che produce carne di eccellente qualità. Civitella in Val di China fa parte anche dell’elenco di “Città Slow” oppure del buon vivere, dovuto all’alto livello di qualità ambientale.

[rule_top]

cortona zoneCORTONA (AR) – borgo etrusco-medievale – città d’arte

Originariamente importante città etrusca, nei secoli successivi mantenne una posizione di rilievo in ambito artistico e religioso. Ad eccezione di alcuni palazzi di epoca rinascimentale, l’aspetto della cittadina è decisamente medievale, con il centro solcato da strette e suggestive stradine. Attualmente è il principale centro culturale e turistico della Val di Chiana il cui panorama è godibile da vari punti, data la posizione elevata dell’abitato. Da segnalare la Fortezza di Girifalco e il Convento francescano delle Celle. A Cortona periodicamente sono realizzati importante eventi come la Fiera Antiquaria e Cortona On the movie e la Giostra dell’Archidado.

[rule_top]

zone foianoFOIANO DELLA CHIANA (AR) – borgo medievale

È un vivace centro agricolo (cereali, vino, tabacco) e commerciale. Nei dintorni è presente l’Outlet Village Valdichiana con negozi delle marche più prestigiose a buon prezzo.

 

[rule_top]
lucignano borgoLUCIGNANO (AR) – borgo medievale

E’ un piccolo borgo che costituisce uno dei migliori esempi di urbanistica medievale: pianta ellittica ed anelli viari concentrici rimasti inalterati nei secoli. La felice collocazione geografica in posizione dominante sulla strada che unisce Siena ad Arezzo permette in poco tempo di raggiungere facilmente vari importanti centri turistici. La cittadina ha conservato le tradizionali vocazioni agricole e artigianali: dal pregiato olio extravergine di oliva al miele, dalla produzione e restauro di mobili ai lavori d’intaglio, dalla raffinata produzione di ceramica all’oreficeria, dall’antica lavorazione della pietra serena al travertino. In tempi più recenti si è aggiunta la produzione di capi di abbigliamento di alta qualità. Partendo dal centro del borgo, a piedi o in bicicletta, si può visitare il Bosco del Calcione al cui interno si trovano vari laghetti ed i castelli di Calcione, della Mondanella e di Gargonza, oggi però tutti di proprietà privata.

[rule_top]

marciano1MARCIANO DELLA CHIANA (AR) – villaggio collinare

Marciano è un piccolo villaggio collinare della zona di Val di Chiana caratterizzato da grande centri agricoli che producono vari tipi di cereali, oltre vino e olio. La torre del castello domina il paesaggio dove visse il noto capitano di ventura Fanfulla da Lodi. L’abtitato si trova vicino a centri storici importante come Cortona e Lucignano.

[rule_top]

monte san savino zoneMONTE SAN SAVINO (AR) – borgo medievale

Monte San Savino è un antico borgo ricco di suggestioni medievali e rinascimentali. Ma è anche conosciuto per le sue ceramiche che sapienti artigiani forgiano quotidianamente ancora oggi nelle loro botteghe, utilizzando tecniche antichissime tramandate di generazione in generazione. Un punto forte di Monte San Savino è la gastronomia, dove si può mangiare la tradizionale porchetta con erbe e bere vini pregiati.

[rule_top]

Valdichina Senese

cetona1CETONA (SI) – borgo medievale

 Dominato dalla massiccia mole verde del Monte Cetona, è un villaggio di origine medievale che si è conservato bene nel corso dei secoli successivi. Il centro storico è pieno di piazzette e stretti vicoli fiancheggiati da costruzioni che non nascondono la loro età. Nel territorio sono state ritrovate tracce di insediamenti umani antichissimi. Gli edifici religiosi sono legati alla figura di San Francesco che, in questo territorio, rimase per qualche tempo.

[rule_top]

Terme sensoriali1CHIANCIANO TERME (SI) – villaggio termale

È tradizionalmente una località legata al concetto di benessere termale, visto che da fin dalle epoche etrusca e romana e poi attraverso tutto il Rinascimento sono stati sfruttati i benefici delle acque, che nella zona sgorgano abbondantemente. Come centro termale ricco di acque minerali con effetti curativi, Chianciano è anche nota per l’ameno paesaggio. La cittadina è infatti circondata da colline boscose di querce, faggi, lecci e castagni, caratterizzata da un clima mite ed immersa in un ambiente salutare ed incontaminato. Chianciano Terme ha conservato il primato di cittadina termale moderna e perfettamente attrezzata senza tuttavia rinnegare le proprie radici: un centro storico ben conservato, una rilevante quantità di aree verdi nei parchi termali e nei giardini pubblici, ville ed accoglienti alberghi.

[rule_top]

tomba pellegrina1CHIUSI (SI) – villaggio etrusco

Chiusi fu una delle più importanti città etrusche di tutta l’Italia. Ebbe un ruolo egemone tra le altre città etrusche e, in un momento della sua storia, minacciò addirittura Roma. Di questo glorioso periodo rimangono numerose tracce su tutto il territorio (tombe) ed un ricco patrimonio di oggetti esposti nel grande museo della cittadina.

[rule_top]

vino4MONTEPULCIANO (SI) – borgo medievale vinicolo

Il centro abitato ha mantenuto le caratteristiche di borgo medievale a forma di S ed è racchiuso da tre cerchi di mura, costruite nel XIV° secolo. I piccoli insediamenti rurali coesistono con centri urbani pieni di memorie storiche e notevoli opere d’arte all’interno di un armonioso paesaggio agricolo. Il territorio di Montepulciano è noto per l’abbondanza di vigneti, le cui uve vengono sapientemente trasformate nel Vino Nobile di Montepulciano DOCG. Le maggiori attività produttive si concentrano sui settori delle eccellenze locali: l’enologia, l’agricoltura, il turismo.

[rule_top]

san casciano bagni2SAN CASCIANO DEI BAGNI  (SI) – villaggio termale

La storia e lo sviluppo della cittadina sono essenzialmente legate alla presenza di acque termali, ben 42 sorgenti con una temperatura media di 40°C. Il dato più importante ed impressionante è la massa d’acqua che sgorga nel territorio: la portata complessiva delle sorgenti raggiunge i 5,5 milioni di metri cubi, valore che colloca la cittadina al terzo posto in Europa per flusso di acqua termale. Le acque termali hanno comunque vissuto fasi alterne ma l’interesse verso le proprietà terapeutiche di queste storiche sorgenti è di nuovo cresciuto dopo la realizzazione del Centro Termale Fonteverde.

[rule_top]

saracinoSARTEANO (SI) – villaggio collinare

Sarteano si trova sui rilievi montuosi che separano la Valdichiana dalla Val d’Orcia, una delle più pittoresche zone della Toscana meridionale. È anche una zona di valore, sia dal punto di vista storico (civiltà etrusca) che naturalistico. La cittadina è dominata dall’imponente castello di Sarteano che si staglia sullo sfondo verde del Monte Cetona. L’economia di Sarteano è diversificata, ma fondamentalmente si basa sull’agricoltura – olio, vino e frumento – e sul turismo.

[rule_top]

sanalunga1SINALUNGA  (SI) – villaggio collinare

Il territorio di Sinalunga è, in pratica, formato da un’insieme di piccoli villaggi, alcuni dei quali di origini medievali, quasi tutti insediati sulle alture che dominano la Val di Chiana. Le tracce del periodo medievale sono visibili un po’ dovunque, nonostante i danni riportati nel corso delle faide politiche di Siena e durante il confronto armato con Firenze. Gran parte degli edifici religiosi contiene pregevoli opere d’arte.

[rule_top]

TtorritaORRITA DI SIENA (SI) – villaggio di campagna

La cittadina è spesso stata al centro di cruente vicende storiche che hanno purtroppo alterato molto l’originale aspetto medievale. Le chiese custodiscono invece alcune pregevoli opere d’arte. La cittadina è sede di uno dei più anchi palii e, quasi a contrastare le origini medievali, ha aperto le porte ad uno dei generi musicali più moderni, il blues.

[rule_top]

trequandaTREQUANDA (SI) – villaggio di campagna

È un ameno borgo collocato tra vigneti, oliveti e boschi che, assieme, compongono il tipico paesaggio della campagna toscana. Il villaggio è situato in quella zona con tipico colore ocra del terreno, in gran parte argilloso. Isolati o in filari lungo strade poderali, i cipressi costituiscono la specie arborea più caratteristica della zona. Nel territorio ci sono pittoreschi borghi medievali ben conservati nel tempo quali Petroio, dove vengono prodotte ceramiche artigianali, e Castelmuzio.

[rule_top]

Terme

chianciano termeTERME DI CHIANCIANO

Località: Chianciano Terme (SI)
Acqua: Fucoli, 16,5 C°, bicarbonato-solfato-calcica
Santa, 33 C°, bicarbonato-solfato-calcica
Sant’Elena, 13,9 C°, oligominerale bicarbonato- alcalina
Santissima, 33 C°, bicarbonato-solfato-alcalino-terrosa carbonica
Sillene, 38,5 C°, solfato-bicarbonato-calcica
Indicazioni terapeutiche: Malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario
Trattamenti: bagni terapeutici, cure idropiniche, riabilitazione motoria, respiratoria, irrigazioni, vascolopatie periferiche,   fanghi, idromassaggi, insufflazioni, chinesiterapia,  idrochinesioterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche

Stabilimento termale: Acqua Santa
Indirizzo: Viale Baccelli
Sito: www.termechianciano.it

Chianciano Terme sorge a 475 m sul crinale che spazia dal lago Trasimeno ai contrafforti boscosi del monte Amiata. L’abitato ha due nuclei storici: il borgo medievale e la zona dei parchi termali. La prima valorizzazione delle acque termali avvenne nel VII° secolo. Il parco termale di Chianciano conta 5 fonti, con differente mineralizzazione e temperatura, alle quali corrispondono diverse strutture di cura. Le fonti principali sono: Acqua Santa, Acqua Fucoli e Acqua Sillene. Le acque sono rinomate per il trattamento delle malattie del fegato, dello stomaco e della circolazione. La sorgente oligominerale Sant’Elena è situata su di una collina, immersa completamente nel verde di querce secolari, cipressi ed olivi che formano una vera oasi naturalistica. La sorgente si trova all’interno di uno stabilimento termale dell’Acqua Santa specializzato nella cura delle malattie renali e dell’apparato gastroenterico.

Le acque sono efficace anche nelle patologie del fegato e delle vie biliari, quali la dispepsia, la calcolosi biliare e difficoltà digestive. L’acqua può essere bevuta a temperatura naturale, tiepida o calda al mattino, a digiuno, oppure nel pomeriggio perché favorisce la digestione. Alle Terme di Chianciano è presente un centro diagnostico, con ambulatori e un centro inalatorio da cui fanno parte il Parco Acquasanta e il Parco Fucoli, dove le acque vengono utilizzate tradizionalmente come bevanda per la cura del fegato.  lo Stabilimento Sillene è attrezzato per bagni, fanghi e altre terapie, oltre trattamenti estetici e di benessere. A tal fine vanno menzionati il Centro di Idrofisiochinesioterapia, il centro di medicina estetica e angiologia, il centro Relax, nonché la palestra e la linea cosmetica Sillene.

Nei dintorni si trova anche lo stabilimento Terme Sensoriali, una sorta di “tempio termale” che offre  20 diverse esperienze diverse articolate in quattro percorsi benessere specifici: depurativo, rilassante, energizzante, riequilibrante. I trattamenti vengono eseguiti utilizzando piscine con idromassaggio, saune, bagno turco, fanghi estetici, cromoterapia ed aromaterapia. Il centro benessere è specializzato in trattamenti basati sulla naturopatia che fanno dei cinque elementi – acqua, fuoco, terra, aria, etere – i protagonisti delle terapie. Inoltre è possibile effettuare l’esperienza unica di entrare in una straordinaria “piramide energetica”,  che rispetta le proporzioni di quella egiziana di Cheope. Si può infine accedere ad una stanza insonorizzata e manipolare diversi tipi di fango termale.

[rule_top]

terme montepulcianoTERME DI MONTEPULCIANO

Località: Sant’Albino – comune di Montepulciano (SI)
Acqua: Montepulciano, 16 °C, solfurea bicarbonato-magnesiaca salso-bromo-iodica
Indicazioni terapeutiche: Malattie circolatorie, della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, ginecologiche
Trattamenti:  bagni terapeutici, cure inalatorie,  vascolopatie periferiche, fanghi, chinesiterapia, cosmesi, fitness, ginnastica respiratoria, idrochinesioterapia, massaggi, programmi antistress, riabilitazione motoria, respiratoria e vascolare, terapie fisiche e trattamenti estetici

Stabilimento termale: Terme di Montepulciano
Tel: +39 0578 7911

La località era già nota per la presenza della cosiddetta “acqua puzzola di Sant’Albino”, una sorgente di acqua sulfurea, e per le cave di travertino. Infatti, la prima citazione delle acque sulfuree di Montepulciano risale al 1571. La costruzione dello stabilimento termale risale al 1966, quando venne anche scavato il pozzo che consentiva di captare le acque a 132 m di profondità, portandole in superficie senza che entrassero in contatto con l’aria per mantenere intatte le qualità terapeutiche dello zolfo e degli altri minerali che svolgono attività antisettica, anticatarrale, antispastica ed antiallergica. La struttura di cura comprende un centro di riabilitazione ortopedico-vascolare-reumatologico in grado di eseguire varie terapie per una efficace riabilitazione dopo interventi di chirurgia ortopedica e per le patologie vascolari, sia arteriose che venose, nonché per la traumatologia sportiva. Ci sono anche 3 centri specializzati nelle malattie dell’apparato respiratorio come broncopneumopatie croniche ostruttive, asma, bronchite ed enfisema polmonare. Le Terme includono anche un centro di audiologia e vestibologia ed un centro di rinologia.

[rule_top]
san casciano bagni termeTERME DI SAN CASCIANO DEI BAGNI

Località: San Casciano dei Bagni (SI)
Acqua: Bianca Cappello, 42 °C, solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca
Ferdinando II, 42 °C, solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca
Ficoncella, 42 °C, solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca
Portico, 42 °C, solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca
Indicazioni terapeutiche: Malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, della pelle, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario
Trattamenti: bagni terapeutici, cure idropiniche, cure inalatorie,  fanghi, grotte/stufe, humage, idromassaggi,  inalazioni caldo-umide, piscina termale, cosmesi, educazione alla salute, fitness, massaggi, medicina estetica, programmi antistress

Stabilimento termale: Bagno della Ficoncella, Bagno Grande, Bagno Bossolo, Doccia della Testa,  Fonteverde

Le vicende della zona sono sempre state legate alla storia del suo territorio ricco di sorgenti termali, conosciute anche ai tempi degli etruschi e successivamente dei romani. Ai primi anni del XX° secolo furono costruiti i lussuosi padiglioni termali, attualmente affiancate da centri d’estetica e benessere e dell’elegante hotel Terme dei Medici. Molto bella è la piscina all’aperto, affacciata al paesaggio tra cascate e zampilli d’acqua. All’interno dei stabilimenti termali ci sono numerose piscine interne. A San Casciano dei Bagni ci  sono ben 42 sorgenti che sgorgano acque termali di temperatura compresa tra 40°C e 42°C. In relazione alla vicinanza, sono raggruppate in modo a formare una serie di bagni, di cui i principali sono quattro:
Bagno della Ficoncella – da sempre la sorgente più importante di tutto il complesso termale di San Casciano. È inclusa, assieme alle sorgenti di Santa Maria e San Giorgio, all’interno dell’impianto termale più grande della cittadina.
Bagno Grande – il nome è dovuto alla grande affluenza d’acqua che sorga in numerosissimi zampilli fin sopra la superficie del terreno. È una fonte d’acqua chiara e limpida dalle molteplici proprietà curative.
Bagno Bossolo – le sue acque sono tra le più tiepide della zona. Caratteristica di questa sorgente è la proprietà curativa su lesioni da ustioni: immergendo la parte bruciata, le cicatrici ottengono visibili benefici.
Doccia della Testa – è la sorgente più frequentata dagli abitanti. Le proprietà terapeutiche sono legate al forte getto di acqua calda proveniente dall’alto.

[rule_top]

EVENTI

Cosa fare in Valdichiana

giostra saracino sarteano Giostra del Saracino di Sarteano

Eventi

giostra archidado1Eventi

La Val di Chiana è terra di antiche tradizioni e nei suoi centri abitati si trovano diverse manifestazioni folkloristiche e rievocazioni storiche. Tra le principali si segnalano:

la Giostra del Saracino di Arezzo;

il Palio dei Rioni di Castiglion Fiorentino;

la Maggiolata di Lucignano;

il Carnevale di Foiano della Chiana;

la Rievocazione Storica della Battaglia di Scannagallo di Pozzo della Chiana (comune di Foiano della Chiana);

la Giostra dell’Archidado di Cortona;

la Giostra del Saracino di Sarteano;

il Palio dei Somari di Torrita di Siena;

Torrita blues – (Torrita di Siena) – festival musicale;

il Palio della Rivalsa di Bettolle (comune di Sinalunga);

il Bravio delle Botti di Montepulciano

GASTRONOMIA

Prodotti Tipici

Tagliata-di-chianina
Tagliata di chianina

Vino, olio d'oliva, carne chianina, miele

La popolazione della zona è dedita in buona percentuale al settore primario (agricoltura, allevamento e attività collegate), condotto mediante aziende agricole, ma anche da parte di coltivatori diretti, possidenti di fondi più o meno estesi. Tuttavia una serie di prodotti tipici e rinomati meritano una particolare citazione.

vino montepulciano1Vino

Valdichiana è terra di vini pregiati (bianchi e rossi) fin dall’epoca etrusca. Diffusa è la produzione del Vino Nobile di Montepulciano DOCG, Bianco Vergine della Valdichiana DOC, Valdichiana Grechetto DOC, Colli dell’Etruria Centrale DOC, Cortona DOC, Rosso di Montepulciano DOC tra altri. Per chi ha interesse in degustazione di vini e prodotti locali, vale la pena percorrere la Strada del Vino Nobile di Montepulciano, dove numerose aziende vinicole offrono saggi dei suoi prodotti.

 

oioOlio d’oliva

La salubrità del clima, la ricchezza nutrizionale della terra e il paesaggio tipicamente collinare hanno reso la Valdichiana patria di ottimi olii d’oliva. Il principale olio della zona è il Colline di Arezzo – toscano IGP, ma anche “Colline Senesi”.

 

 

sagra bistecaChianina

Val di Chiana è la zona d’origine della celebre “chianina”, razza bovina rinomataper la sua carne e in particolare per la sua lombata, dalla quale si ottengono gustose bistecche alla Fiorentina. Un tempo, gli animali erano utilizzati prevalentemente per il lavoro nei campi, data la notevole stazza fisica (i maschi possono arrivare fino a 190 cm di), oggi i bovini sono assai apprezzati per lo più per la loro carne.

 

Miele

Il rinomato miele locale deriva principalmente da acacia, girasole, lupinella e, quello più pregiato, del corbezzolo.

[rule_top]

Salva

ITINERARI

Percorsi Enogastronomici

cantina toscana
Cantina

Strada del Vino di Cortona

Strada dei Vini di Cortona - ValdichianaStrada dei vini di Cortona

Informazioni:
Zone: Valdichiana
Comuni: Cortona
Indirizzo: Via Guelfa, 40 – Cortona (AR)
Tel: +39 0575 603793
Sito: www.stradavinicortona.it
Email: info@stradavinicortona.it

Le prime tracce, documentate, di produzione di vino in Cortona risalgono al III secolo avanti Cristo. Al Museo di Cortona è conservata la Tabula Cortonensis, sorta di contratto, che testimonia la transazione di un vigneto. Da allora, nel corso dei secoli, Cortona si è arricchita non solo della sua eccellente produzione vinicola, con il riconoscimento della DOC Cortona, ma anche di artisti come Pietro Berrettini, Luca Signorelli, Gino Severini; di opere architettoniche come la chiesa Santa Maria delle Grazie al Calcinaio progettata da di Giorgio Martini, o la chiesa di San Francesco e prima chiesa francescana costruita fuori da Assisi. Per accogliere gli ospiti non manca una vasta scelta di strutture ricettive che va dagli agriturismi ricavati dalle tipiche case coloniche in pietra alle lussuose ville signorili, dai Bed & Brekfast ai raffinati alberghi.

Prima DOC italiana ad inserire il vitigno Syrah nel disciplinare. Vasta la varietà di vitigni riconosciuti, sia a bacca bianca che a bacca rossa. Notevole sviluppo ha avuto anche la gastronomia di alto livello. Moderni allevamenti di bovini di razza Chianina permettono di poter apprezzare ancor meglio la famosa bistecca. Da non trascurare i suini di razza Cinta Senese che, allevati allo stato brado (il famoso Porco Brado) esprimono al meglio le qualità gustative di questa pregiata carne che qui viene lavorata. Anche nei formaggi tipici si è riscoperta la vocazione territoriale per i pecorini di una volta.

Strada del Vino Nobile di Montepulciano

Strada del Vino Nobile di Montepulciano

Zona: Valdichiana senese
Comuni: Montepulciano, San Quirico d’Orcia, San Casciano dei Bagni, Chiusi, Pienza
Informazioni: Associazione Strada del Vino di Montepulciano
Indirizzo: Piazza Grande, 7 – Montepulciano (SI)
Tel. +39 0578 717484
Sito: www.stradavinonobile.it
Email: info@stradavinonobile.it

Prodotti: Vino Nobile di Montepulciano, Rosso di Montepulciano DOC, Val d’Arbia, Vin Santo di Montepulciano DOC, Chianti Colli senesi DOCG, Valdichiana Vergine DOC

Altri prodotti: Cacio pecorino, marmellata di Susina Mascina o Coscia di Monaca, carne di Chianina, salumi Cinta Senese, Pecorino di Pienza

La Strada del Vino Nobile propone diversi tour divisi in percorsi tematici: il Vino, l’Arte e la cultura, i prodotti tipici, la natura e il benessere alle terme, i set del cinema e le attività come i corsi di cucina e i corsi per imparare a degustare il vino o l’olio. Montepulciano è l’ideale per il soggiorno in albergo o in agriturismo, come punto di partenza verso località termali, archeologiche e naturalistiche. Adiacente all’ufficio informazioni di Montepulciano è situata la sala espositiva “Le Logge della Mercanzia” centro di studio ed elaborazione del sapere intorno al vino e al prodotto tipico, luogo di diffusione e promozione di percorsi di ricerca ma anche sede di mostre d’arte e convegni. La storia e la fama del territorio di Montepulciano sono contraddistinte dalla produzione di Vino Nobile di Montepulciano DOCG, vino d’eccellente qualità e tra i più antichi d’Italia. Altre denominazioni presenti: Rosso di Montepulciano DOC, Vinsanto di Montepulciano DOC, Chianti Colli senesi DOCG e Valdichiana Vergine DOC. Di grande importanza l’Olio Extra Vergine di Oliva, frequente trovare quello con certificazione DOP Terre di Siena.

I Vini

Il Vino Nobile di Montepulciano , invecchiato obbligatoriamente per 2 anni, ha colore granato con riflessi arancioni e profumo delicato di mammola; Di sapore asciutto, si affina con l’invecchiamento. Il Vino Rosso di Montepulciano, è un vino da pasto, accompagna perfettamente antipasti tipici toscani, primi al ragù, pollame al forno o alla griglia, volatili e pecorini poco stagionati.

Strada del Vino Nobile di MontepulcianoPercorso

L’itinerario si snoda attorno al comune di Montepulciano dal quale la vista spazia sulle vallate e vigneti circostanti. Da vedere il Duomo di Montepulciano. Nei dintorni sono facilmente raggiungibili altre località con grande patrimoni artistici come Pienza e Chiusi. La Strada dei Vini di Montepulciano permette di scoprire chiese, monumenti, borghi, attrezzature turistiche e termali di altissima qualità. Oltre al wine tour nelle aziende produttrici di Vino Nobile, la Strada del Vino Nobile promuove visite ai punti di interesse nei dintorni. Montepulciano è punto di partenza verso località termali. La prima che si incontra è Bagno Vignoni. Suggestivo borgo nel cuore del Parco della Val d’Orcia (paesaggio culturale iscritto nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO dal luglio 2004), piccolo villaggio del comune di San Quirico d’Orcia, si è sviluppato attorno alla grande vasca dalla quale sgorgano le miracolose acque calde conosciute fin dai tempi più remoti, grazie anche all’estrema vicinanza con la Via Francigena, percorso utilizzato nel Medio Evo dai pellegrini. Si prosegue poi per San Casciano dei Bagni, nota cittadina termale, per dopo arrivare a Chiusi. Centro archeologico di grande importanza. Innumerevoli scavi, hanno portato alla costituzione del Museo Archeologico Nazionale Etrusco dove sono esposti reperti unici al mondo. Meritano un’attenta visita le tombe etrusche della Pellegrina e quella del Leone, il Museo della Cattedrale, che raccoglie una preziosa collezione di codici miniati benedettini, la Cattedrale di San Secondiano del VI° secolo, la chiesa più antica della Toscana, le Catacombe di Santa Mustiola e di Santa Caterina. Recentemente è stato anche aperto al pubblico il cosiddetto Labirinto di Re Porsenna, un percorso che si snoda attraverso dei cunicoli sotterranei di epoca etrusca, porta ad una monumentale cisterna. Si attraversano poi zone rurali della Val d’Orcia e delle Crete Senesi, note per il tartufo.

Cantine da visitare – Wine Tour e Wine Tasting

ARTE E CULTURA

Artigianato Artistico

monte san savino ceramica Ceramica artistica

Oreficeria e Ceramica

Oreficeria

Il grande polo orafo di Arezzo è di rilievo internazionale.

Ceramica

A livello artigianale va citata la produzione della ceramica di Brolio e di Marciano della Chiana.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire in Valdichiana

SERVIZI TURISTICI

Dove mangiare in Valdichiana

SERVIZI TURISTICI

Shopping – cose da acquistare

Tour Operator e Agenzie Viaggi