Scegli cosa vedere nelle Terre di Pisa

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana

ATTRAZIONI PRINCIPALI

  • “Piazza dei Miracoli” a Pisa
  • Torre Pendente
  • Duomo di PIsa
  • Pieve S. Pietro a Grado
  • Certosa di Calci
  • Museo di Storia Naturale a Calci
  • Spiagge Bandiera Blu
  • Terme Bagni di Pisa – San Giuliano Terme
  • Strada del Vino delle Colline Pisane
  • Strada dell’Olio dei Monti Pisani
  • Parco di Migliarino San Rossore
  • Borgo di Vicopisano
  • Mostra del Tartufo a San Miniato

Informazioni Turistiche

Piazza dei Miracoli
Piazza del Duomo – Pisa

+39  050 550100
duomo@walkinginthecity.it

Calci
Via Roma, 79 – biglietteria Museo di Storia Naturale
+39 050 2212970
ufficioturistico@comune.calci.pi.it

San Miniato
Piazza del Popolo, 1
+39 0571 42745
ufficio.turismo@sanminiatopromozione.it
www.sanminiatopromozione.it

L’incanto della “Piazza dei Miracoli”, a metà tra il mare e le verdi colline ricche di storici villaggi e vigneti 

pisaneStrada dell'Olio Monti Pisani

TERRITORIO

Il territorio è caratterizzato da una notevole varietà di paesaggi ed ecosistemi: comprende infatti i verdi rilievi dei Monti Pisani le colline dell’entroterra coperte di vigneti e oliveti, l’area pianeggiante ricca di pinete che prosegue fino al mare. Quasi a dividere in due questo territorio l’ultimo tratto del Fiume Arno. Nell’area ci sono alcuni dei più celebri tesori artistici della Toscana, primo tra tutti la Torre Pendente e la Piazza dei Miracoli a Pisa, dichiarate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Quindi villaggi storici di grande fascino come San Miniato e Vicopisano. Numerosi i borghi e le fortificazioni come la Fortezza della Verruca.

Non mancano importanti edifici di culto: ad esempio la Certosa di Calci e il Santuario di Maria in Castello a Vecchiano. Il litorale sul Mar Tirreno, con le cittadine di Marina di Pisa, Tirrenia e Calambrone a sud del fiume Arno e Marina di Vecchiano (incastonata nel Parco Regionale di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli) a nord, è ricco di stabilimenti balneari e spiagge incontaminate. Non mancano infine le acque termali che, per le proprietà curative, hanno dato origine fin dall’antichità a centri frequentati non solo a scopo terapeutico, ma anche per trattamenti di bellezza e di benessere. I comuni di San Giuliano Terme, Vicopisano e Casciana Terme  dispongono di un vasto patrimonio idrotermale con moderni ed eleganti centri benessere.

Tutta l’area è facilmente accessibile in automobile. Innanzi tutto con le autostrade A12 (“Autostrada Azzurra”) e A11 (“Firenze-Mare”). Quindi tramite la S.G.C. (Superstrada FI-PI-LI) e la SS.1 (“Aurelia”).

COSA VEDERE

Attrazioni

Museo di Storia Naturale dell'Università di Pisa - Calci

Attrazioni suddivise per comune e località

Per conoscere di più sulle attrazioni e servizi offerti cliccare sul nome di ogni comune elencato.

san valentino1BIENTINA (PI) – cittadina di campagna

Chiese: Chiesa di Santa Maria Assunta (spoglie di San Valentino)
Musei: Museo degli Etruschi, Museo della Pieve
Eventi: Palio di Bientina
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 


buti2BUTI (PI) – borgo collinare

Castelli: Castel Tonini, Castel di Nocco
Palazzi: Villa Delizia
Prodotti tipici e artigianato: olio d’oliva, cesti di Buti
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 


certosaCALCI (PI) – cittadina di campagna

Chiese: Certosa di Calci
Musei: Museo di Storia Naturale
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 

 


villa bourbon baciocchiCAPANNOLI (PI) – cittadina di campagna

Palazzi: Villa Bourbon del Monte Baciocchi, Villa Masi
Musei: Museo zoologico
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 

 

 

casciana terme2CASCIANA TERME LARI – cittadina termale e borgo medievale

Castelli: Castello dei Vicari
Chiese: Santuario della Madonna dei Monti
Terme: Terme Acqua Mathelda
Prodotti tipici: ciliegie
Sport: trekking escursionistico, ciclismo, equitazione

 


teatro sillenzioLAJATICO (PI) – cittadina di campagna

Palazzi: Villa di Spedaletto
Monumenti: Teatro del Silenzio
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 

 


montopoli1MONTOPOLI IN VAL D’ARNO (PI) – cittadina di campagna

Chiese: Santuario della Madonna di San Romano
Eventi: Disfida con l’Arco
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 

 


Palaia1 villa tortoPALAIA (PI) – cittadina collinare

Località: Villa Saletta
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 

 


parco presistoricoPECCIOLI (PI) – cittadina collinare

Chiese: Pieve di San Verano
Musei: Museo di Icone Russe, Osservatorio astronomico Galileo Galilei, Museo archeologico Peccioli, Museo Incisioni e Litografie
Parchi: Parco Preistorico
Prodotti e artigianato: vino
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 


pisa artePISA città (PI) – città d’arte e capoluogo della provincia di Pisa

Chiese: Chiesa di San Paolo a Ripa d’Arno, Chiesa di Santa Maria della Spina, Chiesa di San Michele degli Scalzi,
Monumenti: Piazza dei Miracoli (Cattedrale, Battistero, Torre Pendente, Camposanto), Piazza delle Gondole, Torre Guelfa della Cittadella Vecchia, Arsenali Repubblicani
Siti archeologici: Bagni di Nerone
Musei: Museo dell’Opera del Duomo, Museo delle Sinopie, Museo Nazionale di San Matteo, Museo Nazionale di Palazzo Reale, Museo del Calcolo, Museo della Grafica, Orto Botanico
Riserve Naturali: Parco Regionale Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli
Località: Marina di Pisa (spiaggia), Tirrenia (spiaggia)
Eventi: Luminara di San Ranieri, Gioco del Ponte, Anima Mundi, PisaMarathon,
Sport: trekking escursionistico, ciclismo, canottaggio, golf

 


villa medicea camuglianoPONSACCO (PI) – cittadina agro-industriale

Palazzi: Villa Medicea di Camugliano
Prodotti tipici: mobili
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 


museo piaggio4PONTEDERA (PI) – cittadina agro-industriale

Musei: Museo Piaggio, Installazioni artistiche all’aperto
Eventi: Palio della Balestra
Prodotti tipici: cioccolata, motoscooter
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 


stabilimento termaleSAN GIULIANO TERME (PI) – cittadina termale

Castelli: Castello di Ripafratta
Chiese: Chiesa della Santissima Concezione, Eremo di Santa Maria ad Martyres
Palazzi: Villa Roncioni, Villa Corliano, Villa Poschi
Prodotti tipici: vino e olio d’oliva
Riserve naturali: Grotta Buca delle Fate, Parco Regionale Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 


san miniato3SAN MINIATO (PI) – borgo medievale e città’arte

Castelli: Rocca di Federico II
Chiese: Duomo di San Miniato, Convento di San Francesco, Oratorio del Loretino
Prodotti tipici: tartufi, tabacco, pelletteria
Eventi: Fiera del Tartufo Bianco
Sport: trekking escursionistico, ciclismo, golf, canottaggio

 


santa maria a monte1SANTA MARIA AL MONTE (PI) – borgo medievale

Musei: Museo-casa Carducci
Prodotti tipici:  patate
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 


abbazzia santa maria morronaTERRICCIOLA (PI) – cittadina di campagna

Chiese: Abbazia di Santa Maria a Morrona
Prodotti tipici: vino Colli dell’Etruria, vino bianco di San Torpè, vinsanto Occhio di Pernice, vinsanto del Chianti
Percorsi: Tour in Cantina Terre del Silenzio
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 


foce del serchioVECCHIANO (PI) – cittadina balneare

Castelli: Castello di Vecchiano
Riserve naturali: Parco Regionale Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli
Località: Marina di Vecchiano (spiaggia)
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

 


VicopisanoVICOPISANO (PI) – borgo medievale

Castelli: Fortezza della Verruca, Rocca del Brunelleschi
Chiese: Pieve di Santa Maria
Terme: Uliveto Terme
Eventi: Festa Medievale, Palio dei Ciuchi, Castello in Fiore
Prodotti tipici e Artigianato: olio d’oliva Monti Pisano IGP, acqua minerale, ceramica
Sport: trekking escursionistico, ciclismo

Spiagge

mare pisaUna bella riviera sabbiosa, lunga 15 chilometri, attrezzata con stabilimenti balneari di qualità, dove non mancano i centri nautici,  offrono la possibilità di praticare i classici sport del mare: vela e windsurf. Le località di villeggiatura sono Marina di Pisa e Tirrenia, entrambe Bandiera Blu 2018. La bicicletta è un ottimo mezzo per percorrere gli itinerari nella costa. È possibile ammirare e godere il paesaggio sul lungomare in un percorso suggestivo che finisce nella foce del Fiume Arno.

Riserve naturali

L’area è attraente anche per il patrimonio di aree protette, caratterizzate da una notevole varietà di ambienti naturali con estesi boschi di pino marittimo, usati dalla “Repubblica Marinara” per la costruzione delle navi, e castagneti dei Monti Pisani, che per secoli hanno fornito alimento alle popolazioni montane e contadine. Nelle aree protette, le attività sportive, ricreative, naturalistiche offrono la possibilità di escursioni in bicicletta, a cavallo oppure a piedi percorrendo strade che attraversano caratteristici borghi adagiati sulle pendici dei Monti Pisani. Lungo gli argini del fiume Serchio si possono fare piacevoli gite in barca o in canoa. Tra tutte spiccano due aree protette importanti: il Monte Pisano e il Parco Regionale di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli che include 14 riserve naturali.

Monte Pisano

valle graziosaSono una serie di rilievi di modeste dimensioni di cui il più elevato è il Monte Serra. Il paesaggio è tutto un’alternanza di piccole aree pianeggianti, colline e rilievi montuosi, ricchi di sorgenti e di grotte scavate nel calcare, punteggiato da borghi e rocche medievali, chiese romaniche arroccate sulle colline. Nelle zone più alte ci sono boschi di castagno e quercia popolati da varie specie di fauna selvatica. Le zone più in basso sono coltivate a vigneti mentre quelle intermedie con terrazzamenti per oliveti. L’area è anche ricca di acque che costituiscono un notevole patrimonio idrotermale, conosciuto fin dalla antichità, di cui l’acquedotto mediceo è testimonianza insieme alle terme di San Giuliano Terme e Uliveto Terme. Tutta l’area molto adatta per escursioni, passeggiate a cavallo, percorsi in bicicletta o trekking.

Parco Regionale Migliarino – San Rossore – Massaciuccoli

Parco naturale e lago

ARTE E MUSEI

Musei

arte pisaLa zona offre la possibilità di scoprire esempi dell’architettura medievale come castelli, pievi e borghi che ancora conservano l’aspetto dell’edificazione originale. Ci sono anche note città d’arte come Pisa, San Miniato e VicopisanoSoltanto per segnalare alcune attrazioni: la monumentale Certosa  di Calci, risalente  al  XV° secolo con  il Museo di Storia Naturale, la singolare  struttura urbanistica di Santa Maria a Monte con case e palazzi che si affacciano sulla strada che segue un tracciato a spirale, il borgo di Lari, che mantiene intatta la struttura urbanistica medievale, con le pittoresche abitazioni, i vicoli stretti e l’imponente Castello dei Vicari. 

Particolare è poi Lajatico, dove si trova l’imponente Rocca di Pietracassia, costruita in epoca longobarda e considerata un buon esempio di architettura alto medievale. Nei borghi rurali di Terricciola, Chianni e Palaia si respirano ancora le atmosfere e i ritmi di una volta, costituendo tutti il punto di partenza per escursioni paesaggistiche, come la strada che attraversa i borghi di Colleoli e Villa Saletta, dove è stato girato il film dei fratelli Taviani “La Notte di San Lorenzo”.

Musei nelle Terre di Pisa

Pisa

Museo del Camposanto monumentale
Museo dell’Opera del Duomo di Pisa
Museo delle Sinopie
Museo Nazionale di Palazzo Reale
Museo Nazionale di San Matteo
Museo Nazionale degli Strumenti per il Calcolo

Calci

Museo Nazionale della Certosa Monumentale di Pisa
Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa

Casciana Terme Lari

Museo delle attività agricole di Usigliano di Lari
Museo “F. Baldinucci” e Castello dei Vicari (Lari)

Palaia

Museo del Lavoro e della Civiltà Rurale

Peccioli

Museo di Icone Russe “F. Bigazzi”

Pontedera

Museo Piaggio “Giovanni Alberto Agnelli”

San Miniato

Museo Diocesano di Arte Sacra
Museo Archeologico
Conservatorio di Santa Chiara
Accademia degli Euteleti

COSA FARE

Eventi

luminara

Gli eventi nelle Terre di Pisa sono numerosi. Particolarmente interessante è la Luminara a Pisa il 16 giugno, durante la Notte di San Ranieri. I profili dei palazzi e dei ponti si adornano di mille luci per festeggiare il patrono della città. I lungarni sono anche lo scenario del Gioco del Ponte, rievocazione storica in cui, al termine di un lungo corteo in costume, le due fazioni cittadine si sfidano in una prova di forza, cercando di spingere nel campo avversario un pesante carrello. La Regata di San Ranieri, una prestigiosa tradizione fin dai tempi della Repubblica Marinara, è un altro evento seguito.

Luminara e Palio di San Ranieri

palio-san-ranieriTipo: festa religiosa e rievocazione storica
Località: Pisa
Periodo: 16-17 giugno

È la festa del santo patrono della città. Nella sera del primo giorno le facciate degli edifici che si affacciano sui lungarni sono illuminate da candeline, in vernacolo detti “fiammelle”, spesso disposte a formare una composizione artistica. A conclusione della giornata un’affascinante spettacolo pirotecnico visibile un po’ dovunque. Il giorno successivo è dominato dal Palio di San Ranieri, le cui origini risalgono al XIII° secolo, una sfida tra i quattro quartieri del centro storico: Sant’Antonio, San Martino, San Francesco e Santa Maria. La competizione è costituita da una regata, controcorrente rispetto al flusso del fiume Arno, con partenza dal Ponte della Ferrovia e arrivo al Palazzo Mediceo. La città vuole così anche ricordare la partecipazione alla battaglia di Lepanto e la conquista di uno stendardo conservato nella Chiesa dei Cavalieri.

Gioco del Ponte

gioco del ponteTipo: folklore sportivo
Periodo: ultimo sabato di giugno
Località: Pisa
Sito: www.amicidelgiocodelponte.it / www.giocodelpontedipisa.it

Le storiche Magistrature della città sono rappresentate da altrettante squadre – Tramontana e Mezzogiorno – che si fronteggiano sul Ponte di Mezzo, cercando di spingere nella parte avversa una pesantissima slitta. La tradizione fa risalire la sfida all’antico (e piuttosto violento) gioco “mazzascudo” che si svolgeva nella città tra il 17 gennaio e l’inizio della Quaresima. Nel corso dei secoli successivi il gioco è stato modificato e più volte interrotto fino alla sospensione definitiva, nel 1807. Il ripristino avvenne nel 1927 e, nella forma attuale, otto anni dopo. L’evento è preceduto da un’imponente sfilata storica in costumi di foggia spagnola del XVI° secolo, con più di 700 figuranti.

PisaMarathon

pisa marathonTipo: gara sportiva
Località: Pisa, Pontedera, Calci, Cascina, San Giuliano Terme, Vicopisano
Periodo: dicembre

Attualmente è la seconda maratona della Toscana per numero di partecipanti ed è tra le più importanti dell’Italia. Il percorso, con partenza a Pontedera e con arrivo in piazza del Duomo, tocca i comuni di Calci, Cascina, San Giuliano Terme e Vicopisano.

Sport

sport toscanaNel territorio c’è ampia scelta tra sport nautici, pesca sportiva, equitazione, trekking, cicloturismo, parapendio. Nella costa si concentrano gli sport nautici come la vela, pesca sportiva, il surf e windsurf. La zona della Valdera ha riserve naturali che offrono possibilità per trekking e mountain bike. In un contesto naturalistico e paesaggistico ci sono tre ben attrezzati campi da golf: a Tirrenia, il Cosmopolitan Golf & Country Club e il Golf Club Tirrenia, e a San Miniato, il  Golf Club Fontevivo,

Molte sono le possibilità di sport all’aria aperta anche nell’area del Monte Pisano, dal trekking alle escursioni a cavallo, dalle passeggiate in bicicletta fino al deltaplano e al parapendio. La zona vanta uno splendido entroterra e ampi spazi verdi oltre un clima mite. In definitiva diversi mesi di condizioni climatiche favorevoli ad una serie di attività all’aria aperta.

Trekking

I Monti Pisani sono pieni di sentieri, mulattiere e strade sterrate per il servizio antincendio. Questa rete è possibile percorrerla durante tutto l’anno, date le miti condizioni climatiche. La vallata denominata “Valle Graziosa“,  è cosparsa di percorsi sia brevi che lunghi, tutti con splendidi panorami, attraenti sia dal punto di vista naturalistico, sia ambientale, che storico e artistico. La valle si snoda lungo due torrenti, la Zambra di Calci e la Zambra di Montemagno, che, in passato, azionavano le ruote di oltre cento mulini, di alcuni dei quali sono rimaste tracce visibili. Generalmente il punto di partenza per i vari itinerari è la Piazza del Comune di Calci. Chi percorre i sentieri  troverà segni colorati sul terreno, realizzati dalle Sezione di Pisa del Club Alpino Italiano. Sono inoltre presenti, lungo i percorsi, cartelli orientativi e informativi.

Diretta per la Verruca 

Difficoltà: impegnativa, per escursionista mediamente allenato
Tempo di salita: 1 ora
Tempo di discesa: 35 minuti
CAI: sentiero 03

Passo di Dante

Il nome è derivato dal fatto che è menzionato da Dante nel 33° canto della Divina Commedia. Storica escursione di facili percorsi che la rende accessibile a chiunque.

Difficoltà: facile
Tempo medio andata e ritorno: 1 ora

Mountain Bike

Percorso n°1 CASCINA – S. GIOVANNI ALLA VENA

diagr 1cascin sgiovann

Difficoltà: impegnativo
Durata: ore 3 e 30′
Distanza: circa 40 chilometri
CAI: sentiero 05

Percorso  n°2 CASCINA – LA VERRUCA – CASCINA

diagr 2casc verr casc

Difficoltà: impegnativo
Durata: ore 3
Distanza: circa 36 chilometri

Percorso n°4 CAPRONA – LA VERRUCA – VICOPISANO – LA VALLE – CUCIGLIANA – LUGNANO – CASCINA

diagr 4capro verru vico

Durata: ore 2
Distanza: circa 28 chilometri

Arrampicata

Essendo rilievi di altezza contenuta, dai fianchi naturalmente “rotondi” e con pendenze modeste, i Monti Pisani costituiscono una meta preferita di alpinisti e rocciatori. Le falesie e le rocce presenti nella zona offrono la possibilità di praticare arrampicata sportiva.

Palestra di Arrampicata di Avane-Vecchiano

Comunemente conosciuta come “palestra di Vecchiano”, si trova vicino alla località di Avane: è la storica palestra di arrampicata ‘outdoor’ del triangolo Pisa-Viareggio/Lucca-Livorno.

È divisa di due settori: Baccanella e Valle dei Porci. Alcune vie sono state “chiodate” da personaggi famosi quali Maurizio Zanolla, detto “Manolo”. La Baccanella si trova in una zona particolarmente amena, immersa tra gli ulivi. Alla Valle dei Porci si arriva invece seguendo un breve sentiero. Il numero di vie presenti supera il centinaio, tutte ben attrezzate, e in alcune ci sono anche catene alle soste. Numerosi volontari garantiscono una continua manutenzione con il lavoro di richiodatura. I periodi ideali di fruizione sono: autunno, inverno, primavera, non molto consigliata nel periodo estivo.

Buti e Uliveto

I contrafforti di durissimo conglomerato denominato “verrucano” che affiorano dal Monte Serra costituiscono un’arrampicata ben diversa dalle falesie in calcare presenti in altre parti dei monti, offrendo non molte vie, ma tutte molto suggestive. I contrafforti del Verrucano si trovano sul versante sopra il comune di Buti, lungo la strada verso la cima del Monte Serra, in un ambiente molto naturale. Siti di riferimento dove è possibile trovare informazioni tecniche e più dettagliate sulle vie, possono essere:

falesiaonline.it
www.falesia.it
www.toscoclimb.it
http://equilibriprecari.it

Parapendio

Il piccolo monte che sovrasta San Giuliano Terme permette un decollo con un dislivello di circa 180 metri. Grazie all’orografia del terreno, la distribuzione della vegetazione e la configurazione dei venti locali, con la tipica brezza di mare, è possibile in media raggiungere facilmente una quota di 800 metri. Più raramente, scegliendo bene il giorno e l’ora giusti per il decollo, si possono raggiungere quote dell’ordine dei 1.500 metri.

VOLI BIPOSTO IN PARAPENDIO E CORSI

Parapendio Pisa

Coordinatori: Walter Bardi – istruttore della FIVL (Federazione Italiana del Volo Libero)
Tel: +39 334 7779747
Sito: www.parapendiopisa.it
Servizi: corsi teorico-pratici di parapendio con attestato (brevetto) – apprendimento delle tecniche di gonfiaggio, decollo e atterraggio; giro turistico sul parapendio biposto pilotato dall’istruttore della scuola

Parapendio Versilia

Cordinatore: Roberto Maggi (Certificato Aeci)
Prenotazioni e Info: +39 328 8686407 / +39 0584610713
Sito: www.parapendioversilia.it
Servizi: corsi di volo con attestato rilasciato dall’Aero Club d’Italia; giro turistico biposto in parapendio a San Giuliano Terme

ITINERARI

Percorsi

Strada del Vino delle Colline Pisane

pisaneTipo: Percorso Enogastronomico
Zona:  Valdera  e Valdarno Inferiore
Comuni: San Miniato, Montopoli in Val d’Arno, Palaia, Peccioli, Lajatico, Chianni, Terricciola, Fauglia, Lorenzana, Crespina, Casciana Terme Lari, Capannoli, Ponsacco e Pontedera
Indirizzo:Via Pietro Nenni, 24 – 56125 Pisa (PI)
Sito: www.stradadelvinocollinepisane.it
Email: straddelvinocollinepisane@gmail.com

La Strada del Vino delle Colline Pisane è un percorso che si snoda tra le colline della Valdera e del Valdarno inferiore in Provincia di Pisa. È un itinerario facilmente accessibile, percorribile anche con mezzi ecologici alternativi all’auto.  Il percorso attraversa un vasto territorio di antiche origini, contrassegnato da uno straordinario ambiente naturale e dal lavoro dell’uomo capace di stupire per la sua varietà, per i suoi colori e per i suo tesori più preziosi: il vino e l’olio. Il percorso è costellato da una serie di piccole cittadine e da minuscoli borghi, di antica e antichissima origine, nei quali, oltre a vestigia del passato, è ancora possibile apprezzare il ritmo quieto della vita contadina.

pisacViaggiando in auto, ma anche in bicicletta, oppure a cavallo tra strade tortuose e panoramiche si trovano aziende vitivinicole, enoteche, prodotti locali e botteghe alimentari di alta qualità. . La particolarità che le strade del vino offrono ai visitatori sta nel fatto che esse si possono percorrere in tutte le stagioni, trovandone bellezze ogni volta diverse, ma soprattutto che il rapporto con il vino si può instaurare a livelli diversi: visitare un vigneto oppure una cantina, assaporare un piatto tipico, degustare un buon vino o assistere ad un evento culturale. il visitatore potrà scegliere tra la possibilità di soggiorno presso le molte aziende agrituristiche disseminate un po’ ovunque che mettono a disposizione servizi informativi e di  qualità.

Ogni cantina racconta la storia di famiglie che hanno voluto con tenacia e determinazione dare seguito alle tradizioni e continuare la produzione del Chianti, vino a denominazione di origine controllata e garantita (DOCG) famoso in tutto il mondo. L’area sulla quale insiste il Chianti vede la presenza di un altro vino, il Colli dell’Etruria Centrale DOC, nelle  tipologie bianco e rosso: nel rosso il vitigno prevalente è il Sangiovese, mentre nel bianco è il Trebbiano. Altra denominazione tradizionale è il Bianco Pisano di San Torpè DOC, vino da bere fresco e giovane a base di Trebbiano Toscano e, in percentuale minore, altri vitigni bianchi quali il Vermentino e lo Chardonnay.

Su aziendali riflettono il legame con il territorio, al cui interno rientrano la gran parte dei cosiddetti Supertuscans, vini di grande struttura e longevità grazie ad un’accurata selezione in vigneto, un’attenta vinificazione ed un affinamento in botti piccole (barriques) o grandi (tonneaux). tutto il territorio i vini ad Indicazione Geografica Tipica (IGT) racchiudono una grande varietà di tipologie, che secondo peculiari scelte.

Strada dell’Olio Monti Pisani

Comuni: Buti, Vicopisano, Calci, San Giuliano Terme, Vecchiano
Informazioni: Centro Informazione e documentazione della Strada dell’Olio Monti Pisani
Indirizzo: Piazza Stazione Ferroviaria di San Giuliano Terme – San Giuliano Terme (PI)
Tel. +39 050 815064
Sito: www.stradaolio.it
Email: info@stradaolio.it

Prodotti:  olio extravergine dei Monti Pisani

I Monti Pisani separano la pianura di Pisa dalla pianura di Lucca. La Strada dell’Olio Monti Pisani è facilmente percorribile grazie alla rete stradale esistente che giunge fino al mare, ed ai sentieri che percorrono l’area montana. E’ un percorso ideale dove la tradizione e le bellezze artistiche e naturali si sposano alla degustazione dell’Olio extravergine d’oliva (olive coltivate e raccolte a mano come nella tradizione) e di altri prodotti tipici locali, al benessere nelle storiche Terme di San Giuliano e nell’ampia offerta ricettiva che spazia dai resort, agli agriturismo, ai bed&breakfast. Le pendici dei monti sono state colonizzate con un lavoro di secoli: disboscamenti, costruzioni di imponenti terrazzamenti sostenuti da muri a secco e un sistema efficientissimo di allontanamento delle acque superficiali. Le varietà di olivo utilizzate, il clima, le caratteristiche dei terreni, le modalità di raccolta e di frangitura, già nell’800 resero famoso nel mondo l’olio dei Monti Pisani e numerose sono le testimonianze dei premi ricevuti in esposizioni mondiali. Nel periodo autunnale, nell’area, si svolgono mostre mercato di altri prodotti legati alla tradizione locale, quali castagne e funghi. La tradizione culinaria offre piatti gustosi come la zuppa di cavolo, piatto tipico locale, pasta fresca, salse, salumi di Mucco Pisano, dolci come la Torta co’bischeri a base di cioccolato, riso e pinoli.

 

Via Francigena - Da San Miniato a Gambassi terme

Tappe in provincia di Pisa

Tappa 1
Partenza: Altopascio
Arrivo: San Miniato
Lunghezza totale: km. 29
Difficoltà a piedi: impegnativa

Tappa 2
Partenza: San Miniato
Arrivo: Gambassi Terme
Lunghezza totale: km. 23,9

Via Francigena

Toscana
Via di pellegrinaggio

GASTRONOMIA

Piatti tipici

La gastronomia del territorio pisano è molto varia e uno dei punti di forza è la qualità dei prodotti tipici locali. Tra le ricette particolari spiccano la minestra di fagioli bianchi di San Michele, le bavettine al pesce, la zuppa di arselle,fegatelli di maiale, le anguille alla pisana e lo stoccafisso. Tra i dolci più tipici c’è la torta coi bischeri, a base di pinoli, cioccolata, uvetta e cedro candito.

Cecina (farinata di ceci al forno)

Le origini di questa specialità, diffusa in tutta la provincia, risalgono alla battaglia della Meloria (1284), una sconfitta cocente per Pisa e che determinò il declino della repubblica marinara. Una galera pisana imbarcò acqua di mare che inzuppò alcuni sacchi di ceci e si mescolò con l’olio d’oliva contenuto in alcuni barili. All’equipaggio fatto prigioniero i genovesi vittoriosi somministrarono tale purea “miscelata”. I marinai pisani non la gradirono e deposero le scodelle al sole: l’acqua evaporò lasciando una sorta di focaccia che, all’assaggio, risultò invece di gusto gradevole. La voce si sparse velocemente e questa strana mistura divenne subito molto popolare, visto anche il costo minimale degli ingredienti.
Attualmente la farinata di ceci, detta “cecina”, viene cotta al forno in grandi teglie e poi venduta a tranci o a spicchi.

Arselle (telline)

La pesca di questi molluschi è ancora diffusa lungo le spiagge, sia con la speciale rete per dragare il fondale che tramite la raccolta subacquea, sopratutto nei mesi più freddi. Dopo il periodo di “purga” in acqua di mare pulita le arselle vengono cucinate al tegame, sia in bianco che con il pomodoro.

Prodotti tipici

volterra8La varietà del territorio delle Terre di Pisa esalta i prodotti della terra quali funghicastagnegranoturco e tartufi. Ampia è la produzione di salumi tra cui primeggiano salsicce, buristo toscano e pancetta.

Vino

vinoLa zona di produzione vinicola delle Terre di Pisa è quasi tutta ubicata nella parte meridionale. La coltivazione della vite risale agli etruschi. L’area è attraversata dalla Strada del Vino delle Colline Pisane con ben tre prodotti di eccellenza: il Chianti Colline Pisane DOCG, il Bianco Pisano San Torpè DOC e il Vin Santo San Torpè DOC. È un itinerario all’interno di zone che coniugano la vocazione vitivinicola alla presenza di attrattive paesaggistiche, artistiche e culturali. Lungo la strade del vino, attraverso borghi e centri d’arte, si può trovare, in ogni stagione, ospitalità e accoglienza soprattutto negli agriturismi ed effettuare visite alle cantine o ai vigneti. La degustazione di vini, molte volte è accompagnata da assaggi di prodotti locali come formaggi, salumi tra altri. Sull’intero territorio si produce inoltre l’IGT Toscano, rosso, bianco e rosato. Vini locali sono il Chianti Colli Pisani, il Rosso di San Miniato e il Trebbiano.

Olio extravergine d'oliva

pisa olioL’olio extravergine d’oliva è uno dei prodotti pregiati delle Terre di Pisa. La coltivazione dell’olivo nella zona è documentata fin dall’epoca etrusca. La raccolta delle olive, fatta prevalentemente a mano, e la spremitura, realizzata con processi fisici e meccanici in grado di preservare il più possibile le caratteristiche peculiari del frutto, contribuiscono a determinare il gusto caratteristico dell’olio pisano. All’interno della provincia ci sono quattro zone di produzione tra cui la zona del Monte Pisano, che al suo interno comprende alcuni comuni facenti parte della Strada dell’Olio dei Monti Pisani. Le condizioni ambientali e climatiche ideali conferiscono all’olio prodotto caratteristiche tali da fargli meritare il riconoscimento dell’Indicazione Geografica Protetta (IGP) Toscana.

Gli oli prodotti:

–      olio extravergine d’oliva IGP Toscano

–      olio extravergine d’oliva IGP Toscano “Monti Pisani”

Tartufi

tartufoLa presenza di ambienti boschivi adatti assieme alle caratteristiche particolari del sottobosco, favorisce la crescita di alcune varietà di tartufo di cui il più pregiato è il tartufo bianco. La zona della Valdera è l’area di produzione del pregiatissimo tartufo bianco, il più prelibato e profumato d’Italia. Da settembre a dicembre, in particolare nelle colline di San Miniato, si raccoglie circa un terzo dell’intera produzione nazionale di tartufo. Nei borghi della zona di produzione si svolgono numerose mostre-mercato e sagre dove è possibile gustare piatti a base di tartufo fresco.

Altri prodotti tipici

cilliegieLe colline delle Terre di Pisa vantano altri prodotti dì eccellenza quali i carciofi, il miele, le castagne e i funghi di San Minato, la patata Tosca di Santa Maria a Monte, la ciliegia di Lari, l’uva colombana di Peccioli, i pinoli di San Rossore e Migliarino, senza dimenticare il cioccolato prodotto nell’area denominata “Chocolate Valley”.

Cantine vinicole con vendita diretta

Torre a Cenaia

Crespina Lorenzana (PI)
Cantina vinicola, birrificio, ristorante cucina toscana, tour in carrozza e wedding

Usiglian del Vescovo

Palaia (PI)
cantina vinicola

ARTIGIANATO

Torno

Ceramica

Da diverso tempo nel Comune di Vicopisano si è consolidata la produzione di ceramica realizzata in terracotta e porcellana. Molto famosi erano i catini che venivano realizzati a San Giovanni, dove si trovavano sei fornaci in attività, con una produzione stimabile in più di 100.000 unità. La tradizione è mantenuta ancora viva dai laboratori e fabbriche che lavorano la terracotta. Il Comune di Vicopisano fa parte dell’associazione Terre di Toscana, un’associazione di sostegno e valorizzazione della tradizione ceramica, sia a livello nazionale che internazionale.

 


Cesti

L’artigianato nel Comune di Buti ha antiche origini. Sfruttando l’albero del castagno venivano realizzati cesti di differenti forme e dimensioni, che servivano per il trasporto di pasta, vasellame, prodotti agricoli. La produzione artigianale di cesti, ancora attiva, viene svolta con antiche tecniche di intreccio. Esteticamente attraenti e di grande funzionalità, i cesti di Buti mantengono viva una tradizione popolare.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire

Podere Benevento

Lajatico (PI)
Case vacanza di campagna

Podere Lupinaio

Crespina Lorenzana (PI)
Agriturismo in campagna

La Serra Agriturismo

Crespina Lorenzana (PI)
Agriturismo con fattoria didattica e Pet Therapy

Il Mulinaccio agriturismo

Volterra (PI)
Agriturismo, fattoria didattica, centro benessere, caccia al Tartufo, maneggio

Borgo degli Aranci

San Giuliano Terme
Resort di campagna

Cantine vinicole con vendita diretta di vino e olio

Torre a Cenaia

Crespina Lorenzana (PI)
Cantina vinicola, birrificio, ristorante cucina toscana, tour in carrozza e wedding

Usiglian del Vescovo

Palaia (PI)
cantina vinicola