Cosa vedere e fare nelle Crete Senesi

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana

Attrazioni Principali nelle Crete Senesi

  • Borgo medievale di Buonconvento
  • Borgo medievale di Serre di Rapolano
  • Borgo di San Giovanni d’Asso
  • Abbazia di Monte Oliveto Maggiore – Asciano
  • Grancia di Montisi
  • Crete senesi e biancane
  • Terme di Rapolano Terme
  • Mostra del Tartufo

Un paesaggio di un altro pianeta ricco di borghi storici, celebri abbazie e profumato di tartufo

PROVINCIA DI SIENA

Asciano
Buonconvento
Monteroni d’Arbia
Rapolano Terme

crete senesi zona

TERRITORIO

abbazia monte oliveto - Asciano - ToscanaAbbazia di Monte Oliveto Maggiore

La zona delle Crete Senesi è uno dei paesaggi più insoliti della Toscana. Situata nel sud della Provincia di Siena, è piena di colline erose dagli eventi metereologici di millenni, aspre e relativamente spoglie, ma dall’indiscusso fascino. I colli sono argillosi, quasi privi di vegetazione d’alto fusto, tagliati da profondi calanchi e biancane che si alternano a tratti in modo da formare un paesaggio quasi “lunare”. Non a caso nel Medioevo queste aree spoglie erano conosciute come Deserto di Accona.

Crete SenesiIn contrasto ci sono aree in cui cipressi e pini interrompono i rilievi argillosi, ma anche prati e radure in cui pascolano greggi di pecore dal cui latte si ricava un eccellente formaggio pecorino. Il più conosciuto prodotto tipico della zona è appunto il cosiddetto pecorino delle Crete Senesi. Da non dimenticare anche il tartufo bianco cui la località di San Giovanni d’Asso dedica una frequentata mostra-mercato.

Nella zona ci sono numerose testimonianze storiche del passato medievale quali castelli, torri e abbazie che la rendono ancora più attraente e, per certi aspetti, surreale. Tra le località di maggior fascino il borgo medievale di Asciano e, nei dintorni, l’imponente Abbazia di Monte Oliveto Maggiore. Quindi San Giovanni d’Asso e il borgo di Serre di Rapolano. Non mancano, nella zona, acque termali, tutte concentrate nella località di Rapolano Terme: la Querciolaia e San Giovanni sono i due maggiori stabilimenti.

Anche nelle Crete Sensi avvengono vari eventi di tipo enogastronomico dove è possibile la degustazione di prodotti tipici, quali la Mostra del Tartufo a San Giovanni d’Asso. Inoltre anche eventi folcloristici come SerreMaggio che rievocano antiche tradizioni.

Per accedere rapidamente in automobile alle Crete Senesi è opportuno utilizzare la Via Cassia (SS 2) nel tratto compreso tra Siena e Buonconvento.

COSA VEDERE

Le attrazioni nelle Crete Senesi

Per conoscere di più sulle attrazioni e servizi offerti cliccare sul nome di ogni comune elencato.

monte-olivieto-maggioreASCIANO (SI) – cittadina rurale

Chiese: Pieve di Sant’Ippolito, Abbadia a Rofeno
Edifici storici: Castello di Leonina
Località: Chiusure (Abbazia di Monte Oliveto Maggiore)
Musei: Museo Civico e Archeologico e d’Arte Sacra
Sport: trekking escursionistico, mountain bike, equitazione

La parte occidentale e meridionale del territorio comunale è caratterizzata da un susseguirsi di biancane e calanchi – le “crete senesi” – che formano un suggestivo paesaggio. Il centro storico, di origini medievali, contiene pregevoli edifici. In località Chiusure c’è l’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, un complesso monastico che è uno dei più importanti edifici religiosi della Toscana sia per l’aspetto storico che per l’elevato numero di opere d’arte conservate.


 buonconvento4BUONCONVENTO (SI) – borgo medievale e cittadina rurale

Castelli: Castelnuovo Tancredi, Castelrosi
Chiese: Chiesa dei Santi Patroni Pietro e Paolo, Oratorio di San Sebastiano
Edifici storici: Palazzo Pretorio
Musei: Museo di Arte Sacra, Museo della Mezzadria Senese
Sport: trekking escursionistico, mountain bike, equitazione

È un’attraente cittadina situata alla confluenza del fiume Arbia con il fiume Ombrone, che solca la vallata. Nel territorio ci sono vari edifici storici come castelli e chiese di origine medievale ma anche più recenti dimore in stile Liberty. Oltre all’opportunità di gustare l’eccellente cucina locale, tutta l’area permette di effettuare piacevoli escursioni e percorsi trekking data anche la vicinanza con le “crete senesi”.


grancia di cuna1MONTERONI D’ARBIA (SI) – borgo medievale e cittadina rurale

Castelli: Castello di San Fabiano
Chiese: Pieve di San Giovanni Battista a Lucignano, Pieve di San Giovanni a Corsano
Edifici storici: Grancia di Cuna
Sport: trekking escursionistico, mountain bike, equitazione

La cittadina è situata tra le più belle colline della Toscana meridionale. Il borgo ha conservato l’atmosfera medievale che oggi ancora emana dalle piccole chiese e da altri edifici dell’epoca ben conservati. La campagna è punteggiata da vecchie fattorie, tradizionali case coloniche e antichi mulini. Di assoluto rilievo è la Grancia di Cuna, che assunse l’aspetto attuale nel XV° secolo, una delle fattorie fortificate meglio conservate di tutta l’Italia.


MONTISI (comune Montalcino – SI) – borgo medievale e villaggio rurale

Nonostante le piccole dimensioni, il borgo contiene importanti edifici di epoca medievale. Del castello feudale rimane una parte del cassero e un torrione a pianta quadrata. Inoltre la pieve della S.S. Annunziata e l’Oratorio di Sant’Antonio. Di notevole rilievo è la fattoria fortificata Grancia di Montisi (XIV° secolo). Nei pressi del borgo c’è anche una piccola necropoli etrusca con tombe a capanna dell’VIII° secolo a.C. Il tradizionale evento “Giostra di Simone”, competizione tra le quattro contrade dell’abitato che si svolge in agosto, comprende anche un corteo storico e una gara tra sbandieratori.

 


rterme rapolanoRAPOLANO TERME (SI) – borgo medievale e centro termale

Castelli: Fortezza di Serre
Chiese: Chiesa dei Santi Lorenzo e Andrea, Chiesa di Santa Caterina
Edifici storici: Grancia di Serre
Musei: Museo dell’Antica Grancia
Terme: Piscine termali dell’Antica Querciolaia, Terme di San Giovanni
Località: Serre di Rapolano
Eventi: Serremaggio
Sport: trekking escursionistico, mountain bike, equitazione

La cittadina deve la sua notorietà alle acque termali con ampie capacità terapeutiche al punto che dispone di ben due distinti e grandi stabilimenti: Querciolaia e San Giovanni. La cittadina è dominata dal rilievo dove è ubicato Serre di Rapolano, un tipico borgo medievale dove spiccano la Fortezza, due notevoli chiese, e la fattoria fortificata Grancia di Serre (XIII° secolo), completata da un interessante museo. Serremaggio è una coinvolgente rievocazione storica della vita in epoca trecentesca.


serre rapolanoSERRE DI RAPOLANO (comune di Rapolano Terme) – borgo medievale

È arroccato su una collina che separa la valle del fiume Sentino da quella dell’Ombrone. L’abitato ha conservato l’aspetto medievale, parte della cinta muraria e le porte d’accesso. Nel borgo ci sono alcuni edifici di notevole interesse: la Fortezza, la Chiesa di Santa Caterina, la Chiesa di San Lorenzo e Andrea, la Cappella di Piazza, il Teatrino, la fattoria fortificata Grancia (XIII° secolo), completata da un interessante museo dedicato all’olivicoltura.

 

 


 san giovanniSAN GIOVANNI D’ASSO (comune Montalcino – SI) – borgo medievale e cittadina rurale

Fortificazioni: Rocca
Chiese: Pieve di San Giovanni Battista, San Pietro in Villore
Palazzi: Grancia di Montisi
Musei: Museo del Tartufo
Località: Montisi, Vergelle
Eventi: Giostra di Simone a Montisi
Prodotti tipici: tartufo bianco, vino
Sport: trekking escursionistico, ciclismo, equitazione

L’abitato si trova al centro delle “crete senesi” ed è costituito da due nuclei distinti, situati sullo stesso colle. Nel “paese alto”, più antico e ubicato sulla sommità, c’è tutta la componente storica, artistico e culturale dell’abitato. Qui spiccano infatti la maestosa Rocca, la Pieve di San Giovanni Battista e la chiesa di San Pietro in Villore. Significativi edifici sono presenti anche nelle località vicine: a Montisi la Pieve della SS. Annunziata e la Grancia, a Vergelle il Castello Verdelli. Tutta la zona di san Giovanni d’Asso è famosa per l’eccellente qualità di tartufi bianchi – celebrati anche da un museo e da un’importante mostra-mercato annuale – e per il vino di ottima qualità.

TERME

TERME DI RAPOLANO

Rapolano - Terme di San Giovanni

La scoperta, in località Campo Muri, dei resti di un grande complesso termale romano conferma l’utilizzo delle acque fin da quell’epoca. L’acqua, classificata solfurea-bicarbonato-calcica, sgorga a 39°C principalmente da due sorgenti, in corrispondenza delle quali sono ubicati gli attuali stabilimenti termali con annessi alberghi: Terme Antica Querciolaia, un complesso termale di fisionomia moderna, e Terme di San Giovanni, a suo tempo frequentate anche da Santa Caterina da Siena.

La riscoperta di sorgenti a temperatura differenziata, ha permesso di realizzare un sistema di piscine coperte e scoperte a temperatura variabile (dai 25°-26° ai 37°-39°C) utilizzate a seconda della stagione e del percorso terapeutico. I trattamenti sono particolarmente indicati per la cura dell’apparato respiratorio, locomotore, cardiovascolare e per le malattie della pelle e comprendono bagni, fanghi e inalazioni. Numerosi sono i pacchetti e i trattamenti estetici proposti: anticellulite, dimagrante e benessere.

Indicazioni terapeutiche: malattie della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio.
Trattamenti: bagni terapeutici, fanghi, humage, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, nebulizzazioni, piscina termale, politzer criooterapico, chinesiterapia, cosmesi, ginnastica respiratoria, vascolopatie periferiche, idrochinesioterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche.

Terme Antica Querciolaia

Terme antica querciolaiaZona: Crete Senesi
Tipo: stabilimento termale
Indirizzo: Via Trieste, 22
Tel.: +39 0577 724091
Sito: www.termeaq.it

È un complesso termale di fisionomia moderna. La riscoperta di sorgenti a temperatura differenziata, di cui si era persa traccia, ha permesso di realizzare un sistema di piscine coperte e scoperte a temperatura variabile (dai 25°-26° ai 37°-39°C) utilizzabili a seconda della stagione e del percorso terapeutico più idoneo. I trattamenti sono particolarmente indicati per la cura dell’apparato respiratorio, locomotore, cardiovascolare e per le malattie della pelle. Il recente ampliamento, con aumento delle piscine coperte, delle aree comuni, dei servizi, rifacimento del parco attorno alle piscine esterne rendono il tutto ancora più godibile.

Terme di San Giovanni

terme san giovanniZona: Crete Senesi
Tipo: stabilimento termale
Indirizzo: Via Terme di San Giovanni, 52
Tel.: +39 0577 724030
Email: info@termesangiovanni.it
Sito: www.termesangiovanni.it

La tradizione vuole che, a suo tempo, siano state frequentate anche da Santa Caterina da Siena. La struttura è costituita da un albergo e vari servizi, tra cui una piscina termale, un centro benessere ed estetica e un campo da tennis. Per massimo confort degli ospiti sono stati costruiti un caffè relax, piscine a diversa gradazione, piscine riabilitative e una palestra. Lo stabilimento sfrutta una sorgente di acqua sulfurea-carbonica che sgorga alla temperatura di 39°C, indicata per le malattie della pelle, del complesso ossa-muscoli-articolazioni e dell’apparato respiratorio. All’interno si eseguono inoltre vari tipi di trattamenti: massaggi classici e derivati dalle discipline orientali, manicure e pedicure, fanghi, idro-massaggi e bagni sulfurei. Acquafitness e attività fisica con un personal trainer sono a disposizione della clientela per rendere completo il benessere del proprio corpo.

GASTRONOMIA

Prodotti tipici

olio extravergine d'oliva

Olio

La coltivazione dell’olivo nella zona di Siena si perde nei secoli, ma la pianta è già visibile in alcuni dipinti del tardo Medioevo. L’olivicoltura si affermò all’inizio del XIX° secolo e si è ulteriormente accentuata nel periodo successivo. Le varietà più diffuse di olive sono Frantoio, Correggiolo, Moraiolo, Leccino. Il colore dell’olio delle Crete Senesi varia tra il verde e il giallo, ha odore fruttato e sapore con accenti amarognoli e leggermente piccanti. È consigliato per condire verdure crude, minestre o zuppe a base di legumi, piatti tipici quali la “ribollita” e la “panzanella” e per la preparazione di bruschette e crostoni. È altrettanto adatto a condire carni arrosto e in umido e anche per friggere.

Consorzio dell’Olio extravergine di oliva DOP “Terre di Siena”
Indirizzo: Strada delle Ropole, 15 – 53100 Taverne d’Arbia (SI)
Tel.: +39 0577 2800970
Email: consorzio@olioterredisienadop.it
Sito: www.terredisienadop.it

Formaggi

Il prodotto finale migliore è quello proviene dal latte crudo, non pastorizzato ma solo riscaldato a una temperatura intorno ai 40°. I formaggi vanno accompagnati con il tipico pane toscano non salato, miele, noci, marmellate, pepe e, immancabilmente, vino della zona.

formaggi

Pecorino toscano

Formaggio di solo latte di pecora lavorato a crudo con sostanza grassa minima del 26%. La crosta viene trattata con olio d’oliva, ma a volte anche con cenere, pomodoro o pepe. La stagionatura minima è di 60 giorni.

Pecorino di fossa

Ottenuto con la stessa procedura del pecorino toscano dal quale differisce solo per la stagionatura. Questa avviene in fosse, anche molto antiche, scavate nel terreno tufaceo. La stagionatura, che dura da agosto a novembre, attribuisce al formaggio un profumo unico e ne esalta il sapore piccante. La forma, dopo i mesi di stagionatura, deve essere irregolare, segno evidente dello schiacciamento che ha subito nella fossa dove i formaggi vengono calati, a strati, dopo essere stati inseriti in sacchetti di stoffa bianca.

Pecorino in foglia

Ha forme rotonde, con crosta leggermente rugosa di colore beige. Il sapore è intenso, con leggero sentore tannico e caratteristico odore di foglie che lo aromatizzano, usualmente di noce o di fico.

pecorino tartufoPecorino al tartufo

Prodotto con latte intero di pecora al quale viene aggiunta una consistente quantità di tartufo nero e bianchetto, in scaglie ben visibili anche dall’esterno. Salato, rigirato, lavato e oliato manualmente, è sottoposto a una stagionatura di almeno un mese.

Marzolino

Ha forma cilindrica e pezzature che variano da 1 a 2 chilogrammi. La pasta, di colore giallo paglierino, è morbida e dolce se il formaggio è fresco, piccante e friabile se è stato stagionato su assi di legno di abete.

Raveggiolo

È un formaggio bianco, molto tenero, con profumo di latte e sapore dolce.

Ricotta di pecora

La ricotta di pecora toscana ha forma tronco-conica, colore bianco latte, sapore dolce e delicato, consistenza cremosa e spugnosa.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire nelle Crete Senesi

Tenuta della Selva

Monteroni d’Arbia (SI)
Eleganti appartamenti in tenuta con produzione di olio d’oliva

Agriturismo San Fabiano

Monteroni d’Arbia (SI)
Villa per gruppi ed eventi