Cosa vedere e fare a Stazzema

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termo_cantagallo

Stazzema, marmo e grotte pittoresche nelle Alpi Apuane

stazzema stemmaStazzema è una cittadina ubicata sul versante occidentale delle Alpi Apuane, dominato da alte vette montuose, prima tra tutte la maestosa Pania della Croce (1.858 metri s.l.m.). Tutto il territorio è roccioso e impervio, caratteristica che ha limitato l’urbanizzazione su vasta scala. L’estrazione del marmo costituisce ancora la componente economica più rilevante del territorio. Oltre al marmo, i vicini rilievi montuosi sono ricchi di piombo argentifero, di rame piritoso e di strati di navacolite e di calciscisto. La bellezza delle Alpi Apuane, le pittoresche cave di marmo e altre attrattive quali le oasi naturali e lAntro del Corchia sono elementi di richiamo per il turismo estivo, altra importante componente dell’economia locale.

ZONA Versilia
TIPO villaggio collinare
COORDINATE 44°00′00″N 10°19′00″E
ALTITUDINE 450 metri s.l.m.
PRODOTTI marmo
SPORT trekking escursionistico, ciclismo, alpinismo
CONFINI Camaiore (LU), Careggine (LU), Fabbriche di Vallico (LU) Massa (MS), Molazzana (LU), Pecaglia (LU), Pietrasanta (LU), Seravezza (LU), Vagli Sotto (LU), Vergemoli (LU)

stazzema mappaInformazioni Turistichelucca map

Comune di Stazzema
Piazza Europa, 6 – 55040 Pontestazzemese (LU)
Tel.: +39 0584 77521
www.comune.stazzema.lu.it

COSA VEDERE

Musei di Stazzema

Antro del Corchia . StazzemaAntro del Corchia

Grotta Antro del Corchia

antro del corchiaZona: Versilia
Tipo: grotta-museo (nell’ambito del Sistema Turistico Culturale “Corchia Underground”)
Comune: Stazzema (LU) – località Levigliani
Tel.: +039 0584 778405
Email: info@antrocorchia.it / info@parcoapuane.it
Sito: www.antrocorchia.it / www.apuanegeopark.it
Orari: differenziati a seconda dei mesi e dei giorni della settimana (consultare il sito)
Ingresso: intero € 15,00, ridotto € 13,00, ragazzi fino a 14 anni € 10,00
Servizi: bus navetta da Levigliani

L’Antro del Corchia si trova sulle pendici dell’omonima montagna, una più alte delle Alpi Apuane. Assieme all’Abisso Fighierà e all’Abisso Farolfi fa parte di un ampio complesso carsico, il più esteso in tutta l’Italia. Si tratta di un insieme di gallerie e pozzi con una lunghezza complessiva di circa 70 chilometri e un dislivello massimo di 1.200 metri. L’ingresso della grotta prese il nome di Buca d’Eolo a causa del forte vento che tuttora si può percepire. La parte aperta al pubblico è un percorso attrezzato, in buona parte su passerelle d’acciaio, di quasi 2 chilometri e percorribile in 2 ore. Durante la visita si possono osservare varie stratificazioni di marmo, fratture verticali della roccia, profonde scanalature scavate da antichi torrenti sotterranei, laghetti sotterranei, imponenti concrezioni, stalattiti e stalagmiti di tutte le forme e dimensioni.

Miniere dell'Argento Vivo

miniere argento vivoZona: Versilia
Comune: Riseccoli – località Levigliani – Stazzema (LU)
Tipo: museo minerario (nell’ambito del Sistema Turistico Culturale “Corchia Underground”)
Tel.: +039 0584 778405
Email: info@antrocorchia.it / info@parcoapuane.it
Sito: www.antrocorchia.it / www.apuanegeopark.it
Orari: differenziati a seconda dei mesi e dei giorni della settimana (consultare il sito)
Ingresso: intero €uro 8,00, ridotto € 6,00

Era una miniera da cui originariamente si estraeva il cinabro e la pirite, successivamente adattata alla ricerca ed estrazione del mercurio nativo, il cosiddetto “argento vivo”. La visita guidata inizia nel piccolo cantiere della cosiddetta “cava romana” dove si può osservare l’antico metodo di scavo a pozzi inclinati. Si procede poi per un breve tratto esterno dove ci sono i resti della ferrovia mineraria e alcuni macchinari. Superato il corso d’acqua si raggiungono i cantieri della “Cavetta”, al di sopra dei quali rimangono tubi e tramogge per lo scarico del minerale dai livelli superiori. Il percorso è particolarmente suggestivo in quanto sono state ricostruite molte delle fasi dell’attività di scavo, senza trascurare le difficoltà della vita dei minatori.

Museo della Pietra Piegata

museo pietra piegataZona: Versilia
Comune: Stazzema (LU) – località Levigliani
Tipo: museo di artigianato (nell’ambito del Sistema Turistico Culturale “Corchia Underground”)
Indirizzo: via IV Novembre, 70
Tel.: +039 0584 778405
Email: info@antrocorchia.it / info@parcoapuane.it
Sito: www.antrocorchia.it / www.apuanegeopark.it
Orari: da settembre a giugno sabato e domenica 10.00-12.30 e 15.00-17.00; luglio e agosto tutti i giorni 10.00-12.30 e 15.00-17.00
Ingresso: €uro 3,00

Il museo ha avuto origine dall’idea di raccogliere quanto di meglio e di più significativo l’estrazione e l’utilizzo del marmo delle Alpi Apuane hanno lasciato, nel tempo, nel territorio ed anche altrove. Lo scopo è proprio la conservazione delle produzioni lapidee più caratteristiche, a cominciare da quelle seriali, per sviluppare una conoscenza archeologica specifica e non disperdere la memoria storica di una tradizione artigianale e artistica, attualmente molto ridotta.

Riserve Naturali

Parco Regionale delle Alpi Apuane

Val serenaia4

Provincia di  Lucca: Camaiore, Careggine, Fabbriche di Vergemoli, Gallicano, Minucciano, Molazzana, Pescaglia, Seravezza, Stazzema, Vagli
Provincia di Massa: Carrara, Casola in Lunigiana, Fivizzano, Massa, Montignoso
Tipo: parco naturale
Sito: www.parcapuane.it
Centri visite
1: Località Filanda – Forno di Massa – Massa (MS); tel. +39 0585 315300; email info@parcoapuane.it
2: Piazza delle Erbe, 1 – Castelnuovo di Garfagnana (LU); tel. +39  0583 644242; email garfagnana@tin.it
3: Via Corrado del Greco, 11 – Seravezza (LU); tel. +39 0584 756144; email  info@prolocoseravezza.it

Orari: tutti i giorni 9.00-13.00; nel pomeriggio orari differenziati (consultare il sito)
Servizi: prenotazione guide, internet point, bookshop

Il territorio

Copia di SAM_8274Le Alpi Apuane si caratterizzano per la morfologia assai aspra, con valli profondamente incise e versanti imponenti e molto inclinati. Le Alpi Apuane sono note per la bellezza dei marmi, per i profondi burroni e per le grandi cavità e grotte del sottosuolo. Qui c’è un labirinto impressionante di gallerie e pozzi con più 1.300 grotte di varia grandezza, in gran parte visitabili con un’adeguata attrezzatura e con la presenza di una guida speleologica. In alcune grotte sono state trovate tracce di presenza umana risalente al Paleolitico (uomo di Neanderthal).

Le Alpi Apuane sono attraversate da una fitta rete di sentieri, alcuni dei quali piuttosto impegnativi, e quindi da percorrere con molta attenzione. Non mancano anche alcune vie attrezzate con cavi metallici, adatte a persone esperte, da percorrere con materiale adeguato. Ovviamente ci sono molte “vie” tipicamente alpine. I rilievi più importanti sono, da Nord verso Sud: Monte Sagro (m. 1.748 ), Pizzo d’Uccello (m. 1.781), Monte Pisanino (m. 1.947, il più alto delle Alpi Apuane), Monte Tambura (m. 1.895), Monte Corchia (m. 1.676), Monte Altissimo (m. 1.589), Pania della Croce (m. 1.858), Monte Procinto (m. 1.147).

Le grotte e i sentieri

Nel territorio della Garfagnana, le grotte di maggiore importanza dal punto di vista mineralogico e che offrono la possibilità di effettuare escursioni e visite guidate al loro interno sono: Grotta del Vento (localitò Fornovolasco – comune di Fabbriche di Vergemoli – LU), Antro del Corchia (località Levigliani – comune di Stazzema – LU), Orrido di Botri (Bagni di Lucca – LU) e Grotte di Equi Terme (località Equi – comune di Fivizzano – MS).

parco alpi apuane1All’interno del Parco Regionale delle Alpi Apuane esiste una grande rete di sentieri che possono essere percorsi a piedi, in bicicletta, alcuni a cavallo per più di 60 chilometri tra stradine e mulattiere. La rete dei sentieri nel Parco, circa un centinaio, sono quelli segnalati dal Club Alpino Italiano. A questi si aggiungono gli itinerari più lunghi, come il Garfagnana Trekking, l’Apuane Trekking, il Lunigiana Trekking o l’Alta Via delle Apuane. Prima di affrontare ogni percorso si consiglia di dotarsi di carte dettagliate, di verificare l’agibilità dello stesso e le condizioni meteorologiche.

Rifugi e Bivacchi nelle Alpi Apuane

Le Alpi Apuane sono montagne molto frequentate per l’attrattiva escursionistica e alpinistica. Di conseguenza sono molti i rifugi e anche i semplici bivacchi presso i quali sostare per rifocillarsi e anche pernottare. Qui di seguito le strutture disponibili nella Provincia di Lucca.

  • Rifugio Donegani, m. 1.150, di fronte al Monte Pisanino, località Orto di Donna, Minucciano (LU), tel. +39 340 1509327 oppure +39 348 6520820; aperto dal 1 aprile al 31 ottobre, 52 posti letto. Raggiungibile in automobile da Piazza al Serchio.
  • Rifugio G. del Freo, m. 1.180, di fronte alla Pania della Croce, località Foce di Mosceta, Stazzema (LU), tel. +39 0584 778007; gestori tel. +39 331 2952106 e +39 333 7343419; posti letto 48. Apertura estiva. Telefonare per informazioni su altri periodi.
  • Rifugio E. Rossi alla Pania, m. 1.609, tra la Pania Secca e la Pania della Croce, località Prati della Pania, Molazzana (LU), tel. +39 0583 710386; gestore tel. +39 0583 74095 e +39 348 3898003. Apertura: 20 giugno-10 settembre tutti i giorni; 11 settembre-10 giugno, solo festivi e prefestivi. Posti letto 22.
  • Rifugio Forte dei Marmi, m. 865, sotto il Monte Nona e il Procinto, località Alpe della Grotta, Stazzema (LU), tel. + 39 0584 777051, gestori tel. +39 328 0068070 e +39 338 8284628, fax +39 0187 715116, email federicapuccinelli@hotmail.com, apertura estiva e fine settimana, 25 posti letto.
  • Rifugio La Buca, m. 480, località Fornovalasco, Fabbriche di Vergemoli (LU), tel. +39 0583 722013, posti letto 21 in camere da 2-3-4 letti, apertura 20 marzo-20 dicembre.
  • Rifugio Orto di Donna, m. 1.500, località Val Serenaia, Minucciano (LU), tel. +39 347 3663542, posti letto 34; aperto tutti i fine-settimana e tutti i giorni di luglio e agosto.
  • Rifugio Val Serenaia, m. 1.100, all’imbocco della valle omonima, Minucciano (LU), tel. +39 349 1424641, posti letto 20, camping annesso, aperto tutti i fine-settimana e tutti i giorni di luglio e agosto, raggiungibile in automobile da Piazza al Serchio.
  • Rifugio La Quiete e Il Robbio, m. 995, località Prati del Puntato, Stazzema (LU), tel. +39 0585 45440, 35 posti letto, gestore tel. +39 338 9350953; aperto tutto l’anno ma solo su prenotazione.

Località nei dintorni

Stazzema - Levigliani - PrunoPruno – Levigliani

Pruno

pruno monte foratoZona: Versilia
Comune: Stazzema (LU) – località Pruno
Tipo: borgo montano

È situato all’interno del Parco Naturale Regionale delle Alpi Apuane, circondato da splendide montagne: Pania della Croce, il caratteristico Monte Forato, il Monte Croce. Il nome del borgo deriva dal vocabolo latino prunulus, cioè susino spinoso o selvatico. La sua esistenza è attestata per la prima volta in una pergamena dell’anno 804. Poco lontani dall’abitato si trovano il caratteristico Mulino del Frate, un suggestivo ponte romanico recentemente restaurato e la cascata dell’Acqua Pendente. Durante tutto l’anno a Pruno si svolgono attività culturali, conferenze, incontri letterari e di poesia, mostre d’arte e altre iniziative, con un’attenzione particolare all’ambiente e alle peculiarità gastronomiche del territorio.

COSA FARE

Eventi

Solstizio d'estate

solstizio estateTipo: arte, musica, enogastronomia
Località: Volegno
Periodo: 21 giugno

Il Sole, sorgendo, passa dietro il grande arco naturale del Monte Forato, così denominato per questa singolare caratteristica. Un momento davvero unico coincide con il solstizio d’estate, quando il disco solare transita esattamente dentro l’arco. Nella stessa giornata sono organizzati vari eventi, quali conferenze di storia e cultura locale, mostre d’arte, rappresentazioni teatrali e spettacoli di artisti di strada che si esibiscono per le vie o le piazze del villaggio, concerti, danze. Inoltre assaggi di specialità gastronomiche locali.

Sport ed escursionismo

Stazeema - LeviglianiPalestra di roccia a Levigliani

Gran parte del territorio di Stazzema è una grande palestra all’aria aperta, ideale per l’escursionismo e l’alpinismo. Molti sono gli itinerari e i sentieri, praticabili anche nei mesi invernali, che salgono verso vari rifugi in quota, quali il Città di Massa, il Rossi, l’Albergo Alto Matanna e il rifugio Forte dei Marmi. Gradevoli sono anche le escursioni ai villaggi rurali Col di Favilla, Puntato e Campanice, zone d’alpeggio ormai quasi completamente abbandonate.

ITINERARI

Percorsi

Passo Alpino - StazzemaScorcio delle Alpi Apuane

Dalla località Pruno iniziano vari sentieri che consentono di raggiungere le cime più pittoresche delle Alpi Apuane e la più lontana Garfagnana. Tra questi è particolarmente apprezzato il sentiero 122 del CAI-Club Alpino Italiano che, inizialmente, conduce agli alpeggi, tra cui quello di Le Caselle. Quindi è possibile raggiungere il rifugio Giuseppe Del Freo, situato alla Foce di Mosceta (1.180 metri s.l.m.). Da qui si diramano sentieri verso la Pania della Croce (1.858 metri s.l.m.), il Monte Corchia (1.677 metri s.l.m.) e il Monte Forato (1.230 metri s.l.m.).

CULTURA

Storia

chiesa-di-s-anna-di-stazzemaIl territorio fu abitato fin dall’Età del Ferro come hanno confermato i ritrovamenti di antiche sepolture. Successivamente vi si insediarono i Liguri Apuani, fiera popolazione che Roma sottomise solo nel 180 a.C. Il borgo, il cui primo nome Stathiemia ha origini incerte, è citato per la prima volta nell’anno 991. Poco tempo dopo ne divennero proprietari i nobili di Corvaia e di Vallecchia, di origine longobarda. All’inizio del XIII° secolo alcuni di loro entrarono in contrasto con la città di Lucca, che già mirava apertamente al controllo di tutta la Versilia.
Nonostante il patto d’alleanza, denominato Lega di Stazzema, per guerreggiare contro Lucca, la città si mosse per prima, con una serie di incursioni. A partire dal 1225 molti castelli della Versilia, compreso quello di Stazzema, dovettero soccombere. Lucca provvide immediatamente a riparare e rinforzare il castello. Alla fine del XIII° secolo la famiglia Antelminelli, di fede ghibellina, si insediò nel borgo. Il capostipite fu il padre del comandante militare e signore di Lucca Castruccio Castracani che, assieme ai fratelli, signoreggiò su Stazzema, arricchendosi con il ferro e l’argento estratto dalle miniere. La morte di Castruccio (1328) causò un periodo di instabilità di oltre un secolo per la cittadina. Ad esempio, dopo aver conquistato la rocca, le milizie di Genova furono costrette ad abbattere la torre campanaria per stanare gli ultimi soldati di Lucca asserragliati all’interno.
Nel 1484 scoppiò la guerra tra Genova e Firenze e le milizie di quest’ultima, ormai saldamente controllata dalla famiglia Medici, penetrarono in Versilia e riuscirono ad impossessarsi del borgo. Dal 1513 Stazzema resterà stabilmente sotto il controllo di Firenze, seguendone i destini: signoria dei Medici, Granducato di Toscana, l’Unità d’Italia. A partire dalla metà del XVI° secolo fu proprio la famiglia Medici che potenziò l’estrazione del marmo, promuovendo l’apertura di nuove cave. Tra queste quelle di Ponte Stazzemese e delle Mulina, dalle quali furono estratti i marmi usati per decorare molti palazzi e chiese di Firenze negli anni di Cosimo I° Medici.

Curiosità

Un atroce eccidio e il film di Spike Lee

 miracolo santannaLa località di Sant’Anna è tristemente famosa per l’eccidio avvenuto nel 1944 quando 560 persone, tra abitanti e rifugiati nella zona, furono trucidati da soldati germanici. Il drammatico episodio ha ispirato il regista Spike Lee per il film “Miracolo a Sant’Anna”, utilizzando però per gran parte delle riprese esterne l’abitato di Colognora (comune di Pescaglia).

GASTRONOMIA

Piatti tipici

Tordelli

Pasta ripiena di carne bovina macinata, pane grattugiato, formaggio e uova, conditi con sugo di carne e conserva di pomodoro.

Panzanelle

Pasta lievitata e poi fritta, da gustare assieme a salumi locali.

Castagnaccio

Torta di farina di castagne con aggiunta di rosmarino, pinoli e scorza di limone.

Ciacci

Preparati con farina di castagne e poi cotti al fuoco sopra i “testi” (piastre circolari con un lungo manico). Dopo la cottura vengono arrotolati a guisa di cannoli e riempiti di ricotta.

Manifregole

manfrigolePolenta preparata con farina di castagne che, originariamente, veniva consumata a colazione assieme al latte.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire

Alberghi

Hotel Aronte

Via Campagrina – località Arni – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 789017

Hotel Procinto

Via IV Novembre, 21 – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 777004
servizi: ristorante, giardino

Hotel Raffaello

Via Nord, 11 – località Levigliani – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 778063
servizi: TV, bar, parcheggio, ristorante (menù per celiaci)
albergoraffaello@tiscali.it

Hotel Vallechiara

Via Lambora – località Levigliani – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 778054
info.vallechiara@gmail.com
servizi: ristorante, pizzeria, bar, wi-fi

Hotel La Pania

Piazza Europa, 1 – località Ponte Stazzemese – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 770111
ariannacardini@alice.it

Agriturismi

Agriturismo Il Paesaggio

Località San Rocchino – località Pomezzano – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 777587

Agriturismo Le Coppelle

Strada Versiliana Carducci – località Terrinca – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 778095
info@agriturismolecoppelle.it

Agriturismo L’Agrifoglio

Le Calde – località Pomezzana di Stazzema – Stazzema (LU)
Tel. +39 335.7227905/ +39 335 6910033/ +39 0584 777626
www.agriturismoagrifoglio.net
agriturismo@agriturismoagrifoglio.net

Agriturismo L’Alpeggio

Le Calde – località Pomezzana di Stazzema – Stazzema (LU)
Tel. +39 339 5824831/ +39 335 6910033
www.agriturismoalpeggio.it
info@agriturismoalpeggio.it
servizi: accettazione animali domestici

Agriturismo La Campanella

Via Campanella – località Palagnana – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 776000
rodolfo.barsi@virgilio.it

Agriturismo Le Poiane

Campiglia – località Retignano – Stazzema (LU)
Tel. +39 339 3514176/ +39 338 5033023
www.agriturismolepoiane.it
info@agriturismolepoiane.it

Agriturismo Monte Croce

Via Campogiobboli, 6 – località Palagnana – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 776004

Bed & Breakfast

B&B Mulinette

Via Culerchio, 1 – località Mulina – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 777211/ +39 338 7383621/ +39 329 4374136
barbarabenedetti1@interfree.it
servizi: piscina

B&B Argentiera

Località Argentiera – Stazzema (LU)
Tel. Fax +39 0584 777057/ +39 349 23 49 150

B&B Casa Giorgini

Località Giorgini – Stazzema (LU)
Tel. +39 329 2262277
www.casagiorgini.it
casagiorgini@libero.it

B&B Locanda dell’Artista

Pian di Lago – strada Versiliana Carducci, 5 – località Terrinca – Stazzema (LU)
Tel. +39 347 8611920
info@locandadellartista.net

Case vacanze/residence

Casa per Ferie La Canonica di Valversilia

Via Cardoso, 226 – località Pruno – Stazzema (LU)
Tel. +39 333 7029024
lacanonicadipruno@tiscali.it

Ostelli

Ostello La Pania

Via del Teatro, 205 – località Pruno – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 1780261
www.ostellolapania.it
info@ostellolapania.it

Rifugi

Rifugio alpino Cai Forte dei Marmi

Località Alpe della Grotta – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 777051
www.caifortedeimarmi.it
segreteria@caifortedeimarmi.it

Rifugio alpino del Freo – Pietrapana m 1180 – Sezione Cai Viareggio

Parco delle Alpi Apuane – località Mosceta – Stazzema (LU)
Tel. +39 0584 778007
www.rifugiodelfreo.it
info@rifugiodelfreo.it