Cosa vedere a Palaia

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termometro_fosdinovo

Palaia, dai Longobardi ai film

palaia stemmaCosa vedere a Palaia? Innanzi tutto un territorio caratterizzato da una diffusa coltivazione della vite, dell’olivo e degli alberi da frutto. La cittadina conserva le tracce del passato medievale negli elementi architettonici di alcuni edifici. L’agricoltura è attualmente la maggiore fonte di reddito per gli abitanti. In tempi più recenti si è aggiunta l’attività ricettiva, come conferma il notevole numero di strutture disponibili – agriturismi in particolare – e di cui l’attraente paesaggio della zona costituisce lo sfondo ottimale.

ZONA Valdera
TIPO villaggio collinare
COORDINATE 43°36′21″N 10°46′22″E
ALTITUDINE 240 metri s.l.m.
PRODOTTI vino, olio d’oliva, patata
SPORT trekking escursionistico, ciclismo
CONFINI Capannoli (PI), Montaione (FI), Montopoli in Val d’Arno (PI), Peccioli (PI), Pontedera (PI), San Miniato (PI)

palaia mapInformazioni  Turistichepisa mappa

Comune di Palaia
Piazza della Repubblica, 56 – 56036 Palaia (PI)
Tel: +39 0587 621437
www.comune.palaia.pi.it
turismo@comune.palaia.pisa.it

COSA VEDERE

Chiese

Chiesa di Sant’Andrea

Chiesa di Sant'Andrea

chiesa santo andreaZona: Valdera
Tipo: chiesa (XIII° secolo)

Datata dal 1201, fu edificata su un preesistente tempio pagano dedicato a Saturno. All’interno sono presenti alcune statue in terracotta invetriata, parte di un altare di Andrea della Robbia, una Madonna con Bambino di Luca della Robbia (1431 circa), un crocifisso ligneo del XIV° secolo di scuola pisana e una scultura lignea raffigurante la Madonna con Bambino di Francesco di Valdambrino (1403).

Pieve di San Martino

Zona: Valdera
Tipo: chiesa (XIII° secolo)

La pieve fu fondata nel 1280. L’edificio, interamente costruito in mattoni, è decorato da archetti pensili; l’interno è costituito da tre navate con archi a tutto sesto, con colonne parte tonde e parte composte di quattro mezze colonne legate in un solo ceppo. La compresenza di elementi romanici e gotici fa supporre che la chiesa sia stata costruita in due fasi successive. All’interno si segnala l’acquasantiera di forma cilindrica del XII° secolo.

Località nei dintorni di Palaia

Scorcio di Villa Saletta

Villa Saletta

villa salettaZona: Valdera
Comune: Palaia (PI) – località Villa Saletta
Tipo: villaggio rurale storico

Il nome Saletta è di origine longobarda: sala indicava un insediamento campestre con annessa villa signorile. Le prime notizie di un insediamento denominato Saletto risalgono alla fine del X° secolo mentre quelle del 1260 descrivono la chiesa dedicata a San Pietro e San Michele al centro di una vasta tenuta. A partire dalla seconda metà del XV° secolo proprietari del borgo divennero i marchesi Riccardi, imparentati con i Medici di Firenze e loro banchieri. L’ampliamento più consistente del borgo avvenne nel XVIIIo secolo ampliando l’abitato fino alle dimensioni attualmente visibili. Qui i due fratelli registi Taviani hanno girato alcune scene dei film “La notte di San Lorenzo” (“Good Morning Babilonia”), utilizzando parte delle abitazioni dei coloni e la piazzetta davanti alla chiesa.

ARTE E MUSEI

Musei di Palaia

Museo della Civiltà Contadina

Zona: Valdera
Comune: Palaia
Tipo: museo del lavoro agricolo
Indirizzo: Palazzo Vaccà – via A. Vaccà, 44 – località Montefoscoli
Tel.: +39 0587 657072
Email: comitatopromozionemontefoscoli@gmail.it
Sito: www.museociviltacontadinamontefoscoli.it
Orari: dal 1° aprile al 31 ottobre solo la domenica 10.00-12.30 e 15.30-19.00
Ingresso: gratuito

Il museo è ubicato nelle cantine e nei magazzini della tenuta agricola Vaccà Berlinghieri. Sono esposti strumenti di lavoro di epoca compresa tra il XVII° e XIX° secolo utilizzati nel mondo rurale delle colline pisane. Nel palazzo è anche visibile la casa degli storici proprietari, arredata con mobilio d’epoca.
All’interno del frantoio vengono organizzate, periodicamente, cene a tema con spettacolo teatrale compreso.

Museo del Lavoro e della Civiltà Rurale

Zona: Valdera
Comune: Palaia – località San Gervasio
Tipo: museo etnologico
Orari: apertura su appuntamento

Il museo conserva una raccolta etnografica e antropologica della Valdera. Il museo è ubicato in una casa colonica di stile pisano, vero specchio della tipica casa contadina a partire dalla cantina per finire alla stalla. Il museo inoltre contiene una biblioteca di oltre 300 volumi, tra cui testi specialistici sul mondo dell’agricoltura, dei vecchi mestieri, delle devozioni popolari e della cucina contadina. È possibile visitare il museo su appuntamento, così come partecipare a un laboratorio didattico, ai corsi di erboristeria e alla consultazione della biblioteca.

COSA FARE

Eventi

Festa della Civiltà Contadina

Tipo: celebrazione rurale
Periodo: giugno
Località: Montefoscoli – comune di Palaia
Email: comitatopromozionemontefoscoli@gmail.it

Organizzata dal Comitato di Promozione Culturale di Montefoscoli si svolge in tutti i fine-settimana di giugno ed è la celebrazione dei prodotti tipici del territorio: salumi, formaggi, farine, ortaggi. Sono numerosi gli spettacoli all’aperto con la partecipazione di artisti di strada, artigiani, musicisti.

GASTRONOMIA

Prodotti tipici

Tuscan Wine and cellars

Cantine vinicole da visitare

Usiglian del Vescovo

Palaia (PI)
cantina vinicola

CULTURA

Storia

Nel X° secolo la distribuzione degli insediamenti in tutta la Valdera conobbe una profonda modifica a causa di un cambiamento che si diffuse in tutta l’Italia centro-settentrionale: la nascita dei castelli. Le prime notizie sul borgo originario risalgono al XI° secolo, quando il castello intorno a cui si sviluppò l’abitato era di proprietà del Vescovo di Lucca. Di conseguenza, già a partire dal 1172, Palaia si trovo’ al centro della guerra tra Lucca e Pisa. Nel 1406 passò sotto controllo di Firenze e ne seguì le sorti fino all’Unità d’Italia, ad eccezione dell’occupazione delle truppe di Milano nel 1431 e di un periodo di ribellione nel 1495. Il borgo conserva tracce che testimoniano la storia secolare, sia negli edifici che nell’impianto urbano. All’ingresso dell’abitato è rimasta l’antica porta in direzione di Firenze, la cui costruzione è databile all’epoca medievale, e la “Torre Civica”, quest’ultima del XVI° secolo.

Curiosità

La strada che collega Palaia a San Gimignano è classificata tra le più belle al mondo. Distribuito tra colline con coltivazioni di olivi e vigneti, il panorama è particolarmente accattivante, punteggiato da borghetti sparsi, torri castellari e casolari. Nel territorio sono stati girati vari film come La Notte di San Lorenzo e Fiorile, entrambi dei fratelli Taviani, e N io e Napoleone di Paolo Virzi.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire a Palaia

Tenuta La Cerbana

Palaia (PI)
Agriturismo e ristorante

Dove mangiare a Palaia

Tenuta La Cerbana

Palaia (PI)
Agriturismo e ristorante

Prodotti da acquistare – VINO e OLIO

Usiglian del Vescovo

Palaia (PI)
cantina vinicola