Antiquariato a Bientina

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termometro_fosdinovo

Bientina, antiquariato e dove dorme San Valentino

bientina stemmaBientina è un piccolo comune situato tra il Valdarno Inferiore e la zona pianeggiante della Provincia di Lucca. L’economia è principalmente basata su produzioni di tipo artigianale. Ogni quarto fine settimana di ogni mese si svolge nella piazza principale un importante mercato antiquario con esposizione di mobili e oggettistica varia. Da vedere la Chiesa di Santa Maria Assunta, dove sono conservate le spoglie di San Valentino, il Museo Etrusco e il Bosco di Tanali.

ZONA Val d'Era
TIPO cittadina di campagna
COORDINATE 43°42’26’’N 10°3701400E
ALTITUDINE 10 metri s.l.m.
PRODOTTI artigianato del legno, antiquariato
SPORT trekking escursionistico, ciclismo, equitazione
CONFINI Altopascio (LU), Buti (PI), Calcinaia (PI), Capannori (PI), Castelfranco di Sotto (PI), Santa Maria a Monte (PI), Vicopisano (PI)

bientina mapInformazioni turistichepisa mappa

Comune di Bientina
Piazza Vittorio Emanuele II°, 53 – 56031 Bientina (PI)
Tel.: +39 0587 758411
www.comune.bientina.pi.it

COSA VEDERE

Chiese

Chiesa di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta

santa maria assuntaZona: Valdarno Inferiore
Tipo: chiesa (XIV° secolo)

Risale al 1326 e fu consacrata alla Vergine Assunta. Nel 1640 la chiesa fu corredata di un magnifico organo a canne costruito dal lucchese Bartolomeo Ravani. Un’urna di oro zecchino conserva le spoglie di San Valentino, martirizzato a Roma nel III° secolo d.C. e originariamente inumato nelle Catacombe di S. Callisto. Alla fine del XVII° secolo la nobildonna romana Laura Grotti donò le spoglie del già venerato santo alla chiesa e, con una fastosa cerimonia del 1699, ebbe inizio un vero e proprio culto. Infatti, i miracoli attribuitigli ebbero immediata e vasta risonanza, tantoché lo stesso Gian Gastone, ultimo granduca della casata Medici, venne a venerarne le spoglie nel 1717.

san valentinoAnalogo omaggio fu reso negli anni 1766 e 1768 dal granduca Pietro Leopoldo di Lorena. Parallelamente l’interno della chiesa fu oggetto di ristrutturazione, con aggiunta di decorazioni e arredi ispirati al rococò. Una serie di affreschi, dipinti da Giuseppe Romei negli anni 1782-1783, rappresentano la traslazione del corpo del martire e i primi miracoli. Annesso alla chiesa c’è il Museo di Arte Sacra.

Riserve naturali di Bientina

Bosco Tanali

Zona: Valdarno Inferiore
Comune: Bientina (PI) – località Caccialupi
Tipo: area naturale protetta

L’area protetta si trova all’interno del Padule di Bientina e racchiude una grande varietà di ambienti come prati umidi, pagliereti, boschi umidi a ontano nero, canneti e piccoli specchi d’acqua. Nel territorio si trovano elementi vegetali tipici delle zone umide come il magnocariceto e il canneto palustre. Tra le specie legate all’ambiente palustre si annoverano il pendolino, la cannaiola e la salciaiola migratici e nidificanti. L’area, in cui vige il divieto di caccia, è aperta tutto l’anno. Sono segnalati sentieri percorribili a piedi oppure in bicicletta.

ARTE E MUSEI

Musei di Bientina

Museo della Pieve

museo della pieveZona: Valdarno Inferiore
Tipo: museo di arte sacra

Il museo è annesso alla Chiesa di Santa Maria Assunta. Espone una grande quantità di arredi e paramenti sacri risalenti al periodo compreso tra il XVI° e il XIX° secolo.

Museo della Storia Antica del Territorio di Bientina "V. Bernardi"

museo etrusco1Zona: Valdarno Inferiore
Tipo: museo archeologico
Indirizzo: vicolo Masaccio/via Marco Polo
Orario: domenica 10.00-12.00
Ingresso: gratuito

È ubicato nell’ex chiesa di San Girolamo. Nel corso di scavi e di opere di bonifica nel padule eseguiti negli ultimi sessant’anni sono avvenuti molteplici e importanti ritrovamenti archeologici che hanno accertato la presenza di insediamenti etruschi nel territorio. Mirate campagne di scavo e di recupero hanno portato alla luce numerosi reperti di notevole importanza storica, molti dei quali ben conservati: anfore, ceramiche in bucchero nero e vernice rossa, elementi di collane, fibule, spilloni, orecchini. Tutti questi oggetti sono ora esposti nel museo intitolato a Vittorio Bernardi, un bientinese appassionato di archeologia.

COSA FARE

Eventi

Festa Patronale di San Valentino

san valentinoTipo: festa religiosa
Periodo: domenica di Pentecoste

Numerose sono le celebrazioni religiose che si svolgono in onore del Santo Patrono; molto seguita è la processione con la reliquia del Santo che percorre le principali vie del paese.

Palio di Bientina

palioTipo: folclore sportivo
Periodo: terza domenica luglio

I contendenti, in rappresentanza delle dieci contrade, devono effettuare, a cavallo, tre giri della pista. Al vincitore viene consegnato il “Cencio” (palio), dipinto da artisti della zona. Molto suggestivo è il corteo storico, che si svolge il sabato precedente alla competizione: nelle ore serali i figuranti in costume, in rappresentanza di ogni contrada, sfilano per le vie del centro.

CULTURA

Storia

La prima menzione del paese risale al 793 d.C., anno in cui fu concessa al vescovo di Lucca una porzione di terreno “nel Monastero di S. Andrea in luogo di Bientina”. Il castello, le cui torri sono in gran parte visibili ancor oggi, fu costruito nel XII° secolo. Nei due secoli successivi il territorio fu, alternativamente, sotto il controllo di Lucca e Pisa, fino a che, nel 1402, si sottomise a quello di Firenze, seguendone tutti gli eventi storici successivi, granducato mediceo prima, lorenese dopo. La cittadina si era sviluppata ai bordi un’ampia zona lacustre e paludosa che si estendeva fino a Fucecchio.

I primi lavori di riassetto della complessa idrografia della zona (e relative bonifiche) furono iniziati proprio nel periodo del granduca Pietro Leopoldo di Lorena. In particolare, tramite il Canale Emissario, opera di grande ingegneria idraulica, le acque furono fatte defluire verso l’alveo del fiume Arno. Con la fine del governo lorenese in Toscana, Bientina entrò a far parte del Regno d’Italia e ne seguì le sorti.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire a Bientina

Alberghi

Hotel Il Patino

Via della Vecchia Stazione, 50 E/F – Bientina (PI)
Tel. +39 0587 755547
www.ilpatinosrl.it
info@ilpatinosrl.it

Hotel Sextum

Via Jacopo del Polta, 51 – Bientina (PI)
Tel. +39 0587 755822
www.hotel-sextum.it
hotelsextum@alice.it
servizi: wi-fi, TV, parcheggio

Hotel Residence Easy Space

Via Antonio Meucci, 18 – Bientina (PI)
Tel. +39 0587 756453/ +39 348 2212941
www.easy-space.it
info@easy-space.it

Bed & Breakfast

Affittacamere Boterò

Via Marco Polo, 119 – Bientina (PI)
Tel. +39 0587 488316/ +39 0587 756284

Affittacamere Il Giardino di Ortensia

Via Achille Pacini, 16 – Bientina (PI)
Tel. +39 333 5468209