Scegli cosa vedere e fare a Montignoso

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termo_cantagallo

Montignoso, tra torri bizantine e castelli longobardi

Montignoso-StemmaDi origine longobarda, la cittadina di Montignoso si trova al confine con la Versilia, in un territorio che si estende dal monte Carchio al mare. I paesaggi sono quindi molto dversi tra di loro, dalle frequentate spiagge di Cinquale al Parco Regionale delle Apuane e all’oasi faunistica del lago di Porta. Dominato dall’imponente Castello Aghinolfi, Montignoso contiene anche interessanti monumenti religiosi come la chiesa di San Vito e Modesto. La parte alta del territorio comunale è solcata da piacevoli percorsi che attraversano antichi borghi e zone di produzione vinicola.

ZONA Riviera Apuana
TIPO cittadina di villeggiatura
COORDINATE 44°1′0″N 10°10′0″E
ALTITUDINE 130 metri s.l.m.
PRODOTTI vino
SPORT trekking escursionistico, sport nautici, vela, surf casting, pesca sportiva
CONFINI Forte dei Marmi (LU), Massa (MS), Pietrasanta (LU), Seravezza (LU)

montignoso mappaInformazioni Turistichemassa carrara map

Comune di Montignoso
Via Fondaccio, 16 – 54038 Montignoso (MS)
Tel.: +39 0585 8271205
urp@comune.montignoso.ms.it
www.comune.montignoso.ms.it

COSA VEDERE

Castelli di Montignoso

Castello Aghinolfi

Castello AghinolfiZona: Riviera Apuana
Tipo: fortificazione altomedievale (VIII°-XII° secolo)
Indirizzo: Via Palatina
Tel.: +39 0585 44774
Sito: www.istitutovalorizzazionecastelli.it
Email: info@istitutovalorizzazionecastelli.it
Orari: domenica e festivi 15.00-17.30
Ingresso: adulti €uro 5,00, bambini da 6 a 15 anni € 3,00
Servizi: visite guidate

Un documento dell’VIII° secolo (epoca longobarda) attesta l’esistenza del Castello di Aghinulfo, all’epoca poco più che una torre quadrangolare. L’ampliamento successivo è, probabilmente, del XII° secolo, quando un possente mastio ottagonale inglobò le strutture preesistenti. Il castello rimase in possesso della famiglia, ormai conosciuta come Aghinolfi, fino al 1376. In quell’anno il fortilizio fu annesso da Lucca, che lo potenziò ulteriormente. Nel 1494 il castello venne ceduto al re Carlo VIII° di Francia.
La struttura era divenuta ampia e in grado di accogliere la popolazione locale in caso di necessità: lo confermano la presenza di un mulino a vento e una grande cisterna. A metà del XVIII° secolo il castello fu completamente abbandonato. Alla fine del XX° secolo furono effettuati lavori di restauro e attualmente il castello e la cinta muraria sono visitabili. Nella torre ottagonale c’è un’esposizione in cui, tra le altre cose, sono visibili le varie fasi evolutive della struttura.

Chiese

Chiesa di San Vito e Modesto

Chiesa di San Vito e ModestoZona: Riviera Apuana
Comune: Montignoso (MS) – località Piazza
Tipo: chiesa (XV° secolo)
Tel.: +39 0585 44774

All’interno della chiesa di San Vito c’è un trittico d’altare, eseguito nel 1482 dal pittore lucchese Michele Ciampanti e che raffigura la Madonna col Bambino tra i Santi Giovanni Battista, Vito, Modesto e Pietro.

Monumenti e luoghi da visitare a Montignoso

Villa Giorgini Schiff

Zona: Riviera Apuana
Tipo: villa storica (XVIII° secolo)
Tel.: +39 0585 82710204
Orari: estivo 8.00-18.00, invernale 8.00-14.00
Ingresso: gratuito

La villa, attualmente sede del comune di Montignoso, fu residenza della famiglia Giorgini. Il complesso è caratterizzato da un gioco di piani costruttivi, raccordati da brevi scalinate, che collegano lo spiazzo del ninfeo all’edificio. Attorno alla villa c’è un parco che contiene un vasto repertorio di piante tra le quali gigantesche magnolie, pini, rose selvatiche e palme.

Riserve Naturali

Parco Regionale delle Alpi Apuane

Val serenaia4

Provincia di  Lucca: Camaiore, Careggine, Fabbriche di Vergemoli, Gallicano, Minucciano, Molazzana, Pescaglia, Seravezza, Stazzema, Vagli
Provincia di Massa: Carrara, Casola in Lunigiana, Fivizzano, Massa, Montignoso
Tipo: parco naturale
Sito: www.parcapuane.it
Centri visite
1: Località Filanda – Forno di Massa – Massa (MS); tel. +39 0585 315300; email info@parcoapuane.it
2: Piazza delle Erbe, 1 – Castelnuovo di Garfagnana (LU); tel. +39  0583 644242; email garfagnana@tin.it
3: Via Corrado del Greco, 11 – Seravezza (LU); tel. +39 0584 756144; email  info@prolocoseravezza.it

Orari: tutti i giorni 9.00-13.00; nel pomeriggio orari differenziati (consultare il sito)
Servizi: prenotazione guide, internet point, bookshop

Il territorio

Copia di SAM_8274Le Alpi Apuane si caratterizzano per la morfologia assai aspra, con valli profondamente incise e versanti imponenti e molto inclinati. Le Alpi Apuane sono note per la bellezza dei marmi, per i profondi burroni e per le grandi cavità e grotte del sottosuolo. Qui c’è un labirinto impressionante di gallerie e pozzi con più 1.300 grotte di varia grandezza, in gran parte visitabili con un’adeguata attrezzatura e con la presenza di una guida speleologica. In alcune grotte sono state trovate tracce di presenza umana risalente al Paleolitico (uomo di Neanderthal).

Le Alpi Apuane sono attraversate da una fitta rete di sentieri, alcuni dei quali piuttosto impegnativi, e quindi da percorrere con molta attenzione. Non mancano anche alcune vie attrezzate con cavi metallici, adatte a persone esperte, da percorrere con materiale adeguato. Ovviamente ci sono molte “vie” tipicamente alpine. I rilievi più importanti sono, da Nord verso Sud: Monte Sagro (m. 1.748 ), Pizzo d’Uccello (m. 1.781), Monte Pisanino (m. 1.947, il più alto delle Alpi Apuane), Monte Tambura (m. 1.895), Monte Corchia (m. 1.676), Monte Altissimo (m. 1.589), Pania della Croce (m. 1.858), Monte Procinto (m. 1.147).

Le grotte e i sentieri

Nel territorio della Garfagnana, le grotte di maggiore importanza dal punto di vista mineralogico e che offrono la possibilità di effettuare escursioni e visite guidate al loro interno sono: Grotta del Vento (localitò Fornovolasco – comune di Fabbriche di Vergemoli – LU), Antro del Corchia (località Levigliani – comune di Stazzema – LU), Orrido di Botri (Bagni di Lucca – LU) e Grotte di Equi Terme (località Equi – comune di Fivizzano – MS).

parco alpi apuane1All’interno del Parco Regionale delle Alpi Apuane esiste una grande rete di sentieri che possono essere percorsi a piedi, in bicicletta, alcuni a cavallo per più di 60 chilometri tra stradine e mulattiere. La rete dei sentieri nel Parco, circa un centinaio, sono quelli segnalati dal Club Alpino Italiano. A questi si aggiungono gli itinerari più lunghi, come il Garfagnana Trekking, l’Apuane Trekking, il Lunigiana Trekking o l’Alta Via delle Apuane. Prima di affrontare ogni percorso si consiglia di dotarsi di carte dettagliate, di verificare l’agibilità dello stesso e le condizioni meteorologiche.

Rifugi e Bivacchi nelle Alpi Apuane

Le Alpi Apuane sono montagne molto frequentate per l’attrattiva escursionistica e alpinistica. Di conseguenza sono molti i rifugi e anche i semplici bivacchi presso i quali sostare per rifocillarsi e anche pernottare. Qui di seguito le strutture disponibili nella Provincia di Massa Carrara.

  • Rifugio Carrara, m. 1.320, località Campo Cecina (MS), tel. +39 0585 841972, sempre aperto (escluso il 25 dicembre), 54 posti letto. Raggiungibile in automobile da Carrara.
  • Capanna Garnerone, m. 1.260, sotto il Monte Garnerone presso Fonte Vacchereccia, località Vinca (MS), 18 posti letto; le chiavi possono essere richieste al CAI di Carrara, tel. +39 0585 776782
  • Bivacco Aronte, m. 1.620, sotto il Passo della Focolaccia (MS), locale unico con sei cuccette; le chiavi possono essere richieste al CAI di Massa, tel. +39 0585 488081
  • Rifugio Conti, m. 1.442, località Campaniletti, Resceto (MS), tel. +39 0585 793059, gestori tel. +39 333 4551121 e +39 339 3063181; posti letto 24, sempre aperto, ma si consiglia di telefonare prima.
  • Bivacco K2, m. 1.500, alle pendici del Monte Contrario, nel comune di Carrara (MS), sei posti letto; per le chiavi rivolgersi al CAI di Carrara, tel. +39 0585 776782

Lago di Porta

Lago di PortaZona: Riviera Apuana e Versilia
Comune: Montignoso (MS) e Pietrasanta (LU)
Tipo: lago paludoso
Tel.: +39 0585 8271246
Email: barbara.vietina@comune.montignoso.ms.it
Servizi: visite guidate

È una delle poche zone sopravvissute alle bonifiche che hanno progressivamente cancellato le paludi lungo la costa della Toscana. Comprende una zona umida e una zona con vegetazione di tipo mediterraneo. Nel 1998 l’area è stata inserita nel Sistema Regionale delle Aree Protette di Interesse Locale (A.N.P.I.L.). Grazie alla varietà di ambienti, in vari periodi dell’anno possono essere osservate circa un centinaio di specie di uccelli residenti, migratori o presenti solo nel periodo riproduttivo.

Località nei dintorni di Montignoso

Cinquale

Cinquale1Zona: Riviera Apuana
Comune: Montignoso (MS) – località Cinquale
Tipo: cittadina balneare

Mare limpido e spiagge ben attrezzate dove sono presenti stabilimenti balneari di consolidata tradizione e ottime strutture ricettive, oltre un porticciolo per piccole imbarcazioni. La località di Cinquale è stata, in varie epoche, frequentata da noti personaggi della letteratura, come Enrico Pea e Gabriele D’Annunzio, e della pittura, quali Carlo Carrà e Mino Maccari, che qui trascorsero alcuni periodi della loro vita e qui trovarono ispirazione.

CinqualeIl caratteristico porticciolo ha una capacità di oltre 200 posti-barca. Vengono organizzate gare di surf casting oltre alla pesca alla trota.

COSA FARE

Eventi

La Fiera del Bestiame nella festività di San Vito a Montignoso

Tipo: religioso e fiera-mercato
Periodo: 15 giugno

Celebrazione della festa di San Vito, patrono di Montignoso, e rievocazione dell’antica fiera dei suini.

 

ITINERARI

Percorsi nei dintorni di Montignoso

Strada del Vino dei Colli di Candia e di Lunigiana

candiaComuni: Pontremoli, Fosdinovo, Montignoso, Filattiera, Carrara
Informazioni: Comitato Strada del Vino Colli di Candia e di Lunigiana
Indirizzo:
Via Crispi, 11 – Massa (MS) / Lungomare Vespucci, 24 – località Marina di Massa – Massa Carrara (MS)
Tel.:
+39 338 8853067 / +39 0585 816555
Sito:
www.stradadelvinoms.it
Email:
info@stradadelvinoms.it

Prodotti: Candia dei Colli Apuani DOC, Colli di Luni DOC, Val di Magra IGT, Toscana IGT

La Strada del Vino dei Colli di Candia e di Lunigiana si snoda attraverso la parte più nord-occidentale della Toscana, nel territorio della Provincia di Massa-Carrara. La zona è nota per il paesaggio variegato e atipico, collocato tra le Alpi Apuane (con vette fino 2.000 metri) e il mare che bagna.
Gli itinerari attraverso aziende vitivinicole, agrituristiche e ricettive associate consentono visite ed escursioni alle cave di marmo oppure villeggiatura nelle cittadine balneari. Partendo da Pontremoli in direzione Fosdinovo per giungere a Montignoso si attraversano vari borghi tipici: Filattiera, Malgrate, Castiglione, Merizzo, Vaccareccia, Quercia, Rometta, Ceserano, S. Terenzo, Castelpoggio, Gragnana, Sorgnano, Mirteto, Turano, Capanne.

I Vini

Il Candia dei Colli Apuani è un vino da bersi giovane e da abbinarsi, per il tipo secco, ad antipasti di pesce e crostacei in genere. Il tipo amabile o abboccato è da abbinare a dolci delicati, mentre il Vin Santo è ottimo per l’abbinamento a qualsiasi tipo di pasticceria secca oppure a crostate. Vino dei Colli di Luni: per il bianco è consigliato l’accostamento con le minestre e la pasta al pesto; è gradevole anche sugli antipasti di terra leggeri. Il Vermentino è adatto ai primi e secondi piatti a base di pesce e crostacei mentre il rosso è da abbinare alla cucina toscana in genere, in particolare ai salumi, ai formaggi e alle carni bianche.

colli candiaPercorso

Il percorso inizia a Pontremoli, suggestivo borgo con palazzi barocchi che testimoniano la fortuna mercantile del passato. Meritano una sosta la Chiesa di San Francesco, dove si conserva un bassorilievo marmoreo di Agostino di Duccio, il Teatro della Rosa, di fronte alla torre medievale di Castelnuovo, e la chiesa barocca di Nostra Donna, completamente affrescata. Appena fuori dell’abitato c’è il complesso quattrocentesco del convento e della chiesa della Santissima Annunziata, costruito interamente in pietra. Al di sopra del vecchio borgo c’è il Castello del Piagnaro, di epoca longobarda, al cui interno è ubicato il Museo delle Statue Stele. Nei dintorni è d’obbligo una sosta a Cervara, caratteristico borgo con i “facion”, antichi volti grotteschi scolpiti nella pietra arenaria su gli architravi delle abitazioni per allontanare gli spiriti maligni.
il percorso segue anche la Via Francigena (o Romea) che attraversa le colline ricche di castagneti della Lunigiana costeggiando il fiume Magra. Molti i borghi e le cittadine che si incontrano. Durante il percorso si attraversano: Filattiera, capitale della Lunigiana bizantina, con le sue strette stradine, la torre d’avvistamento, la chiesa castrense medievale di San Giorgio. Da non dimenticare l’ospitale di San Giacomo, antico luogo di accoglienza dei pellegrini. Il monumento più importante della zona è la Pieve di Santo Stefano a Sorano, proprio a fianco della Via Francigena. Poco lontano da Filattiera numerose case-torri compongono l’abitato di Ponticello, risalente all’epoca bizantina.
Si attraversano poi Malgrate, Castiglione, Merizzo, Vaccareccia, Quercia, Rometta, Ceserano, S. Terenzo, Castelpoggio, Gragnana, Sorgnano, Carrara, la “città del marmo”. Numerosi sono i palazzi di interesse storico nel centro della città: Palazzo del Medico, palazzo Orsolini, delle Logge, Conti Luciani, Fabbricotti e delle Cariatidi, con la facciata interamente rivestita in marmo e adornata di statue settecentesche. Da visitare il Duomo di Sant’Andrea, notevole edificio in stile romanico-gotico. Davanti all’edificio si trova l’incompiuta Fontana del Gigante e la casa in cui soggiornava Michelangelo Buonarroti quando veniva a scegliere i marmi per le sue opere. Nel Castello del Principe c’è l’Accademia delle Belle Arti, fondata nel 1769, dove si trovano esposte opere d’arte contemporanea, calchi in gesso e numerosi cippi romani. Da non trascurare il Museo Civico del Marmo, in cui si conservano reperti provenienti dalle cave, macchine e strumenti per la lavorazione del minerale. Proseguendo su questa direttrice principale si arriva fino al mare, cioè Marina di Carrara con il porto moderno.
Il percorso termina a Montignoso che integra una triplice varietà geografica: il mare, la campagna e la montagna. Di notevole interesse il medievale Castello Aghinolfi e la Villa Schiff-Giorgini, circondata da un giardino con alberi secolari. Il Lago di Porta è sicuramente il luogo ideale per gli amanti della natura, attualmente un centro dedicato al ripopolamento faunistico.
Il percorso è un’ottima occasione per gustare i prodotti tipici e la cucina locale, in particolare il lardo di Colonnata IGP, la salsiccia di prosciutto di Montignoso e il miele della Lunigiana DOP, di acacia o di castagno. I ristoranti sul mare offrono un vasta scelta di pesce fresco, mentre quelli dell’entroterra propongono i piatti tipici della tradizione come i testaroli della Lunigiana, cotti in testi di ghisa come mille anni fa e conditi con il pesto, la torta d’erbi (con erbe selvatiche), i taglierini nei fagioli, il baccalà marinato e la torta di riso dolce, il tutto accompagnato dai vini della zona che rispecchiano la ricchezza del territorio.

CULTURA

Storia

montignoso1La posizione, indubbiamente strategica, ha determinato per molti secoli la funzione primaria della località: punto di osservazione militare. Questo ruolo fu ricoperto già nell’epoca in cui la zona era abitata dalle popolazioni Liguri Apuane (IV°-III° secolo a.C.). Divenne quindi torre di avvistamento durante l’espansione romana verso la Gallia, infine avamposto bizantino in Lunigiana.
Le prime notizie documentate risalgono all’anno 753, quando il re dei longobardo Astolfo donò al cognato un appezzamento di terreno in questa zona. Di lì a poco fu costruito un fortilizio, primo nucleo di quello che diventerà successivamente il Castello Aghinolfi. Conteso tra Firenze, Genova, Lucca, Pisa, nel XIII° secolo fu finalmente annesso ai territori lucchesi. Nel 1847 Montignoso fu ceduto al Ducato di Modena e ne seguì le sorti fino all’Unità d’Italia.

GASTRONOMIA

Prodotti tipici

Vino

Montignoso vanta una pregiata produzione di vini tra i quali spiccano il Calomino e il Feudo.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire

Alberghi

Albergo Zeno

Via Foce Morta, 1 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 807698

Hotel Delfin

Via D. Alighieri – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309147
www.hoteldelfin.it
info@lapinetacravilla.com
servizi: accettazione animali domestici, parcheggio, baby sitting

Hotel Eden

Via A. Gramsci, 26 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 807676
www.edenhoTel.it
info@edenhotel.it
servizi:  accettazione animali domestici,  parcheggio

Hotel La Rondine

Via delle Cateratte, 138 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39  0585 309093
info@hotel-larondine.com

Hotel Park Hotel Cinquale

Via delle Pinete, 2 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309505/6
www.parkhotelcinquale.com/
info@parkhotelcinquale.com

Hotel Manuela

Via G. Cesare, 25 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309287
www.hotelmanuela.net
info@hotelemanuela.net

Hotel Giulio Cesare

Via G. Cesare, 29 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309318
hotelgiulocesare@tiscali.it

Hotel Storyville

Via Gramsci, 51 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309092
www.hotelstoryville.it
info@hotelstoryville.it

Hotel Avion

Via delle Cateratte, 160 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309179
info@hotelavion.it

Hotel Elisabetta

Via Gramsci, 29 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309108
hotelelisabetta@tiscali.it

Agriturismi

Agriturismo Karma

Via Guadagni, 1 – località Castello Aghinolfi – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 821237
www.agrikarma.it
info@agrikarma.it

Bed & Breakfast

B&B Beatrice

Via Petracci,16 – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 348437

B&B Il Pasquilio

Via Enrico Pea, 54 – località Pasquilio – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 819235

B&B La Cantoresa

Via Cantoresa, 9 – località Sant’Eustachio – Montignoso (MS)
Tel. +39 380 526 9671
emmegi2005@libero.it
servizi: accettazione animali domestici

B&B Due Passi dal Mare

Via delle Cateratte, 112 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309193
www.duepassidalmare.com
emanuela@duepassidalmare.com

B&B D’Anna Stefano Il Bottaccio

Via Bottaccio, 1 – località Prato – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 340031

Case vacanze/residence

Casa vacanze La Vela

Via Cateratte Ang. Via Giorgini, 1 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 871115
www.residenzalavela.com
info@residenzalavela.com
servizi: accettazione animali domestici, parcheggio

Casa vacanze Michelangelo

Via Gramsci, 53 – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 808654
info@rtamichelangelo.com

Casa vacanze Villa Undulna

Via Marina, 1 – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 807788
www.termedellaversilia.com
hotel@villaundulna.com
servizi: accettazione animali domestici, parcheggio, piscina,  baby sitting

Residence Le Pinete

Via delle Pinete, 19 – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309299
www.lepinete.altervista.org
residencelepinete@alice.it
servizi: spazi accessibili ai disabili, parcheggio

Residence Aurelia Rta Detta Il Cascinale

Via Garbuio, 24 – località Debbia – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 348737
aureliarta@gmail.com
servizi: accettazione animali domestici, parcheggio, piscina

Residence Apuane

Via della Croce, 97 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 620255
www.residenceapuane.it
info@residenceapuane.it
servizi: accettazione animali domestici, parcheggio

Residence Henderson Comunione

Via San Giuseppe Artigiano, 5 – località Cinquale – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 309499
www.residencehenderson.it
hendersonresidence@hotmail.it
servizi: accettazione animali domestici, spazi accessibili ai disabili, parcheggio, piscina

Residence Il Palco

Via delle Cateratte, 6/8 – Montignoso (MS)
Tel. +39 0585 807377
bemarove@tin.it
servizi: spazi accessibili ai disabili, parcheggio, piscina