Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termometro_fosdinovo

Molazzana, territorio conteso tra Lucca e Modena

Molazzana-StemmaLa cittadina di Molazzana è ubicata lungo le pendici orientali delle Alpi Apuane, all’ombra delle imponenti montagne Pania Secca e Pania della Croce. Poiché era un importante castello situato in una zona di confine si trovò spesso al centro delle dispute e degli scontri armati tra la città di Lucca e la signoria Este. Del periodo storico rimangono i ruderi del Castello di Molazzana e il borgo-castello di Cascio. Nel territorio ci sono numerosi percorsi adatti a trekking e mountain bike. Attualmente l’economia del territorio si basa prevalentemente sulla coltivazione di cereali, sulla pastorizia e sulla produzione di vino.

ZONA

Garfagnana

TIPO

cittadina di montagna

COORDINATE

44°4′0″N 10°25′0″E

ALTITUDINE

474 metri s.m.l.

PRODOTTI

cereali

SPORT

trekking escursionistico, mountain bike

CONFINI

Barga, Careggine, Castelnuovo di Garfagnana, Fabbriche di Vergemoli, Gallicano, Stazzema (LU)

molazzana mappaInformazioni  Turistichelucca map

Comune di Molazzana
Via Parco Rimembranza 11 – 55020 Molazzana (LU)
Tel.: +39 0583 760151
www.comune.molazzana.lu.it

COSA VEDERE

Castelli di Molazzana

Castello di Cascio - MolazzanaCastello di Cascio

Castello di Molazzana

castello molazzanaZona: Garfagnana
Tipo:
fortificazione (XI°-XV° secolo)

Ancora prima dell’anno Mille, nel punto più alto dell’abitato, fu costruita una fortificazione. Il castello fu voluto dai feudatari Porcaresi, all’epoca delle prime guerre nella zona. Con l’inizio del dominio degli Estensi (XV° secolo) il fortilizio fu rafforzato e ristrutturato, ma nei secoli seguenti conobbe un progressivo degrado. Il rovinoso terremoto del 1920 provocò ulteriori danni a quanto ancora rimasto. Delle strutture fortificate rimangono alcuni tratti delle mura e una torretta.

Riserve Naturali

Parco Regionale delle Alpi Apuane

Val serenaia4

Provincia di  Lucca: Camaiore, Careggine, Fabbriche di Vergemoli, Gallicano, Minucciano, Molazzana, Pescaglia, Seravezza, Stazzema, Vagli
Provincia di Massa: Carrara, Casola in Lunigiana, Fivizzano, Massa, Montignoso
Tipo: parco naturale
Sito: www.parcapuane.it
Centri visite
1: Località Filanda – Forno di Massa – Massa (MS); tel. +39 0585 315300; email info@parcoapuane.it
2: Piazza delle Erbe, 1 – Castelnuovo di Garfagnana (LU); tel. +39  0583 644242; email garfagnana@tin.it
3: Via Corrado del Greco, 11 – Seravezza (LU); tel. +39 0584 756144; email  info@prolocoseravezza.it

Orari: tutti i giorni 9.00-13.00; nel pomeriggio orari differenziati (consultare il sito)
Servizi: prenotazione guide, internet point, bookshop

Il territorio

Copia di SAM_8274Le Alpi Apuane si caratterizzano per la morfologia assai aspra, con valli profondamente incise e versanti imponenti e molto inclinati. Le Alpi Apuane sono note per la bellezza dei marmi, per i profondi burroni e per le grandi cavità e grotte del sottosuolo. Qui c’è un labirinto impressionante di gallerie e pozzi con più 1.300 grotte di varia grandezza, in gran parte visitabili con un’adeguata attrezzatura e con la presenza di una guida speleologica. In alcune grotte sono state trovate tracce di presenza umana risalente al Paleolitico (uomo di Neanderthal).

Le Alpi Apuane sono attraversate da una fitta rete di sentieri, alcuni dei quali piuttosto impegnativi, e quindi da percorrere con molta attenzione. Non mancano anche alcune vie attrezzate con cavi metallici, adatte a persone esperte, da percorrere con materiale adeguato. Ovviamente ci sono molte “vie” tipicamente alpine. I rilievi più importanti sono, da Nord verso Sud: Monte Sagro (m. 1.748 ), Pizzo d’Uccello (m. 1.781), Monte Pisanino (m. 1.947, il più alto delle Alpi Apuane), Monte Tambura (m. 1.895), Monte Corchia (m. 1.676), Monte Altissimo (m. 1.589), Pania della Croce (m. 1.858), Monte Procinto (m. 1.147).

Le grotte e i sentieri

Nel territorio della Garfagnana, le grotte di maggiore importanza dal punto di vista mineralogico e che offrono la possibilità di effettuare escursioni e visite guidate al loro interno sono: Grotta del Vento (localitò Fornovolasco – comune di Fabbriche di Vergemoli – LU), Antro del Corchia (località Levigliani – comune di Stazzema – LU), Orrido di Botri (Bagni di Lucca – LU) e Grotte di Equi Terme (località Equi – comune di Fivizzano – MS).

parco alpi apuane1All’interno del Parco Regionale delle Alpi Apuane esiste una grande rete di sentieri che possono essere percorsi a piedi, in bicicletta, alcuni a cavallo per più di 60 chilometri tra stradine e mulattiere. La rete dei sentieri nel Parco, circa un centinaio, sono quelli segnalati dal Club Alpino Italiano. A questi si aggiungono gli itinerari più lunghi, come il Garfagnana Trekking, l’Apuane Trekking, il Lunigiana Trekking o l’Alta Via delle Apuane. Prima di affrontare ogni percorso si consiglia di dotarsi di carte dettagliate, di verificare l’agibilità dello stesso e le condizioni meteorologiche.

Rifugi e Bivacchi nelle Alpi Apuane

Le Alpi Apuane sono montagne molto frequentate per l’attrattiva escursionistica e alpinistica. Di conseguenza sono molti i rifugi e anche i semplici bivacchi presso i quali sostare per rifocillarsi e anche pernottare. Qui di seguito le strutture disponibili nella Provincia di Lucca.

  • Rifugio Donegani, m. 1.150, di fronte al Monte Pisanino, località Orto di Donna, Minucciano (LU), tel. +39 340 1509327 oppure +39 348 6520820; aperto dal 1 aprile al 31 ottobre, 52 posti letto. Raggiungibile in automobile da Piazza al Serchio.
  • Rifugio G. del Freo, m. 1.180, di fronte alla Pania della Croce, località Foce di Mosceta, Stazzema (LU), tel. +39 0584 778007; gestori tel. +39 331 2952106 e +39 333 7343419; posti letto 48. Apertura estiva. Telefonare per informazioni su altri periodi.
  • Rifugio E. Rossi alla Pania, m. 1.609, tra la Pania Secca e la Pania della Croce, località Prati della Pania, Molazzana (LU), tel. +39 0583 710386; gestore tel. +39 0583 74095 e +39 348 3898003. Apertura: 20 giugno-10 settembre tutti i giorni; 11 settembre-10 giugno, solo festivi e prefestivi. Posti letto 22.
  • Rifugio Forte dei Marmi, m. 865, sotto il Monte Nona e il Procinto, località Alpe della Grotta, Stazzema (LU), tel. + 39 0584 777051, gestori tel. +39 328 0068070 e +39 338 8284628, fax +39 0187 715116, email federicapuccinelli@hotmail.com, apertura estiva e fine settimana, 25 posti letto.
  • Rifugio La Buca, m. 480, località Fornovalasco, Fabbriche di Vergemoli (LU), tel. +39 0583 722013, posti letto 21 in camere da 2-3-4 letti, apertura 20 marzo-20 dicembre.
  • Rifugio Orto di Donna, m. 1.500, località Val Serenaia, Minucciano (LU), tel. +39 347 3663542, posti letto 34; aperto tutti i fine-settimana e tutti i giorni di luglio e agosto.
  • Rifugio Val Serenaia, m. 1.100, all’imbocco della valle omonima, Minucciano (LU), tel. +39 349 1424641, posti letto 20, camping annesso, aperto tutti i fine-settimana e tutti i giorni di luglio e agosto, raggiungibile in automobile da Piazza al Serchio.
  • Rifugio La Quiete e Il Robbio, m. 995, località Prati del Puntato, Stazzema (LU), tel. +39 0585 45440, 35 posti letto, gestore tel. +39 338 9350953; aperto tutto l’anno ma solo su prenotazione.

Località nei dintorni di Molazzana

Borgo di Cascio - MolazzanaBorgo di Cascio

Borgo di Cascio

cascio3Zona: Garfagnana
Tipo:
villaggio di montagna

Il centro storico è circondato da mura costruite a seguito dei molti scontri armati che, nei primi anni del XVII° secolo, si svolsero nel territorio. Uno dei più importanti eventi militari avvenne nel 1603, quando il borgo fu conquistato dalle milizie di Lucca. La pianta delle mura, costruite in pietra, è un quadrilatero irregolare. Cinque torrioni semicircolari, dotati di piazzole, cannoniere e garitte sono collocati sugli angoli. Spessa e di considerevole altezza, la cinta muraria è dotata di una scarpata sporgente e di cordolo. All’interno delle mura c’è la rocca, costruita alla fine del XIII° secolo dopo che il territorio fu occupato da Lucca.

COSA FARE

Sport

Alpinismo

CULTURA

Storia

In alcune delle numerose grotte della zona sono state ritrovate tracce di insediamenti dell’Eneolitico. Quasi certamente la zona fu anche abitata dai popoli Liguri Apuani. L’origine del nome deriverebbe da “Mola-aziana”, cioè il mulino di un Azio, forse un cittadino romano. Fin dal X° secolo il territorio fu feudo dei Porcaresi, nobili di origine longobarda e l’abitato si sviluppò durante l’XI° secolo. Quando, nel XIII° secolo, Lucca iniziò a espandersi in Garfagnana, i Porcaresi strinsero alleanze con Pisa e con altri signori della vallata. Ma Lucca, dopo aver ottenuto l’investitura imperiale dall’imperatore Federico II° sull’intera Garfagnana, riuscì ad impadronirsi di Molazzana nel 1272.
Ma le guerre tra la città e Firenze nella prima parte del XV° secolo spinsero, intorno al 1430, Molazzana a chiedere protezione al marchese di Ferrara Niccolò d’Este. Diventato l’estremo avamposto degli Este, iniziò a contrastare le milizie di Lucca nel vicino borgo di Gallicano. Il momento più cruciale fu il 17 luglio 1583, quando i soldati di Lucca penetrarono nel territorio devastando la zona di Cascio e, dopo alcuni giorni, anche quella di Molazzana. Il comandante del presidio, recatosi in quei giorni a Calomini, vide le colonne di fumo e accorse immediatamente con i soldati, costringendo gli assalitori a una precipitosa fuga. Un’altra offensiva di Lucca avvenne nel 1602 quando 3.000 fanti ed alcuni pezzi d’artiglieria posero l’assedio a Cascio e Molazzana. e i due borghi furono notevolmente danneggiati.
Alla ripresa delle ostilità (1613) le milizie di Lucca iniziarono a bombardare il borgo, ma i difensori di Molazzana non cedettero mai e riuscirono sempre a riparare le brecce nelle mura del castello. Poi, al sopraggiungere dei rinforzi, riuscirono a contrattaccare e a mettere in fuga gli avversari dopo una cruenta battaglia. Da quel giorno il luogo dello scontro fu denominato Buca dei Morti. Le ostilità si conclusero con l’arbitrato della Spagna, dopodiché la cittadina seguì le sorti del Ducato di Modena fino all’Unità d’Italia.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire a Molazzana

Agriturismi

Alberghi

Hotel Il Falco

Parco Rimembranza, 11 – località Sassi – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 760030

Agriturismi

Agriturismo La Limonaia
Via di Pastina – località Cascio – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 747933
info@agriturismolalimonaia.it

Agriturismo La Betulla

Via Peritano Sotto, 3 – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 760380
www.agriturismolabetulla.com
info@agriturismolabetulla.com

Agriturismo Nonna Mori
Località Termina, 9 – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 760045
info@nonnanori.it

Agriturismo La Foce

Via la Fonte, 3 – località Sassi – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 760288 +39 338 1740410
www.agrilafoce.it

Agriturismo Le Scope

Località Le Scope – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 724390 +39 338 4097941
www.agriturismolescope.it
info@agriturismolescope.it

Agriturismo Granciglia
Granciglia – località Sassi – Molazzana (LU)
Tel. +39 0587 53163

Agriturismo Pian di Lago
Pian di Lago – località Alpe di S.Antonio – Molazzana (LU)
Tel. +39 055 8739089 +39 339 5494610
piandilago@alice.it

Bed & Breakfast

B&B Rustico Sara

Via della Chiesa, 3 – località Brucciano – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 760416
www.bbtoscana.it
info@bbtoscana.it

B&B Canalecchia

Canalecchia, 1 – località Brucciano – Molazzana (LU)
Tel. +39 320 0879190 brucciano@hotmail.com
servizi: piscina

B&B Da Fabio

Località Pradaccio, 3 – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 747705
delcor@aliceposta.it
servizi: piscina

B&B Il Pradaccio
Località Pradaccio, 1 – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 747709
www.ilpradaccio.it
info@ilpradaccio.it

Affittacamere Casa della Regolo

Località Casa della Regolo – Molazzana (LU)
Tel. +39 347 4440476

Affittacamere Il Colletto
Località Colletto – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 760332/ +39 338 3158489
affittacamereilcolletto@gmail.com
servizi: piscina

Case vacanze/residence

Casa vacanze La Pozza

Località la Pozza – Molazzana (LU)
Tel. +39 0583 730132/ +39 335 5652990
www.casavacanzalapozza.it
info@casavacanzalapozza.it