Scegli cosa vedere a Fabbriche di Vallico e Vergemoli

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termo_cantagallo

Fabbriche di Vergemoli dove c’è la Grotta del Vento

“…tra le mura di menta, piange chi esce, ride chi entra…”

Vergemoli-Stemmafabbriche stemmaIl territorio di Fabbriche di Vergemoli è nato dalla fusione di due precedenti comuni: Fabbriche di Vallico e Vergemoli. È dominato da due imponenti massicci appenninici, la Pania della Croce e la Pania Secca. Tutta la zona è ricca d’acqua che, in passato, forniva l’energia per le macine dei molti mulini e per i magli delle ferriere. Attualmente i numerosi torrenti alimentano il lago di Trombacco e la Polla Gangheri e numerosi sono gli allevamenti ittici che sfruttano l’abbondanza di acqua. Tra le maggiori attrattive della zona c’è la Grotta del Vento, una delle cavità naturali più conosciute d’Europa, inserita nel Parco Naturale Regionale delle Alpi Apuane. Quindi l’Eremo di Calomini, insolito esempio di costruzione addossata alla roccia viva. Nella zona sopravvivono ancora mestieri tradizionali legati alla raccolta della castagna e alla lavorazione del legno e del ferro.

TIPO cittadina di villeggiatura
COORDINATE 43°59′55″N 10°25′44″E
ALTITUDINE 349 metri s.m.l.
PRODOTTI ferro battuto, botti, barili, castagne
SPORT trekking escursionistico, pesca amatoriale, canoa, arrampicata, torrentismo
CONFINI Borgo a Mozzano, Gallicano Molazzana, Pescaglia, Stazzema  (LU)

fabbriche di vallicoInformazioni  Turistichelucca map

Comune di Fabbriche di Vergemoli
Località Campaccio, 2 –  55020  Fabbriche di Vallico (LU)
Tel.: +39 0583 761944
www.comune.fabbrichedivergemoli.lu.it

Ufficio Turismo
Via del Giardino, 21 – 55020 Vergemoli (LU)
Tel.: +39 0583 764786

COSA VEDERE

Chiese

Eremo di Calomini

Complesso religioso

Chiesa di San Jacopo

vergemolisanquiricoZona: Garfagnana
Tipo: chiesa (XVI° secolo)
Indirizzo: Piazza Sant’Iacopo – località Vallico di Sotto

Fu costruita esattamente dove, in precedenza, era ubicato l’eremo agostiniano, soppresso a metà del XVI° secolo per mancanza di frati. Nel 1944, per iniziativa del parroco don Mario Rossi, nella chiesa fu riprodotta la grotta di Lourdes.

Monumenti e luoghi da visitare a Fabbriche di Vergemoli

Grotta del Vento

Grotta carsica

Parchi e giardini

Parco avventura di Leviglese

Parco avventura

Riserve Naturali

Parco Regionale delle Alpi Apuane

Riserva naturale

ARTIGIANATO

Prodotti artigianali

Ferro battuto, botti, barili

 Nella valle del torrente Turrite Cava sopravvivono ancora alcune tradizionali attività artigianali, essenzialmente legate all’agricoltura.

Fabbro fabbro

Nella località Gragliana è attivo uno dei pochi laboratori artigianali del ferro che utilizzano ancora un grosso maglio azionato ad acqua.

Mugnaio

In passato era un’attività molto diffusa, soprattutto per la macina delle castagne e, nel 1950, nella valle funzionavano circa 30 mulini. Recentemente l’amministrazione comunale ha ripristinato un mulino ad acqua del 1726. Le castagne devono essere macinate in questo mulino per avere la certificazione DOP-Denominazione Origine Protetta riconosciuta dalla Regione Toscana.

bottaioBottaio

Questo artigiano costruiva recipienti in legno di castagno – botti, barili, tini – ideali per la conservazione del vino. È sopravvissuto un solo laboratorio, ubicato a Focchia.

COSA FARE

Eventi

Boccabugia

boccabugiaTipo: culturale
Comune: Fabbriche di Vergemoli – località Vergemoli
Periodo: prima domenica di agosto

È una manifestazione culturale caratterizzata da un concorso di poesia estemporanea. Il concorso fu istituito a ricordo di Iacopo Vanni (1854-1911), soprannominato “Boccabugia”, perché aveva la capacità di rispondere usando le rime sempre con estrema facilità. Questo talento poetico divenne così noto nella zona, che la cittadina ha voluto organizzare una vera commemorazione di questo singolare personaggio.

Sport

Canoa

Trekking, pesca e canoa

monte matannaDa Fabbriche di Vallico iniziano alcuni sentieri in direzione del Monte Matanna. Ai piedi del monte Penna, c’è la Buca di Castelvetere, un’ampia apertura che, nei secoli passati, fu probabilmente un luogo legato al culto della fecondità. Lungo il sentiero che attraversa le valli del Monte Palodina c’è San Luigi, una zona di alpeggio ricca di faggi e castagni, dove sorgono tipiche abitazioni di pastori.

Nei mesi compresi tra la primavera e l’autunno la valle del torrente Turrite Cava offre una molteplice scelta di attività all’aperto. Numerosi sentieri permettono di effettuare passeggiate nel verde, oppure di avventurarsi in escursioni più tecniche e difficoltose.

canoa fabbricheI torrenti della zona sono molto adatti alla pesca amatoriale. In alcuni dei corsi d’acqua è possibile praticare anche la canoa.

CULTURA

Storia

Grotta del VentoI reperti della Buca di Castelvetere hanno confermato la presenza dell’uomo fin dal IV° secolo a.C. Varie popolazioni si avvicendarono nel territorio: prima i Liguri Apuani, poi i Romani e quindi i Longobardi. Fabbriche di Vallico ebbe origine da un convento di monaci agostiniani, l’eremo di San Giorgio e Galgano a Vallebona, fondato nel 1214. Nel XV° secolo il territorio, che comprendeva altri villaggi come Vergemoli, fu aggregato al Ducato di Modena, seguendone poi le sorti fino all’Unità d’Italia. Nel 1583 una lite, causata dal taglio di alberi da parte di lucchesi che abitavano nella zona di confine, degenerò in catastrofe e Vergemoli fu incendiata dalle milizie di Lucca. Un accordo di pace ristabilì un clima tranquillo che permise alla popolazione di sviluppare l’economia, concentrandosi prevalentemente sull’agricoltura. All’inizio del XVII° secolo i duchi di Modena avviarono i lavori per la ristrutturazione dei borghi di Fabbriche di Vallico e Vergemoli e il potenziamento delle esistenti fortificazioni difensive.

In passato l’agricoltura, soprattutto castagne e viticoltura, ebbe un ruolo fondamentale nell’economia locale. Fino alla fine del XIX° secolo contribuì al benessere della zona anche l’artigianato del ferro, avviato nel XIV° secolo. Attualmente l’agricoltura occupa oltre un quinto della popolazione attiva e fornisce, soprattutto, vino, olio e foraggi per i piccoli allevamenti locali. L’attività industriale è tutta concentrata in due cartiere.

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire a Fabbriche di Vergemoli

Agriturismi

Agriturismo Polle

Polle – località Vallico Sotto – Fabbriche di Vergemoli (LU)
Tel. +39 0583 761985

Agriturismo Azienda Agricola Poli Enrica

Fornione – località Vallico Sopra – Fabbriche di Vergemoli (LU)
pomate@tin.it

Agriturismo Il Fornione

Località Fornione – località Vallico Sopra – Fabbriche di Vergemoli (LU)
Tel. +39 0583 761996/ +39 347 1821924
info@ilfornione.it

Agriturismo Il Paradiso

Scena – Via S.Luigi – località Valico Sopra – Fabbriche di Vergemoli (LU)
Tel. +39 329 3147706

Case vacanze

Casa vacanze Da Serena

Località Valsozza – Fabbriche di Vergemoli (LU)
Tel. +39 0583 761712
serena-giusti@virgilio.it

Casa vacanze La Fornace

La Fornace – località Valico Sotto – Fabbriche di Vergemoli (LU)
Tel. +39 348 275 6586
www.fornacetime.it
fornacetime@gmail.com
servizi: forno a legna, barbecue, giardino, piscina, orti, programmi di trekking a cavallo, scuola di Wilderness, scuola di equitazione, corsi di mascalcia

Casa vacanze Eremo di Calomini

Località Eremo di Calomini – Fabbriche di Vergemoli (LU)
Tel. +39 0583 767041
www.eremocalomini.it
info@eremocalomini.it
servizi: stanze entrata indipendente, riscaldamento autonomo, biancheria, cassetta di sicurezza, piccola biblioteca, TV, piscina, wi-fi