Scegli cosa vedere  a Castelnuovo di Garfagnana

Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termo_montemurlo

Castelnuovo di Garfagnana, protetta da due grandi fortezze

castelnuovo garfagnana stemmaCastelnuovo di Garfagnana si trova all’incirca al centro della Garfagnana in un ambiente ricco di vegetazione, fiancheggiato dai contrafforti delle Alpi Apuane e dell’Appennino Tosco-Emiliano. Nella cittadina ci sono alcuni monumenti di importanza storica quali la Fortezza di Mont’Alfonso, la Rocca Ariostesca e il Duomo di San Pietro e San Paolo. Importanti anche i reperti esposti nel Museo Archeologico del Territorio della Garfagnana. La cittadina è punto di partenza per escursioni lungo la Valle del fiume Serchio, su itinerari adatti al trekking, alla mountain-bike e ai cavalli. Nel mese di agosto a Castelnuovo di Garfagnana si svolge il MAGIX-Festival della Magia e dell’Illusionismo, un evento da non perdere.

ZONA Garfagnana
TIPO cittadina di villeggiatura
COORDINATE 44°7′19″N10°24′20″E
ALTITUDINE 270 metri s.m.l.
PRODOTTI vino, cereali, bestiame, formaggio, castagne
SPORT trekking escursionistico, ciclismo, equitazione
CONFINI Camporgiano, Careggine, Fosciandora, Gallicano, Molazzana, Pieve Fosciana (LU)

castelnuovo garfagnna mapInformazioni turistichelucca map

Comune di Castelnuovo di Garfagnana
Via Vallisneri, 1 – 55032 Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel.: +39 0583 64481
segreteria@comune.castelnuovodigarfagnana.lu.it
www.castelnuovodigarfagnana.lu.it

COSA VEDERE

Fortificazioni di Castelnuovo di Garfagnana

Castelnuovo Garfagnana - Rocca Ariostesca

Fortezza di Mont'Alfonso

fortezza mont'alfonso1Zona: Garfagnana
Tipo: fortificazione (XVI° secolo)
Indirizzo: via per Cerretoli
Tel.: +39 0583 643201 / +39 0583 644354
Email: montalfonso@provincia.lucca.it
Sito: www.montalfonso.it

La fortezza fu costruita nel 1579 per presidiare il confine della Repubblica di Lucca. A causa degli enormi costi di gestione e manutenzione, nel 1809 fu venduta e, più tardi, divenne residenza estiva della famiglia Bechelli. Successivamente la fortezza fu in parte trasformata in villa di stile Liberty. Le strutture furono ulteriormente danneggiate dal rovinoso terremoto che colpì la Garfagnana nel 1920. Nel 1980 furono eseguiti radicali lavori di restauro. Attualmente, nella fortezza ha sede un centro culturale che organizza eventi di varia natura.

Chiese

Duomo di San Piedro - Castelnuovo Garfagnana Duomo di San Pietro

Duomo di San Pietro e San Paolo

Chiesa pietro e paoloZona: Garfagnana
Tipo: chiesa barocca (XVI° secolo)
Indirizzo: Piazza Duomo, 7

Costruito nel XVI° secolo, l’edificio fu oggetto di profondi cambiamenti in epoca barocca con l’aggiunta di nove altari. All’interno contiene la splendida pala d’altare in terracotta robbiana San Giuseppe, attribuita al Verrocchio, la tela Madonna con Santi di Michele di Ridolfo del Ghirlandaio e il cosiddetto Cristo Nero, scultura del XV° secolo.

Monumenti e luoghi da visitare a Castelnuovo di Garfagnana

Rocca Ariostesca

rocca ariostesca1Zona: Garfagnana
Tipo:
fortificazione (XII°-XIV° secolo)

In posizione dominante la cittadina, deve il suo nome per aver ospitato, dal 1522 al 1525, in qualità di governatore, il poeta Ludovico Ariosto. Risalente al XII° secolo, era originariamente una casa-torre intorno alla quale si sviluppò il complesso fortificato, soprattutto durante il secolo successivo. Nel XIV° secolo al centro della Rocca fu costruita la torre, adibita anche a carcere e successivamente dotata di orologio. La costruzione divenne sede amministrativa e dimora dei governatori o commissari, subendo modifiche che, pur lasciando inalterato l’impianto primitivo, la resero più adatta ai nuovi compiti.

ARTE E MUSEI

Musei di Castelnuovo di Garfagnana

Museo Archeologico del Territorio della Garfagnana

museo archeologicoZona: Garfagnana
Tipo: museo archeologico
Indirizzo: Rocca Ariostesca – Piazzetta Ariosto
Tel.: + 39 0583 6448301
Ingresso: gratuito
Orari: domenica 10-12.30; lunedì 15.30-18.30; da martedì a sabato 10-12.30 e 15.30-18.30

Il Museo Archeologico contiene vari reperti provenienti dell’alta valle del fiume Serchio. Illustrano aspetti e modi di vita delle popolazioni liguri-apuane dal IV° secolo a.C. fino all’epoca romana. Il museo include anche un’esposizione sulla presenza dell’uomo nel territorio dal periodo Mesolitico (8000-4500 a.C.) fino ai primi insediamenti dell’Età del Ferro.

COSA FARE

Eventi

Fiera di Settembre

feira di settembreTipo: fiera agroalimentare
Periodo: settembre

Fin dall’epoca medievale nel mercato “dei banchetti” era possibile vendere, acquistare e barattare qualsiasi articolo, dai prodotti della terra, al bestiame, a ogni tipo di manufatto. L’importanza economica e sociale era tale che, per non disturbare lo svolgimento del mercato, una legge non consentiva di effettuare arresti il giovedì. Questo appuntamento tradizionale è diventata la Fiera di Settembre, un’occasione per gli abitanti di tutta la Garfagnana di ritrovarsi nel centro storico della cittadina. Durante gli otto giorni dell’evento sono esposti prodotti agroalimentari tipici della zona quali il formaggio garfagnino e bestiame di allevamenti locali. Parallelamente si svolgono numerose manifestazioni culturali, tra cui la caratteristica Tombola in Piazza.

MAGIX - Festival della magia e dell'illusionismo

magixTipo: festival
Periodo: inizio agosto

È un evento organizzato in collaborazione con la World Magic Academy, l’università italiana della magia, che annovera tra i soci i più importanti esponenti di questa strana arte. Grandi illusioni, magia comica, mentalismo sono alcuni degli spettacoli che famosi illusionisti propongono in una giornata unica nel suo genere.

Rassegna Nazionale Artisti di Strada

artisti stradaPer due giornate la cittadina si trasforma nel centro dell’arte di strada. Pagliacci, saltimbanchi, trampolieri, mangiatori di fuoco, acrobati, burattini, fachiri trasformano le vie in un unico grande e vivace palcoscenico di un insolito evento adatto a grandi e piccoli.

Festival dell'International Academy of Music of New York

OLYMPUS DIGITAL CAMERATipo: festival musicale
Periodo: luglio

Il festival riunisce artisti della musica di assoluto spessore internazionale che si esibiscono nelle serate dell’evento. Sono organizzati corsi di perfezionamento musicale di altissimo livello che richiamano studenti e appassionati da tutto il mondo.

ITINERARI

Percorsi nei dintorni di Castelnuovo di Garfagnana

Sentiero di Ariosto Sentiero Ariosto

Sentiero dell'Ariosto

sentiero ariostoZona: Garfagnana
Tel. informazioni:  +39 347 5648071

È un facile itinerario escursionistico-culturale che inizia e termina a Castelnuovo di Garfagnana. La dedica è in ricordo del periodo di soggiorno del poeta Ludovico Ariosto che, tra il 1522 e il 1525, fu commissario con compiti di governatore della Garfagnana per conto dei Duchi d’Este. Il percorso inizia nei pressi della Rocca Ariostesca, costeggia i vecchi lavatoi di Carbonaia e prosegue in direzione del borgo medievale Turrite. Quindi si prosegue verso l’abitato di Pasquigliora, si percorre un tratto di bosco e si giunge fino alla Fortezza di Mont’Alfonso. Il giro completo può essere completato in circa due ore a un passo piuttosto svelto e minimizzando il tempo delle soste, ma con i bambini può trasformarsi nell’occasione per una scampagnata di 4-6 ore.
Da Castelnuovo di Garfagnana è anche possibile intraprendere l’impegnativo Garfagnana Trekking che si percorre in più giorni o raggiungere Pieve Fosciana dove si intercetta uno dei Sentieri del Moro che conduce fino al bel borgo di Sillico.

Via del Volto Santo

via volto santoTipo: percorso religioso, artistico, naturalistico
Zone: Lunigiana e Garfagnana
Partenza: in comune con la Via Francigena da Pontremoli, altrimenti dalla Pieve di Sorano (Filattiera – MS)
Arrivo: Lucca
Percorribilità: a piedi, in mountain bike o automobile (strada asfaltata)
Lunghezza: a piedi km. 220, su percorso stradale km. 62,5
Difficoltà: media (a piedi o in mountain bike), facile in automobile
Dislivello: m. 380
Sito: www.viadelvoltosanto.it

La storia

volto santoLa tradizione del Volto Santo ebbe origine nel secolo VIII°, ma è soprattutto intorno all’XI°-XII° che l’immagine spinse molti pellegrini a scegliere Lucca come una tappa del loro viaggio verso Roma ed, eventualmente, Gerusalemme. Il Volto Santo è il crocifisso ligneo esposto nel Duomo di Lucca (Chiesa di San Martino) e che, secondo la tradizione, raffigura il vero viso di Cristo. La Via del Volto Santo, anche conosciuta come Via Francigena di Montagna, era dunque il percorso che, dopo aver solcato la Lunigiana settentrionale, si inerpicava sui contrafforti settentrionali delle Alpi Apuane, entrava in Garfagnana, la percorreva tutta e terminava a Lucca. Era un percorso alternativo alla Via Francigena (o Romea), la strada di pellegrinaggio in direzione di Roma, così come delineata dal vescovo Sigerico (XII° secolo). Questo percorso alternativo evitava il pericolo delle malattie malariche nelle aree più basse e le insidie dei pirati, spesso in agguato lungo le coste.

Di conseguenza si svilupparono lungo entrambi i percorsi strutture di accoglienza (hospitalia pauperum et peregrinorum o domus hospitales pauperum) per il ricovero dei viandanti. Quindi anche chiese ed edifici che ancora oggi sono ben identificabili. Tra queste il Santuario di San Pellegrino in Alpe e Santa Croce a Castelnuovo di Garfagnana. Sono giunte fino all’epoca attuale numerose costruzioni lungo la Via Francigena e quella del Volto Santo: ospedali per il ricovero e la cura dei pellegrini, numerosi conventi, edifici di confraternite e chiese intitolate ai santi protettori dei pellegrini (San Rocco, San Donnino, San Michele, San Cristoforo, San Sebastiano, San Jacopo).

Il percorso – cosa vedere

via del Volto santo (1)Il Cammino del Volto Santo inizia dalla cittadina di Pontremoli dove è opportuno visitare il Museo dalle Statue Stele, opere dei misteriosi e affascinanti antichi abitanti della Lunigiana, e il labirinto nella chiesa di San Pietro, simbolo indiscusso di pellegrinaggio. Attraversando borghi di origine bizantina e longobarda ci si può soffermare al labirinto di Ceretoli, da poco riportato alla luce, per poi arrivare alla chiesa di San Giovanni Battista. Qui c’è un Volto Santo, molto simile a quello di Lucca e con il quale condivide leggenda e tradizione. Seguono alcuni saliscendi prima di arrivare a Bagnone, dominato dal castello che sorvegliava la valle. Castiglione del Terziere, Monti e Pontebosio completano i primi giorni del cammino attraverso una terra ricca di commercio e di tradizioni.

Partendo da Fivizzano si percorre l’ultima tappa lunigianese attraversando Turlago, Reusa e Regnano. Al Passo Tea l’Hospitale, con le fondamenta nuovamente visitabili, ricorda i molti pellegrini e viandanti transitati da qui per secoli. Il percorso prosegue verso Giuncugnano, Nicciano e poi San Michele, caratterizzato dal ponte sulle Acque Bianche.

via volto santo1

Da Piazza al Serchio è consigliabile salire fino all’imponente Fortezza delle Verrucole dalla quale si dominava l’intera Alta Garfagnana. Seguono San Romano e poi la chiesa di San Pantaleone alla Sambuca. Il lago di Pontecosi invita a una sosta dopo aver percorso circa due terzi di cammino. Attraversando Castelnuovo di Garfagnana è quasi d’obbligo visitare il Duomo, la Rocca Ariostesca e la Fortezza di Montalfonso. Quindi il Museo, dove i Votivi di Castelvenere, testimoni poco conosciuti della presenza etrusca in queste zone, riposano. Si prosegue per Cascio, Gallicano per terminare la tappa a Barga, cittadina che ha conseguito il riconoscimento “borgo arancione” del T.C.I.-Touring Club Italiano. È quasi d’obbligo visitare le strette vie, i saliscendi affascinanti e ricchi di storia, il Duomo con la scritta mai tradotta e molti altri luoghi misteriosi. Si prosegue verso la Pieve di Loppia, magnifica e superba, Ghivizzano, con il borgo ben mantenuto ed il castello. Borgo a Mozzano, punto di arrivo della penultima tappa, è famoso per il ponte della Maddalena (o ponte del Diavolo). Infine si conclude l’itinerario con una sorta di lunga passeggiata fiancheggiando il fiume Serchio e toccando Diecimo, dove bisogna ammirare la Pieve, Valdottavo e Sesto a Moriano. A Lucca, destinazione di arrivo, attende il Volto Santo.

Le Tappe

Tappa 1 – da Pontremoli a Lusignana
Lunghezza: km. 18
Difficoltà: E

Tappa 2 – da Lusignana a Bagnone
Lunghezza: km. 14
Difficoltà: E

Tappa 3 – da Bagnone a Monti di Licciana
Lunghezza: km. 22
Difficoltà: E

Tappa 4 – da Monti di Licciana a Fivizzano
Lunghezza: km. 17
Difficoltà: E

Tappa 5 – da Fivizzano a Argegna (Passo Tea)
Lunghezza: km. 22
Difficoltà: E

via del Volto santo (2)Variante Tappa 5 – da Fivizzano a Argegna (Passo Tea)
Lunghezza: km. 20
Difficoltà: E

Tappa 6 – da Argegna a Piazza Al Serchio
Lunghezza: km. 12
Difficoltà: E

Tappa 7 – da Piazza Al Serchio a Castelnuovo Garfagnana
Lunghezza: km. 21
Difficoltà: E

Tappa 8 – da Castelnuovo Garfagnana a Barga
Lunghezza: km. 25
Difficoltà: E

Tappa 9 – da Barga a Borgo a Mozzano
Lunghezza: km. 21
Difficoltà: E

Tappa 10 – da Borgo a Mozzano a Lucca
Lunghezza: km. 28
Difficoltà: E

CULTURA

Storia

Nell’VIII° secolo Castelnuovo era un piccolo villaggio situato in una zona di transito della Garfagnana. Nel secolo successivo furono erette le mura e la cittadina crebbe d’importanza sotto il controllo della città di Lucca. Alla base dello sviluppo c’era il sistema viario nella valle del fiume Serchio, basato sulla Via Clodia Nova, costruita dai romani. Nel Medio Evo parte del tracciato romano continuò ad essere utilizzato e, successivamente, fu integrato nella Via del Volto Santo, un’importante variante alla Via Francigena (o Romea). Nel primo quarto del XV° secolo, a seguito delle operazioni militari di Firenze in Garfagnana, alcuni villaggi si arresero. Nel 1429, la cittadina si sottomise volontariamente alla signoria di Ferrara. Due importanti fattori giocavano a favore di tale decisione: il commercio con la città era privo di dazi e gabelle e i sudditi potevano portare armi per la difesa personale.
Sostenuta da Papa Leone X°, Firenze riuscì finalmente ad impadronirsi della cittadina nel 1521. Alla morte del pontefice, gli abitanti di Castelnuovo cacciarono il commissario pontificio, acclamando il ritorno di Alfonso I° d’Este. Negli anni 1522-1525 il poeta Ludovico Ariosto ne fu il governatore. Nel XVI° secolo, la Garfagnana si divise: Castelnuovo rimase fedele agli Este di Ferrara, la vicina Castiglione rimase legata a Lucca, altre cittadine si sottomisero a Firenze. La situazione mutò soltanto alla fine del XVIII° secolo con le spedizioni militari in Italia di Napoleone. Dopo numerosi cambiamenti politici, nel 1805, Castelnuovo e altri villaggi furono aggregati al Principato di Lucca. Con la restaurazione nel 1814, tornarono di nuovo gli Este, che amministrarono la cittadina fino all’Unità d’Italia.

Curiosità

il mercato del giovedì

castelnuovoFin dal Medioevo a Castelnuovo di Garfagnana si svolge il tradizionale mercato del giovedì. Ancora oggi è abitudine scendere da altri villaggi della Garfagnana per fare gli acquisti nei “banchetti” ai piedi della Rocca Ariostesca. In passato si poteva comprare e vendere di tutto: famose e animate erano le contrattazioni delle granaglie, del bestiame e perfino di militari di ventura. Per regola ducale, il giorno di mercato non si potevano neppure arrestare i criminali!

GASTRONOMIA

Prodotti tipici

Castelnuovo Garfagnana - prodotti tipici Farina di Castagna

Vino - Cereali - Castagne

canapaI principali prodotti del territorio di Castelnuovo di Garfagnana sono:

Cereali

Vino

Castagne

Canapa

Brozzoli

Bestiame (pecore e bovini)

Formaggi

Ortaggi

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire a Castelnuovo di Garfagnana

Alberghi

Albergo La Vecchia Lanterna

Via Nicola Fabrizi, 26 – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 639331
www.lalanterna.eu
informazioni@lalanterna.eu
servizi: piscina e sauna, parcheggio box motobici, giardino e parco, sala riunioni, wi-fi, bar, TV

Hotel Ristorante Ludovico Ariosto

Via Francesco Azzi, 28 – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 62369

Hotel The Marquee

Via Provinciale, 14/B – località La Costa – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 62198

Hotel Da Carlino

Via Garibaldi, 15 – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 644270

Agriturismi

Agriturismo La Palazzina

La Palazzina – località Antisciana – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 62631
www.agriturismolapalazzina.com
info@agriturismolapalazzina.com
servizi: piscina per adulti, piscina per bambini, parco giochi, spazio lavanderia con lavatrice

Agriturismo Osteria del Piano

Via Osteria del Piano, 306 – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 62491

Agriturismo Casa del Mori

Località Gragnanella – Via delle Piane, 3 – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 639348/ +39 329 3248546
www.lacasadelmori.it
donaticristina@alice.it

Agriturismo L’Orbaco

Località Orbaco – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 338 9487180

Agriturismo La Piastra

Località Antisciana – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 643245

Agriturismo Le Lame

Via Traversa Vecchiacchi, 17 – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583641420
www.fattoriagarfagnana.it
bcoli@inwind.it

Agriturismo Venturo

Via Murella di Sotto, 337/A – località Murella di Sotto – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 65605/ +39 333 6709545
www.agriturismoventuro.com
info@agriturismoventuro.com

Agriturismo Gragnanella

La Casetta – località Gragnanella – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 639340

Agriturismo I Fossi di Monteperpoli e Monterotondo

Località Monteperpoli – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 62405/ +39 338 5883542

Agriturismo La Piastra

La Piastra Castelnuovo – località Antisciana – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 62491

Agriturismo Residenza Il Palazzetto

Località Il Palazzetto – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 62984
www.residenzailpalazzetto.it
info@residenzailpalazzetto.it

Agriturismo Pra di Reto

Piazza del Respiro – località Gragnanella – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 65734/ +39 347 7841072
pradireto@hotmail.com

Bed & Breakfast

B&B La Casetta

Cerretoli – località La Casetta – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 329 2325673

B&B Villa Saida – Casa Magnolia

Località San Carlo – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 639148/ +39 328 3018985
villasaida.casamagnolia@yahoo.it

B&B Il Ciulé

Via Pascoli, 1/A – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 334 9950184
info@bebmoira.com

B&B Iolanda

Antisciana – località La Palazzina, 14 – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 328 9077578
info@bebmoira.com

B&B Villa Toscana

Via Europa, 18 – località Le Monache – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 641497/ +39 333 8184616

Case vacanze/residence

Casa vacanze Villa Bertagni

Via del Colletto, 5/F – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 0583 641326
www.villabertagni.it
de.villabertagni@libero.it

Case per Ferie Montalfonso

Località Montalfonso – Castelnuovo di Garfagnana (LU)
Tel. +39 347 1439729
carlinocatering@hotmail.it