Attrazioni in Toscana
Musei in Toscana
Gastronomia Toscana
Eventi in Toscana
Itinerari in Toscana
Storia della Toscana
termo_vernio

Rignano sull’Arno, tra agricoltura e industria

Rignano_sull'Arno-StemmaRignano sull’Arno è una piccola cittadina attraversata dal fiume Arno, e ubicata nella zona del Valdarno Superiore. L’economia, prima basata fino a qualche decennio fa sulla produzione cementizia, oggi rispecchia una soddisfacente produzione tessile, nonché quella agricola, caratterizzata dalla coltivazione dell’uva e dell’oliva. Il territorio di Rignano Sull’Arno presenta un’ampia offerta di strutture ricettive ubicate sulle colline della zona. Segnaliamo la crescita del turismo ambientale legato al trekking e al cicloturismo dovuto alla presenza di numerosi sentieri escursionistici che attraversano tutto il territorio. Nei dintorni ci sono alcune aziende famose del campo della moda e la presenza di due degli outlet più noti della Toscana –The Mall” e Dolce & Gabbana.

ZONA Valdarno Superiore
TIPO cittadina agro-industriale
COORDINATE 43°43′00″N 11°27′00″E
ALTITUDINE 118 metri s.l.m.
PRODOTTI olio d'oliva, vino
SPORT trekking escursionistico, equitazione, ciclismo
CONFINI Bagno a Ripoli, Figline e Incisa Valdarno, Greve in Chianti, Pelago, Pontassieve, Reggello (FI)

rignano sull'arno mapInformazioni  Turistichefirenze map

Comune di Rignano sull’Arno
Piazza della Repubblica, 1 – 50067 Rignano sull’Arno (FI)
www.comune.rignano-sullarno.fi.it
Tel: +39 055 8348787

COSA VEDERE

Chiese di Rignano sull’Arno

Abbazia di Santa Maria a Rosano - Rignano suul'ArnoAbbazia di Santa Maria a Rosano

Pieve di San Leolino

Zona: Valdarno Superiore
Tipo:  chiesa protoromanica (X° secolo)

La chiesa, risalente al X°–XI° secolo, è stata recentemente oggetto di un profondo restauro. L’intervento ha consentito di recuperare lo spazio a tre navate concluse da tre absidi che, assieme al campanile, appartiene al nucleo originario. La parte anteriore è indiscutibilmente del XVIII° secolo. Nel corso dei lavori sono stati anche salvati (tramite distacco) alcuni importanti affreschi tra i quali il polittico Incoronazione della Vergine, attribuito a Cenni di Francesco (1370). Da segnalare anche il fonte battesimale esagonale di terracotta invetriata attribuito a Benedetto e Santi Buglioni (1510). Il 12 luglio 2008 è stato festeggiato il Millenario della Pieve.

Abbazia di Santa Maria a Rosano

Zona: Valdarno Superiore
Tipo:  chiesa protoromanica (X° secolo)
Indirizzo: località Rosano

Originariamente era un monastero femminile benedettino fondato nel 780. La chiesa risale all’XI° secolo, ma fu oggetto di restauri nel XVI° e XVIII° secolo che non alterarono le strutture originali. La chiesa, in puro stile romanico, ha tre navate con presbiterio rialzato, chiusa da un’abside semicircolare con pilastri che sorreggono gli archi di valico. La cripta è divisa in cinque piccole navate con copertura a volta sostenuta da colonne in pietra serena, con capitelli di buona fattura. All’interno si conserva un pregevole crocifisso del XIII° secolo.

Monumenti e luoghi da visitare

Villa Fattoria Torre a Cona - San Donato in Poggio - Rignano sull'ArnoVilla Fattoria Torre a Cona

Villa Torre a Cona

Zona: Valdarno Superiore
Tipo:  villa-fattoria e dimora storica (XVIII° secolo)
Indirizzo: località San Donato in Collina
Tel.: +39 055 699000
Sito: www.villatorreacona.com
Orari: 1° e 4° mercoledì dei mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile, ottobre, novembre, dicembre 9.00-12.00
Ingresso: gratuito
Accessibilità ai disabili:

La torre medievale al centro della villa, che dà il nome all’intera costruzione, è il nucleo più antico dell’edificio. La villa fu costruita nel XVIII° secolo in posizione rialzata rispetto al terreno circostante. L’edificio principale è di considerevoli dimensioni. Il parco, che si estende sul lato sinistro della villa, ha mantenuto inalterato l’aspetto originario: forma a losanga, dal cui centro si irradiano viali. Alla fine di ogni viale sono collocate statue mitologiche e allegoriche realizzate in laterizio e muratura e ricoperte di stucco. Il parco è composto prevalentemente da imponenti cipressi, lecci e qualche esemplare di roverella. Durante la Seconda Guerra Mondiale le cantine offrirono protezione a varie opere di Michelangelo e Donatello, incluse le statue delle Cappelle Medicee e del Duomo di Firenze. Recentemente la villa ha inaugurato un’attività agrituristica, parallelamente alla consolidata produzione di vino ed olio di qualità.

Villa - Castello di Volognano

Zona: Valdarno Superiore
Tipo:  villa neogotica e fattoria
Indirizzo: località Volognano

Risalente al XIII° secolo, la costruzione è circondata da una cinta muraria di forma ellittica attraversata da un’unica strada alla quale si accede attraverso due porte con arco a tutto sesto, parzialmente conservate. All’interno si trova la possente torre merlata del mastio e la chiesa romanica di San Michele a Volognano. Il castello è stato trasformato in villa neogotica che svolge sia attività turistiche che di supporto alla fattoria integrata nel complesso.

ITINERARI

Percorsi

Strada del Vino Chianti Colli Fiorentini

collifioStrada del Vino Chianti Colli Fiorentini

Informazioni: Villa di Bellosguardo – Via di Bellosguardo, 54 – Lastra a Signa (FI)
Tel.: +39 055 87217830 oppure +39 055 8723749
Email: info@chianti-collifiorentini.it
Sito: www.chianti-collifiorentini.it

La Strada è disposta tutta attorno a Firenze e suddivisa in due porzioni che coprono quasi completamente le cosiddette Colline Fiorentine e i territori dei comuni qui dislocati.
Comuni: Bagno a Ripoli, Barberino Val d’Elsa, Certaldo, Fiesole, Figline Valdarno, Firenze, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, San Casciano Val di Pesa, Scandicci, Signa, Tavarnelle Val di Pesa

collic-fiorentineI VINI

Il Bianco dell’Empolese può essere abbinato alla cucina tradizionale, a minestre e zuppe povere, verdure lessate o gratinate, bolliti, piatti di pesce azzurro e formaggi freschi. Il Vin Santo dell’Empolese, obbligatoriamente invecchiato per tre anni, è da bere con i dessert. Il rosso Colli dell’Etruria Centrale deve essere abbinato a carni rosse; il rosato è adatto con affettati toscani, ribollita, pesce; il bianco con antipasti di verdura, minestre e pesce. Il Vin Santo è da bere preferibilmente con la pasticceria; il Novello, da bersi entro gennaio, è invece adatto per tutti i pasti. Il Pomino bianco è adatto per gli antipasti di pesce o di cacciagione, per i bolliti, le verdure lesse o grigliate e i piatti a base di pesce in guazzetto ma è ottimo anche come semplice aperitivo. Il rosso si abbina bene con arrosti e selvaggina, formaggi stagionati, minestre e zuppe toscane, affettati e tutti quei piatti per i quali è d’obbligo un vino importante.

CULTURA

Storia

Torre di Rignano

Le prime tracce di un nucleo abitato risalgono al XII° secolo. Il nome Rignano deriva da un appezzamento agricolo (pagus Herannianus) situato nella zona dove in seguito verrà costruita la Pieve di San Leolino. Infatti, lo sviluppo dell’abitato, dapprima legato alla pieve, fu successivamente influenzato dal castello e dal ponte sull’Arno, costruito nel XIV° secolo. Fin dal 1426 era anche in funzione lo Spedale dei SS. Filippo e Giacomo per l’assistenza ai viandanti. Nel 1773 il Granduca di Toscana Pietro Leopoldo abolì la ripartizione in leghe per costituire le comunità e la Comunità di Rignano fu costituita dall’aggregazione di quindici “popoli” che furono distaccati dalla Podesteria di Pontassieve.

Delle torre antiche, ancora si può vedere la Torre di Pian d’Isola risalente al XIII° secolo dove presenta tracce evidenti di muratura medievale, archetti e beccatelli nell’area superiore. La torre fa parte di un complesso residenziale con una corte interna circondata da una cortina muraria in sintonia con la torre.

L’impulso maggiore allo sviluppo avvenne subito dopo l’Unità d’Italia con la costruzione della linea ferroviaria Firenze-Roma che ha dotato l’abitato di una stazione. Lo scalo ferroviario divenne il riferimento per la produzione agricola della zona e le fattorie ne ebbero notevoli vantaggi. Attorno al 1880 fu impiantata una cartiera e, sfruttando i giacimenti di calcare delle colline vicine, fu anche costruito uno stabilimento per la produzione di cementi e calci idrauliche.

ENOGASTRONOMIA

Prodotti Tipici

Strada dei vini Colli Fiorentini

Strada dei vini Chianti Colli Fiorentini

Questa Strada ruota attorno a Firenze, attraversando i Colli Fiorentini ed i territori dintorni.

Comuni: Bagno a Ripoli, Barberino Val d’Elsa, Certaldo, Fiesole, Figline Valdarno, Firenze, Impruneta, Incisa Valdarno, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, San Casciano Val di Pesa, Scandicci, Tavarnelle Val di Pesa.

Informazioni:
Villa di Bellosguardo – via di Bellosguardo, 54 – Lastra a Signa (FI)
Tel. +39 055 87217830 / +39 055 8723749

Prodotti: Bianco dell’Empolese, Vin Santo dell’Empolese,  Colli dell’Etruria Centrale,  Pomino

I vini

Il Bianco dell’Empolese, di colore rubino vivace, può essere abbinato ad una cucina a base di minestre e zuppe, verdure lesse, bolliti, piatti di pesce azzurro e formaggi freschi. Il vino dei Colli dell’Etruria Centrale, se rosso è un vino da pasto abbinabile con carni rosse; il rosato è adatto con affettati toscani, ribollita, pesce; il bianco, con antipasti di verdura, minestre e pesce. Il Vin Santo dell’Empolese, da bere per dessert, obbligatoriamente invecchiato tre anni. Il Novello da bersi entro gennaio, è invece vino adatto per tutti i pasti. Il Pomino, se bianco è adatto per gli antipasti di pesce o di cacciagione, per i bolliti, le verdure lesse o grigliate e i piatti a base di pesce in guazzetto. Il rosso si abbina con arrosti e selvaggina, formaggi stagionati, minestre e zuppe toscane, affettati e tutti quei piatti per i quali è d’obbligo un rosso importante.

Tenuta Belvedere

Rignano sull’Arno
Degustazione e wine tour

SERVIZI TURISTICI

Dove dormire a Rignano sull’Arno

Country Room Il Moro

Rignano sull’Arno
Agriturismo e corsi di cucina

Dove mangiare a Rignano sull’Arno

Maltagliatti ai ferri

Ristoranti e Trattorie

La Bottega a Rosano

Via 1° Maggio, 10 – località Rosano – 50067 Rignano sull’Arno
Tel: +39 055 8303013
www.bottegaarosano.it
info@bottegaarosano.it
Servizi: cucina tipica toscana – aperto per pranzo da martedì a domenica – aperto per cena venerdi e sabato – chiuso lunedì