Fu solo nel XVIII° secolo che un presistente edificio – fattoria e occasionale residenza per le battute di caccia – venne trasformato, sotto la guida dell’architetto Francesco Roncioni, in una vera e propria villa. I lavori si protrassero per quasi cinquanta anni. Gli interni furono affrescati da Giovanni Battista Tempesti con dovizia di false prospettive, “grottesche” e scene mitologiche in stile rococò. Un piccolo gioiello è il padiglione della bigattiera, costruito nel 1832 in stile neogotico, per accogliere l’allevamento dei bachi da seta e le filande. Verso la metà del XIX° secolo fu realizzato il grande parco all’inglese che circonda la villa. Facevano parte delle strutture di gusto romantico disseminate nel parco: la cappella di famiglia, costruita riutilizzando anche vecchie arche sepolcrali, un castello, una cascata, un lago e una grotta artificiale (con volta a botte decorata con pietre dure, madreperla e conchiglie). Attualmente nella villa ha la propria sede la Fondazione Cerratelli, che raccoglie costumi e locandine di film, foto di scena, manifesti e bozzetti.
Nella villa si consumò l’amore tra il poeta Ugo Foscolo (1778-1827) e Isabella Roncioni (già promessa in sposa ad altri), che ispirò la figura di Teresa, personaggio-chiave del romanzo Ultime Lettere di Jacopo Ortis. La villa è stata anche la location dove la regista Jane Campion ha diretto il film Ritratto di signora (The Portrait of a Lady) (1996), basato su un romanzo di Henry James.

Orari di Apertura

Lunedì

15.30 – 19.00

Martedì

15.30 – 19.00

Mercoledì

15.30 – 19.00

Giovedì

15.30 – 19.00

Venerdì

15.30 – 19.00

Sabato

-

Domenica

-

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

San Giuliano Terme (PI)

GPS:

43.759766553826, 10.442009816521

Telefono: