La Strada del Vino dei Colli di Candia e di Lunigiana attraversa la parte più settentrionale della Toscana, interamente nel territorio della Provincia di Massa-Carrara. La zona è nota per il paesaggio variegato e atipico tra le Alpi Apuane venate dal biancore del marmo e il mare. Gli itinerari, attraverso aziende vitivinicole, agrituristiche e ricettive associate, consentono di effettuare visite ed escursioni alle cave di marmo oppure soggiornare nelle cittadine balneari. Partendo da Pontremoli in direzione Fosdinovo per giungere fino a Montignoso il percorso attraversa varie cittadine, villaggi e borghi tipici: Filattiera, Malgrate, Castiglione, Merizzo, Vaccareccia, Quercia, Rometta, Ceserano, S. Terenzo, Castelpoggio, Gragnana, Sorgnano, Carrara, Mirteto, Turano, Capanne.

Percorrere la strada significa anche gustare la cucina locale e i prodotti tipici quali il Lardo di Colonnata IGP, la salsiccia di prosciutto di Montignoso ed il miele della Lunigiana DOP, di acacia o di castagno che sia. I ristoranti sul mare offrono un vasta scelta di pesce fresco, mentre quelli dell’entroterra propongono piatti della tradizione come i testaroli, cotti in testi di ghisa e conditi con il pesto, la torta d’erbi (con erbe selvatiche), i taglierini nei fagioli e la torta di riso dolce, il tutto accompagnato dai vini della zona.

I Vini

Prodotti: Val di Magra IGT, Toscana IGT, Candia dei Colli Apuani DOCColli di Luni DOC

Il Candia dei Colli Apuani è un vino da bersi giovane e da abbinarsi, per il tipo secco, ad antipasti di pesce e crostacei in genere. Il tipo amabile o abboccato va bevuto assieme a dolci delicati, mentre il Vin Santo è ottimo con qualsiasi tipo di pasticceria secca oppure crostate. Vino dei Colli di Luni: per il bianco è consigliato l’accostamento con le minestre e la pasta al pesto; è gradevole anche sugli antipasti di terra leggeri. Il Vermentino è adatto ai primi e secondi piatti a base di pesce e crostacei mentre il rosso è da abbinare alla cucina toscana in genere, in particolare ai salumi, ai formaggi e alle carni bianche.

colli candiaIl percorso

Il percorso inizia da Pontremoli, suggestivo borgo che, con i palazzi barocchi testimonia la fortuna mercantile del passato. Meritano una visita la Chiesa di San Francesco dove si conserva ancora oggi un bassorilievo marmoreo di Agostino di Duccio, il Teatro della Rosa, di fronte alla torre medievale di Castelnuovo, e la chiesa barocca di Nostra Donna completamente affrescata. Appena fuori dell’abitato c’è il complesso quattrocentesco del convento e della chiesa della Santissima Annunziata. Al di sopra del borgo antico l’imponente Castello del Piagnaro, di epoca longobarda. All’interno è ubicato l’interessante Museo delle Statue Stele. Nei dintorni è d’obbligo una sosta a Cervara, caratteristico borgo con i “facion”, antichi volti grotteschi scolpiti nella pietra arenaria su gli architravi delle abitazioni per allontanare gli spiriti maligni.

Molti i borghi e le cittadine che si incontrano successivamente: Filattiera con le strette stradine, la torre d’avvistamento, la chiesa castrense medievale di San Giorgio. Da non mancare una visita a l’ospitale di San Giacomo, antico ricovero per pellegrini. Il monumento più importante della zona è la maestosa Pieve di santo Stefano a Sorano. Poco lontano dal borgo di Filattiera numerose case-torri compongono l’abitato di Ponticello di origini bizantine. Poi, in sequenza, si tottano gli abitati di Malgrate, Castiglione, Merizzo, Vaccareccia, Quercia, Rometta, Ceserano, S. Terenzo, Castelpoggio, Gragnana, Sorgnano fino a giungere a Carrara, la “città del marmo”.

Numerosi sono i palazzi di interesse storico nel centro: Palazzo del Medico, palazzo Orsolini, delle Logge, Conti Luciani, Fabbricotti, delle Cariatidi, con la facciata interamente rivestita in marmo e adornata di statue settecentesche. Da visitare il Duomo di Sant’Andrea pregevole edificio in stile romanico-gotico. Davanti c’è l’incompiuta Fontana del Gigante e la casa in cui soggiornava Michelangelo Buonarroti. Nel Castello del Principe c’è la rinomata Accademia delle Belle Arti dove sono esposte opere d’arte contemporanea, calchi in gesso e numerosi cippi romani. Da non perdere anche il Museo Civico del Marmo, in cui si conservano reperti provenienti dalle cave, macchine e strumenti per la lavorazione.

Proseguendo si arriva al mare, a Marina di Carrara località che dispone di spiagge amene e attrezzati stabilimenti balneari. La Strade del Vino termina a Montignoso che raccoglie la triplice varietà geografica: il mare, la campagna e la montagna. Di notevole interesse il medievale Castello Aghinolfi e la Villa Schiff-Giorgini, circondata da un giardino con alberi secolari. Il vicino Lago di Porta è sicuramente il luogo ideale per gli amanti della natura: oasi controllata da WWF e Lega Ambiente è oggi un centro dedicato al ripopolamento faunistico.

candiaZona: Lunigiana
Comuni: Pontremoli, Fosdinovo, Montignoso, Filattiera, Carrara (MS)
Informazioni: Comitato Strada del Vino Colli di Candia e di Lunigiana
Indirizzo: Via Crispi, 11 – Massa (MS); Lungomare Vespucci, 24 – località Marina di Massa – Massa Carrara (MS)
Tel.: +39 338 8853067 / +39 0585 816555
Email: info@stradadelvinoms.it
Sito: www.stradadelvinoms.it

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Pontremoli (MS)

GPS:

44.371317349459, 9.8818743730766