oasi laguna orbetelloLa Riserva naturale Laguna di Orbetello comprende tre aree protette:

  • Laguna di Orbetello
  • Oasi WWF Laguna di Orbetello
  • Riserva naturale Duna Feniglia

La Laguna di Orbetello è una delle zone più incontaminate della Toscana e costituisce un habitat unico nel suo genere. Oltre 1.500 ettari di terreno paludoso, formano la laguna costiera, separata dal mare da due strisce di terra lunghe circa 6 chilometri – i tomboli della Giannella e della Feniglia – che uniscono la terraferma al promontorio del Monte Argentario. Un terzo tombolo, solo sabbioso e prolungato artificialmente, è al centro della laguna, la divide in due parti – la Laguna di Ponente e la Laguna di Levante – e collega Orbetello all’Argentario.

La Riserva Regionale Laguna di Orbetello, situata nella Laguna di Ponente di Orbetello, comprende l’omonima Oasi gestita dal WWF, al cui interno è posta la Riserva Naturale Statale denominata “Laguna di Orbetello di Ponente”, il bosco di Patanella e l’isolotto di Neghelli. Una porzione di 800 ettari è un’Oasi WWF, gestita direttamente sulla base di accordi con la proprietà e con gli Enti Locali.

L’area è caratterizzata da una molteplicità di ambienti che comprendono litorali sabbiosi, tomboli, la laguna salmastra e modeste superfici di stagni d’acqua dolce, cui si aggiungono campi coltivati, tratti di macchia mediterranea, piccoli boschi e pinete. La notevole varietà della vegetazione e dell’ambiente ha favorito un’alta frequentazione da parte della fauna avicola: la Laguna di Orbetello è infatti di importanza cruciale per la sosta e la nidificazione di molte specie di uccelli.

Un’altra Oasi è stata istituita nel 1971 per tutelare la zona. Trattasi del l’Oasi WWF della Laguna du Orbetello.  L’ambiente si estende per 300 ettari dove, a tratti, affiorano isolotti di limo ricoperti da vegetazione palustre. La terraferma comprende un tratto del Tombolo della Giannella, con spiagge e dune e vegetazione tipica. La laguna salmastra, la macchia mediterranea, la duna costiera, i prati, la pineta sono gli altri scenari all’interno dell’Oasi, un ambiente ottimale per oltre 250 specie di uccelli. Le caratteristiche dell’ambiente e la posizione lungo le rotte migratorie consentono la concentrazione di migliaia di uccelli migratori, specialmente nel periodo invernale e per la nidificazione. Tra i mammiferi più comuni ci sono la volpe, il tasso e l’istrice. Nella parte settentrionale della riserva è ubicato il Casale della Giannella, gestito dal WWF Italia per fini naturalistici, didattici e di studio dell’ambiente.

L’oasi di Orbetello comprende tre itinerari lungo i quali ci sono pannelli didattici che aiutano il visitatore nella comprensione del territorio e nel riconoscimento delle specie presenti. Ci sono postazioni per birdwatching.

1 – sentiero ornitologico, dedicato esclusivamente alla fauna avicola, con un percorso completato da nove punti per l’osservazione
2 – sentiero del Bosco di Patanella, percorso botanico con punti per l’osservazione di esemplari arborei di leccio, sughero, pino d’aleppo e orchidee.
3 – sentiero escursionistico, il più lungo, che attraversa vari ambienti (tra cui un orto botanico), incluso il cosiddetto “giardino delle farfalle”
Il centro visite, gestito dall’organizzazione WWF Italia, è situato all’interno del Casale della Giannella. Il centro fornisce materiale didattico sulla riserva ed organizza esposizioni tematiche.

La terza area naturalistica è la  Riserva Naturale Duna Feniglia. riserva duna fenigliaLa Riserva è una stretta duna sabbiosa lunga circa 6 chilometri e con un’area di quasi 500 ettari. Collega la località di Porto Ercole, ai piedi del Monte Argentario, con il promontorio di Ansedonia. Conserva intatto l’ecosistema del tombolo (un tipo di bosco costiero ricco di vegetazione mediterranea) che la ricopre tutta sia sul lato rivolto verso la laguna che su quello verso il Mar Tirreno. Diffusissimi pini marittimi, pini domestici, sughere, lecci, gigli marini, ginepri e arbusti della macchia mediterranea. All’interno vivono, in assoluta libertà, daini, alcuni cinghiali, volpi, tassi, donnole e roditori; l’avifauna infine conta numerosissime specie.

Lungo la fascia prospiciente il mare c’è una spiaggia di sabbia finissima, con zone frequentate anche da naturisti. Vari percorsi, adeguatamente segnalati, consentono di effettuare la visita sia a piedi che in bicicletta. Inoltre c’è un percorso fitness, uno prospiciente la Laguna di Levante con diversi punti di osservazione birdwatching e un sentiero natura per non vedenti con un corrimano e postazioni olfattive e tattili. È anche visibile la stele in memoria di Caravaggio: sembra infatti che il celebre pittore fu trovato sulla spiaggia, ormai morente per febbri malariche, concludendo la tumultuosa vita poco dopo a Porto Ercole.

laguna orbetello fenicotteroZona: Maremma del Sud
Comune: Orbetello (GR)
Tipo: area naturale protetta
Indirizzo: Casale della Giannella – Orbetello (GR)
Tel.: + 39 0564 820297
Email: oasiorbetello@wwf.it
Sito: www.wwf.it
Servizi: punto ristoro, foresteria (circa 60 posti-letto, prenotazione obbligatoria per gruppi), sala riunioni, aule e laboratorio didattici, organizzazione di campi e settimane verdi, sentiero natura con mostra sulle zone umide e il giardino delle farfalle, noleggio biciclette
Centro Educazione Ambientale “A. Peccei”: organizzazione di settimane verdi e attività stanziali per le scolaresche; nel periodo estivo sono organizzati campi e soggiorni-vacanze per famiglie e giovani

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Oasi WWF Laguna di Orbetello - Orbetello (GR) – località Gianella

GPS:

42.437528, 11.194082999999978