La cinta muraria di Volterra è costellata di porte di accesso, di origine ed epoche
differenti. Quelle di particolare interesse sono le seguenti:

Porta etrusca
È senza dubbio sopravvissuta nel tempo perché una porzione nella cinta muraria etrusca fu inglobata in quella di epoca medievale. La porta ha subito alcune trasformazioni di minore entità, sia in epoca romana che medievale.

Porta a Selci
Caratterizzata da un semplice arco a tutto sesto, fu costruita nel XVI° secolo in sostituzione di una più antica, anche detta “del Sole”. Da Porta a Selci, vicina alla Rocca Antica, si diramavano tutte le strade in direzione del territorio senese.

Porta Marcoli
Costruita, forse, nel XIV° secolo, metteva in diretta comunicazione con il monastero olivetano di S. Andrea ed era molto utlizzata dagli agricoltori della campagna circostante.

Porta di Docciola e Fonte di Docciola
Costruita nel XIII° secolo, metteva in comunicazione la città con la vallata circostante. La fonte, che si trova proprio di fronte alla porta, risale a 1254. È formata da due imponenti archi, all’interno dei quali è collocata una grande vasca rettangolare, utilizzata come lavatoio pubblico. L’acqua serviva inoltre per alcuni vicini opifici lanieri e per alcuni mulini, ubicati più oltre.

Porta Fiorentina
Originariamente denominata S. Agnolo, per la vicina chiesa dedicata all’Arcangelo, ha la stessa struttura architettonica delle altre porte volterrane. Nella porta, da cui inizia la strada per Firenze, sono però visibili evidenti rimaneggiamenti eseguiti nel XVI° secolo. Fu una scelta obbligata perché, durante l’assedio del 1530, la torre sovrastante (dove erano depositate munizioni) fu colpita ed esplose.

Porta San Francesco
Detta anche di Santo Stefano o Pisana, perché la strada, costeggiando il fiume Era, si dirigena in direzione di Pisa. È l’unica porta che conserva tracce di affreschi nella volta, originariamente presenti in tutte le porte della città.

Porta San Felice
Costituita da un solo semplice arco a sbarra che si appoggia a due tronchi disgiunti di mura castellane, ha un aspetto anomalo rispetto alle altre porte cittadine.

Porta Diana
Quello che rimane di questa porta di epoca etrusca si trova all’esterno delle mura medioevali, in direzione della Val d’Era. È accertato che la porta collegava la città alla principale necropoli etrusca.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Volterra (PI)

GPS:

43.399414898917, 10.866087982274