Parco Minerario Naturalistico di Gavorrano ha lo scopo principale di conservare la memoria e tracce visibili dell’importante attività di estrazione del minerale di pirite, che ha influenzato la storia recente del territorio e la vita di molte generazioni di abitanti. Attualmente il Parco Minerario Naturalistico è una componente di un progetto che coinvolge un’area più vasta: il Parco Nazionale delle Colline Metallifere Grossetane. All’interno del parco minerario di Gavorrano è conservato il complesso sistema – più di 100 chilometri tra cantieri e gallerie – realizzato a partire dalla fine del XIX° secolo e rimasto in funzione fino agli anni ’80 del XX°.
Sono ancora visibili numerosi “castelli minerari”, grandi cave a cielo aperto, resti di strutture per il trattamento del minerale (laverie), discariche, pilastri di teleferiche per il trasporto del minerale e veri e propri villaggi minerari. All’interno del parco le aree di particolare interesse e le miniere sono: Parco delle Rocce  (cava di San Rocco, Museo  in Galleria e Teatro delle Rocce), Castel di Pietra, Rigoloccio, Pozzo Impero,  Pozzo Roma e mineira di Ravi Marchi.
Pozzo Roma
Tipo:  ecomuseo e pozzo minerario 200 metri profondità
il Pozzo Roma è  il cuore del Parco Minerario Naturalistico di Gavorrano con le imponenti strutture: una torre di ferro a traliccio alta 40 metri, laveria per il trattamento del minerale ed edifici di servizio. È  davvero il simbolo dell’attività mineraria di Gavorrano, il cui scavo fu iniziato nel 1914. Al completamento del percorso museale sono disponibili percorsi di superficie (sentieri e musei), nel sottosuolo (pozzi, gallerie, discenderie) e aerei (seggiovia sui percorsi delle teleferiche).

Miniera Ravi Marchi  – località  Ravi
Tipo: museo minerario
È una piccola miniera dotata di tutte le strutture relative all’estrazione ed alla lavorazione del minerale di pirite, entrata in funzione nel 1910 e cessata nel 1965.   Sono presenti pozzi, laverie e sistemi di trasporto. Sono ancora perfettamente visibili due pozzi con i relativi castelli minerari in ferro: Vignaccio I e Vignaccio II.

Pozzo Impero  – località Bagnetti
Tipo: museo e pozzo minerario 240 metri profondità
Lo scavo del pozzo fu iniziato nel 1936. L’imboccatura si trova in posizione sotterranea ed è raggiungibile attraverso una galleria di accesso.

Rigoloccio
Tipo: pozzo minerario museo
Questa miniera di pirite faceva parte del più ampio complesso di Gavorrano. Tramite una galleria sotterranea il materiale estratto veniva condotto sino al Pozzo Roma. Nelle vicinanze del Rigoloccio, il Pozzo 4 è ancora in funzione ed è utilizzato per il pompaggio delle acque all’interno della miniera.
Il parco offre tre itinerari sulla Via delle Pirite facilmente percorribili:
1.    Museo Minerario in Galleria  – 300 m in gallerie sotterranee – 1 ora di durata
2.    Miniera Ravi Marchi – 600 m – 1 ora di durata
3.    Parco delle Rocce ( cava di San Rocco, Museo in Galleria e Teatro delle Rocce – 800m – 1 ora di durata

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

parco minerario - Gavorrano (GR)

GPS:

42.921154349459, 10.905658310695