L’oratorio fu costruito nel XIII° secolo come cappella privata per l’utilizzo da parte delle cariche del governo cittadino. Nel XV° secolo vi fu trasferita l’immagine lignea del SS. Crocifisso che, secondo la tradizione popolare, era dotata di poteri miracolosi: si tramandava che il crocifisso fosse giunto a San Miniato per mano di due misteriosi viandanti, forse due angeli. I due lo lasciarono nell casa di un’umile vedova, chiuso in una cassa attraverso la quale, nelle ore notturne, filtrava una luminosità molto particolare. Per rendere ancora più sacro l’ambiente, fu deciso di affrescare le pareti della cappellina con scene tratte dal’infanzia di Cristo (Natività, Strage degli Innocenti, Adorazione dei Magi) e della Passione (Ultima cena, Preghiera nell’orto, Cattura e Flagellazione). Il vano prebisteriale è stato chiuso con una cancellata in ferro battuto in stile gotico, ma realizzata nel XV° secolo, decorata con vegetali dorati.
Il pregevole altare di legno intagliato, dorato e ornato di pitture e sculture, fu realizzato come ex-voto dopo la pestilenza del 1527. I dipinti che lo decorno sono opera di Francesco lanfranchi, fratello del più notto pittore Andrea Del Sarto. Nonostante il deterioramento di parte dei dipinti, la cappella – che si trova all’interno del palazzo municipale – è uno dei luoghi più suggestivi della città, vero tesoro artistico medievle e rinascimentale.

Orari di Apertura

Lunedì

-

Martedì

-

Mercoledì

-

Giovedì

-

Venerdì

-

Sabato

-

Domenica

-

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

San Miniato (PI)

GPS:

43.6829641, 10.8551196