La necropoli si trova su una collina nei pressi di Fonterutoli, utilizzata come cimitero da una comunità etrusca che abitò il territorio dalla fine del VII° fino al V° secolo a.C. È composta da quattro tombe a camera di struttura monumentale, unite tra loro da un sentiero che si snoda nel bosco.

Tomba numero 1

La tomba è ancora provvista del dromos d’accesso del tipo “a schiena d’asino”. Tra i materiali reperiti ci sono due anfore greche in ceramica a figura nera, risalenti a metà del VI° secolo a.C. In una delle anfore è rappresentata una scena di banchetto.

Tomba numero 2

Questa tomba possiede una struttura meno articolata della precedente: il dromos è assente e la tomba è composta da una sola camera. Le due pietre che formavano la porta sono ancora presenti.

Tomba numero 3

È la più grande della necropoli ed anche la più antica. Infatti è stata la prima ad essere costruita, verso la fine del VII° secolo a.C. È composta da un lungo dromos d’ingresso del tipo “a schiena d’asino” e da un vestibolo che immette in tre celle disposte a croce. La soglia d’ingresso è tuttora presente. Nella camera principale, è stato fatto largo uso di travertino, in particolare nel pilastro centrale che era anche l’elemento portante della cupola. Vi sono stati ritrovati i resti di un’urna cineraria, un frammento decorativo di una cassa in legno da parata, alcune placche di avorio incise e frammenti di vasi in bronzo.

Tomba numero 4

Quest’ultima tomba è la più recente della necropoli, come si può dedurre dal materiale ritrovato che permette di datarla al V° secolo a.C. Si caratterizza per l’assenza del dromos e per la presenza di una camera unica.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Castellina in Chianti (Si)

GPS:

43.4715142, 11.2856676