Monticello Amiata (comune di Cinigiano) fu un antico centro medievale ubicato in un’area a tra la valle dell’Ombrone ed il Monte Amiata. Inizialmente denominato Montepinzutolo, il borgo sorse attorno all’anno mille come castello di proprietà dell’Abbazia di San Salvatore al Monte Amiata. Ben presto divenne feudo di alcuni nobili della Val d’Orcia e, successivamente, l’intera zona passò nelle mani della famiglia Aldobrandeschi. Verso la metà del XIII° secolo il borgo ottenne il riconoscimento di libero comune, ma questo non impedì di essere scomunicato per aver rifiutato di pagare le tasse ai vari signorotti ed enti impositori….. la scomunica non è stata mai revocata e ed è tuttora vigente!
Nel paesetto sono degne di nota la Chiesa di San Michele Arcangelo, che custodisce dipinti del XVI° secolo, e l’Oratorio della Compagnia di San Sebastiano, che conserva una statua lignea del santo. Nei pressi del villaggio sorgono due edifici religiosi, da sempre meta di pellegrinaggi: la Cappella della Madonna del Lampino a Ripe, costruita su di un precedente tabernacolo affrescato, ed il Santuario della Madonna di Val di Prata. Da segnalare anche la Casa Museo di Monticello e la Via delle Fonti.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Cinigiano (GR) – località Monticello Amiata

GPS:

42.8869887, 11.480415200000038