Isola di Montecristo

L’Isola di Montecristo, che fa parte del comune di Portoferraio (Isola d’Elba – LI), è un’area biogenetica protetta destinata a tutelare il particolare ambiente che fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Le condizioni storiche e geomorfologiche hanno impedito il popolamento dell’isola ma favorito la conservazione della tipica fauna e flora. Nell’isola non è possibile pernottare ed è vietata la pesca, la balneazione e la navigazione entro 1.000 metri dalla costa.

isola di MontecristoL’isola denominata Ocrasia dai greci e Mons Iovis dai romani è interamente montuosa e con diverse sporgenze rocciose a picco sul mare. Particolari condizioni hanno impedito il popolamento ma, nel contempo, hanno favorito la conservazione della flora e della fauna. In particolare qui sono sopravvissute specie animali e vegetali oggi scomparse in tutto il bacino del Mar Mediterraneo. L’isola è, inoltre, luogo di sosta per migliaia di uccelli migratori e ci vivono gli unici esemplari di capra selvatica di tutto il territorio italiano.

L’appellativo deriva da Mons Christi, il nome con cui San Mamiliano ribattezzò l’isola. La storia documentata inizia con la fondazione del monastero intitolato al religioso. Nel 1553 il temibile ammiraglio turco Dragut attaccò l’isola che, subito dopo, fu praticamente abbandonata. Nel 1852 il cittadino inglese George Watson Taylor l’acquistò e trasformò Cala Maestra in un vero giardino; i pochi fabbricati di Montecristo risalgono a questo periodo. Nel 1869 l’isola divenne proprietà del governo italiano e, dopo ulteriori inutili tentativi di colonizzazione, nel novembre 1874 vi fu insediata una colonia penale, succursale di quella di Pianosa, rimasta in funzione fino al 1884. Nel 1971 l’isola fu dichiarata Riserva Naturale dello Stato. Con decreti del Ministero della Marina è stata anche istituita una zona di tutela biologica per un raggio di 500 metri di stanza dalla costa dell’isola.

Per visitare l’isola è necessario un permesso da richiedere presso il comando del Corpo Forestale dello Stato a Follonica (Grosseto). Da segnalare la Fortezza di Montecristo, il Monastero di San Mamiliano  e la Grotta di San Mamiliano. Nelle acque di Cala del Diavolo, una spiaggeta dell’isola, è stato individuato il relitto di una nave da carico naufragata durante la prima metà del III° secolo a.C.

isola montecristo1Zona: Arcipelago Toscano
Comune: Portoferraio (LI)
Tipo: isola con riserva naturale
Fortificazioni: Fortezza di Montecristo
Chiese: Monastero di San Mamiliano
Luoghi: Grotta di San Mamiliano
Riserve naturali: Riserva dell’Isola di Montecristo
Visite: di gruppo ed esclusivamente dal 1° aprile al 15 luglio e dal 31 agosto al 31 ottobre. È necessaria l’autorizzazione del Corpo Forestale di Follonica (GR)

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

località Isola di Montecristo - Portoferraio (LI)

GPS:

42.3357079, 10.310501