Le prime case e i primi terreni furono donati allo Spedale di Santa Maria della Scala di Siena verso il 1270. In seguito furono trasformati in una grangia, cioè un luogo fortificato dove si raccoglievano o lavoravano prodotti agricoli (grano, olio, vino) per pellegrini e bisognosi. Furono quindi costruiti edifici fortificati, torri e mastio. Nel 1790 l’intera fattoria fu venduta e l’edificio fu diviso tra proprietari diversi. Nel corso del XIX° e del XX° secolo l’edificio fu utilizzato come cantina tinaia, granaio, magazzino, ma, in parte, fu suddiviso in piccoli appartamenti dati in affitto. Di recente gran parte del complesso è divenuto proprietà del Comune che ha effettuato importanti restauri ed ha creato Il Museo dell’Antica Grancia. Accanto alla facciata del palazzo principale si trova una grande porta (1404) sormontata da un alto muro munito di bertesca per gettare olio bollente su eventuali assedianti. All’interno, proprio di fronte alla porta, si apre il cortile che dà accesso all’abitazione, alle stalle, allo scrittoio e ad alcuni locali di produzione e conservazione e al museo dell’olio.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Rapolano Terme (SI) – località Serre di Rapolano

GPS:

43.25884132073, 11.613265546283