All’origine, sullo stesso sito, sorgeva una fortificazione longobarda, risalente al VI° secolo. Attorno a 1258 la città di Arezzo, vittoriosa dopo un breve confronto armato, rinforzò ulteriormente la costruzione, trasformandola in un castello. Nel corso dei secoli successivi furono eseguiti vari altri interventi fino al momento in cui Cortona entrò a far parte dei possedimenti di Firenze. A metà del XVI° secolo il granduca Cosimo I° Medici deliberò la costruzione di una fortezza e, di conseguenza, il presistente complesso fu totalmente ristrutturato e rinforzato. Alla base della decisione anche il desiderio di installare un forte caposaldo ad est di Siena, da sempre acerrima rivale di Firenze.
Poco tempo dopo, con la fine dell’indipendenza di Siena e l’inglobamento della città e dei suoi territori nel Granducato di Toscana, la fortezza andò incontro ad un periodo di decadenza, anche se si conservò abbastanza bene durante tutto il periodo successivo. L’aspetto attuale è frutto della ristrutturazione cinquencetesca: imponenti mura seguono un tracciato trapezoidale con quattro bastioni angolari e camminamento di ronda. All’interno si sono ben conservati anche vari locali: il magazzino delle polveri, il carcere, due cannoniere e le fuciliere. La fortezza è visitabile e, frequentemente, vi sono allestite esposizioni e mostre, essenzialmente di soggetto artistico.

Orari di Apertura

Lunedì

-

Martedì

-

Mercoledì

-

Giovedì

-

Venerdì

-

Sabato

-

Domenica

-

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Cortona (AR)

GPS:

43.275332894585, 11.985416118945