La costruzione risale al 1223, mentre alcuni lavori di ampliamento, secondo alcune fonti commissionati dallo stesso Castruccio Castracani,  avvennero nel 1330. L’edificio, in stile romanico-gotico, è interamente rivestito di marmo bianco. Sui tre portali altrettante lunette scolpite illustrano scene della passione di Cristo. La pianta della chiesa è una classica croce latina con tre navate ed un transetto. Le opere conservate all’interno risalgono a varie epoche, ma il periodo che ha maggiormente influenzato l’aspetto odierno è quello della Granduchessa Cristina di Lorena. Nel 1627 la nobile commissionò ad artisti fiorentini, tra i quali  Matteo Rosselli, Francesco Curradi, Jacopo Chiavistelli,  Alessandro Cominotti ed altri, la ristrutturazione della chiesa. Nella cappella del transetto, a destra dell’altare maggiore, è collocato il venerato dipinto su tavola Madonna con Bambino tra santi (anche conosciuta come “Madonna del Sole”),  datato 1424.
Il battistero, situato a destra del Duomo, risale al XVII° secolo. All’interno ci sono due fonti battesimali: quello più antico, a forma esagonale con bassorilievi su ogni lato, è opera di Bonuccio Pradini, che lo completò nel 1385; il secondo fu scolpito da Donato Benti e Niccolò Civitali (XVI° secolo).

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Pietrasanta (LU)

GPS:

43.959812, 10.22903139999994