La chiesa fu costruita tra il 1326 e il 1475 in stile gotico, ma fu ristrutturata nel XIX° secolo. La pianta è a croce egizia con un’unica ampia navata coperta a capriate. Le 36 vetrate furono realizzate dalla vetreria Zettler di Monaco di Baviera negli anni 1885-1890. Numerose sono le opere di pregio custodite nella chiesa, in particolare quelle all’interno delle otto cappelle del transetto poste ai lati della cappella maggiore: gli affreschi di Ambrogio Lorenzetti Martirio di cinque frati francescani (1335), la Madonna col Bambino di Andrea Vanni (1398), il monumento funebre in marmo al cavaliere Cristoforo Felici, realizzato da Urbano da Cortona nel 1463. Quindi le due cappelle dove sono conservate le Sacre Particole, oggetto di un furto sacrilego nel 1730. Pregevoli sono anche i bassorilievi in marmo raffiguranti la benedizione della prima pietra, San Francesco che benedice gli uccelli e San Francesco che appare a Gregorio IX°, tutti risalenti al XIII° secolo. Qui sono stati ricollocati anche gli affrescchi che abbellivano Porta Romana. Lungo le pareti della navata sono esposte le bandiere delle contrade storiche della città.
Accanto alla chiesa è ubicato il convento di San Francesco, risalente al XV° secolo. Attualmente è adibito a biblioteca dell’Università degli Studi di Siena e vi sono conservati oltre 177.000 tra volumi e manoscritti.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Siena

GPS:

-