L’edificio originale risale al V° secolo e fu costruito su ruderi di epoca romana. Nel secolo successivo ebbe solo funzione cimiteriale, mentre dall’VIII° secolo in poi fu ripristinato il ruolo di chiesa. Nel IX° secolo fu costruita la cripta dove furono collocati i resti di San Pantaleone. L’edificio attuale è il risultato della ristrutturazione effettuata nel XII° secolo con l’ampliamento delle dimensioni, fino ad ottenere una chiesa a tre navate, sostenute da colonne con capitelli, con abside e transetto. Particolarmente significativa è la decorazione dei capitelli: figure avviluppate, mascheroni fogliati, arpie e draghi. La facciata risale agli inizi del XIII° secolo e conserva il portale con capitelli di stipite decorati e l’architrave con Madonna tra Angeli e Apostoli del Villano (1187). All’interno alcune opere d’arte: l’affresco sul fonte battesimale Battesimo di Cristo (1398), ed i due grandi pannelli affrescati Madonna tra i Santi Nicola e Caterina e Santi Ginese, Sebastiano e Barbara nel transetto sinistro.
Tra le opere scultoree i monumenti alla Contessa Matilde di Canossa ed all’arcivescovo Giulio Arrigoni, e una Madonna in Trono e Santi di Guglielmo di Simone. L’area archeologica sotto il piano della basilica mostra evidenti le tracce del periodo paleocristiano. Alla fine del XVII° secolo, sul fianco sinistro, fu realizzata la cappella in stile barocco dedicata a Sant’Ignazio. Progettata da Domenico Martinelli,  fu interamente rivestita in marmi policromi con decorazioni ad affresco nella cupola raffiguranti la Gloria di Sant’Ignazio, attribuite ad Ippolito Marracci. Anche il Battistero, all’interno del quale recenti scavi hanno messo in luce presistenti strutture paleocristiane, fu oggetto di lavori nel XII° secolo e ristrutturato globalmente nel XIV°.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Lucca (LU)

GPS:

43.837732794603, 10.495746419011