Alla base della Torre del Mangia e prospiciente Piazza del Campo, si trova la cosiddetta Cappella di Piazza, risalente al 1352. È un tabernacolo tutto di marmo dedicato alla Vergine quale ringraziamento per la fine dell’epidemia di peste che aveva colpito la città nel 1348. La costruzione, iniziata da Domenico di Agostino, si protrasse a lungo: i pilastri d’angolo furono ricostruiti più volte ed assunsero l’aspetto attuale nel 1376 sotto la direzione di Giovanni di Cecco. Le sculture inserite nelle nicchie gotiche dei pilastri furono eseguite solo tra il 1378 e il 1382 da Mariano d’Angelo Romanelli e Bartolomeo di Tommé, detto Pizzino. La semplice tettoia di protezione fu sostituita nel 1461 con una volta rinascimentale retta su archi a tutto sesto, opera di Antonio Federighi. Allo stesso artista si devono anche le decorazioni bizzarre e antichizzanti del coronamento. Le cancellate in ferro battuto sono del XIV° secolo, opera di Conte di Lello Orlandi e Pietruccio di Betto.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Siena

GPS:

43.318835949459, 11.331016690547