Si deve al granduca Cosimo I° Medici l’idea di costruire un arsenale per le navi della flotta toscana. L’iniziativa faceva parte di un più ampio progetto mirato a restituire a Pisa l’antico splendore, perso dopo la resa della città a Firenze. L’istituzione dell’Ordine di Santo Stefano rientrava in questa ottica così come l’arsenale costruito su progetto dell’architetto Bernardo Buontalenti. Già funzionante intorno al 1540, il nuovo cantiere navale mediceo varò, appena sei anni dopo, la prima galera interamente costruita da maestranze locali. La concorrenza di Livorno e Portoferraio e una mutata politica marittima ne decretarono ben presto un lento ma inesorabile declino fino a che, a metà del XVIII° secolo (granducato Lorenese), i locali furono trasformati in stalle per un reggimento di cavalleria. Attualmente nell’area restaurata sono allestite alcune esposizioni permanenti con una parte di importanti ritrovamenti archeologici del territorio pisano: relitti di imbarcazioni e suppellettili dell’antica area portuale etrusca e romana (V° secolo a.C.-V° d.C.).

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Pisa (PI)

GPS:

43.723018263057, 10.40185039171