Vie CaveLe “vie cave” sono una suggestiva rete viaria, incassata tra ripide pareti di tufo, in alcuni tratti alte anche fino a 20 metri, che costituiva anche un efficace sistema di collegamento in caso di invasioni nemiche. In epoca romana, le “vie cave” entrarono a far parte di un sistema che si connetteva al tronco principale della via Clodia, antica strada di collegamento tra Roma e Saturnia. Le “vie cave” sono accessibili e percorribili sia da Pitigliano che da Sorano.

Pitigliano

I cosiddetti “Cavoni” sono quelli del Gradone, di San Giuseppe, di Fratenuti e della Madonna delle Grazie, questi ultimi attorno all’omonimo santuario. Il percorso può iniziare dal centro storico in direzione delle mura etrusche (Porta di Sovana). Sono possibili almeno quattro itinerari:
Via Cava del Gradone è una strada che circonda il centro storico, permettendo una gradevolissima vista panoramica della cittadina
Via Cava di Fratenuti è, forse, quella più spettacolare, con pareti alte fino a 20 metri
Via Cava di S. Giuseppe è quella più lunga ed è segnata dalle impronte degli zoccoli degli asini che, per secoli, l’hanno percorsa
Sentiero delle Cascate

Sorano – località Sovana

Il Parco Archeologico di Sovana incluso nel Parco Archeologico “Città del Tufo”  è solcato da numerose “vie cave”, tra le più grandiose e suggestive, come il Cavone, quella di Poggio Prisca e quella di San Sebastiano che collegano le numerose necropoli della zona, all’interno del parco. Comprende parte delle suggestive Vie Cave (o “Cavoni”) notevoli esempi di tombe etrusche quale la Tomba della Sirena, la Tomba del Tifone, la Grotta Pola e, soprattutto, la monumentale Tomba Ildebranda a Poggio Felceto e quella dei Demoni Alati. Questa è un vero e proprio tempio monumentale con tanto di porticato a 6 colonne. La camera funeraria è raggiungibile attraverso un lungo corridoio in discesa. Di particolare fascino anche i numerosi colombari.

Una visita organica può cominciare da quelle iniziano dalla Porta dei Merli e scendono verso il fondovalle del torrente Lente. Per maggiore comodità il percorso può essere suddiviso in due parti:

1 – Poggio Felceto – Poggio Prisca – Poggio Stanziale – il Cavone
2 – vie cave di San Sebastiano – necropoli di Sopraripa – Tomba della Sirena – insediamento rupestre di San Rocco – Vitozza (San Quirico di Sorano)

vie caveZona: Area del Tufo e Maremma del Sud
Comuni: Pitigliano, Sorano (GR)
Tipo: percorso archeologico in sito etrusco

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Parco Archeologico Sovana Sorano (GR) – località Sovana

GPS:

42.6585261, 11.6332642