Ritenuta uno dei primissimi monasteri dei monaci camaldolesi, l’abbazia e l’annessa chiesa furono costruite nel 1030. Centro di cultura e di arte, fu abbellita da opere della scuola di Giotto, del Ghirlandaio, del Botticelli, del De Witte, del Franceschini e del Mascagni, e fornita di una biblioteca ricca di manoscritti e di incunaboli. L’elegante chiostro dell’abbazia, risalente al XVI° secolo, è attribuito a Bartolomeo Ammannati. Nello stesso periodo il pittore fiorentino Donato Arsenio Mascagni affrescò il refettorio dei monaci con un ciclo di storie sulla vita di San Giusto. Della chiesa, prima gravemente danneggiata da un terremoto e poi crollata definitivamente nel 1895, rimangono l’abside romanica e la massiccia torre campanaria di epoca medievale.

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Volterra (PI)

GPS:

43.399395, 10.866033300000026