Il Cammino di Ferro – fiction sulla Via Francigena

Il Cammino di Ferro – fiction sulla Via Francigena

Il Cammino di Ferro è una fiction ambientata in Toscana che racconta le vie di pellegrinaggio durante il XIII° e XIV secoli. La fiction intende mostrare il contesto storico dell’Italia medievale, contraposto dal misticismo e dalla necessità di conquista del territorio. Percorrendo l’antica strada di pietra chiamata Via Francigena o Romea, che conduceva i pellegrini di ogni nazione fino a Roma, si snodano i cammini e le vicende dei personaggi della saga. L’idea delprogetto è stata dal regista e sceneggiatore Aron Chiti presidente della REGES (Ente di promozione audio visiva che si occupa anche dello studio delle eccellenze storico-culturali della Toscana medievale).

Grazie alle collaborazioni di svariate associazioni di rievocazione e compagnie di teatro storico, è stato creato uno team davvero imponente che ci ha permesso di contare su attrezzature, costumi, armi e scenografie di qualità eccezionale, altrimenti impossibili da reperire per una produzione in origine low-budget. I piccoli e antichi paesi identificati per le location del set.

STORIA
panorama aereo monteriggioniMonteriggioni (SI)
Tutto ha inizio in Toscana verso la fine del XIII° secolo, un’epoca di grandi pellegrinaggi, la Via Francigena rappresentava un’opportunità unica di scambio culturale, potere politico e ricchi commerci che dall’Inghilterra portava a Roma, sede del papato. E’ in questo contesto storico che prende forma la figura di un conte toscano Guido del Grifo e la sua potente famiglia che sarà coinvolta in un’escalation di trame sotterranee e scontri con le contee confinanti nella lotta per il dominio e controllo del territori attraversati dalla Via Francigena. I protagonisti e la famiglia del Grifone sono volutamente frutto della fantasia degli sceneggiatori, seppur inseriti in un quadro storico molto preciso e fedele. Un viaggio nel passato, alternando paesaggi mozzafiato in location dove la bellezza di splendidi castelli e sacri monasteri contrasta con spaccati di scarne campagne e poveri villaggi. E’ l’alternarsi tra sacro e profano, privilegi e ingiustizie, purezza e corruzione che fa questo viaggio un’occasione di crescita spirituale per alcuni, quanto di discesa negli inferi per altri. I protagonisti passeranno anche attraverso roghi di streghe e borghi di appestati, eroici condottieri e spietati calunniatori.

LOCATION

vicopisano TorreRocca Bruneleschi di Vicopisano (PI)
Le location sono state scelte nell’area centrale della Toscana tra la province di Lucca, Pisa e Firenze. Le campagne rurali, le vallate incontaminate e i fitti boschi sono stati un set naturale ideale, ricco di fortissimo fascino e di grande atmosfera. Le scene sono state girate in strutture antiche originali, grazie alla sensibilità e al sostegno di Enti pubblici e proprietari privati di torri, castelli e case rurali del periodo medievale.

Dettagli Magda Legnaioli

Amante di viaggi, storia, architettura, arte e fotografia, Magda Legnaioli, è la fondatrice e direttrice di Tuscany Sweet Life, il portale del turismo in Toscana