Giostra dell’Archidado a Cortona

Giostra dell’Archidado a Cortona

LA GIOSTRA DELL’ARCHIDADO A CORTONA

Evento: Rievocazione storica
Quando: da venedì 10 giugno  a  domenica 12 giugno
Dove: Piazza Signorelli – Cortona

La Giostra dell’Archidado è una rievocazione storica che si svolge ogni anno a Cortona e ricorda i festeggiamenti che accompagnarono il matrimonio tra Francesco Casali, signore di Cortona, e Antonia Salimbeni, nobildonna di Siena, avvenuto nel 1397. Per un intero fine settimana Cortona fa un salto all’indietro nel tempo: per le strade ed i vicoli si incontrano dame e cavalieri in costume dell’epoca, sbandieratori che scagliano i drappi in alto, balestrieri e figuranti appartenenti al Gruppo Storico Città di Cortona. La festa ha il suo culmine nella sfida tra i balestrieri di ogni rione di Cortona e si conclude con la cena medievale.

Programmazione:

Giochi di bandiere

Quando: venerdì 10 giugno – ore 21.00

Esibizione scenica del Gruppo di Sbandieratori con giochi di bandiere che volano in alto e dei Musici di Cortona.

Matrimonio tra Francesco Casali e Antonia Salimbeni

Quando: sabato 11 giugno – ore 21.15

I figuranti del corteo storico, completo delle rappresentanze dei 5 rioni di Cortona, si riuniscono per rendere omaggio ai novelli sposi. Gli sbandieratori ed i musici si esibiscono illuminando Piazza Signorelli con torce e tamburi infuocati. Un spettacolo davvero coinvolgente.

Tratta delle verrette

Quando: sabato 11 giugno – ore 22.30

Subito dopo lo spettacolo degli sbandieratori, i 5 maestri d’armi consegnano un’anfora con all’interno le sfere in legno con i nomi dei rion-i Le sfere saranno estratte una ad una per stabilire l’ordine di tiro della Giostra dell’Archidado.

Giostra dell’Archidado

Quando: domenica 12 giugno – ore 16.00

Ancora nello scenario naturale di Piazza Signorelli, si svolge la gara tra i balestrieri: daranno prova della loro abilità cercando di colpire il centro del bersaglio. Dopo il conteggio dei punti il rione vincitore riceverà il premio direttamente dalle mani della sposa novella.

Cena medievale in costume

Quando: domenica 12 giugno – ore 20,00 (prenotazione obbligatoria)
Dove: Chiesa di Sant’Agostino – Via Guelfa – 52044  Cortona (AR) – tel. +39 348 0638825
Prezzo: €25,00 a persona

Le origini storiche

giostra archidado1Le origini della Giostra dell’Archidado risalgono al X° secolo, ma venne ufficialmente istituita nel 1397 per festeggiare il matrimonio tra Francesco Casali, all’epoca signore di Cortona, e Antonia Salimbeni, nobildonna di Siena. Alle nozze intervennero invitati provenienti da Firenze e da Città di Castello, ognuno seguito da 10 cavalli, ed altri gentiluomini con scorte minori, musici vari quali trombetti, pifferi e suonatori di strumenti musical. A Cortona, i rettori delle arti e le famiglie del comune offrirono dolci, pollame, uccelli ai novelli sposi. Tra i doni destarono ammirazione, tra gli altri, una collana di perle, una pezza di velluto vermiglio ed un gioiello da petto. Le nozze furono così sfarzose e memorabili che Cortona ha continuato a rievocare fino ad oggi l’avvenimento.

Quanto alle balestre, si può dire senza dubbio che hanno origini piuttosto antiche. Già intorno all’anno 1000 A.C. alcune tribù mongole utilizzavano armi simili. Durante il periodo della Grecia classica, principalmente all’epoca di Archimede, lo strumento fu perfezionato. Quindi, nonostante una sorta di “scomunica” da parte della Chiesa (1139), fu ampiamente usato durante tutto il Medioevo essenzialmente come arma per difendere postazioni fortificate. Infatti, al riparo, i balestrieri potevano caricare la corta ma micidiale freccia e, dalle strette feritoie, prendere la mira con meno pericolo.

Per chi vuole conoscere di più su Cortona, la sua storia, le attrazioni e le curiosità cliccare sul link Cortona  oppure guardare il video sulla manifestazione – Giostra dell’Archidado.

Dettagli Magda Legnaioli

Amante di viaggi, storia, architettura, arte e fotografia, Magda Legnaioli, è la fondatrice e direttrice di Tuscany Sweet Life, il portale del turismo in Toscana