TERME IN TOSCANA

La Toscana è indubbiamente una  regione apprezzata  per le  bellezze naturalistiche  che attirano, ogni anno migliaia  di turisti. Un parte di questo patrimonio  riguarda alle terme. Il territorio toscano  è ricco di sorgenti termali già conosciute e sfruttati nei tempi dei Romani.  La maggioranza delle terme e delle strutture ricettive legati alle terme, sono situati in zone verdi all’interno di vaste aree naturali. Le terme sono affincate da pregiati stabilimenti termale che offrono ai  clienti numerose opzioni di tratamenti  di  salute e  benessere.

Terme in Toscana

 

Le principale terme toscane sono:

Provincia di Firenze Gambassi Terme (Gambassi)
Provincia di Grosseto Terme di Saturnia ( Manciano), Bagni di Petriolo (Civitella Paganico)
Provincia di LivornoTerme di San Giovanni (Isola d'Elba), Terme di Venturina (Campiglia Marittima)
Provincia di Lucca Terme Bagni di Lucca (Bagni di Lucca)
Provincia di Massa Carrara Terme di Equi (Fivizzano), Terme di Undulna (Montignoso)
Provincia di Pisa Terme Acqua Matelda (Casciana Terme), Bagni di Pisa (San Giuliano Terme)
Provincia di Pistoia Grotta Giusti (Monsummano Terme), Terme di Montecatini (Montecatini Terme
Provincia di Siena Bagni San Filippo (Castiglione d'Orcia), Bagno Vignoni (San Quirico d'Orcia), Terme di Chianciano (Chianciano Terme), Terme di Montepulciano (Montepulciano), Terme di San Casciano dei Bagni (San Casciano dei Bagni), Terme di Rapolano (Rapolano Terme),

 

Le località termali toscane più rinomate sono quelle di Montecatini Terme, Saturnia e Chianciano Terme, frequentate da lunga data per le qualità terapeutiche della acque. Ci sono tante zone termali libere, il cui accesso non é a pagamento, quali Terme di PetrioloTerme di San FilippoTerme di Bagno Vignoni, Terme di SaturniaTerme di San Casciano.

In seguito le descrizioni delle terme per provincia. Per leggere di più sulle attrazioni  e servizi turistici delle località dove sono localizzate le terme, cliccare sul nome delle terme.

TERME E CENTRI BENESSERE IN TOSCANA

alberghi luccaSa Giuliano Terme

Salva

Provincia di Firenze - zona Valdarno

terme11GAMBASSI TERME

Località: Gambassi Terme (FI)
Acqua: Pillo, 14,6 °C, cloruro-bicarbonato-solfato-sodico-magnesiaca
Indicazione terapeutiche: malattie del fegato e delle vie biliari, della pelle, dell’apparato digerente, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario
Trattamenti: cure idropiniche, inalazioni caldo-umide, nebulizzazioni,  massaggi

Stabilimento termale: TERME DELLA VIA FRANCIGENA
Indirizzo: Piazza di Vittorio 1
Tel: +39 0571 6388863
Orari: 9.00 – 20.00

La sorgente dell’Acqua Salsa di Pillo è nota da secoli per le sue proprietà curative. L’acqua di Pillo di tipo salso-bicarbonato-sodico-solfato-alcalino-terrosa, classificata tra quelle naturali sorgive ad elevata mineralizzazione, deve le sue proprietà terapeutiche alla particolare struttura geologica della sorgente. È indicata soprattutto per le cure dell’apparato digerente, in quanto favorisce la digestione e l’assorbimento, ma è adatta anche per il fegato, la milza e l’intestino. All’interno dell’area della sorgente, si trova uno stabilimento termale che offre ai clienti una vasta gamma di servizi termali e terapeutici con l’acqua salsa, oltre  cure estetiche e massaggi. L’ampia scelta di servizi termali variano dalle terapie idropiniche con l’Acqua Salsa di Pillo, ai idromassaggi e fangoterapie, affiancate da consulenze specialistiche, effettuate da personale qualificato.

Salva

Salva

Provincia di Grosseto - zona Maremma

terme saturniaTERME DI SATURNIA

Località: Saturnia – comune di Manciano (GR)
Acqua: Saturnia, 37 °C, solfureo-carbonico-solfato-bicarbonato-alcalino-terrosa
Indicazioni terapeutiche: malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio
Trattamenti: bagni terapeutici, cure idropiniche, docce nasali, fanghi, idromassaggi,  inalazioni caldo-umide, irrigazioni gengivali, piscina termale, chinesiterapia, cosmesi, educazione alla salute, fitness, ginnastica respiratoria, idrochinesiterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche

Stabilimento termale: TERME DI SATURNIA
Tel: +39 0564 600111
Indirizzo: località Follonata – 58014 – Saturnia
EMail: info@termedisaturnia.it
Sito: www.termedisaturnia.it

Le Terme di Saturnia, situate a pocchi chilometri di Manciano, comprendono a un insieme di sorgenti termali di tipo sulfureo. Le acque sgorgano ad una temperatura di 37,5° C ed hanno rinomate proprietà terapeutiche. Secondo una leggenda le acque sulfuree, già note anche agli etruschi ed ai romani, si sarebbero formate nel punto in cui cadde un fulmine scagliato da Giove. A seguito di un violento litigio scoppiato con Saturno, il re dell’Olimpo avrebbe indirizzato un fulmine contro il padre, mancando però il bersaglio. Le sorgenti principali sono convogliate all’interno di un ampio e lussuoso stabilimento termale dotato di ogni comfort, con quattro piscine. Le cure possibili sono le più classiche: fanghi, bagni di vapore, saune, massaggi e altri tipi di terapie.È disponibile inoltre una linea di prodotti cosmetici a base di Bioglea, un esclusivo estratto di plancton termale Ci sono cinque aree del benessere, quali idroterapia, estetica, stress management, dieta e fitness. Le acque poi defluiscono creando due cascate naturali – la Cascata del Mulino, dal nome di un vecchio mulino, e le cascate del Gorello – liberamente fruibili.


terme petrioloBAGNI DI PETRIOLO

Località: Bagni di Petriolo – comune di Civitella Paganico (GR) – Monticiano (SI)
Acqua: Petriolo, 43 °C, solfurea salso-solfato-bicarbonato-alcalino-terrosa
Indicazioni terapeutiche: malattie della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio.
Trattamenti: bagni terapeutici, docce nasali,  fanghi, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, irrigazioni nasali, politzer crenoterapico, chinesiterapia,  cosmesi, fitness, ginnastica respiratoria, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, terapie fisiche

Staibilimento termale: TERME DI PETRIOLO
Tel: +39 0577 756788
Indirizzo: località Petriolo – 53011 Monticiano (SI)
Sito: www.termedipetriolo.it

Le antiche Terme di Petriolo sorgono lungo il torrente Farma. È questa una delle zone più intatte della Toscana e anche tra le più solitarie, con distese di querce e castagni da cui emergono antichi insediamenti. Le acque termali sgorgano ad una temperatura di +43°C e sono caratterizzate da un pungente odore, dovuto alla presenza di idrogeno solforato. Erano già conosciute fin dall’epoca romana, tanto da essere citate in un’orazione di Cicerone. Il primo complesso termale moderno fu costruito all’inizio del XV° secolo nella zona del comune di Monticiano. L’antico stabilimento, caso più unico che raro, si conserva nelle forme fortificate del 1404. Oggi l’antico edificio è affiancato da un moderno stabilimento con reparti di cure termali, fisioterapia e riabilitazione, cure dermo-estetiche, medicina naturale e dietologia. La struttura alberghiera è annessa allo stabilimento. A fianco del fiume ci sono alcune vasche naturali liberamente fruibili, immerse nel verde. La zona permette escursioni trekking a diversi luoghi di interesse naturalistico.


Salva

Salva

Salva

Provincia di Livorno - zona Costa degli Etruschi e Isola d'Elba

 terme portoferraioTERME SAN GIOVANNI

Località: Portoferraio – Isola d’Elba (LI)
Acqua: Acqua marina, Salso-iodica.
Indicazioni terapeutiche: malattie della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio
Trattamenti: bagni terapeutici, fanghi, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, talassoterapia, vascolopatie periferiche, nebulizzazioni, fanghi, chinesiterapia, massaggi, medicina estetica, terapie fisiche

Stabilimento termale: TERME DI SAN GIOVANNI
Tel: +39 0565 914680
Indirizzo: Località San Giovanni – 57037 Portoferraio – Isola d’Elba
Sito: www.termelbane.com

Le Terme di San Giovanni si trovano nella parte più interna del golfo di Portoferraio, in corrispondenza di antiche saline a 1 km dal porto mediceo e a 4 km dal centro storico di Portoferraio, all’interno dell’isola d’Elba. Nello stabilimento termale, immerso in un grande parco di eucalipti, viene praticata la talassoterapia utilizzando l’acqua salso-iodica del mare. La talassoterapia agisce su problemi circolatori degli arti inferiori. Per i fanghi, in particolare, è impiegato il limo che si forma in modo naturale nei bacini antistanti, sottoposti a un continuo ricambio d’acqua marina. La particolarità di tale fango marino è l’alta concentrazione di iodio e zolfo organici, derivati da piante e alghe marine, oltre che di ferro, residuo di antiche attività siderurgiche, molto efficace per la cura dell’artrosi, dell’acne, della psoriasi e per il trattamento della cellulite. Nella balneoterapia sono utilizzate alghe e piante marine aggiunte all’acqua salsoiodica, efficace nel trattamento di affezioni cutanee. Le alghe sono anche impiegate nella realizzazione di prodotti igienici e cosmetici della linea Alghelba. Lo stabilimento conta anche con un centro di fisiochinesioterapia e un centro benessere che propone trattamenti estetici


terme venturinaTERME DI VENTURINA

Località: Venturina – comune di Campiglia Marittima (LI)
Acqua: Canneto, 34°C, solfato-calcico-magnesiaco-bicarbonata
Cratere, 45°C, solfato-calcico-magnesiaco-bicarbonata
Indicazioni terapeutiche: malattie del fegato e delle vie biliari, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio.
Trattamenti:  bagni terapeutici, cure idropiniche, cure inalatorie, docce terapeutiche, fanghi, inalazioni caldo-umide, nebulizzazioni, piscina termale, cosmesi, massaggi sensoriali, terapie fisiche, trattamenti olistici ed estetici, fitness, centro benessere , idromassaggio

Stabilimento Termale: TERME DI VENTURINA
Sito: www.termediventurina.it
Indirizzo: via di Venturina, 18 – 57021 Campiglia Marittima (LI)
Tel: +39 0565 856339
Email: info@termediventurina.it

Centro benessere: CALIDARIO TERME ETRUSCHE
Sito: www.calidario.it
Indirizzo: Via del Bottaccio,40 – Venturina Terme – 57021 Campiglia Marittima (LI)
Tel: +39 0565 853411
Email: calidario@calidaio.it

Le terme erano conosciute già dai tempi dei romani e degli etruschi. Si trovano a breve distanza dal tracciato storico della Via Aurelia. Le acque termali erano conosciute come Aquae Populoniae. Il luogo è probabilmente lo stesso delle Terme di Populonia, citate dalle fonti storiche. Le acque sono ricche di zolfo e sgorgano da due sorgenti distinte attorno al cratere vulcanico. L’acqua della sorgente di Caldana, utilizzata per le cure termali presso l’odierno stabilimento Valle del Sole, ha carattere eminentemente sulfureo e sgorga a 45°C da un cratere e da vari pozzi. L’acqua della sorgente di Canneto, a 34°C, viene utilizzata invece per alimentare la grande piscina termale con scivoli e strutture balneari. L’efficacia delle proprietà terapeutiche delle acque è pienamente riconosciuta nel trattamento di malattie dell’apparato respiratorio, delle malattie reumatiche, del fegato, della pelle e delle vascolopatie periferiche. Le terme comprendono uno stabilimento termale dove si praticano fanghi, bagni, massaggi, idromassaggi e cure estetiche ed una piscina termale, denominati rispettivamente “Bagni di Caldana” e laghetto “Il Calidario”. L’ampio  territorio dove sorge le sorgenti è localizzato a 5 km dal mare e costituisce il Parco Termale di Venturina.

Salva

Salva

Provincia di Lucca - zona Garfagnana

bagni di luccaTERME DI BAGNI DI LUCCA

Località: Bagni di Lucca (LU)
Acqua: Docce Basse, 38°C, solfato-bicarbonato-calcica
Doccione, 54°C, solfato-bicarbonato-calcica
Indicazioni terapeutiche: malattie circolatorie, della pelle, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario e del ricambio, ginecologiche, stomatologiche
Tratamenti:  bagni terapeutici, cure idropiniche, fanghi, grotte/stufe, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, nebulizzazioni, piscina termale, politzer crenoterapico, ventilazioni polmonari, cosmesi, ginnastica respiratoria, massaggi, programmi antistress, terapie fisiche

Stabilimento termale: ANTICO ALBERGO TERME
Indirizzo: Via del Paretaio, 1 – 55021 Bagni di Lucca (LU)
Tel: +39 0583 86034

Queste terme gia famose in passato offrono numerose sorgenti di acqua termale utilizzate per la preparazione di fanghi, per le cure inalatorie e per l’idromassaggio. Le sorgenti termali di Bagni di Lucca sono note fin dal periodo romano, ma acquistarono maggiore rilievo durante il XII° secolo, ai tempi della Contessa Matilde di Canossa. I primi a scoprire gli effetti terapeutici delle acque di Bagni di Lucca furono proprio gli inglesi. La cittadina divenne una località di ritrovo per diplomatici e nobiltà di tutta Europa nell’inizio del XX° secolo. Alcune delle personalità illustri che si beneficiarono delle acque termali furono, Byron, Shelley, Dumas, musicisti come Strauss, Listz, Paganini, Puccini, Mascagni, la regina Margherita, i papi Sisto IV e Sisto V tra altri. La zona comprende 19 sorgenti di acque solfato-bicarbonato-calciche a 54°C che sgorgano dalle falde del Colle di Corsena.

Ci sono presente anche due grotte a vapore naturale – Paolina e Grotta Grande – che sono alimentate da sorgenti con temperatura tra i 40°C e i 47°C e costituiscono il cuore del complesso termale. Le acque sono indicate nel trattamento dell’obesità, dismetabolismi ed artropatie. Due stabilimenti termali sono specializzate nella cura delle patologie artroreumatiche, broncopneumopatiche, vascolari e ginecologiche. Agli impianti termali si affianca il centro Ouida, sito presso l’Antico Albergo, attrezzato per programmi benessere ed estetici, fanghi, massaggi e altri trattamenti che impiegano oli essenziali e la linea cosmetica basata sulle proprietà dell’acqua minerale.


Salva

Provincia Massa Carrara - zona Lunigiana e Versilia

Terme EquiTERME DI EQUI

Località: Equi – comune di Fivizzano (MS)
Acqua: Terme di Equi, 23 °C, clorurato-sodico-solfureo-radioattiva
Indicazioni terapeutiche: malattie della pelle, dell’apparato respiratorio
Trattamenti: bagni terapeutici, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, irrigazioni nasali, nebulizzazioni, piscina termale, politzer crioterapico, cosmesi, massaggi, medicina estetica, terapie fisiche

Stabilimento termale: TERME DI EQUI
Indirizzo: Piazza delle Terme, 1 – 54013 – Equi Terme
Tel.: +39 0585 949339
Sito: www.termediequi.it
Email: info@termediequi.it

La stazione termale di Equi Terme si trova a 15 km da Fivizzano, all’ingresso della Valle di Fagli di interesse naturalistico e speleologico. Equi Terme è una località nota per le sorgenti termali di acque sulfurose che sgorgano a 27°C. Le acque termo-minerali conosciute ed apprezzate già in epoca romana, sono utilizzate per la cura di affezioni dell’apparato respiratorio, affezioni cutanee e osteoarticolari. Arroccato ai piedi del monte marmifero Pizzo d’Ucello del Parco Regionale delle Alpi Apuane, c’è un stabilimento termale dotato di due piscine alimentate a getto continuo con acque termali. Da segnalare anche l’acqua nera della località di Monzone. La località offre, nei dintorni, numerose attrazioni paesaggistiche ed artistiche.


terme tttTERME DI UNDULNA (Terme della Versilia)

Località: Cinquale – comune di Montignoso (MS)
Acqua: Undulna 2, 16,8 °C, salso-bromo-iodica
Indicazioni terapeutiche: malattie circolatorie, della pelle, dell’apparato locomotore
Trattamenti: bagni terapeutici, idromassaggi, i fanghi, piscina termale, chinesiterapia, cosmesi, educazione alla salute, fitness, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione

Stabilimento termale: TERME HOTEL VILLA UNDULNA
Indirizzo: Viale Marina, 191 – località Cinquale (Montignoso – MS)
Sito: www.villaundulna.com
Tel: +39 0585 807788

Il centro termale si trova a Cinquale, località balneare appartenente al comune di Montignoso,  situato ai piedi delle Alpi Apuane al confine tra la Lunigiana e la Versilia. . A pochi passi del mare, si trova la sorgente Undulna, dedicata alla ninfa delle acque e delle dune. L’acqua termale affiora dopo aver attraversato strati di sali che le conferiscono caratteristiche salso-bromo-iodiche. L’acqua viene utilizzata per balneoterapia e fangoterapia, in abbinamento con la torba del vicino lago di Massaciuccoli. L’impianto termale, ubicato all’interno di una pineta, è dotato di piscina con idromassaggi, area bimbi e attivo centro benessere che propone trattamenti per vascolopatie, artroreumopatie, anticellulite, dimagrimento.


Salva

Salva

Salva

Provincia di Pisa - zona Valdera

casciana termeTERME DI CASCIANA – TERME ACQUA MATELDA

Località: Casciana Terme (PI)
Acqua: Mathelda, 36,7 C°, bicarbonato-solfato-calcica
San Leopoldo, 16 C°, bicarbonato-solfato-cloruro-sodica litiosa
Indicazioni terapeutiche: malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, ginecologiche
Trattamenti: bagni terapeutici, cure idropiniche, cure inalatorie, fanghi, idromassaggi,  inalazioni caldo-umide, insufflazioni, irrigazioni vaginali, nebulizzazioni, ventilazioni, chinesiterapia, fitness, ginnastica respiratoria, idrochinesioterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche

Stabilimento termale: TERME DI CASCIANA
Tel: +39 0587 64461 / +39 0587 644608
Indirizzo: Piazza Garibaldi, 9 – Casciana Terme (PI)
Sito:www.termedicasciana.com

Stabilimento termale: Terme Villa Borri
Tel: +39 0587 644644
Sito:www.termevillaborri.com

Le acque termali, denominate Acqua Mathelda, sgorgano ad una temperatura costante  di 35,7°C e hanno un contenuto di sali minerali naturali miscelati molto preziose per il corpo. Le acque sono impiegate per combattere le artrosi, i reumatismi e la sciatica. Lo stabilimento termale più antico è stato costruito nel XIV° secolo, ma ha subito varie ristrutturazioni duranti i secoli  successivi. Lo stabilimento sfrutta le due copiose fonti: Mathelda per balneoterapia, e S. Leopoldo per cure idropiniche. All’interno è presente un moderno e attrezzatissimo reparto di riabilitazione, un centro benessere con varie sale per ogni tipo di massaggio e un centro estetico. Sono presente anche due piscine termale ad acque fluenti, una coperta con percorsi vascolari, l’altra a cielo aperto in un’ambientazione molto suggestiva, con giochi d’acqua e cascatelle. All’interno dello stabilimento sono anche conservati i reperti archeologici rinvenuti nell’area di Parlascio.

terme villa borriNelle immediate vicinanze di Casciana Terme si trovano le Terme Villa Borri. Si tratta di una vecchia casa padronale del XVIII° secolo, sapientemente restaurata, che, assieme ad altre 22 abitazioni ex rurali, costituisce un lussuoso centro benessere. Nel complesso termale c’è un centro benessere ubicato all’interno della villa dove dodici camerini con pareti affrescate sono destinati a trattamenti vari. Particolarmente interessante è il percorso termale adiacente al Centro Benessere fatto di piscine, bagno turco, piscina del sale, docce e che ancora conservano le antiche strutture del vecchio lavatoio ottocentesco.


Bagni di pisa san giuliano termeTERME DI SAN GIULIANO TERME – BAGNI DI PISA

Località: San Giuliano Terme (PI)
Acqua: Pozzo Levante, 40,5°C, solfato-calcico-magnesiaca
Indicazioni terapeutiche: Malattie circolatorie, della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio.
Trattamenti: bagni terapeutici, fanghi, humage, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, nebulizzazioni, vascolopatie periferiche, ventilazioni polmonari, cosmesi, massaggi, programmi antistress, centro benessere e terapie fisiche di riabilitazione

Stabilimento termale: BAGNI DI PISA
Indirzzo: Largo Percy B. Shelley, 18 – San Giuliano Terme (PI)
Sito: www.bagnidipisa.com
Tel: +39 050 88501
Mail: info@bagnidipisa.com

Le acque termali di San Giuliano vengono utilizzate da secoli sia come bevanda sia per bagni, fanghi e altri trattamenti. Sono le acquae pisanae canalizzate dai Romani con un acquedotto di cui resta suggestiva traccia a Caldaccoli. Il primo stabilimento termale fu edificato dalla Contessa Matilde di Canossa nel XII° secolo, avendo successive ristrutturazione al lungo dei secoli. Nel XV° secolo, sotto il dominio dei Medici, furono apportati  miglioramenti con la costruzione di un’osteria, un ospedale e un secondo ponte sul Fosso del Mulino che, all’epoca era navigabile. Al centro di San Giuliano Terme spicca il Palazzo delle Terme, risalente al XVIII° secolo. Lo stabilimento termale offre un splendido percorso acquatico con piscine termali interna ed esterna. L’acqua termale di San Giuliano costituisce un importante aiuto contro vari problemi dell’apparato respiratorio.


Salva

Provincia di Pistoia - zona Valdinievole

grotta giustiGROTTA GIUSTI

Località: Monsummano Terme (PI)
Acqua: Grotta Giusti, 34 °C, salso-solfato-alcalino-terrosa
Grotta Parlante, 27,5 °C, bicarbonato-solfata
Indicazioni terapeutiche: malattie circolatorie, della pelle, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario
Trattamenti: bagni terapeutici, cure idropiniche, fanghi, grotte/stufe,  grotte calde, balneoterapia, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, irrigazioni nasali, nebulizzazioni, piscina termale, ventilazioni polmonari, educazione alla salute, fitness, idrochinesiterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, terapie fisiche

Stabilimento termale: GROTTA GIUSTI
Tel: +39 0572 90771
Indirizzo: Via Grotta Giusti, 1411
Sito: www.grottagiustispa.com

Storicamente, il primo stabilimento termale di Monsummano è quello di Grotta Parlanti, nota fin dal XVIII° secolo per le proprietà curative dei vapori generati dall’acqua termale fluente al suo interno. Il padiglione di cure di gusto neoclassico è attualmente in fase di ristrutturazione e ampliamento, sia per i servizi termali che per quelli alberghieri. Il secondo stabilimento si trova in corrispondenza della Grotta Giusti, scoperta nel 1849, più profonda e ricca di formazioni calcaree. La grotta è una grande cavità carsica , il cui nome deriva dalla famiglia del poeta Giuseppe Giusti, primi proprietari dell’area in cui è inserita la grotta. La grande estensione della cavità (300 m.) e la temperatura degli ambienti, indusse i Giusti a riflettere sulla possibilità di utilizzare la grotta per fini terapeutici. In quest’epoca fu costruito il primo stabilimento termale. L’acqua sgorga a 34°C, con temperatura e umidità via via crescenti, cui corrisponde la distinzione dei ‘bagni a vapore’ in: Paradiso, Purgatorio e Inferno. Meta privilegiata di celebrità, lo stabilimento negli ultimi anni ha aperto una nuova piscina termale all’aperto, con impianto tecnologico di altissimo livello con uno specchio d’acqua di 750 mq, una grande cascata scenografica e idromassaggi subacquei con acqua termale bicarbonata, solfata, calcica, magnesiaca. E’ attivo anche un centro benessere e la suggestiva l’attività di diving, attraverso la quale è possibile immergersi nel lago sotterraneo della grotta termale situato nelel’area denominata Limbo.


terme montecatiniTERME DI MONTECATINI

Località: Montecatini Terme (PI)
Acqua:  Giulia, 26 °C, salso-solfata
Leopoldina, 33 °C, salso-solfata
Regina, 23 °C, salso-solfata
Rinfresco, 21 °C, salso-solfata
Tamerici, 33,3 °C, salso-solfata
Tettuccio, 24 °C, salso-solfata
Torretta, 27,7 °C, salso-solfata
IIndicazioni terapeutiche: malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, della pelle, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario, ginecologiche
Trattamenti: bagni terapeutici, cure idropiniche, fanghi, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, irrigazioni intestinali, nasali e vaginali, nebulizzazioni, politzer crioterapico, ventilazioni polmonari, chinesiterapia, cosmesi, educazione alla salute, fitness, ginnastica respiratoria, idrochinesioterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche

Stabilimento termale: TERME DI TETTUCCIO,  Terme Leopoldine,  Nuove Terme Excelsior,  Terme Tamerici,  Terme La Salute,  Nuove Terme Redi,  Terme Regina, Istituto Grocco
Sito: www.termemontecatini.it

Le fonti termali utilizzate a scopi curativi sono 7 e affiorano, da una falda sita a 60-80 m di profondità, a una temperatura compresa tra i 21 e 33°C. Sono definite salso-solfate, da leggere a forti, e vengono utilizzate soprattutto come bevanda. Le loro proprietà, apprezzate da tempi remoti, sono state codificate per la prima volta nel 1417 nel trattato De Balneorum Italiae proprietatibus di Ugolino da Montecatini, considerato il fondatore dell’idrologia italiana. Montecatini Terme è una cittadina viva e moderna, che con i suoi 9 stabilimenti termali di cura immersi nel verde del grande parco naturale, è il maggior centro termale italiano e uno dei primi in Europa.

Terme di Tettuccio è uno dei più noti stabilimenti termali di Montecatini Terme. Conosciuto come “Bagno nuovo” comprende una fonte, a forma di conchiglia in granito sorretta da un gruppo bronzeo di figure marine, la cui acqua termale, che dà il nome allo stabilimento, è raccolta in una piscina con un parapetto ornato da cavallucci marini. Da segnalare le Terme Leopoldine, dagli ambienti sontuosi, ricchi di marmi e stucchi dove la fonte termale zampilla da una fontana a cratere e le Nuove Terme Excelsior con Casinò, Gran caffè e strutture di cura, allestite in un moderno padiglione vetrato con un centro benessere. Fusione di vari stili architettonici, dal moresco veneziano al liberty, l stabilimento  Terme Tamerici è considerato una sorta di castello delle meraviglie.  Terme La Salute risiede in padiglioni rustici aperti sul parco circostante, mentre Terme Torretta ha fisionomia castellana e ambientazione romantica sulle sponde di un laghetto abitato da cigni. Più di 100 ambienti a Nuove Terme Redi sono destinati a fango-balneoterapia e massaggi.

La natura del sottosuolo di Montecatini Terme appare chiara visitando la grotta Maona, che si trova a poca distanza dal centro termale: esperienza emozionante che consente di compiere un lungo percorso sotterraneo in uno scenario di concrezioni calcaree.

Salva

Salva

Provincia di Siena - zona Val d'Orcia e Valdichiana

bagni di San FilippoBAGNI DI SAN FILIPPO

Località: Bagni di San Filippo – comune Castiglione d’Orcia (SI)
Acqua: Poggetto, 52 °C, solfurea solfato-bicarbonata
Indicazioni terapeutiche: Malattie della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio
Trattamenti: bagni terapeutici, anghi, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, piscina termale, cosmesi, massaggi, programmi antistress

Stabilimento termale: BAGNI DI SAN FILIPPO
Tel: +39 0577 872982
Indirizzo: via delle Terme -53023 Bagni di San Filippo
Sito: www.bagnidisanfilippo.eu

È una piccola località termale che si è sviluppata grazie alla presenza di acque sulfuree con proprietà terapeutiche conosciute fin dall’antichità. Nei pressi dell’abitato di Bagno di San Filippo c’è il cosiddetto Fosso Bianco, dove il passaggio millenario di acque calcaree ha lasciato bianche concrezioni a forma di cascatelle e ambienti particolari come quello del Bollore, una collinetta calcarea. La notorietà della zona si fa risalire al XIII° secolo quando Filippo Benizzi, medico fiorentino, utilizzò le acque delle sorgenti per operare guarigioni ritenute miracolose che gli sono valse il titolo di santo. Nei dintorni è localizzato  l’hotel Terme San Filippo con la piscina termale, di particolare suggestione nella cornice del parco delle cascatelle con l’acqua opalescente e i vapori che ne scaturiscono. Numerose sono le proposte soggiorno-cure, indirizzate in particolare al benessere, alla bellezza e alla forma fisica.


bagno_vignoniBAGNO VIGNONI

Località: Bagno Vignoni – comune di San Quirico d’Orcia (SI)
Acqua: Bagno, 51 C°, bicarbonato-alcalino-terrosa
Indicazioni terapeutiche: malattie dell’apparato locomotore
Trattamenti:  bagni terapeutici,  massaggi, terapie fisiche, fangoterapia, balneoterapia, cure inalatorie e irrigazioni

Stabilimento termale: CENTRO BENESSERE LE TERME
Tel: +39 0577 887150
Indirizzo: Piazza delle Sorgenti – 53027 Bagno Vignoni
Sito: www.termedibagnovignoni.it

Al centro del borgo di Bagno Vignoni è ubicata la “Piazza delle Sorgenti”, un’ampia vasca rettangolare, risalente del XV° secolo, alimentata da una sorgente di acqua calda sulfurea, leggermente radioattiva, utilizzata a scopo terapeutico già in epoca romana, che fuoriesce a 51°C da una falda sotterranea di origini vulcaniche. Nei secoli passati, dalla vasca, le acque erano convogliate nello stabilimento termale e, dopo, andavano ad alimentare una serie di mulini disposti lungo il sottostante fiume. Attorno alla vasca sono distribuiti edifici medievali e rinascimentali che oggi ospitano negozi e ristoranti tipici. Vicino, c’è il Parco dei Mulini, un’area esterna all’abitato dove è possibile bagnarsi liberamente nell’acqua calda e solforosa. Nell’abitato è presente lo stabilimento termale Terme di Santa Catarina che sfrutta le acque delle sorgente per la cura di varie tipologie infiammatorie e degenerative quali osteoartrosi, artrite reumatoide ed altre.


chianciano termeTERME DI CHIANCIANO

Località: Chianciano Terme (SI)
Acqua: Fucoli, 16,5 C°, bicarbonato-solfato-calcica
Santa, 33 C°, bicarbonato-solfato-calcica
Sant’Elena, 13,9 C°, oligominerale bicarbonato- alcalina
Santissima, 33 C°, bicarbonato-solfato-alcalino-terrosa carbonica
Sillene, 38,5 C°, solfato-bicarbonato-calcica
Indicazioni terapeutiche: Malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario
Trattamenti: bagni terapeutici, cure idropiniche, riabilitazione motoria, respiratoria, irrigazioni, vascolopatie periferiche,   fanghi, idromassaggi, insufflazioni, chinesiterapia,  idrochinesioterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche

Stabilimento termale: PARCO ACQUASANTA DI TERME DI CHIANCINO
Indirizzo: Piazza Martiri Perugini – 53042 Chianciano Terme
Sito: www.termechianciano.it

Chianciano Terme sorge a 475 m sul crinale che spazia dal lago Trasimeno ai contrafforti boscosi del monte Amiata. L’abitato ha due nuclei storici: il borgo medievale e la zona dei parchi termali. La prima valorizzazione delle acque termali avvenne nel VII° secolo. Il parco termale di Chianciano conta 5 fonti, con differente mineralizzazione e temperatura, alle quali corrispondono diverse strutture di cura. Le fonti principali sono: Acqua Santa, Acqua Fucoli e Acqua Sillene. Le acque sono rinomate per il trattamento delle malattie del fegato, dello stomaco e della circolazione. La sorgente oligominerale Sant’Elena è situata su di una collina, immersa completamente nel verde di querce secolari, cipressi ed olivi che formano una vera oasi naturalistica. La sorgente si trova all’interno di uno stabilimento termale dell’Acqua Santa specializzato nella cura delle malattie renali e dell’apparato gastroenterico.

Le acque sono efficace anche nelle patologie del fegato e delle vie biliari, quali la dispepsia, la calcolosi biliare e difficoltà digestive. L’acqua può essere bevuta a temperatura naturale, tiepida o calda al mattino, a digiuno, oppure nel pomeriggio perché favorisce la digestione. Alle Terme di Chianciano è presente un centro diagnostico, con ambulatori e un centro inalatorio da cui fanno parte il Parco Acquasanta e il Parco Fucoli, dove le acque vengono utilizzate tradizionalmente come bevanda per la cura del fegato.  lo Stabilimento Sillene è attrezzato per bagni, fanghi e altre terapie, oltre trattamenti estetici e di benessere. A tal fine vanno menzionati il Centro di Idrofisiochinesioterapia, il centro di medicina estetica e angiologia, il centro Relax, nonché la palestra e la linea cosmetica Sillene.

Nei dintorni si trova anche lo stabilimento Terme Sensoriali, una sorta di “tempio termale” che offre  20 diverse esperienze diverse articolate in quattro percorsi benessere specifici: depurativo, rilassante, energizzante, riequilibrante. I trattamenti vengono eseguiti utilizzando piscine con idromassaggio, saune, bagno turco, fanghi estetici, cromoterapia ed aromaterapia. Il centro benessere è specializzato in trattamenti basati sulla naturopatia che fanno dei cinque elementi – acqua, fuoco, terra, aria, etere – i protagonisti delle terapie. Inoltre è possibile effettuare l’esperienza unica di entrare in una straordinaria “piramide energetica”,  che rispetta le proporzioni di quella egiziana di Cheope. Si può infine accedere ad una stanza insonorizzata e manipolare diversi tipi di fango termale.


terme montepulciano

TERME DI MONTEPULCIANO

Località: Sant’Albino – comune di Montepulciano (SI)
Acqua: Montepulciano, 16 °C, solfurea bicarbonato-magnesiaca salso-bromo-iodica
Indicazioni terapeutiche: Malattie circolatorie, della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, ginecologiche
Trattamenti:  bagni terapeutici, cure inalatorie,  vascolopatie periferiche, fanghi, chinesiterapia, cosmesi, fitness, ginnastica respiratoria, idrochinesioterapia, massaggi, programmi antistress, riabilitazione motoria, respiratoria e vascolare, terapie fisiche e trattamenti estetici

Stabilimento termale: TERME DI MONTEPULCIANO
Tel: +39 0578 7911
Sito: www.termedimontepulciano.it
Indirizzo: Via delle Terme, 46 – 53045 località Sant’Albino – Montepulciano (SI)

La località era già nota per la presenza della cosiddetta “acqua puzzola di Sant’Albino”, una sorgente di acqua sulfurea, e per le cave di travertino. Infatti, la prima citazione delle acque sulfuree di Montepulciano risale al 1571. La costruzione dello stabilimento termale risale al 1966, quando venne anche scavato il pozzo che consentiva di captare le acque a 132 m di profondità, portandole in superficie senza che entrassero in contatto con l’aria per mantenere intatte le qualità terapeutiche dello zolfo e degli altri minerali che svolgono attività antisettica, anticatarrale, antispastica ed antiallergica. La struttura di cura comprende un centro di riabilitazione ortopedico-vascolare-reumatologico in grado di eseguire varie terapie per una efficace riabilitazione dopo interventi di chirurgia ortopedica e per le patologie vascolari, sia arteriose che venose, nonché per la traumatologia sportiva. Ci sono anche 3 centri specializzati nelle malattie dell’apparato respiratorio come broncopneumopatie croniche ostruttive, asma, bronchite ed enfisema polmonare. Le Terme includono anche un centro di audiologia e vestibologia ed un centro di rinologia.


san casciano bagni termeTERME DI SAN CASCIANO DEI BAGNI

Località: San Casciano dei Bagni (SI)
Acqua: Bianca Cappello, 42 °C, solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca
Ferdinando II, 42 °C, solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca
Ficoncella, 42 °C, solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca
Portico, 42 °C, solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca
Indicazioni terapeutiche: Malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, della pelle, dell’apparato digerente, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio, dell’apparato urinario
Trattamenti: bagni terapeutici, cure idropiniche, cure inalatorie,  fanghi, grotte/stufe, humage, idromassaggi,  inalazioni caldo-umide, piscina termale, cosmesi, educazione alla salute, fitness, massaggi, medicina estetica, programmi antistress

Stabilimento termale: BAGNO DELLA FICONCELLA, Bagno Grande, Bagno Bossolo, Doccia della Testa,  Fonteverde

Le vicende della zona sono sempre state legate alla storia del suo territorio ricco di sorgenti termali, conosciute anche ai tempi degli etruschi e successivamente dei romani. Ai primi anni del XX° secolo furono costruiti i lussuosi padiglioni termali, attualmente affiancate da centri d’estetica e benessere e dell’elegante hotel Terme dei Medici. Molto bella è la piscina all’aperto, affacciata al paesaggio tra cascate e zampilli d’acqua. All’interno dei stabilimenti termali ci sono numerose piscine interne. A San Casciano dei Bagni ci  sono ben 42 sorgenti che sgorgano acque termali di temperatura compresa tra 40°C e 42°C. In relazione alla vicinanza, sono raggruppate in modo a formare una serie di bagni, di cui i principali sono quattro:
Bagno della Ficoncella – da sempre la sorgente più importante di tutto il complesso termale di San Casciano. È inclusa, assieme alle sorgenti di Santa Maria e San Giorgio, all’interno dell’impianto termale più grande della cittadina.
Bagno Grande – il nome è dovuto alla grande affluenza d’acqua che sorga in numerosissimi zampilli fin sopra la superficie del terreno. È una fonte d’acqua chiara e limpida dalle molteplici proprietà curative.
Bagno Bossolo – le sue acque sono tra le più tiepide della zona. Caratteristica di questa sorgente è la proprietà curativa su lesioni da ustioni: immergendo la parte bruciata, le cicatrici ottengono visibili benefici.
Doccia della Testa – è la sorgente più frequentata dagli abitanti. Le proprietà terapeutiche sono legate al forte getto di acqua calda proveniente dall’alto.


Terme rapolanoTERME DI RAPOLANO

Località: Rapolano Terme (SI)
Acqua: San Giovanni, 39°C, solfureo-bicarbonato-calcica
Sorgente 1, 39 °C, solfureo-bicarbonato-calcica
Sorgente 2, 37 °C, solfureo-bicarbonato-calcica
Indicazioni terapeutiche:
malattie della pelle, dell’apparato locomotore, dell’apparato respiratorio.
Trattamenti: bagni terapeutici, fanghi, humage, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, nebulizzazioni, piscina termale, politzer criooterapico, chinesiterapia, cosmesi, ginnastica respiratoria, vascolopatie periferiche, idrochinesioterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche

Stabilimento termale: PISCINE TERMALE DELL’ANTICA QUECIOLAIA
Indirizzo: Via Trieste, 22
Sito: www.termeaq.it
Tel: +39 0577.724091

Stabilimento termale:TERME DI SAN GIOVANNI
Indirizzo:
Tel:

La scoperta, in località Campo Muri, dei resti di un grande complesso termale romano conferma la considerazione che già i romani avevano di questa stazione di cura. L’acqua del parco termale di Rapolano, classificata solfurea-bicarbonato-calcica, sgorga a 39°C principalmente da due sorgenti, in corrispondenza delle quali sono ubicati gli attuali stabilimenti termali con annessi alberghi: Terme Antica Querciolaia – un complesso termale di fisionomia moderna, e Terme di San Giovanni – frequentate anche da Santa Caterina da Siena. I trattamenti comprendono bagni, fanghi e inalazioni. Numerosi sono i pacchetti e i trattamenti estetici proposti: anticellulite, dimagrante e benessere. La riscoperta di sorgenti a temperatura differenziata, ha permesso di realizzare un sistema di piscine coperte ed scoperte a temperatura variabile (dai 25°-26° ai 37°-39°C) fruibili a seconda della stagione e del percorso terapeutico. I trattamenti sono particolarmente indicati per la cura dell’apparato respiratorio, locomotore, cardiovascolare e per le malattie della pelle.


Salva

Salva

Salva