500px_Map_Province_mare

« … tra mare puliti, natura incontaminata, spiagge di sabbia rosa, parchi naturale e terme….rillassarsi è facile. »

MARE IN TOSCANA

tsl-marewMare pulito e cristallino, spiagge sabbiose,  scogliere e pinete, parchi e aree protette tra città  e borghi storici, fanno da scenario al bello  litorale della Toscana lungo cerca 300 chilometri di natura incontaminata.  Ci sono numerose cittadine di villeggiatura dove si possono trascorrere vacanze piacevoli e rilassanti.  Le offerte di strutture balneari  è ampia da riuscire a soddisfare qualsiasi esigenza.

porto ercoleMAREMMA

Al confine sud della Toscana c’è la Maremma, con le sue splendide spiagge selvagge. Ci sono numerose calette e insenature adatte principalmente alle famiglie che desiderano tranquillità: il Chiarone, Capalbio, Porto Ercole e Porto Santo Stefano, ma anche la Feniglia , Cala Galera, la Giannella, Albinia, Castiglione della Pescaia  con la sua Riva del Sole,  le Rocchette  e Il Purgatorio, la splendida Cala Violina, votata come miglior spiaggia della Toscana, la Carbonifera e Cala Civetta, tra altre meno conosciute.


spiaggeCOSTA DEGLI ETRUSCHI

Salendo il litorale toscano verso Nord si trova la Costa degli Etruschi, un litorale caratterizzato da mare cristallino, spiagge incontaminate che conserva  numerose tracce della civiltà Etrusca. Ci sono  numerosi itinerari da percorrere a piedi, col cavallo o in mountain bike. Nelle zone di Piombino, Baratti e Populonia ci sono spiagge e calette raggiungibili solo via mare, racchiuse da alte scogliere a picco sul mare che contribuiscono a rendere davvero incantevole l’ambiente.


viareggioVERSILIA

Inoltre, c’è il litorale pisano, dove spicca la località di  Marina di Bibbona, vicina alla Riserva dei Tomboli di Cecina . C’è poi la famosissima Versilia, luogo preferito dai VIP che offre movida e tantissimo divertimento, oltre a bellissime spiagge e a un mare davvero splendido: Forte dei Marmi e Viareggio, che offrono davvero di tutto anche alle famiglie con bambini.


Marina di CarraraRIVIERA APUANA

L’ultimo tratto litoraneo toscano prima di entrare nel territorio della regione della Emilia-Romagna è Riviera Apuana  con Marina di Massa, Cinquale,  Poveromo, Partaccia e Ronchi, dove la natura e il fascino del marmo si fondono creando un ambiente davvero suggestivo, con il mare di fronte  e le montagne bianche delle Alpi Apuane indietro.

 


arcipelago mapARCIPELAGO TOSCANO

Il litorale Toscano ingloba  anche le 7 isole dell’Arcipelago Toscano  in gran parte tutelate dal Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. L’isola principale è l’Isola d’Elba con suggestive calette,  mare davvero meraviglioso, fondali sabbiosi e rocciosi, grotte da esplorare e spiagge da sogno, oltre incantevole cittadine di mare. Da segnalare anche  l’isola del Giglio, Montecristo e Capraia. Infinite sono le possibilità di praticare sport nautici, compresi quelli più tradizionali, in un territorio che offre un mare straordinario,  alberghi e servizi specifici per ogni tipo di attività sportiva.  Vicino alla fascia costiera ci sono  parchi e riserve naturale che offrono opportunità di conoscere diversi ecosistemi. Da segnalare il Parco Regionale della Alpi Apuane in provincia di Massa Carrara, noto per l’estrazione del marmo, il Parco di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli in provincia di Pisa,  con storiche ville-fattorie e il Parco Regionale della Maremma in provincia di Grosseto, con le caratteristiche pinete. I parchi offrono numerosi sentieri che permettono escursioni trekking.

Un punto importante da considerare è il riconoscimento Bandeira Blu, assegnato alle migliori spiagge e coste che rispettano determinati standard ambientali, oltre determinate caratteristiche  come  tipo di sabbia e scogli, corrente marina, stabilimenti balneare e parcheggi disponibili.  La Bandiera Blu viene concessa ogni anni alle spiagge ed ai porti turistici del mondo dalla Fondazione per l’ Educazione Ambientale (FEE), rappresentata da 59 paesi. In Toscana ci sono 18 spiagge con riconoscimento del FEE.

Le spiagge Bandiera Blu sono:

Provincia Grosseto  Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina di Grosseto, Principina a Mare, Monte Argentario
Provincia  Massa Carrara  Marina di Carrara
Provincia  Livorno  Antignano, Quercianella, Castiglioncello, Vada, Marina di Bibbona,  Le Gorette (Marina di Cecina),  Castegneto Carducci, San Vincenzo, Parco naturale della Sterpaia (Piombino), La Fenicia (Marciana Marina  Isola d'Elba)
Provincia Lucca  Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio
Provincia  Pisa  Marina di Pisa, Tirrenia, Calambrone

ATTRAZIONI PER ZONE E LOCALITA

SPIAGGE IN TOSCANA

arte00Castiglioncello – Rosignano Marittimo (LI)

Versilia (province Massa Carrara e Lucca)

surfLa Versilia è ben attrezzata per la pratica di molti sport, soprattutto quelli legati al mare: surf, windsurf, e canoa e kayak. Inoltre le ampie aree verdi (le Pinete) dispongono di numerosi percorsi ciclabili. Durante l’anno sono programmati vari eventi sportivi di rilievo quali:  Torneo Mondiale Giovanile di calcio “Coppa Carnevale”,  Gran fondo di ciclismo della Versilia,  Triathlon della Versilia,  Trofeo Burlamacco di vela. Un’altra attività ricreativa molto praticata è la  Pescaturismo che si svolge a bordo delle imbarcazioni di pesca artigianale: previa autorizzazione i pescatori possono accogliere a bordo un certo numero di persone al di fuori dell’equipaggio. Possono essere effettuate solo escursioni in mare o vere battute di pesca sportiva in ogni periodo dell’anno, purché le condizioni meteorologiche siano favorevoli.

giro in barcaÈ possibile anche organizzare escursioni durante le ore notturne. In alcuni casi è incluso il pasto a bordo.
Informazioni: Cooperativa Mare nostrum
Indirizzo: via Aurelia Sud 316 – Viareggio
Tel: +39 0584-359616 +39 328 2050658
Email: acamporameil@libero.it
Sito: www.pescaturismobagliore.com

Per leggere di più sulle attrazioni e servizi turistici offerti, cliccare sul nome di ogni località o comune elencato.

LOCALITA’  DI  VILLEGGIATURA

Cinquale1 CINQUALE (comune Montignoso – MS)

Mare limpido e spiagge ben attrezzate dove sono presenti stabilimenti balneari di consolidata tradizione e ottime strutture ricettive, oltre un porticciolo per piccole imbarcazioni con capacità di oltre duecento posti-barca. La località di Cinquale è stata, in varie epoche, meta di noti personaggi della letteratura,  e della pittura che qui trascorsero alcuni periodi della loro vita e  trovarono ispirazione. Nella cittadina sono organizzate gare di Surf Casting oltre la pesca alla trotta nel fiume Versilia.


Marina di MassaMARINA DI MASSA  (comune di Massa – MS)

È un rinomato centro balneare della costa apuana.  La cittadina, inizialmente luogo di villeggiatura delle famiglie ricche del nord Italia, è diventata un apprezzato luogo turistico grazie alla sua posizione geografica tra mare e monti. Le strutture residenziali e ricettive di Marina di Massa sono distribuite nelle vicinanze del litorale e della pineta che attraversa una lunga fascia poco distante dal lungomare. Sono infatti molte le strutture turistiche come stabilimenti balneari, discoteche, pub, hotel ma anche numerosi campeggi, questi ultimi concentrati nelle località di Ricortola e PartacciaDa Marina di Massa parte un viale di grandi dimensioni che collega tutta la costa fino a Viareggio. Una pista ciclabile collega Marina di Massa con Forte dei Marmi. Nella zona centrale così detta del Pontile sono ancora presenti alcuni storici stabilimenti balneari e villini aristocratici secondo lo stile Liberty. Alla piazza Bad Kissingen si trova un monumento di grandi dimensioni denominato “Le Vele” ed è possibile ammirare il mare seduti su panchine allineate parallelamente alla spiaggia. La piazza è diventata un punto di incontro per gli appassionati dei pattini.


Marina di Carrara3MARINA DI CARRARA  (comune di Carrara – MS)

È un’elegante e raffinata località balneare della costa apuana, nota come località di villeggiatura e per la fiera annuale di marmo “Marmotec”.  Incantevole è la vista delle Alpi Apuane che abbracciano la spiaggia. La cittadina dispone di un’ampia spiaggia sabbiosa, che per la maggior parte dell’estensione è gestita da stabilimenti balneari privati.

 


viareggioLIDO DI CAMAIORE  (comune di Camaiore – LU)

È un’apprezzata località di villeggiatura estiva. Lungo la spiaggia ci sono numerosi stabilimenti balneari ben attrezzati e qualche zona libera. Alle spalle dell’abitato c’è una pineta, con spazi riservati ai pic-nic, percorsi ciclabili e per escursioni a
cavallo.

 


forte marmiFORTE DEI MARMI (LU)

È una prestigiosa località di villeggiatura che, durante i mesi estivi, è da tempo frequentata da numerosi facoltosi imprenditori, liberi professionisti, industriali, politici, personaggi dello spettacolo, dello sport e della finanza. Particolarmente apprezzate sono le spiagge, formate da sabbia finissima ambrata. Il mare è piuttosto limpido e trasparente, fatto che ha meritato l’indicazione della Bandiera Blu per la qualità delle acque. La vegetazione, essenzialmente alberi di pino, è presente in tutto il territorio. Data anche la modesta estensione del territorio comunale, la cittadina non ha né impianti industriali né aree coltivate. L’economia si basa sul terziario e, in particolare, sul turismo balneare, attività prettamente stagionale che però coinvolge numerosi alberghi, ristoranti, locali di divertimento,
negozi, stabilimenti balneari.


marina pietrasantaMARINA DI PIETRASANTA  (comune di Pietrasanta – LU)

Ubicata sulla costa del Mare Tirreno, dista soli 3,5 chilometri dal centro di Pietrasanta. È facilmente raggiungibile a piedi o in bicicletta per mezzo di una ciclopista che collega il capoluogo alla costa. Il centro storico è molto curato e ricco di monumenti. Tradizionalmente Marina di Pietrasanta è una delle località balneari della Versilia con clientela medio-alta, inclusi anche alcuni VIP. La frazione è contornata da altre località di villeggiatura: Focette, Fiumetto, Motrone, Tonfano. La spiaggia si estende per 6 chilometri ed il fondale degrada dolcemente. Gli stabilimenti balneari sono numerosi e ben attrezzati, come pure la vasta gamma di strutture ricettive. Dietro l’area urbana c’è un’ampia pineta dove sono disponibili vari percorsi sportivi e naturalistici: sentieri per passeggiate a piedi, percorsi adatti alle biciclette o per escursioni a cavallo. Inoltre aree attrezzate con giochi per bambini o per pic-nic. Lungo tutta la zona costiera si possono praticare vari sport nautici. È inoltre possibile il noleggio di imbarcazioni da pesca e da diporto e di attrezzature varie.


canale burlamaccaVIAREGGIO  (LU)

Dieci chilometri di litorale sabbioso, su cui sono stati installati in meno di un secolo numerosi stabilimenti balneari ben attrezzati, hanno contribuito a trasformare Viareggio in una rinomata zona balneare. Una serie di eleganti edifici Liberty e Dèco, ubicati nella parte centrale dell’abitato, testimoniano l’attrattiva suscitata dalla cittadina fin dai primi anni dei “bagni a mare”. Viareggio sfrutta anche il fatto di essere ubicata a breve distanza da aree di notevole valore paesaggistico ed ambientale quali le Alpi Apuane, il Lago di Massaciuccoli, il Parco Naturale Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli ed il Santuario dei Cetacei. La cittadina è nota anche per i lunghi festeggiamenti del Carnevale, durante il quale imponenti carri allegorici sfilano tra due ali di visitatori provenienti anche da località estere. Viareggio è inoltre un attivo centro industriale ed artigianale, soprattutto nel campo della cantieristica navale, da tempo rinomata ed apprezzata in tutto il mondo. La spiaggia è lunga quasi 10 Km, spaziosa, pulita, ben attrezzata con stabilimenti balneari e caratterizzata dalla sabbia fina ed inclinazione dolce verso il mare. Ha ricevuto la certificazione Bandiera Blu per la qualità ambientale-turistica. La spiaggia è adiacente ad una lunga passeggiata punteggiata da lussuose boutique, negozi, bar, ristoranti, discoteche e gallerie d’arte.


spiaggia leccionaLECCIONA (comune di Viareggio – LU)

Situata tra la località di Torre del Lago e Viareggio è una ampia spiaggia libera. Frequentata da nudisti e bagnanti in prevalenza gay. Dal punto di vista ambientale, è uno dei pochi tratti di costa sabbiosa della Toscana rimasti allo stato naturale, con dune ricoperte di vegetazione. È anche l’ultima spiaggia della Versilia libera e senza alcun tipo di attrezzatura.

 


villa orlando TORRE DEL LAGO (comune di Viareggio – LU)

La cittadina deve il primo nome ad una torre del XV° secolo costruita sulle sponde del vicino Lago di Massaciuccoli. Il secondo è in omaggio al grande compositore, che qui abitò dal 1891 fino alla morte. È una località nota per la spiaggia, molto frequentata specialmente nel periodo estivo, anche per la presenza di ristoranti e discoteche. Anche la spiaggia della Lecciona ha contribuito al successo della località. È uno dei pochi tratti di costa toscana allo stato naturale, con dune ricoperte di vegetazione, e di libero accesso. Torre del Lago è il fulcro del progetto “Friendly Versilia”, principale e più conosciuta località per il turismo gay in Italia. Da segnala la Villa Puccini dove visse il musicista Giacomo Puccini e la Villa Orlando.

Salva

Salva

Maremma (provincia di Grosseto)

Per leggere di più sulle attrazioni eservizi turistici offerti, cliccare sul nome di ogni località o comune elencato.

capalbio spiaggiaCAPALBIO  (GR) – borgo medievale e villaggio balneare naturalistico

Conosciuta come “la piccola Atene” per il contesto ambientale e per l’importanza artistica assunta in epoca rinascimentale, Capalbio conserva ancora l’aspetto  di borgo medievale, tutto racchiuso dentro le mura e caratterizzato da suggestivi vicoli fiancheggiati da edifici in pietra. Il lungo arenile di circa 12 chilometri, metà dei quali spiaggia libera, in località Marina di Capalbio ha favorito lo sviluppo del turismo balneare. La spiaggia di La Torba è  caratterizzata da sabbia di colore variabile, dal grigio-scuro al nero, per l’abbondante presenza di metalli ferrosi in tutta l’area. L’intero tratto costiero ha un aspetto selvaggio, con abbondanza di vegetazione tipica di dune e macchia mediterranea.  Da segnalare il Lago di Burano, un bacino lacustre costiero di interesse naturalistico con percorsi e posti di osservazioni e il Giardino dei Tarocchi, il parco-museo ideato dall’artista franco-statunitense Niki de Saint Phalle.


castiglione portoCASTIGLIONE DELLA PESCAIA (GR) – borgo medievale e villaggio balneare naturalistico

Rinomata località balneare, è dominata dal centro storico, situato sul promontorio su cui svetta, nel punto più alto, il castello di Castiglione della Pescaia.  Nel centro storico si sono conservati numerosi edifici di origini medievali, tutti con strutture murarie in pietra. Il territorio di Castiglione della Pescaia viene denominato “la piccola Svizzera” per qualità ambientale e turistica. Il turismo balneare è motivato dalle spiagge di sabbia finissima, quali quella delle Rocchette, delle Marze e tutta la zona di Punta Ala che hanno ricevuto la certificazione di Bandiera Blu, per la qualità del mare. Castiglione della Pescaia dispone inoltre un attrezzato porto turistico.


castiglione pescaia3PUNTA ALA (comune di Castiglione della Pescaia – GR) – villaggio balneare naturalistico

Originariamente denominata Punta Troia, fu ribattezzata da Italo Balbo, pilota resosi celebre per le trasvolate dell’Atlantico. Balbo, che fu anche uno dei massimi esponenti del Partito Fascista, acquistò alcune ville ed alcune fortificazioni della zona, che mutò nome in Punta Ala (“Wing Point”), chiaramente derivato dal linguaggio aeronautico. Lo sviluppo turistico della zona è iniziato negli anni ‘70 del secolo scorso, favorendo quello balneare d’élite. Sono stati costruiti numerosi complessi residenziali e di servizio, tutti espressione di un’architettura contemporanea di prestigio.  Tra le calette più pittoresche sono da segnalare: Cala Torre Troia, Cala Tartanella e Cala Galera. In epoca storica la zona era situata lungo il confine tra il Principato di Piombino e il Granducato di Toscana. Il timore di incursioni di nemici e pirati barbareschi fece sì che venissero innalzate alcune fortificazioni a difesa di questo tratto della costa come la Torre di Cala Galera, Torre Hidalgo e Torre  degli Appiani e il Castello di Punta Ala,  oggi visitabili.  La località è anche rinomata per l’attrezzatissimo porto turistico e per le regate veliche organizzate dal locale yacht club, dove, tra l’altro, fu concepita la celebre imbarcazione da regata competitiva “Luna Rossa”.


castiglione pescaia3ROCCAMARE  (comune di Castiglione della Pescaia – GR) – villaggio balneare

Anticamente era una zona paludosa a margine dello scomparso lago Prile. Nel corso del XVIII° secolo tutta l’area fu bonificata per iniziativa dei granduchi Asburgo Lorena. L’insediamento urbano è stato creato nel corso del XX° secolo assieme alla frazione Riva del Sole, alla quale è adiacente. Sviluppatasi nel secolo scorso come località balneare a vocazione turistico-residenziale, Roccamare trae origine dal progetto di utilizzare l’ampia pineta – estesa per più di 8 chilometri – per creare al suo interno una lottizzazione (o “gated community”), in particolare ville ed ampi caseggiati a poca distanza dalla spiaggia. Sono da segnalare alcune strutture abitative, realizzate a partire dalla fine degli anni ‘50, che hanno ricevuto apprezzamenti nell’ambito dell’architettura contemporanea. Le ville ancora oggi più ammirate sono: Villa Bartolini, Villa Bertini, Villa Verusio, Villa Fraschetti, Villa Caroli e Villa Settepassi. La cittadina è anche sede di uno dei maggiori club velici del litorale grossetano.


follonica3FOLLONICA (GR) – cittadina storica balneare

Il territorio si estende dalla costa del Mare Tirreno fino a dove iniziano le propaggini delle Colline Metallifere. La posizione naturale, al centro Del Golfo di Follonica, ubicato davanti all’isola d’Elba, garantisce un lento declivio dell’arenile e, di conseguenza, un mare sicuro per bagno e altre attività.  La cittadina è meta privilegiata per il turismo  balneare giovanile e per i nuclei familiari. Ci sono numerose  spiagge, tutte di sabbia fine e con fondale che degrada dolcemente. Tra le più frequentate quella della Carbonifera, di Torre Mozza, della Polveriera e di Cala Martina. Follonica ha ricevuto la certificazione di Bandiera Blu per la qualità del mare, efficienza dei servizi  e accoglienza turistico-ambientale.


maria di grossetoMARINA DI GROSSETO (comune di Grosseto città – GR) – villaggio balneare

Marina di Grosseto  è una località balneare apprezzata per le ampie spiagge sul Mar Tirreno e per il retroterra collinare ricco di macchia mediterranea. La vasta pineta alle spalle dell’abitato è quella che si estende da Punta Ala (comune di Castiglione della Pescaia) fin quasi alla foce dell’Ombrone. L’abitato trae origine dall’insediamento di San Rocco (1793), quando fu completata la Torre del Sale. Di quest’epoca sono anche il Forte di San Rocco, struttura difensiva costiera del XVIII° secolo, ed il Forte delle Marze, pure dello stesso periodo. La balneazione lungo costa grossetana si sviluppò alla fine del XIX° secolo quando i giovani cominciarono ad avventurarsi verso le spiagge allora quasi disabitate, per sfuggire alla noia della città. Con il tempo quegli stessi luoghi sono diventati una località turistica di richiamo. Marina di Grosseto dispone anche di un attrezzato porto turistico. L’ampio arenile ha favorito il turismo familiare. Ha ricevuto la certificazione Bandiera Blu per la qualità del mare e del turismo-ambientale. Una pista ciclabile collega l’abitato con Grosseto, Principina a Mare e Castiglione della Pescaia.


principina al marePRINCIPINA A MARE (comune di Grosseto – GR) – villaggio balneare naturalistico

Principina a Mare è situata al confine con il Parco Naturale della Maremma. Nota località balneare per le ampie spiagge sul Mar Tirreno e per il retroterra collinare ricco di macchia mediterranea, caratterizza il tratto di litorale di spiagge un po’ selvagge, inserite all’interno del Parco della Maremma oppure Parco dell’Uccellina, che confinano con i territori ancora paludosi lungo  l’ultimo tratto del fiume Ombrone. La zona paludosa, denominata “Padule della Trappola”, è ideale per il birdwatching, dato l’elevato numero di uccelli palustri che svernano in quest’area. L’unico monumento storico è la Torre della Trappola, antica fortificazione medievale adibita a punto di raccolta del sale nei secoli successivi, data la vicinanza ad alcune saline (poi scomparse). Principina ha ricevuto la certificazione Bandiera Blu per la qualità del mare e del turismo-ambientale. La cittadina ha un proprio approdo, il  cosiddetto Porto di San Rocco. Una pista ciclabile collega l’abitato con Grosseto, Marina di Grosseto e Castiglione della Pescaia.


monte argentarioMONTE ARGENTARIO (GR) – zona balneare naturalistica

Il Monte Argentario è un promontorio che si protende nel Mar Tirreno, fisicamente separato dalla terraferma dalle due lagune di Orbetello. I principali centri abitati sono Porto Santo Stefano, sede del comune e capoluogo, e Porto Ercole. Il promontorio, interamente montuoso e caratterizzato da coste alte e rocciose, è ricoperto da una fitta macchia mediterranea, che si alterna a coltivazioni di olivi, viti e alberi da frutta. La costa, molto frastagliata, è piena di cale e calette, prevalentemente sassose, di notevole bellezza dal punto di vista naturalistico. L’Argentario è luogo privilegiato del turismo nautico e degli sport subacquei: è una delle classiche mete sia per gli appassionati di immersioni che per quelli di biologia marina. La subacquea  è uno degli sport più praticati lungo le coste del Monte Argentario e nelle isole circostanti. Vista la varietà dei punti d’immersione, del modo per raggiungerli, delle curiosità naturali o artificiali (relitti) da visitare, delle profondità da raggiungere, il mare è adatto ad ogni tipo di appassionato. Semplice immersione per sub ricreativi è Punta Finestra dove, già ad una profondità di 10-15 metri, è possibile osservare coralli, gorgonie, margherite di mare, polpi, stelle marine, murene, aragoste, paguri e pesci luna. Tutta la zona è inserita nel Santuario dei Cetacei quale area naturale marina protetta di interesse internazionale.  Con servizi giornalieri di traghetto si possono raggiungere l’Isola del Giglio e Giannutri.


cala del gessoPORTO SANTO STEFANO (comune Monte Argentario – GR) – villaggio balneare storico naturalistico

È una località balneare, capoluogo del comune di Monte Argentario, situata sulla costa nord-occidentale del promontorio. Essendo la posizione poco difendibile alle incursioni dal mare, la zona ebbe scarsa importanza durante il dominio della famiglia Aldobrandeschi e, quindi, di Siena. Con la costituzione dello Stato dei Presidi (metà del XVI° secolo), la località divenne invece il centro principale dell’Argentario. Proprio in quest’epoca iniziarono i lavori di costruzione della Fortezza Spagnola. Sotto il governatorato di Gilles Nunez Orejon venne quindi favorita la costruzione di un nucleo abitato intorno alla fortificazione. Poi, a partire dal XVIII° secolo, flussi migratori, spesso intere famiglie di pescatori, accrebbero le dimensioni della cittadina. Come tutte le altre località della zona, Porto Santo Stefano entrò a far parte del Granducato di Toscana nella prima metà del XIX° secolo. Quindi ne seguì le sorti fino all’Unità d’Italia (1861). In tempi recenti la cittadina è divenuta una località balneare di livello e si è dotata di un attrezzato porto turistico.


porto ercole2PORTO ERCOLE (comune di Monte Argentario – GR) – borgo medievale e villaggio balneare naturalistico

E’ un suggestivo borgo marinaro sulla costa del Monte Argentario, tutto racchiuso all’interno della cinta muraria, cui si accede attraverso una porta sormontata dalla Torre dell’Orologio. Tra i monumenti più significativi il Palazzo dei Governanti Spagnoli, la Chiesa di Sant’Erasmo, il giardino di Villa Consani e la possente Rocca. Fuori dall’abitato, numerose fortificazioni dominano il promontorio: il Forte Santa Caterina, il Forte Filippo ed il suggestivo Forte Stella. Tutto il borgo storico si è conservato in maniera egregia. È dominato dalla Rocca, imponente struttura fortificata situata sulla sommità del promontorio. Sul lato occidentale dell’abitato, le vecchie mura contengono la scenografica Piazza di Santa Barbara, ubicata in posizione panoramica presso l’omonimo bastione. In tempi recenti la cittadina è divenuta una località balneare di livello ed un attrezzato porto turistico: nella vicina Cala Galera fanno scalo ogni estate moltissime imbarcazioni da diporto attratte dalle funzionali strutture e dai servizi offerti da questo esclusivo approdo.


mulino spagnoloORBETELLO  (GR) – villaggio balneare storico

La cittadina sorge nel mezzo Laguna di Orbetello ed è unita al promontorio Monte Argentario da una strada costruita su un terrapieno artificiale denominato “La Diga”, che divide la laguna in due distinti specchi d’acqua: “Laguna di Levante” e “Laguna di Ponente”. Il territorio comunale è piuttosto variegato; la zona lagunare è delimitata, verso il Mar Tirreno da due tomboli – Tombolo della Feniglia e Tombolo della Giannella – caratterizzati da lunghe spiagge sabbiose, pinete e macchia mediterranea. Le acque della laguna sono ricche di pesce (spigole, orate, muggini e anguille) che viene lavorato in loco o venduto in molti mercati d’Italia e anche all’estero. Attualmente Orbetello è uno dei più importanti centri turistici della Maremma grossetana. Il turismo e l’attività ittica sono le principali voci dell’economia. Ci sono tante attrazioni quale la Torre Talamonaccio, l’importante sito archeologico di Cosa, le bellissimi spiagge di Talamone, il Forte delle Saline, il Mulino Spagnolo solitario  all’interno della Laguna di Orbetello ed il Parco dell’Ucellina,  soltanto per citare alcune.


TalamoneTALAMONE (comune di Orbetello – GR)

Il villaggio sorge su di un promontorio roccioso ricoperto dalla tipica vegetazione della Maremma, la macchia mediterranea. Non mancano comunque incantevole spiagge sabbiose, tutte coronate da pinete. Ci sono tante attrazioni a Talamone: la Rocca di Talanome, la Torre delle Canelle, la Torre di Talamonaccio, l’Acquario della Lagura, il Mausoleo Vivarelli, la chiesa di Sanat Maria Assunta tra altri.    In tempi recenti la cittadina è diventata un’apprezzata località balneare. Le spiagge sono caratterizzate da acqua cristallina, adatte a vari sport acquatici e nautici (snorkeling, windsurf, kite-surf, ecc.). La spiaggia del Cannone e Bagno delle Donne è rinomata per la bellezza dei fondali e la limpidezza delle acque. Grazie alla posizione geografica e micro-ambientale – vento forte e mare calmo – le acque di fronte alla spiaggia Fertilia sono un’eccellente “palestra” per imbarcazioni a vela. Inoltre Talamone è un porto turistico importante, da cui si possono effettuare gite organizzate per l’Argentario e le due isole prospicienti, Giglio e Giannutri. Infine escursioni a quelle spiagge del Parco Regionale della Maremma raggiungibili solo via mare. Nei pressi di Talamone è situato l’ingresso più meridionale del parco: alcuni sentieri permettono di attraversarlo e di salire fin sul crinale dei Monti dell’Uccellina.

Salva

Zona Pisana (provincia di Pisa)

Per leggere di più sulle attrazioni eservizi turistici offerti, cliccare sul nome di ogni località o comune elencato.

marina di pisaMARINA DI PISA (comune di Pisa – PI) – villaggio balneare

Come indica il nome, è una località marittima che si estende per alcuni chilometri a sud della foce del fiume Arno. Fino al 1606 l’area era paludosa ed insalubre. Fu il granduca Ferdinando I° Medici che decise di far spostare la foce dell’Arno un poco più a nord, in quanto riteneva che il vento di libeccio ostacolasse il normale deflusso delle acque del fiume. Alla fine dei lavori sulla riva sinistra venne edificata una costruzione esagonale circondata da un fossato, detta “il Fortino”, con funzioni di dogana per il traffico fluviale. Probabilmente intorno a tale costruzione vennero edificate le prime case di pescatori, costituendo il nucleo originario del futuro villaggio. Nel periodo estivo la cittadina è meta di flussi turistici: lungo il litorale sono presenti sia spiagge libere, sia numerosi stabilimenti balneari attrezzati.


tirrenia1TIRRENIA  (comune di Pisa – PI) – villaggio balneare naturalistico

Fu fondata negli anni ’30 del XX° secolo per volontà di Costanzo Ciano, consuocero di Mussolini, e di Guido Buffarini Guidi, podestà di Pisa. L’area, fino ad allora paludosa, venne bonificata e riqualificata con l’intento di fare della cittadina la “Perla del Mediterraneo” nonché la capitale cinematografica d’Italia. A. Al fine di promuovere l’ideologia fascista e per fare propaganda politica, vennero costruiti i primi studi cinematografici d’Italia. Questo sogno però durò poco, perché, nel 1937, sorsero a Roma i primi teatri di posa di Cinecittà e gli attori e registi che fino ad allora avevano frequentato Tirrenia preferirono sempre più spesso la capitale. L’ultima pellicola girata negli  “studios di Tirrenia” fu Good morning Babilonia nel 1987 e poi gli studi chiusero.  La cittadina ha conservato comunque inalterata la struttura di località di villeggiatura, con diversi stabilimenti balneari ben attrezzati che ogni anno attirano  un considerevole flusso turistico. Le spiagge sabbiose rappresentano la principale attrattiva. Di particolare importanza il parco Oasi Dune di Tirrenia, con specie vegetali tipiche delle dune, tuttora protette.

Salva

Costa degli Etruschi (provincia di Livorno)

Per leggere di più sulle attrazioni eservizi turistici offerti, cliccare sul nome di ogni località o comune elencato.

marina bibbona1MARINA DI BIBBONA  (comune di Bibbona – LI) – villaggio balneare

Grazie al clima mite, alla tranquillità ed alla bellezza del paesaggio, Marina di Bibbona è diventata un frequentato centro balneare. Conosciuta anche come Marina del Forte, deve questo nome al Forte di Bibbona, eretto nel 1785 come punto di avvistamento e di difesa costiera dalle incursioni dei pirati. La vera attrattiva della frazione è costituita dal litorale, che comprende ampie spiagge di sabbia fine, i tipici tomboli di macchia mediterranea e le caratteristiche dune. La pineta è il luogo ideale per trascorrere giornate al fresco della folta vegetazione, organizzare divertenti pic-nic o passeggiare nelle stradine in bici, a piedi o a cavallo, accompagnati dal piacevole profumo dei pini. Le spiagge sono in parte attrezzate con stabilimenti balneari ed in parte libere.


sentiro delle sorgentiMARINA DI CASTAGNETO CARDUCCI (comune di Castagneto Carducci – LI) – villaggio balneare naturalistico

Situata sulla costa del Mar Ligure, Marina di Castagneto Carducci oppure Marina di Donoratico  come è conosciuta, è una località costiera appartenente al territorio del comune di Castagneto Carducci. Trattasi di un lungo tratto costiero con spiagge sabbiose che hanno ricevuto la certificazione Bandiera Blu per la qualità delle acque, dell’ambiente e dell’accoglienza. Le spiagge libere sono ben attrezzate con numerosi stabilimenti balneare,alberghi, campeggi che rendono confortevole il soggiorno e la possibilità della pratica di sporti nautici. Il luogo conserva ancora le tracce del passato nel Forte di Marina di Castagneto. Ubicato nella pineta che separa la fascia costiera della campagna si trova il Cavallino Matto, uno dei principali parchi giochi della Toscana.


marina cecinaMARINA DI CECINA ( comune di Cecina – LI) – villaggio balneare

Oltre a numerosi ed attrezzati stabilimenti balneari ci sono ampi tratti di spiaggia libera. Il mare è limpido  di colore azzurro intenso, la spiaggia è costituita da sabbia morbida. È possibile praticare il nuoto, la vela ed il windsurf, l’attività subacquea. Cittadina vivace e moderna offre un’ottima selezione di ristoranti ed è dotata di moderni impianti sportivi. Durante tutto l’anno si svolge un’intensa attività teatrale e sono numerosi gli eventi, le sagre, le feste e le manifestazioni folcloristiche. La località balneare ha ottenuto anche il riconoscimento Bandiera Blu per la qualità turistico-ambientale. Vicino alla spiaggia c’è un eccellente bocciodromo, il  Parco Acquatico, un grande parco divertimenti adatto a bambini ed adulti. Scivoli, piscine ad onde e tante altre attrazioni hanno conferito all’Acqua Village il premio “Awards Parksmania” per l’alto livello di divertimento. Da segnalare anche il Centro Faunistico Bioparco Gallorose. 


antignanoANTIGNANO (comune di Livorno città – LI) – villaggio balneare naturalistico

Sede di un antico fortilizio mediceo, la località  è, di fatto, il quartiere più meridionale della città, alla quale è legato dall’urbanizzazione avviata tra la fine del XIX° e l’inizio del XX° secolo, lungo la linea di costa. Negli ultimi decenni è divenuto un centro balneare molto frequentato che ha ricevuto la certificazione Bandiera Blu per la qualità turistico-ambientale. Spicca la spiaggia del Maroccone con un bel panorama naturalistico.


quecianellaQUERCIANELLA  (comune di Livorno città – LI) – villaggio balneare naturalistico

È una località  posta pochi chilometri a sud di Livorno con un tratto di costa roccioso e ciottoloso dove si ergono alcune vecchie torri d’avvistamento. Immersa nella macchia mediterranea, è un centro balneare segnalato con la Bandiera Blu per la qualità dei servizi turistici e delle acque.  È presente anche un ormeggio turistico del Porto di Quercianella  e nei dintorni alla foce del torrente Chioma, un altro porto turistico denominato Porto del Chioma. Da segnalare anche  il Castello di Sonnino in stile neo rinascimentale costruito dal barone Sidney Sonnino nel XIX° secolo. Il castello si erge su un promontorio a picco sul mare a pochi chilometri del centro di Quercianella  e la Villa Jana in stile eclettico In una grotta della scogliera, fu tumulata la salma del proprietario del castello, il  barone Sonnino.


EPSON scanner imagePIOMBINO  (LI) – cittadina storica balneare

L’abitato si trova lungo la Costa degli Etruschi ed è il centro principale della Val di Cornia. Infatti, la zona è meta turistica a livello balneare nei pressi del Golfo di Baratti, a livello culturale-archeologico nei pressi della località di Populonia ed a livello naturalistico presso alle varie aree protette come il Parco Punta di Falcone, l’oasi di Orti e Bottagone, il Parco di Montioni nei pressi di Riotorto e il Parco costiero della Sterpaia.  La presenza di giacimenti di minerali ferrosi ha favorito lo sviluppo precocissimo delle attività metallurgiche che sono proseguite nel corso dei secoli, dagli Etruschi, ai Romani e a seguire fino ad oggi. Infatti, Piombino è il principale polo siderurgico in Toscana. Il territorio  ancora conserva testimonianze delle origini etrusche che sono presenti nel  Parco Archeologico di Baratti e Populonia. Il passato glorioso come Principato di Piombino ha lasciato tracce nei numerosi monumenti architettonici e nelle opere d’arte conservate nelle palazzi e fortificazioni storici. Il tratto costiero di Piombino è separato dall’Isola d’Elba dal canale di Piombino largo quasi 10 km, configurando anche il confine tra il Mar Ligure e il Mar Tirreno. All’interno del Parco di Punta Falcone, ubicato all’estremità del promontorio di Piombino, ricco di vegetazione dove vivono gabbiani, sono presente spiagge con sassi e scogli come Spiaggia Lunga caratterizzata da un stretto litorale irregolare e frastagliato con scogliere rocciose e ciottoli chiari, la Cala San Quirico e la Buca delle Fate. Il mare è cristallino, ideale per nuoto e bagno.Attraverso un percorso immerso i verde si arriva al Golfo di Baratti. Le spiagge  ubicate nel Parco della Sterpaia, sulla costa est, appartenente al territorio di  Piombino hanno ricevuto la certificazione Bandiera Blu per la qualità turistico-ambientale. Il grande ed importante porto internazionale di Piombino collega la città all’Isola d’Elba, alle isole minore di Pianosa e Capraia e alla Corsica.


porto barattiBARATTI (comune di Piombino – LI) – villaggio archeologico balneare naturalistico

Localizzato nel piccolo Golfo di Baratti, le origini  di Baratti sono etrusche come attestano le numerose tombe presente nella zona. Fu, nel passato, un porto etrusco per scarico e trasporto del minerale di ferro proveniente dell’Isola d’Elba.  Infatti, a largo del golfo furono ritrovati oggetti del VI° secolo dove spicca l’Anfora di Baratti conserva nel Museo Archeologico del Territorio di Populonia. La località è piuttosto recettiva dal punto di vista turistico-culturale. La cittadina fa parte del Parco Archeologico di Baratti e Populonia che conserva importanti tracce della civiltà etrusca. Attorno all’abitato ci sono spiagge con incantevole panorama paesaggistico.


spiaggia parco sterpaiaVIGNALE  RIOTORTO  (comune di Piombino – LI) – villaggio balneare naturalistico

Trattasi di due piccoli abitati turistici costieri con presenza di belle ed ampie spiagge sabbiose.  La località di Rio Torto  situato tra i boschi di Montioni e il Mar Tirreno.   Da segnalare la Torre Mozza del XVI° secolo. Da Riotorto si può raggiungere il Parco Naturale di Montioni da dove partono numerosi percorsi trekking.

 


castiglioncello2CASTIGLIONCELLO (comune di Rosignano Marittimo – LI) – villaggio balneare

La cittadina è situata in una posizione privilegiata dal punto di vista panoramico e sviluppatasi lontana dalle grandi vie di comunicazione. È rimasta fino all’epoca moderna sconosciuta e incontaminata, con le sue pinete e le sue scogliere a ridosso del Mar Ligure. Da sempre meta ricorrente di personaggi illustri del mondo dell’arte, della cultura e dello spettacolo, è oggi una delle più rinomate località turistiche, conosciuta per le bellezze del paesaggio, per la qualità e raffinatezza dei servizi che offre e per le iniziative culturali ed associative di alto valore. Castiglioncello ha ottenuto più volte l’attribuzione della Bandiera Blu per la qualità ambientale-turistica e purezza del mare.  È presente  due piccoli porti molto bene attrezzati per imbarcazioni.  Da Castiglioncello si può noleggiare gommone per gite marine oppure partecipare dalle crociere offerte.Inoltre tra le cale riparate e la folta macchia mediterranea trovò sviluppo la corrente pittorica dei Macchiaioli, che si espresse attraverso le opere di Giovanni Fattori, Odoardo Borrani, Silvestro Lega, Telemaco Signorini, Giuseppe Abbati. I loro dipinti spesso ritraggono l’abitato o le colline limitrofe, dando origine ad un periodo artistico denominato la Scuola di Castiglioncello.


vadaVADA  (comune di Rosignano Marittimo – LI) – villaggio balneare

L’abitato fu antico porto naturale di Volterra. Importanti ritrovamenti nella località di San Gaetano hanno portato alla luce i resti di un ampio quartiere portuale costruito nella seconda metà del I° secolo d.C., di un edificio termale e di un mercato. Nei secoli successivi divenne un covo dei pirati saraceni, impegnati nelle scorribande sul mare, di cui sono testimonianza anfore e vasi di terracotta che giacciono sul fondo marino. Dal secolo scorso è nota per le sue ampie spiagge di sabbia chiara e fine. Sul litorale, ombreggiato da folte pinete, si alternano stabilimenti balneari ed ampi tratti di spiaggia libera. Le Secche di Vada, un tratto di mare caratterizzato da bassi fondali, attrae, in ogni stagione, gli appassionati della pesca. E’ un centro nautico importante, ma quello che più distingue la zona è la possibilità di praticare tanti sport acquatici. La Rada del Saraceno, la Pineta di Pietra Bianca, il Molino a Fuoco, la Mazzanta, sono affascinanti angoli di questa località, che ha antichissime origini storiche. La zona ha ricevuto la certificazione Bandiera Blu per la qualità ambientale-turistica e purezza del mare. Da Vada perte una escursione subacquea con guide specializzate nel diving. È  un’immersione lungo una parete che si sviluppa a circa quattro miglia dalla costa nel mezzo delle Secche di Vada. Una spaccatura, chiamata “la Buca della Superlocca” porta a contatto con la silenziosa vita marina: uno scenario incantevole dominato da corallo, gorgonie rosse ed aragoste.


san vincenzoSAN VINCENZO (LI) – cittadina balneare

È uno dei centri turistico-balneari più attrezzati della Toscana, il centro turistico per eccellenza, uno dei più frequentati della Costa degli Etruschi. Ha ricevuto la Bandiera Blu per la qualità ambientale-turistica della zona. Oltre alle 11 km di spiagge libere di fine sabbia chiara ed ai numerosi stabilimenti balneari, la cittadina offre possibilità agli appassionati di sport subacquei. Infatti ill mare è di colore blu scuro e poco profondo con aree  giuste per immersioni subacquee, gite in barco e pesca amatoriale.A San Vincenzo ci sono 4 spiagge: Conchiglia, Spiaggi del Centro, Principessa e Rimigliano. Le spiagge di San Vincenzo ha ricevuto la certificazione Bandiera Blu per la qualità turistico-ambientale.  La spiaggia di Rimigliano si localizza all’interno del bello Parco di Rimigliano caratterizzato delle pinete. Al centro dell’abitato si trova il porto turistico che consente al turismo nautico di trovare un punto di approdo.  I fondali prospicienti dell’abitato accolgono numerose navi, andate perdute nel corso di entrambi i conflitti mondiali. Tra queste la rinfusiera Capacitas, il Caboto e la vedetta dragamine G32, affondata nel 1917.

Salva

ATTRAZIONI NELLE ISOLE

ISOLE dell’Arcipelago Toscano

tsl-porto ferrarioPorto Ferraio (Isola d’Elba) – LI

Isola d'Elba

isola d'elba cartinaL’isola d’Elba comprende 6 comuni: Campo nell’Elba, Capoliveri, Marciana, Marciana Marina, Porto Azzurro, Portoferraio, Rio Marina e Rio nell’Elba. Ogni comune  offre attrazioni che garantiscono una vacanza davvero stupenda in un ambiente naturale incontaminato e ricco di storia e bellezze. E’ un posto ideale per chi piace praticare sport nautici come vela,  immersione  subacquea,   windsurf, kite surf, kayak,  pesca ed altri. Ci sono numerosi sentieri che permettono escursioni trekking ai  monti e luoghi storici dell’isola.  I bambini e famiglie trovano tutti i conforti necessari nei stabilimenti balneari riccamente attrezzati.i. Inoltre si può  appressare la eccellente offerta enogastronomica  isolana.

 

traghetto1Come arrivare all’Isola d’Elba

Per raggiungere l’Isola d’Elba è necessario prendere il traghetto da Piombino Marittima (comune di Piombino – provincia di Livorno), località facilmente raggiungibile in auto, treno o autobus, dove in estate quattro compagnie di navigazione (Toremar, Moby Lines, Blu Navy e Corsica-Sardinia Ferries) dispongono di confortevoli navi che effettuano numerose corse giornaliere con destinazione  ai comuni di Portoferraio, Rio Marina e  la località di Cavo. La tratta Piombino-Portoferraio dura  solitamente un’ora ed un quarto. Alternativamente, prendendo l’aereo dalle principali città europee si arriva direttamente all’Aeroporto di Marina di Campo all’interno dell’isola d’Elba.

DA VEDERE – spiagge ed attrazioni per comuni

Per leggere di più sulle attrazioni eservizi turistici offerti, cliccare sul nome di ogni località o comune elencato.

campo nellelba2CAMPO NELL’ELBA (LI) – villaggio balneare naturalistico

È uno dei centri turistici più rinomati dell’isola d’Elba. Le spiagge presenti nel territorio sono molte, quasi tutte composte da arenili di sabbia chiara di origine granitica. Oltre alla spiaggia di Marina di Campo, la maggiore tra le spiagge dell’isola, meritano di essere ricordate anche le spiagge di Cavoli, Seccheto, Le Piscine e Fetovaia. Tra quelle meno affollate Galenzana, Colle Palombaia e Fonza. Tutta la zona consente di praticare quasi tutti gli sport acquatici. Da segnalare l’Acquario dell’Elba con più di 2.000 specie di pesci.  Nel territorio comunale è inclusa anche l’Isola di Pianosa con le famose catacombe del IV° secolo. L’isola è visitabile solo in gruppo e soltanto nel periodo aprile-ottobre. L’imbarco avviene nel porto di Marina di Campo. La visita all’isola segue un programma prestabilito: sosta sulla spiaggia di Cala Giovanna, kayak, trekking o mountain bike.


spiaggia madonna delle grazieCAPOLIVERI (LI) – villaggio balneare naturalistico

In passato, Capoliveri fu importante centro minerario etrusco cui tracce sono ancora visibile nel territorio. Le sue bellissime spiagge offrono un panorama particolarmente attraente. La zona fa parte del Santuario dei Cetacei, dove si possono godere di escursione marine in cerca delle balene che transitano nel mare attorno all’isola d’Elba. Le migliore spiagge sono:

Felciaio – caletta con il fondo di sabbia e ghiaia; Norsi – Spiaggia particolarmente affascinante a causa della sabbia nera;  Lido  – l’arenile è ben organizzato sotto il profilo della ricezione e dei servizi di ristorazione; Innamorata  – ultimo lembo di costa libera prima del comprensorio minerario,  apprezzata per la limpidezza dei fondali, soprattutto in prossimità delle isole Gemini, alle quali è possibile accedere anche semplicemente a nuoto; Pareti –  questa spiaggia era il punto favorito per le immersioni dell’apneista Jacques Mayol; Morcone  –  ideale per le immersioni. Straccoligno  –  ben organizzata sotto il profilo dell’accoglienza turistica; Lacona e Laconella – di sabbia finissima, sono tra le spiagge più frequentate; Margidore  – offre la possibilità di un facile alaggio a natanti di piccole dimensioni.


procchioMARCIANA (LI) – villaggio balneare naturalistico

Parte del territorio di Marciana riguardante al tratto costiero, è bagnato dal Canale di Corsica dove ci sono numerose spiagge sabbiose che ricevono grande flusso turistico per la bellezza e qualità del mare che ha meritato il riconoscimento Bandiera Blu. Da Marciana partono numerosi percorsi trekking verso i monti circostanti che fin’oggi conservano tracce di insediamenti e necropil dell’Età del Bronzo.  Da segnalare i percorsi verso Serraventosa con la Grotta di Giuliano,  Monte Capanne che è la vetta più alta dell’isola d’Elba, Monte Giove  dove è situato il Santuario della Madonna a Monte e il Monte Castello che conserva tracce di un insediamento etrusco.  A breve distanza della costa è stato trovato un importante relitto romano: una nave da carico del I°-II° secolo d.C. ben conservata (visibile solo con equipaggiamento subacqueo).

Le principale spiagge sono attrezzate con parcheggio, stabilimenti balneare, noleggio di ombrelloni, natanti, pedalò, moto d’acqua. Offrono anche corsi di windsurf e gite in barche. Da segnalare raggiungibili in automobile: Procchio, Campo all’Aia, Spartaia,  Sant’Andrea, Patresi, Chiessi,  Procchio e Pomonte ( con relitto  della nave romana dei fondali) e raggiungibili a piedi: Paolina, Redinoce. 


feniciaMARCIANA MARINA (LI) – villaggio balneare naturalistico

Il fascino della cittadina si basa sui pittoreschi quartieri, pieni di anguste stradette e case con facciate dai colori pastello. Altrettanto gradevole è il lungomare, un  ampio semicerchio, fiancheggiato da alberi di tamerici.Ci sono numerose spiagge a Marciana raggiungibili in macchina, a piedi oppure soltanto via mare. Sono caratterizzate dalle piccole dimensioni, da un fondale marino in grande parte roccioso con piccole distese di sabbia, da un mare dall’acqua cristallina e ricco di pesce.  La offerta di servizi turistici è multipla, dal noleggio di  ombrelloni, natanti, stabilimenti balneare, ristoranti, bar, parcheggio, a  corsi di vela, sub e windsurf.

Le principali spiagge sono: Ripa Barata , Fenicia e Fenicetta, Marciana Marina (bandiera Blu), Crocetta, Bagno, Sprizze, La Cala. 


porto azzurro2PORTO AZZURRO (LI) – villaggio balneare naturalistico

È situata sulla costa dell’Elba prospiciente il Canale di Piombino. Ci sono incantevole spiagge ben attrezzate dal punto di vista turistico. Da segnalare le spiagge:

Barbarossa  – La spiaggia è anche adatta ad attività subacquee ed al windsurf. C’è anche un’area sosta camper e altri servizi.
La Pianotta e La Rossa – Sono due piccole spiagge molto attrezzate situate nella rada del porto, in sabbia mista a ghiaia.
Terranera – E’ una stretta striscia di ghiaia che separa il piccolo laghetto di origine mineraria dal mare aperto. La spiaggia è caratterizzata da sabbia nerastra, dovuta alla presenza di ferro e altri minerali. E’ adatta alle attività subacquee.


Portoferraio1PORTOFERRAIO (LI) – porto e villaggio balneare naturalistico

È la cittadina più popolosa dell’isola d’Elba. Il territorio comunale comprende anche l‘isola di Montecristo. Secondo gli scritti di Apollonio Rodio, il luogo dove sbarcarono gli Argonauti era denominato Porto Argo e si trova presso la spiaggia Le Ghiaie. Nell’area sono stati rinvenuti i resti di due abitazioni romane, Villa delle Grotte e Villa della Linguella.  Nel territorio di Portoferraio ci sono splendide spiagge ben attrezzate che offrono al turista tutte le possibilità di eccellente accoglienza e godimento.

Le principali spiagge sono: Acquaviva,  Bagnaia (punto di partenza per escursioni in barca o canoa), Capobianco, Enfola, Forno,  Le Ghiae, Magazzini, Ottone, Paduella, San Giovanni, Sansone, Viticcio, Schiopparello (spiaggia riservata ai cani) e Scaglieri.


porticcioloRIO MARINA (LI) – villaggio balneare storico naturalistico

È situato sulla costa orientale dell’isola e il territorio include anche l’isola di Palmaiola.In passato, è stato un importante centro di attività mineraria. Ancora oggi si possono visitale alcune miniere che fanno parte del Parco Minerario e Mineraologico percorribile in parte con un trenino. Rio Marina è metà turistica per le favolose spiagge e mare cristallino. I servizi turistici offerti  riguardano a parcheggio, bar, stabilimento balneare, ristoranti, noleggio ombrelloni, natanti, scuola vela, sub,windsurf, manico di atterraggio, pontile ed altri. Alcune spiagge sono soltanto raggiungibile a piedi ed altri in bicicletta.

Le principali spiagge sono: San Bennato, Cavo (punto di arrivo e partenza di traghetti per Piombino),  Capo Castello, Cala del Telegrafo, Porticciolo di Rio.


rio nell'elba spiaggeRIO NELL’ELBA (LI) – villaggio balneare storico naturalistico

Ci sono bellissime spiagge miste si sabbia e ghiaia in un scenario incontaminato con un mare trasparente.  Oltre da Rio nell’Elba partono vari percorsi in mare riguardanti alla Pescaturismo – un’attività  ricreativa che si svolge a bordo delle imbarcazioni di pesca artigianale.  Con previa autorizzazione, i pescatori possono accogliere a bordo un certo numero di persone al di fuori dell’equipaggio. Sono effettuate brevi escursioni in mare o battute di pesca sportiva in ogni mese dell’anno (informazioni: località Le Barche in Cielo – strada per Ortano 12)

Le  principali spiagge sono: Zupignano,  Cala dell’Inferno , Rivercina, Nisporto, Nisportino

Salva

Isola Pianosa

isola pianosaL’isola di Pianosa appartiene amministrativamente al comune di Campo nell’Elba (isola d’Elba) inserita nella Provincia di Livorno.  L’isola fu abitata sin dall’epoca preistorica. Era conosciuta come Planasia per la sua conformazione pianeggiante. Sui fondali sono stati individuati i resti di un antico porto romano e giacimenti  di anfore  olearie datate al I° secolo d.C. Segno evidente che Pianosa si trovava lungo le rotte commerciali del Mediterraneo. Usata anche come località di confino, Agrippa Postumo, nipote ed ex-erede dell’imperatore Augusto, vi fu qui esiliato e poi giustiziato nel 14 d.C. Nel 1858 venne istituita la colonia penale agricola di Pianosa. In epoca moderna sull’isola è sorto un penitenziario di massima sicurezza, chiuso nel 1998. La presenza del carcere ha però contribuito a conservare l’ambiente naturale, terrestre e marino. Attualmente è inserita nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Tra le costruzioni sono visibili i ruderi di una villa romana conosciuta col nome di Villa di Agrippa , dove è possibile visitare il teatro e il peristilio e un sistema di catacombe su due livelli, conosciute come Catacombe di Pianosa.

L’isola è visitabile solo in gruppo e soltanto nel periodo aprile-ottobre. L’imbarco avviene nel porto di Marina di Campo  (Isola d’Elba). La visita all’isola segue un programma prestabilito: sosta sulla spiaggia di Cala Giovanna, kayak, trekking o mountain bike.

Salva

Isola Capraia

capraia isolaL’isola di Capraia si localizza nel Canale di Corsica, un tratto di mare  al confine tra il Mar Ligure e il Mar Tirreno. E’ un’isola di origine vulcanica  con perimetro di circa 30 km. Ancora oggi conserva un cono di eruzione visibile da Cala Rossa, una delle spiaggette più incantevole e particolare dell’Arcipelago.  La costa è rocciosa con qualche aree di sabbia con bellissime piccole spiagge con grotte  formate dall’erusione vulcaniche.  Nella parte interna domina il Monte Castello con 447 m s.l.m. L’isola ha una forte vocazione turistica, sebbene le offerte ricettive sono poche. Dal centro della cittadina di Capraia Isola partono numerose sentieri percorribile a piede oppure in bicicletta che percorrono tutta l’estensione della isola  Capraia fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Da segnalare il Forte di San Giorgio, la Torre del Porto e il Faro di Capraia, ubicati in luoghi di eccellente panorama naturalistico.

Per arrivare all’isola ci sono traghetti che partono dal porto di Livorno. Consigliabile anche la gita in barca intorno ai isolotti nei dintorni.

Salva

Isola del Giglio

giglio portoL’Isola del Giglio è una tra le più pittoresche isole dell’Arcipelago Toscano e fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Non a caso è meta di un costante flusso turistico per buona parte dell’anno. Tre sono i centri abitati: Giglio Porto, Giglio Castello e Campese. Il perimetro costiero è di 28 chilometri ed è in larga parte roccioso, tranne alcuni punti dove si allungano le spiagge: Campese (la più estesa dell’isola), Arenella, Cannelle e Caldane, con stabilimenti balneari ed eccellenti servizi turistici in generale, incluso la offerta di barcaioli, una specie di taxi marittimi che portano i turisti di una spiaggia all’altra.  In tempi recenti l’isola è divenuta una località balneare di livello internazionale e dispone di un attrezzato porto turistico.Piantina Immersioni L’isola è stata nota di recente per l’incidente della nave di crociera Costa Concordia dovuto allo scherzo dal comandante Schettino.

L’isola è nota per i fondali ricchi di pareti, grotte, secche e relitti, che offrono una serie di punto di immersione per la pratica della subacquea.  Gran parte delle possibili immersioni sono poco impegnative, ma il vero richiamo sono soprattutto le bellissime gorgonie rosse, visibili oltre i 35 metri di profondità, che punteggiano fondali abitati da un ricca fauna marina. Nelle acque più profonde si possono osservare branchi di tonni, barracude, lecce, mentre nelle numerose fessure delle rocce ci sono murene, aragoste e cernie.

giglio 2Dalla località di Giglio Porto è possibile noleggiare barche a vela oppure contrattare gite programmate in barca. In queste gite è frequente osservare delfini che inseguono le barche.

L’isola è raggiungibile per traghetto che parte da Porto Santo Stefano (comune di Monte Argentario)  in provincia di Livorno.

Salva

Isola Gianutri

isola gianutriA forma di mezzaluna, l’Isola Gianutri è caratterizzata da costa rocciosa piena di grotte e piccole suggestive insenature. Tutta l’isola è un’area naturale protetta, con una riserva marina lungo buona parte della costa e fa parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano. La balneazione è consentita solo sulle spiagge ghiaiose di Cala Maestra e Cala Spalmatoio.

Giannutri è un punto di notevole interesse per ogni tipo di attività subacquea, grazie alle pareti sottomarine ricche di gorgonie, spugne, coralli e tunicati. Nell’isola ci sono punto di immersione ricettive: Punta Secca e Punta del Calettino tra tanti altri.  Oggi la maggior parte dei fondali è stata formalmente dichiarata zona protetta, ma l’immersione è consentita negli estesi fondali coperti di posidonie. Ci sono due relitti dell’”Anna Bianca” (a 40-50 metri di profondità) e del “Nasim” (a 60 metri).

L’isola è collegata con un servizio di traghetto giornaliero da Porto Santo Stefano (comune di Monte Argentario) in provincia di Grosseto.

Salva

RISERVE NATURALI

PARCHI e RISERVE NATURALI in zona di mare in Toscana

tsl348Parco  Regionale della Maremma

Parco Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli

parco migliarinoZona: Versilia e Zona Pisana
Provincia di Pisa:  Pisa città, San Giuliano Terme, Vecchiano
Provincia di Lucca: Massarosa, Viareggio
Tipo: area naturale regionale protetta
Centro visita Tenuta San Rossone: località Cascine Vecchie – Pisa (PI)
Tel: +39 050 530101
Sito: www.centrovisitesanrossone.it
Email: visiters@tin.it
Centro visita  Villa Medicea di Coltano:  via di Palazzi, 21 – località Coltano – Pisa (PI)
Tel: +39 050 989084
Centro visita  La Sterpaia:  via Sterpaia, 16 – località La Sterpaia – Pisa (PI)
Tel: +39 050 533601
Sito: www.casalelasterpaia.it
Email: sterpaia@copisa.it

migliarinoIl territorio del parco si estende sulla fascia costiera delle province di Pisa (comuni di Pisa, San Giuliano Terme, Vecchiano) e Lucca (Massarosa, Viareggio). Include inoltre alcune aree omogenee quali il Lago di Massaciuccoli, le foci dei fiumi Arno, Fiume Morto e Serchio, la Tenuta di San Rossore, le pinete del Tombolo, di Migliarino e della Macchia Lucchese. È inclusa nel parco anche l’Area Marina Protetta “Secche della Meloria”, appartenente al comune di Livorno. All’interno del parco ci sono edifici rurali storici quali la Fattoria di Vecchiano, la Fattoria di Massaciuccoli, la Tenuta di Coltano. Le notevoli dimensioni del parco spiegano il motivo delle varie tipologie di ambienti naturali contenuti. È prevalente l’area boschiva, dove sono comuni gli alberi di pioppo, ontano, frassino, leccio e pino. Ci sono anche aree con dune ed aree palustri. In questi ambienti è presente una flora abbastanza rara, quale drosere, periploche, osmunda, ibisco rosa.

pineta di ponentiLa fauna è costituita da una notevole varietà di uccelli tra i quali il germano reale, gli aironi, i trampolieri, i gabbiani, le anatre e i cormorani sono i più comuni. E’ zona di nidificazione del fratino. Sono inoltre presenti diversi mammiferi di media e piccola taglia, tra i quali il daino, il cinghiale, il coniglio selvatico e la volpe rossa. Il parco è accessibile a piedi, in bicicletta, a cavallo o carrozze. Le visite guidate si svolgono, inoltre, a cavallo e con carrozze. La Macchia Lucchese, il Lago di Massaciuccoli, la Tenuta di Coltano e parte delle tenute di Migliarino e di Tombolo sono visitabili liberamente.


torre del lagoLago di Massaciuccoli

Zona: Versilia
Comune: Massarosa (LU)  e Viareggio (LU)
Tipo: area umida naturale protetta
Servizi: visite guidate in  barche, canoa ( LIPU)

In epoca romana era conosciuto come come Lago delle Fosse Papiriane. La sua fama è essenzialmente legata al compositore Giacomo Puccini che sul lago andava a caccia. Il compositore abitò a lungo in una bella villa in riva al lago stesso e qui è sepolto, in una località che, in suo onore è stata denominata Torre del Lago Puccini (comune di Viareggio). La maggior parte dei canali e dei fossi attorno al lago furono scavati in varie epoche, sia per bonificare dalla malaria le zone paludose che per l’estrazione della torba, utilizzata come combustibile per le fornaci. Inoltre, fino a tempi recenti, l’estrazione di sabbia silicea per la fabbricazione del vetro ha sottratto centinaia di ettari all’ambiente naturale.

massaciuccoli1Nell’area sono presenti tipiche piante palustri come la cannuccia di palude, la ninfea, la lisca. Inoltre ci sono le più vaste estensioni di falasco esistenti in Italia ed ampie estensioni di sfagno, entrambe di notevole valore ambientale. In passato il falasco era raccolto localmente ed usato, soprattutto, come strame nelle stalle.  Il lago e l’insieme di fossi e canali erano fino ad un recente passato una tappa importante per tutti gli uccelli migratori. Nell’area vivono stabilmente il falco di palude, l’airone cenerino, l’airone bianco maggiore e l’airone guardabuoi, la garzetta, il germano reale e, nei canneti, il cannareccione. Nei pressi di Villa Ginori c’è una numerosa garzaia di aironi rossi (almeno 70 coppie). Durante la stagione primaverile e quella estiva sul lago si svolgono varie attività sportive, in particolare canottaggio, canoa e vela. Le visite guidate sono organizzate dalla LIPU.


san rossoreVilla Borbone

Zona: Versilia
Tipo: villa storica XIX° secolo
Indirizzo: viale dei Tigli – località Lecciona – Viareggio (LU)
Tel. +39 0584 359950
Email: villaborbone@comune.viareggio.lu.it
Orari: lunedì a sabato 8.30 – 14.00
Accessibilità ai disabili: si

Vi si accede accede attraversando un fitto  bosco solcato da molti percorsi naturalistici. La villa fu costruita nel 1821 dall’architetto Lorenzo Nottolini per la duchessa di Lucca Maria Luisa di Borbone, realizzando tre edifici separati, ciascuno di tre piani. Quello centrale fu destinato a residenza e quelli laterali a stalle, magazzini ed abitazioni di servizio. La piccola Cappellina di Sepolcreto fu edificata nel 1849 su incarico di Carlo III° di Borbone, Duca di Piacenza e di Parma. Vi sono sepolti molti principi della famiglia Borbone di Parma. Di particolare importanza sono le tombe monumentali dello stesso Carlo III° di Parma e di Carlo Ludovico di Lucca.

La villa, attualmente proprietà del Comune di Viareggio, è utilizzata per mostre, conferenze, attività culturali, matrimoni. Sono possibili visite guidate con prenotazione (ingresso gratuito). Il giardino è di gusto romantico con ampi viali e fontane. Un impianto di amplificazione lo ha recentemente trasformato in un “giardino sonoro”.

Salva

Parco Regionale della Maremma (Parco dell'Ucellina)

parco maremma1Zona: Maremma
Comuni: Grosseto città, Magliano in Toscana e Orbetello
Tipo: area naturale protetta
Centro visita 1: via del Bersagliere 7/9 – località Alberese (comune di Grosseto – GR)
Centro visita 2: Collecchio (comune di Magliano in Toscana – GR)
Centro visita 3:  Talamone (comune di Orbetello – GR)
Tel: +39 0564-407098
Email: info@parco-maremma.it
Sito: www.parco-maremma.it
Sport: percorso trekking, ciclismo, birdwatching, equitazione

pineta del tomboloIl Parco Regionale della Maremma, noto anche come Parco dell’Uccellina, si estende lungo circa 25 chilometri di costa compresi tra le località di Principina a Mare (comune di Grosseto) a nord e Talamone (comune di Orbetello) a sud. I quasi 9.000 ettari del Parco sono  suddivisi tra i comuni di Grosseto, Magliano in Toscana e Orbetello. L’area è  caratterizzata da elementi morfologici diversi: la dorsale dei monti dell’Uccellina parallela alla linea di costa è ricoperta da una folta macchia mediterranea, la costa presenta  lunghi tratti sabbiosi, piccole insenature, scogliere e ripidi roccioni, inoltre la palude della Trappola e una pineta di oltre 600 ettari – la Pineta Granducale dell’Uccellina, costituita principalmente da pini domestici che furono piantati nel corso del XVIII° secolo dai granduchi Asburgo Lorena, una volta completate le opere di bonifica e canalizzazione dell’area palustre precedente il Lago di Alberese.

parco maremma2Anche se non fanno parte della fauna selvatica, sono presenti in tutta quest’area del parco,  le tipiche vacche maremmane che, assieme ai cavalli semi bradi, sono divenute uno degli elementi più caratteristici del paesaggio agro-pastorale della Maremma. Per quanto riguarda i beni storico-architettonici, nel territorio del parco ci sono numerosi edificazioni: ruderi del periodo etrusco-romano nei pressi di Talamone e lungo il fiume Ombrone, gli imponenti ruderi della medievale abbazia di S. Rabano e le torri costiere di avvistamento. Tra queste ultime sono di particolare rilievo:

– Torre della Trappola: di epoca medievale, faceva parte di un complesso che comprendeva saline ed una chiesa, svolgendo funzioni di difesa e di guardia costiera.

– Torre di Castel Marino: costruita nel XIII° secolo con funzioni di difesa e di avvistamento.

parco maremma torre collelungo– Torre di Collelungo: situata su un promontorio davanti alla spiaggia di Collelungo, è una delle torri meglio conservate di tutto il litorale grossetano. Fu edificata a pianta quadrangolare su tre livelli con un possente basamento a scarpa in epoca rinascimentale con funzione di sorveglianza di un tratto di costa all’epoca controllato da Siena. La struttura venne distrutta e successivamente ricostruita nella seconda metà del XVI° secolo, epoca in cui venne notevolmente rialzata. Nel 1847 fu colpita da un fulmine che distrusse i piani superiori dove, in passato, era probabilmente ubicata la polveriera. Negli ultimi anni del secolo scorso un attento restauro ha riportato la torre all’antico aspetto, recuperando gran parte degli elementi stilistici del XVI° secolo. La torre è raggiungibile attraverso l’itinerario A2 del Parco.

torre uccellina parco maremma– Torre dell’Uccellina: risalente all’inizio del XIV° secolo, si trova lungo il crinale dei Monti dell’Uccellina. La torre aveva funzioni di sorveglianza della costa e di difesa della vicina Abbazia di San Rabano, di cui era parte integrante. La torre, a sezione quadatta, presenta pareti in pietra  con varie feritoie e porta di entrata situata in posizione rialzata. La torre subì recenti lavori di restauro che hanno potuto recuperare l’edificazione. L’accesso alla torre è possibile attraverso l’itinerario A1 del Parco Naturale della Maremma.

Il Parco è aperto tutto l’anno e vi si accede tramite tre centri visite: Alberese (comune di Grosseto), Collecchio (comune di Magliano in Toscana), Talamone (comune di Orbetello). La visita è libera, individuale o di gruppo. All’interno del Parco ci sono vari itinerari segnalati e attrezzati, da percorrere a piedi o in bicicletta, ma alcuni sono effettuabile solo accompagnati da guide, disponibili su prenotazione.


pista ciclabileItinerari in bicicletta

Una pista ciclabile di km. 8,5 collega la località di  Alberese a Marina di Alberese. Possono inoltre essere effettuati quattro diversi itinerari con prenotazione e guida obbligatoria:

– integrazione agli itinerari A6 e A7

– Alberese-spiaggia di Collelungo- Pineta Granducale – Marina di Alberese

– Alberese -San Rabano – percorso impegnativo

– San Rabano- spiaggia di Collelungo – Pineta Granducale – Marina di Alberese


parco maremmaItinerari a piedi

A1

Partenza: centro visite – località Alberese
Lunghezza: 8 km
Tempo di percorso: 5 ore
Difficoltà: impegnativo, prenotazione e guida obbligatoria
Attrazioni:  Abbazia di San Rabano e Torre dell’Uccellina

A2

Partenza: centro visite – località Alberese
Lunghezza: 6 km
Tempo di percorso: 3 ore
Difficoltà: media, prenotazione e guida obbligatoria
Attrazioni:  Le Torri

A3

Partenza: centro visite – località Alberese
Lunghezza: 10 km
Tempo di percorso: 3 ore
Difficoltà: facile, prenotazione e guida obbligatoria (chiuso nei mesi estivi)
Attrazioni:  Le Grottte

A4

Partenza: centro visite – località Alberese
Lunghezza: 13 km
Tempo di percorso: 4 ore
Difficoltà: impegnativo, prenotazione e guida obbligatoria ( chiuso nei mesi estivi)
Attrazioni:  Cala di Forno

A5

Partenza: centro visite – località Alberese
Lunghezza: 5 km
Tempo di percorso: 2 ore
Difficoltà: facile
Attrazioni:  percorso forestale e faunistico – area 1

A6

Partenza: centro visite – località Alberese
Lunghezza: 5 km
Tempo di percorso: 2 ore
Difficoltà: facile
Attrazioni:  percorso forestale e faunistico  – area 2

A7

Partenza: parcheggio – località  Marina di Alberese
Lunghezza: 5 km
Tempo di percorso: 2 ore
Difficoltà: facile
Attrazioni:  Bocca d’Ombrone

P1

Partenza: centro visite – località Alberese
Lunghezza: 3 km
Tempo di percorso: 2 ore
Difficoltà: facile – prenotazione e guida obbligatoria – minimo 8 persone (chiuso mesi estivi)
Attrazioni:  Birdwatching  presso La Trappola


Visita notturna

Partenza: centro visite – località Alberese
Lunghezza: 5 km
Tempo di percorso: 3 ore
Difficoltà: facile – guida obbligatoria
Attrazioni:  percorso forestale e faunistico

T1

Partenza: centro visite – località Talamone
Lunghezza: 4 km
Tempo di percorso: 2,30 ore
Difficoltà: media
Attrazioni:  Punta del Corvo

T2

Partenza: centro visite – località Talamone
Lunghezza: 9 km
Tempo di percorso: 5 ore
Difficoltà: impegnativo
Attrazioni:  le Cannelle

T3

Partenza: centro visite – località Talamone
Lunghezza: 16 km
Tempo di percorso: 8 ore
Difficoltà: impegnativo
Attrazioni:  Grotta di Stoppa

Salva

Parco dell'Arcipelago Toscano

parco arcipelago toscanoZona: Arcipelago Toscano
Provincia Livorno: comuni di Portoferraio, Rio Marina, Rio nell’Elba, Porto Azzurro, Capoliveiri, Campo nell’Elba, Marciana, Marciana Marina, Capraia isola
Provincia Grosseto: Isola del Giglio
Tipo: riserva naturale marina
Centro visita: Viale dei Tigli – Villa Borbone – località Lecciona – Torre del Lago –  comune di Viareggio (LU)

Fanno parte del parco tutte le isole dell’Arcipelago Toscano: Gorgona, Capraia, Elba, Pianosa, Montecristo, Giglio, Gianutri, Palmaiola, Cerboli, Formiche di Grosseto e alcuni scogli come Meloria, Isola dei Topi, Scoglietto di Poroferraio, Socglio d’Africa e altri forme rocciose. Le due isole principale  quanto a estensione e ricchezza paesaggistica sono: Isola d’Elba e Isola del Giglio. L’arcipelago è bagnato del Mar Ligure e dal mar Tirreno e ingloba anche il Canale di Piombino e il canale di Corsica.

La tipologia ambientale prevalentemente nelle isole è granitica con vegetazione derivate dalla macchia mediterranea, le ginestre, le eriche e il ginepro fenicio. Si possono trovare le isole maggiore grande estensione boschive di leccio e castagno. La fauna è caratterizzata da uccelli migratori  e nidificanti principalmente gabbiani e berte e vari tipi di anfibi.

Salva

Santuario dei Cetacei - Osservatorio Toscano dei Cetacei (riserva marina)

osservatorio cetaceiSANTUARIO DEI CETACEI 

Centro visita: Viale dei Tigli – Villa Borbone – località Lecciona – Torre del Lago –  comune di Viareggio (LU)

Il Santuario dei Cetacei, istituito in Italia dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio con il nome di “Santuario per i mammiferi marini” e noto in Francia come “Santuario Pelagos”, è un’area marina protetta di competenza italiana e francese. In territorio italiano, il Santuario si estende su un’area marina compresa tra le regioni della Toscana, della Liguria e della Sardegna, area in cui sono presenti ben 87 amministrazioni comunali. Una serie di studi ha rilevato che in questa zona del Mar Mediterraneo c’è una massiccia concentrazione di cetacei, dovuta soprattutto all’abbondanza di cibo. I mammiferi marini sono rappresentati da dodici specie di balene. In Toscana è stato attivato l’Osservatorio Toscano dei Cetacei, un valore aggiunto al Santuario e punto di riferimento per tutti coloro che si dedicano allo studio ed alla tutela di queste specie marine. L’Osservatorio dispone di due sedi, una a Viareggio, l’altra a Capoliveri, nell’Isola d’Elba (provincia di Livorno).

Salva

VACANZE PERSONALIZZATE

VACANZE Al MARE su misura per te

fam1Isola d’Elba

Al mare con bambini

PROVINCIA DI LIVORNO

marina di campo spiaggiaFETOVAIA – Isola d’Elba  (LI)

Una suggestiva baia di sabbia bianca e acqua cristallina.  tra le più belle dell’Isola d’Elba, ubicata nel comune di Marina di Campo. Qui i bambini avranno decine di metri di spiaggia su cui correre e giocare e altrettanti di acqua bassa e pulita, in cui potranno divertirsi in tutta sicurezza. Spiaggia molto bene attrezzatae con servizi dibar, corsia barche, noleggio imbarcazioni e pedalò, noleggio ombrelloni esdraio, ormeggi, parcheggio auto, ristoranti, scuola di surf e stabilimento balneare. Dalla spiaggia di Fetovaia partono itinerari tral il verde. Nelle giornate più limpide, potrete scorgere  la Corsica e l’Isola di Montecristo.


quecianellaCASTIGLIONCELLO E QUERCIANELLA –  (LI)

Castiglioncello, frazione di Rosignano Marittimo, è una baia di sabbia bianca incastonata nel verde della vegetazione. La vicina spiaggia di Quercianella, già frazione della città di Livorno,  presenta un panorama simili e altrettanto mozzafiato.  Qui il relax la fa da padrone e i servizi sono efficientissimi per qualsiasi esigenza, da noleggio di natanti, barche, cabine, sdrai, ristoranti, ecc… Chi sceglie la spiaggia libera o quella privata, troverà davanti  un mare incantevole e tanti scogli che formano piscine naturali.

 

Salva

SERVIZI TURISTICI