mappa borghi

I borghi più belli  da vedere in Toscana

la parola borgo deriva dall’antico termine germanico burgs che significa “città fortificata oppure castello” ….

La Toscana  è ricca di borghi di origine medievale  che conservano ancora gli antichi tracciati architettonici a  forma ellittica,  vicoli stretti, resti delle mura con porte e torre. In alcune di queste cittadine-borghi sembra che il tempo non è passato e si può percepire esattamente com’era la vita   nel Medioevo.  Il termine “borgo”  riguardava ai centri abitati  fortificati che avevano attività commerciali caratterizzate dai mercati  settimanali e delle attività  agricole al di fuori della cerchia delle mura fatte in pietra con torre di  controllo con una o più porte de acceso.

borgo 5All’interno del borgo esisteva il pozzo che forniva acqua era ubicato nella piazza centrale, le case-torre  con  porte  nel primo piano dove l’accesso era fatto per mezzo di una scala in legno e ritirata in caso di attacco, le abitazione dei servi ed artigiani, la pieve dove la popolazione si rifugiava in caso di pericolo, il castello o cassero con l’abitazione del signori  e gli edifici per alloggio dei soldati. Al di fuori  delle mura erano presenti i campi coltivati e settimanalmente erano allestite fiere-mercati per scambio di merce con altri villaggi.  I castelli in principio erano solo delle torri di guardia isolate, solitamente di legno. Intorno al X° secolo sono state introdotte grande  trasformazioni a causa del forte utilizzo di armi di fuoco. I castelli non erano più costruiti in legno e si impiegava ora la pietra.

Nel periodo estivo, attualmente, sono programmate manifestazioni che rievocano eventi passati oppure tradizioni tramandate fino ad oggi.  I borghi, in questi giorni,  sono invasi di cavalieri,  nobili in costume, sbandieratori che ripercorrono le strade al suono di tamburi. Ad esempio la Giostra dell’Archidado a Cortona

In seguito i borghi più belli  in Toscana. Per leggere di più sulle attrazioni e servizi turistici offerti, CLICCA SUL NOME O FOTO di ogni borgo elencato.

BORGHI PER PROVINCIA

tsl-11chianti16Borgo-castello di Vertine – Gaiole in Chianti (SI)

Arezzo e dintorni

anghiari borgoANGHIARI (AR) – borgo medievale zona Valtiberina

È uno splendido borgo medievale caratterizzato da pittoresche case in pietra, palazzi rinascimentali, vicoli angusti e testimonianze di valori storici tramandati attraverso i secoli. Conserva ancora buona parte della potente cinta muraria che conferisce un particolare aspetto alla cittadina. I numerosi edifici storici sono costituiti da piccole chiese e costruzioni di epoca medievale. Le attività tradizionali della cittadina sono il restauro del mobile e l’artigianato, principalmente armi da fuoco, legno e ferro battuto.


castiglion fiorentinoCASTIGLION FIORENTINO (AR) – borgo medievale di collina zona Valdichiana

Castiglion Fiorentino è un borgo con impianto medievale originale, situato al confine tra la Toscana e l’Umbria. Circondato dalle mura, il borgo è  dominato dalla torre del cassero e dai numerosi edifici antichi ancora preservati nelle loro architettura originali. Nel territorio si può gustare una cucina tipica genuina, acquistare produzioni biologiche locali e artigianato artistico. Per la diversità e conservazione del patrimonio storico-artistico ha ricevuto l’indicazione di “Bandiera Arancione” che conferma la qualità turistica-ambientale ed eccellente accoglienza.


cortona borgoCORTONA (AR) – borgo etrusco-medievale di collina zona Valdichiana

Originariamente importante città etrusca, nei secoli successivi mantenne una posizione di rilievo in ambito artistico e religioso. Ad eccezione di alcuni palazzi di epoca rinascimentale, l’aspetto della cittadina è decisamente medievale, con il centro solcato da strette e suggestive stradine. Data la posizione elevata dell’abitato,  si gode un bellissimo panorama della pianura sottostante e del Lago Trasimeno. Da segnalare la Fortezza di Girifalco e il convento francescano Le Celle. A Cortona periodicamente sono realizzati importante eventi come la Fiera Antiquaria,  Cortona On The Move e la Giostra dell’Archidado.


Loro Ciufenna borgoLORO CIUFFENNA (AR) – borgo collinare zona Valdarno Superiore

Il territorio, costellato di abbazie, pievi e ruderi di castelli, è localizzato vicino al crinale del monte Pratomagno ed è attraversato dal torrente Ciuffenna. Tutta la zona è ricca di verde, boschi e coltivazioni agricole, e vi si gode un eccellente panorama dell’alta Valle dell’Arno (Valdarno Superiore). Da segnalare la Pieve di Gropina, uno degli esempi più significativi dell’architettura romanica in Toscana e il piccolo e pittoresco borgo Il Borro, dove ci sono numerose botteghe artigiane.


lucignano borgoLUCIGNANO (AR) – borgo medievale zona Valdichiana

E’ un piccolo borgo che costituisce un buon esempio di urbanistica medievale: pianta ellittica ed anelli viari concentrici rimasti inalterati nei secoli.  La cittadina ha conservato le tradizionali vocazioni agricole e artigianali: dal pregiato olio extravergine di oliva al miele, dalla produzione e restauro di mobili ai lavori d’intaglio, dalla raffinata produzione di ceramica all’oreficeria, dall’antica lavorazione della pietra serena al travertino.  Partendo dal centro del borgo, a piedi o in bicicletta, si può visitare il Bosco del Calcione al cui interno si trovano vari laghetti ed i castelli di Calcione, della Mondanella e di Gargonza.


poppi borgoPOPPI (AR) – borgo medievale di collina zona Casentino

Borgo di origini medievali, è una delle  “città murate”, rimasta pressoché intatta nelle sue bellezze artistiche. Il centro storico merita un’attenta visita, per l’architettura dei palazzi, i caratteristici rioni con le vie fiancheggiate da portici e gli stretti vicoli laterali. Da Porta Fronzola, punto d’ingresso dell’abitato, già si scorge, in alto, la Torre dei Diavoli ed il Castello di Poppi, perfettamente mantenuto nelle forme originale al lungo dei secoli.  Il territorio di Poppi comprende anche i complessi dei monasteri di Badia Prataglia e Camaldoli che si estendono all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.


sansepolcroSANSEPOLCRO (AR) – borgo storico

Anticamente denominato Borgo del Santo Sepolcro, è il centro più popoloso nonché capoluogo amministrativo della Valtiberina toscana. Libero comune prima e poi culla di cultura rinascimentale, Sansepolcro è un importante punto di riferimento e di integrazione culturale all’intersezione tre regioni: Marche, Umbria, Toscana. Nella cittadina sono nate numerose personalità, specialmente nei campi dell’arte e della scienza: i pittori rinascimentali Cherubino Alberti, Matteo di Giovanni e Piero della Francesca, il matematico Luca Pacioli. In molte delle chiese di Sansepolcro sono conservate opere di importanti pittori del Rinascimento e del Manierismo, quali Matteo di Giovanni, Luca Signorelli, Raffaellino del Colle, il Perugino e il Rosso Fiorentino con la nota opera Deposizione.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Firenze e dintorni

certaldo borgoCERTALDO ALTO (FI) – borgo medievale zona Val d’Elsa

Il comune è formato da due nuclei ben distinti: la parte alta, infatti denominata Certaldo Alto,  localizzata su di un colle, conserva numerosi edifici di interesse storico artistico e la parte bassa, visibilmente moderna.  La parte più interessante del comune è sicuramente Certaldo Alto. La caratteristica architettonica principale, è la perfetta conservazione del tessuto urbanistico di borgo medievale racchiuso tra le mura, con le sue vie strette e le piccole piazze. Escludendo i lavori di ristrutturazione del Palazzo Petrorio nel XV° secolo si può affermare che Certaldo Alto è rimasta identica a come si è sviluppata nel Medioevo. Da segnalare la casa natale del poeta Boccaccio.

Salva

Salva

Grosseto e dintorni

Giglio castello borgoGIGLIO CASTELLO  (Isola del Giglio – GR) – borgo isolano zona Arcipelago Toscano

Si trova nella parte più elevata dell’isola del Giglio.  L’abitato, di chiare origini medievali, è dominato dall’imponente Rocca aldobrandesca, parte integrante del complesso difensivo assieme alle caratteristiche e ben conservate mura e ad alcune torri. Le mura racchiudono interamente il borgo ed il complesso della rocca . Da più punti si gode un magnifico panorama su tutto l’Arcipelago Toscano e sulla costa maremmana.


massa marittima borgoMASSA MARITTIMA (GR) – borgo collinare artistico zona Colline Metallifere

Principale centro delle Colline Metallifere grossetane, Massa Marittima è una città piena di testimonianze storiche ed architettoniche circondata da un’amena campagna maremmana. Molti dei punti più significativi si concentrano attorno alla piazza principale: la cattedrale di San Cerbone, il Palazzo Comunale, le fontane intorno all’affresco dell’Abbondanza e il Palazzo del Podestà. Oltre al ricco patrimonio storico e monumentale, il territorio della cittadina offre varie opportunità escursionistiche, dal trekking all’equitazione.


pitigliano borgoPITIGLIANO (GR) – borgo etrusco-medievale zona Area del Tufo

È un caratteristico borgo della Maremma, unico nel suo genere per la particolarità di essere costruito interamente su di un masso tufaceo. Le alte pareti di tufo, aperte da mille caverne e da case-torri, sottolineano un’urbanistica tipicamente medievale. Le case sporgono da un grande sperone di tufo, assolutamente a strapiombo circondate di burroni, pieni di grotte scavate nel tufo. Nel sottosuolo della località si aprono gallerie, cantine e cunicoli in buona parte di epoca etrusca. Il centro storico si sviluppa su tre vie principali, quasi parallele, collegate da una fitta rete viaria di sessanta vicoli, alcuni dei quali si aprono a strapiombo sulla rupe tufacea su cui si sviluppa l’abitato. Molte abitazioni conservano rifiniture degne di nota: portali decorati dal bugnato rustico, stemmi gentilizi e cornici di travertino alle finestre.


porto ercole borgoPORTO ERCOLE (comune di Monte Argentario- GR) – borgo isolano zona Arcipelago Toscano

È un suggestivo borgo marinaro sulla costa orientale dell’Argentario racchiuso all’interno della cinta muraria, a cui accesso è possibile attraverso una porta sormontata dalla Torre dell’Orologio. Porto Ercole  si affaccia su una baia dominata dalle possenti moli delle fortezze spagnole. Nella vicina Cala Galera fanno scalo ogni estate moltissime imbarcazioni da diporto attratte dalle funzionali strutture e dai servizi offerti da questo esclusivo approdo. Tra i monumenti degni di nota troviamo il Palazzo dei Governanti Spagnoli, di origini cinquecentesche, la Chiesa di Sant’Erasmo, il giardino di Villa Consani e la possente Rocca. Fuori dall’abitato, numerose fortificazioni dominano il promontorio come il Forte Santa Caterina, il Forte Filippo e il suggestivo Forte Stella in stile rinascimentale lungo la strada panoramica.


sovana borgoSOVANA (comune di Sorano – GR) – borgo etrusco-medievale zona Area del Tufo

Situata nel cuore della cosiddetta “Area del Tufo” e resa famosa dalle imponenti tombe monumentali e dalla vasta necropoli, la cittadina fu un importantissimo centro etrusco e, in epoca medievale, una fiorente città. Sia la necropoli etrusca che il centro storico fanno della cittadina un’importante località archeologica e storico-artistica della Toscana. Da segnalare la cattedrale dei Santi Pietro e Paolo in stile romanico e l’imponente ruderi della Rocca di Sovana.


sorano borgoSORANO (GR) – borgo etrusco-medievale zona Area del Tufo

Il nucleo abitato è arroccato su di uno scosceso sperone tufaceo che presenta vari dislivelli. Il borgo è caratterizzato da un dedalo di vicoli, cortili, archetti, logge e cantine scavate nel tufo che, in epoca etrusca, furono sepolcreti, successivamente adattati a magazzini e cantine per il vino. La cittadina è anche denominata “Matera della Toscana”, per la caratteristica presenza di edifici rupestri che ricordano i celebri “sassi” della città di Matera (regione Basilicata).

Salva

Salva

Salva

Livorno e dintorni

suvereto borgoSUVERETO (LI) – borgo collinare  della  zona Maremma

Il comune è stato inserito tra I borghi più belli d’Italia. l territorio ricco di sughere, olivi secolari e viti, riflette i caratteri dell’economia locale, basata tradizionalmente sull’agricoltura, le attività forestali e l’allevamento,  oggi anche su artigianato e turismo. In particolare, i boschi di sughere, mescolate alla profumata e variegata macchia mediterranea, conferiscono al paesaggio una impronta esclusiva. Sede di importanti aziende vinicole. DOC Val di Cornia,  fa parte dell’associazione Città del Vino. Da segnalare il pittoresco Museo della Bambola e la Rocca di Suvereto.

Salva

Salva

Lucca e dintorni

barga borgoBARGA (LU) – borgo medievale di collina

È un incantevole borgo di aspetto medievale situato sul colle Remeggio, a 410 metri s.l.m., in una posizione che domina l’alta valle del fiume Serchio. Nel territorio di Barga, in posizione collinare, ci sono numerosi piccoli borghi che ancora conservano l’aspetto medievale, da dove si può godere di eccellenti panorami, gustare la cucina locale e conoscere un poco della storia del territorio. Da segnalare i borghi di Loppia con la bella pieve di Loppia del X° secolo, Renaio con il mercato di funghi, e Tiglio con il castello tra altri.


coregliaantelminelliCOREGLIA ANTELMINELLI (LU) – borgo di montagna zona Garfagnana

Coreglia è un borgo medievale arroccato su uno sperone di roccia, lungo le pendici del Monte Rondinaio. Tutto il territorio comunale si estende in una zona prevalentemente montuosa che raggiunge l’altezza massima di 1.964 metri s.l.m. Nella cittadina rimangono importanti tracce dello storico passato, prime tra tutte la chiesa protoromanica di San Martino e la chiesa romanica di San Michele. L’architettura militare è altrettanto ben presente: i resti della rocca, il fonte, le porte, le mura di epoca medievale e rinascimentale. Coreglia è la patria dei primi “figuristi”, cui si deve l’arte del gesso. A tale attività è stato dedicato un apposito museo.


montecarlo borgoMONTECARLO (LU) – borgo collinare vinicolo zona Lucchesia

È situato in un punto panoramico su un colle, ricoperto da vigneti ed uliveti, che domina la zona pianeggiante collocata tra la Lucchesia e la Valdinievole. Montecarlo è noto per la produzione di olio di eccellente qualità e di un pregiato vino DOC. La cittadina ha conservato le caratteristiche di piccolo borgo medievale con impianto urbano circondato delle mura, dentro le quali si innalza il maestoso campanile della Collegiata di Sant’Andrea.

Salva

Salva

Salva

Massa Carrara e dintorni

Copia di FosdinovoFOSDINOVO (MS)– borgo collinare zona Lunigiana

Tipicamente con aspetto di borgo medievale, la cittadina accoglie il turista con l’imponente castello Malaspina, che racchiude, tra le sue mura, molte leggende e storie, come quella del fantasma della fanciulla innamorata. Nei dintorni a Fosdinovo ci sono anche, vari castelli, ville e borghetti. Numerosi sono i percorsi che si possono fare, sia a piedi, in bici oppure auto addentrandoci nella rigogliosa natura delle montagne che circondano il borgo di Fosdinovo. Interessante e facilmente percorribile è il percorso che da Fosdinovo porta ad Aulla passando per il castello di Ponzanello, il borgo di Treschietto e il borgo di Bibola.


montignoso1MONTIGNOSO (MS)– borgo litoraneo zona Versilia

Di origine longobarda, la cittadina si trova al confine con la Versilia, in un territorio che si estende dal monte Carchio al mare. I paesaggi sono quindi molto differenti tra loro, dalle spiagge del Cinquale al Parco delle Apuane e al lago di Porta, zona considerata un oasi faunistico. Dominato dall’imponente castello Aghinolfi, Montignoso conserva interessanti monumenti religiosi come la chiesa di San Vito e Modesto. La zona offre anche la possibilità di fare piacevole percorsi tra antichi borghi e zone di produzione  vinicole.


colonnata borgoCOLONNATA (comune di Carrara – MS) – borgo di montagna zona Alpi Apuane – Lunigiana

Situata  tra il mare e le montagne, Colonnata, è da tempo conosciuta in tutto il mondo, per l’attività di estrazione e lavorazione del marmo bianco dalle vicine Alpi Apuane. Il nome della cittadina deriva del latino columna, che indicava, nei tempi dei romani,  il luogo in cui venivano estratte le colonne di marmo. Il paesino ha mantenuto in parte le proprie caratteristiche storiche originali riguardo l’attività marmifera.Colonnata  è nota per il turismo artistico che offre visite alle cave ed ai laboratori dell’arte del marmo. All’interno dell’abitato si trovano a vista numerosi elementi di arredo, componenti   architettonici e opere d’arte eseguiti con il pregiato materiale.  Oltre il marmo, Colonnata è anche nota per il lardo, specie di salume con certificazione IGP, prodotto con il grasso di suino stagionato in conche di marmo.

Salva

Salva

Pisa e dintorni

san miniato2SAN MINIATO (PI) – borgo collinare con arte religiosa

San Miniato si trova tra le comuni di Firenze e Pisa lungo la riva sinistra del fiume Arno. La cittadina conserva ancora il tracciato medievale, oltre palazzi, chiese e monumenti che attestano la sua importanza storica. Da segnalare la Rocca di Federico, edificata dall’imperatore Barbarossa, il convento di San Francesco che custodisce significative opere d’arte e il Duomo di San Miniato, con la Torre di Matilde, risalenti al XIII° secolo, perfettamente conservati tra altri. L’abitato è conosciuto anche per la tradizionale Sagra del Tartufo che riunisce migliaia di persone che cercano di godere le prelibatezze fatti dalla pregiata radice. San Miniato è uno dei comuni del Comprensorio del cuoio, le aziende e pelletterie sono localizzate principalmente nella località di Ponte a Egola.


vicopisano borgoVICOPISANO (PI) – borgo collinare zona Valdarno Inferiore

Nonostante le sue ridotte dimensioni, Vicopisano possiede un patrimonio di monumenti medievali veramente notevole tra cui spiccano dodici torri (edificate tra il XI° ed il XV° secolo), due palazzi medievali, varie chiese in stile romanico e l’imponente Rocca. Il territorio, particolarmente sassoso, è risultato, da sempre, poco adatto alle coltivazioni agricole estensive. Questa caratteristica ha, senza dubbio, influenzato, fin dal Medio Evo, lo sviluppo di attività alternative: manufatti in ceramica (attestati già a metà del XVI° secolo), attività estrattiva di calcina e pietrame, trasporto fluviale su navicelli. Attualmente l’economia si basa ancora in larga parte sulla produzione di ceramica; più recentemente sull’imbottigliamento dell’acqua minerale delle sorgenti di Uliveto. Assai numerosi sono anche gli artigiani del legno (mobili d’arredamento e cucine) mentre, soprattutto negli ultimi anni, tali attività si sono estese anche agli arredi interni per navi.


volterra borgoVOLTERRA (PI) – borgo medievale collinare zona Val di Cecina

Poche località al mondo sono in grado di offrire un’immagine nitida del tempo passato e del susseguirsi delle civiltà al pari di Volterra. Si tratta tremila anni di storia che hanno lasciato il segno con continuità, dal periodo etrusco fino al XIX° secolo. Sono testimonianze artistiche e monumentali di grande rilievo, che possono essere ammirate anche solo semplicemente passeggiando nel centro storico. Accompagnano questi monumenti un paesaggio incontaminato e un artigianato artistico unico, quello dell’alabastro. La città, quasi completamente racchiusa dentro le mura, ha conservato l’aspetto medievale.

Salva

Salva

Pistoia e dintormi

 svizzera pesciatina borgoSVIZZERA PESCIATINA (comune di Pescia – PT) – gruppo di borghi medievali zona Valdinievole

Ci sono centinaia di piccoli borghetti minore sparsi per tutta la Toscana. Un esempio è la zona della Svizzera Pesciatina nella Provincia di Pistoia che riunisce 10 borghi , uno più incantevole dell’altro  arroccati in cima a colli e speroni con pievi romaniche, palazzi con gli stemmi dei podestà, stradine tortuose e strette a misure delle carrozze che trafficavano in epoca  medievale. Altrettanto, tra questi villaggi sono presenti musei che raccontano la vita della popolazione nei tempi passati, l’economia collegata all’agricoltura,  all’estrazione mineraria ed all’artigianato.

Salva

Salva

Siena e dintorni

buonconvento4BUONCONVENTO (SI) – borgo medievale zona Crete senesi

Buonconvento è un incantevole comune situato nella valle del fiume Ombrone, alla foce del fiume Arbia a 25 chilometri da Siena. La cittadina fa parte del circondario delle Crete Senesi, paesaggio tipico della zona costituendo uno dei più belli borghi toscani che attira grande flusso turistico. Il territorio è ricco di monumenti storici come castelli medievali e dimore in stile Liberty. La zona offre anche la possibilità di piacevole escursioni e percorsi trekking, oltre l’ opportunità di degustare l’eccellente cucina locale.


cetona1CETONA (SI) – borgo medievale zona Valdichiana

Dominato dalla massiccia mole verde del Monte Cetona, è un villaggio di origine medievale che si è conservato bene nel corso dei secoli successivi. Il centro storico è un intrico di piazzette e stretti vicoli fiancheggiati da costruzioni che non nascondono la loro età. Nel territorio sono state ritrovate tracce di insediamenti umani antichissimi. Gli edifici religiosi sono legati alla figura di San Francesco che, in questo territorio, rimase per qualche tempo.


colle valdelsa1

COLLE DI VAL D’ELSA (SI) – borgo medievale zona Chianti

Situata nel cuore della Toscana, in una posizione geograficamente favorevole,  prossima a Siena, Firenze e Volterra, la cittadina si è sviluppata lungo il tracciato dell’antica  via Francigena (o Romea) percorsa dai pellegrini verso Roma.  Ancora oggi mantiene le mura che circondano totalmente l’abitato, perfettamente conservate. Colle di Val d’Elsa è anche una delle Città del Vino, riconoscimento ottenuto per la qualità dei vini DOC prodotti nel territorio. Importanti anche le attività legate alla produzione di vetro, essenzialmente per uso domestico.


Gaioli in chianti borgoGAIOLE IN CHIANTI (SI) – borgo di campagna vinicolo zona Chianti

Terra di boschi e di colline, di vigne e di oliveti, Gaiole in Chianti è culla di produzioni artigianali che affondano le loro radici in un lontano passato. L’offerta è ricca  e va dalla lavorazione artistica della ceramica, alla tessitura manuale con antichi telai, dalla produzione di oggetti in ferro, alla realizzazione di oggettistica da regalo. Nel territorio sono sparsi numerosi piccoli borghetti che ancora mantengono l’originale aspetto medievale. Tutta la zona è caratterizzata da una produzione vinicola pregiata, quella del Chianti Classico.


montalcino borgoMONTALCINO (SI) – borgo medievale vinicolo  zona Val d’Orcia

È situato sulla cima di un colle da cui si gode un eccellente panorama delle vallate circostanti e del lontano Monte Amiata. Il nome della cittadina deriva dal latino mons Ilcinus, in riferimento alla grande estensione dei boschi di leccio (ilex) nella zona. Montalcino conserva ancora inalterato l’aspetto di borgo medievale di origine difensiva, solcato da strette e ripide vie. Di quest’epoca rimangono anche le mura che conservano ancora le porte e parte dei torrioni. Il territorio, che fa parte del Parco Artistico Naturale e Culturale della Val d’Orcia, è pieno di vigneti da cui si ricavano vini di alto pregio come il famoso Brunello. La cittadina è anche nota per la qualificata produzione di miele, di olio extravergine di oliva, di salumi tipici e di formaggi. Nel 2004 Montalcino e la Val d’Orcia hanno ricevuto il riconoscimento di “Patrimonio Mondiale dell’Umanità”.


montepulciano borgoMONTEPULCIANO (SI) – borgo collinare vinicolo zona Valdichiana

Il centro abitato ha mantenuto le caratteristiche di borgo medievale a forma di S ed è racchiuso da tre cerchi di mura, costruite nel XIV° secolo. I piccoli insediamenti rurali coesistono con centri urbani pieni di memorie storiche e notevoli opere d’arte all’interno di un armonioso paesaggio agricolo. Il territorio di Montepulciano è noto per l’abbondanza di vigneti, le cui uve vengono sapientemente trasformate nel Vino Nobile di Montepulciano DOCG. Le maggiori attività produttive si concentrano sui settori delle eccellenze locali: l’enologia, l’agricoltura, il turismo.


monteriggioni borgoMONTERIGGIONI (SI) – borgo medievale di campagna zona Senese

È un piccolo borgo fortificato situato in prossimità del tracciato della via Francigena (o Romea). È uno dei rari villaggi che hanno conservato inalterata nel tempo la struttura e l’atmosfera medievale. L’abitato è tutto racchiuso dalla cinta muraria, intervallata da torri quadrangolari, che si è conservata in eccellenti condizioni. Il villaggio è composto da vecchie case, con un’unica grande piazza centrale dove è situata la pieve. È un luogo quasi fuori del tempo dove arte, storia e paesaggio si fondono in armonia. All’interno del borgo, sono presenti molte rivendite di vino Chianti e negozi di artigianato e antiquariato.


pienza borgoPIENZA (SI) – borgo medievale, città d’arte, zona Val d’Orcia

La storia della cittadina è strettamente legata a quella di Enea Silvio Piccolomini, nato nel villaggio e poi divenuto papa con il nome di Pio II°.  Il papa fece trasformare il piccolo borgo medievale, denominato Castello di Corsignano in residenza papale. Il progetto fu affidato a Bernardo Gambarelli, detto il Rossellino. Ne sono testimonianza i molti palazzi del XV° secolo disposti lungo la via principale e la Cattedrale. Pienza è un centro di  importanza artistica significativa della Val d’Orcia, tantochè nel 1996 il centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Altrettanto pittoresco è il quartiere Gozzante, il più antico nucleo dell’abitato, caratterizzato da piccole case collocate sulla rupe di arenaria e che si affacciano sulla Val d’Orcia (valle del fiume Orcia). La zona è anche nota per la produzione di ottimi formaggi, primo tra tutti il pecorino.


ghino taccoRADICOFANI  (SI) –  borgo- villaggio collinare

Radicofani si trova ai piedi di una rupe vulcanica di roccia basaltica a 896 metri s.m.l. ed è caratterizzato dall’imponente fortezza che, per secoli, ha dominato il confine tra Toscana e Lazio. All’interno del centro abitato ci sono numerose fontane in marmo: la Fonte Grande, la Fontana Medicea, la Fonte dei Capuccini e la Fonte Antese.


rterme rapolanoRAPOLANO TERME (SI) – cittadina termale zona Crete senesi

Rapolano Terme è un tipico borgo medievale ubicato al confine tra la zona del Chianti e la Valdichiana. È noto come località termale, disponendo addirittura di due distinti importanti stabilimenti – le terme di Querciolaia e le terme di San Giovanni.


san gimignano borgoSAN GIMIGNANO (SI) – borgo medievale, città arte delle torre, zona Val d’Elsa

San Gimignano è universalmente famosa per le torri medievali che svettano sull’abitato e che le hanno valso il soprannome di “Manhattan del Medio Evo”. Per la caratteristica architettura medievale del centro storico, che mantiene intatto l’aspetto trecentesco, la cittadina è stata dichiarata “patrimonio dell’umanità” dall’UNESCO. Il borgo storico è ancora quasi completamente racchiuso dalle mura risalenti al XIII° secolo. Affacciate sulle piazze e sulle strade principali si trovano numerose torri e case-torri dell’antica aristocrazia mercantile e finanziaria, tutte strutture eccezionali  per stato di conservazione. San Gimignano è famosa per la produzione vitivinicola – il vino bianco denominato Vernaccia – e per la coltivazione dello zafferano.


san giovanniSAN GIOVANNI D’ASSO (SI) – cittadina di campagna zona Val d’Orcia

L’abitato si trova al centro della zona delle cosiddette “crete senesi”, lungo il torrente Asso, da cui prende il nome. È costituito da due nuclei distinti, situati sullo stesso colle: il “paese alto”, più antico, ubicato sulla sommità e che contiene la parte storica-artistico-culturale dell’abitato, ed il “paese basso”, più moderno e di carattere residenziale. La zona è famosa per un’eccellente qualità di tartufi bianchi e per un’ottima produzione di vino.


cappellla san quiricoSAN QUIRICO D’ORCIA  (SI) –  borgo medievale termale collinare zona Val d’Orcia

San Quirico è un esempio tra i più notevoli di struttura urbanistica medievale e conserva, in molti edifici, numerose tracce dell’importanza raggiunta in alcuni momenti della sua storia. Ha conservato buona parte della cinta muraria lungo le quali rimangono ancora ben 14 torrette, anche se alcune incorporate in altre strutture. Nel territorio si trova uno stabilimento termale di antiche origini e che fu frequentato da personaggi illustri.


serre rapolanoSERRE DI RAPOLANO (comune di Rapolano Terme – SI) – borgo medievale zona Crete senesi

Serre è arroccato su di una collina. L’abitato ha conservato l’aspetto medievale, parte della cinta muraria e le porte d’accesso. Sin dall’antichità nella zona si estraeva una delle più pregiate varietà di travertino. Attualmente solo alcune cave continuano a fornire questo materiale. A Serre di Rapolano ci sono alcune attrazione da visitare: Fortezza di Serre, Chiesa di San Lorenzo e Andrea, il Teatrino,  Chiesa di Santa Caterina, la Grancia di Serre e il museo dell’olio.

Salva

Salva

PERCORSI

Svizzera Pesciatina - PesciaSvizzera Pesciatina

Percorso del Chianti

Castello di Meletto - ChiantiCastello di Meleto

TIPOPercorso storico culturale naturalistico
ZONA Chianti
COMUNI Greve in Chianti, Castellina in Chianti, Gaiole in Chianti, Radda in Chianti
PARTENZA Firenze
ARRIVO Firenze
LUNGHEZZA 121,3 km
TEMPO DI PERCORSO 2 / 3 giorni
DIFFICOLTA in macchina strade provinciale
ITINERARI Firenze, Greve in Chianti, Castellina in Chianti, Gaiole in Chianti, Radda in Chianti, Firenze
TAPPE COSA VEDERE
Firenze a Greve in Chianti   =   30,5 km Montefioralle, Macelleria Farloni, Museo do Vino, Panzano in Chianti , cantina  Castello di Vicchiomaggio, cantina Castello Verrazzano
Greve in Chianti a Castellina in Chianti  =  20,3 km Museo archeologico del Chianti, Necropoli del Poggino
Castellina in Chianti  a Gaiole in Chianti  = 10,9 km Castello di Brolio, Castello di Meleto, Badia di Coltibuono, Museo Ricasoli, Castello di Ama per l’Arte Contemporanea, Borgo di Vertine
Gaiole in Chianti a Radda in Chianti  =  11,1km Castello di Volpaia, Museo d’arte sacra del Chianti,  Badia a Montemuro
Radda in Chianti a Firenze  =  48,5km
INFORMAZIONI
Ufficio turistico Piazza Matteotti,10  Greve in Chianti (FI)  tel. +39 055 854 6299

Percorso nell'Area Tufo

Pitigliano - Città del TufoPitigliano

TIPOPercorso storico culturale naturalistico
ZONA Area del Tufo
COMUN Pitigliano, Sorano
PARTENZA Grosseto
ARRIVO Grosseto
LUNGHEZZA 168 km
TEMPO DI PERCORSO 2 / 3 giorni
DIFFICOLTA in macchina strade provinciale
ITINERARI Grosseto, Pitigliano, San Quirico, Sorano, Sovana, Grosseto
TAPPE COSA VEDERE
Grosseto a Pitigliano  =  71,4 km Duomo di Pitigliano, Oratorio Rupestre paleocristiano, Acquedoto Mediceo,  Piccola Gerusalemme, Museo civico archeologico della Civiltà Etrusca,  Parco Archeologico Città del Tufo,  Museo all’aperto Alberto Manzi e necropoli del Gradone, Statonia, Terme di Pitigliano, Parco Orsini,  Via Cava di Poggio Cani
Pitigliano a  Sorano  =  9,1 km Fortezza Orsini, Rocca Aldobrandesca di Sovana, Rocca di Castell’Ottieri,  Gheto Ebraico, Masso Leopoldino, Palazzo Orsini,  Museo del Medioevo e del Rinascimento, Museo Archeologico di Sorano, Museo del Tesoro della Chiesa di San Mamiliano,  Museo di Malacologia,  Parco Archeologico Città del Tufo, Colombari, cantine etrusche, Via Cava di San Rocco,  terme di Sorano
Sorano a Sovana  =  9,6 km Rocca Aldobrandesca di Sovana, Duomo di Sovana, Palazzo comunale di Sovana, Centro Documentazione del Territorio di Sovana, Parco Archeologico Città del Tufo, Area Archeologica di Sovana, Colombari
Sovana a Grosseto  =  72,1 km
INFORMAZIONI
Ufficio turistico Piazza Dante Alighieri, Grosseto (GR) Tel. +39 0564 484111 www.provincia.grosseto.it  www.turismoinmaremma.it

Percorso Valdichiana

Cortona - Arezzo

Cortona

TIPOPercorso storico culturale naturalistico
ZONA Valdichiana
COMUNI Rapolano Terme,  Lucignano, Cortona, Castiglion Fiorentino
PARTENZA Firenze
ARRIVO Arezzo
LUNGHEZZA 162,6 km
TEMPO DI PERCORSO 2 / 3 giorni
DIFFICOLTA in macchina strade provinciale e autostrada
ITINERARI Firenze, Rapolano Terme,  Lucignano, Cortona, Castiglion Fiorentino, Arezzo
TAPPE COSA VEDERE
Firenze a Rapolano Terme  =  84,2 km  Borgo e Fortezza di Serre, Museo dell’Antica Grancia, Piscine termali dell’Antica Querciolaia, Terme di San Giovanni
Rapolano Terme a Lucignano  =  17,8 km Duomo di Pitigliano, Oratorio Rupestre paleocristiano, Acquedoto Mediceo,  Piccola Gerusalemme, Museo civico archeologico della Civiltà Etrusca,  Parco Archeologico Città del Tufo,  Museo all’aperto Alberto Manzi e necropoli del Gradone, Statonia, Terme di Pitigliano, Parco Orsini,  Via Cava di Poggio Cani
Lucignano a Cortona  =  32,5 km  Fortezza del Girifalco, Duomo di Cortona, Basilica di Santa Margherita,  Convento francescano Le Celle, Abbazia di Farneta,  MAEC museo dell’Accademia Etrusca, Parco archeologico di Cortona
Cortona a Castiglion Fiorentino  = 11,6 km Castello di Oliveto, Castello di Montecchio Vesponi, Chiesa di San Francesco, Collegiata di San Giuliano, Pinacoteca comunale, Museo archeologico e percorso sotterraneo
Castiglion Fiorentino ad Arezzo  =  18 km
INFORMAZIONI
Ufficio turistico Piazza della Libertà, 1  Arezzo (AR)  tel.+39 0575401945

Percorso della Val d'Orcia

Monteriggioni - SIMonteriggioni

TIPOPercorso storico culturale naturalistico
ZONA Val d'Orcia
COMUNI Colle Val d'Elsa, Monteriggioni,  Buonconvento, Montalcino, San Quirico d'Orcia, Pienza, Montepulciano
PARTENZA Firenze
ARRIVO Siena
LUNGHEZZA 220 km
TEMPO DI PERCORSO 4 / 5 giorni
DIFFICOLTA in macchina strade provinciali e autostrada
ITINERARI Firenze, Colle Val d'Elsa, Monteriggioni,  Buonconvento, Montalcino, San Quirico d'Orcia, Pienza, Montepulciano, Siena
TAPPE COSA VEDERE
Firenze a Colle Val d'Elsa  = 47,8 km  Duomo di Colle di Val’Elsa, Casa-torre di Arnoldo di Cambio, Museo Archeologico di Colle Val d’Elsa, Museo del Cristallo
Colle Val d'Elsa a Monteriggioni  =  11,4 km Castello di Monteriggioni, Abbadia a Isola,  Museo delle armature
Monteriggioni a Buonconvento  = 45 km  Castello di Bibbiano
Buonconvento a Montalcino  = 13,6 km Castello di Montalcino, Castello Banfi, Duomo di Montalcino, Abbazia di Sant’Antimo, museo del vetro,  museo del Brunello, cantine
Montalcino a San Quirico d'Orcia  =  14,2 km Collegiata dei Santi Quirico e Giulitta, Bagno Vignoni, Piazza delle Sorgenti, Terme di Santa Caterina
San Quirico d'Orcia a Pienza  =  9,8 km  Duomo di Pienza, Monastero di Sant’Anna in Camprena, Palazzo Piccolomini,  Museo del Papa, Tepotratos
Pienza a Montepulciano  =  14,8 km Duomo di Montepulciano, Palazzo Nobilli-Tarugi, Riserva del Lago di Montepulciano
Montepuciano a Siena  =  61,8 Km
INFORMAZIONI
Ufficio turistico Piazza Duomo, 1  Siena città  Tel. +39 0577 280551